D’AVERSA: “BRAVI A RIBALTARE LA PARTITA, MA INGENUI NEI GOL CONCESSI. CON PRESTAZIONI COSI’ OBIETTIVO ANCORA PERCORRIBILE” (VIDEO)

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine di Fiorentina-Parma, il commento di Mister D’Aversa:

“Nonostante abbiamo commesso degli errori, siamo stati bravi a ribaltare una partita e non era semplice, una partita che ci ha visti andare sotto anche se avevamo fatto noi la gara. Laddove siamo stati ingenui a concedere questi gol, siamo stati altrettanto bravi a ribaltare la partita, credo che nel calcio italiano la squadra avversaria è in difficoltà devi avere la personalità, il coraggio e la determinazione di ucciderli sportivamente parlando. Purtroppo quando siamo in vantaggio riusciamo con il minimo sforzo della squadra avversaria a riaprire le partite, negli ultimi tre minuti la gestione della palla non mi è piaciuta per niente, perchè avevamo recuperato il pallone noi e abbiamo avuto fretta di andare in verticale quando potevamo scaricare su Gigi – mentre spesso e volentieri quando dobbiamo andare in avanti scarichiamo sul portiere -, per poi completare la circostanza dell’azione quando abbiamo ripulito l’area e abbiamo concesso questo errore a Spezia costandoci caro. Quel che mi fa pensare è che gli errori che commettiamo non ci servono di lezione. Sulla situazione dell’ultimo gol è emblematico. Nella vita come nel calcio bisogna essere determinati, bisogna aver voglia di portare un qualcosa a casa, essere superiori all’avversario. E nonostante oggi abbiamo affrontato una squadra in difficoltà, non siamo stati bravi a portare a casa un risultato pieno, cosa che avremmo meritato. Nelle ultime partite credo che i ragazzi siano stati sempre superiori agli avversari tranne che contro l’Inter che è prima in classifica. Il problema è che si stanno subendo un po’ troppi gol non tanto per la bravura degli avversari ma perchè ce li facciamo da soli”

“La scelta di Inglese è stata dettata dal fatto che non ha ancora molta autonomia, se sia lui che Pellè mi dessero più garanzie di minutaggio avrebbero giocato di più, hanno circa 15 minuti di autonomia. Kucka ha giocato con una frattura alle costole, Laurini ha fatto una partita dopo tanto tempo e ha finito con i crampi. Dipende anche dal minutaggio con il quale uno cerca di fare delle scelte, Karamoh e Gervinho era già programmato che non potessero fare tutta la partita, Gervinho rientrava da un infortunio e Karamoh perchè ha sempre giocato in queste gare e sappiamo come ha finito contro l’Inter. Ho fatto delle scelte sapendo che gli attaccanti esterni la partita non l’avrebbero fatta tutta. Poi non è semplice affrontare delle partite che devi vincere con giocatori che non hanno tanta autonomia, ma oggi credo si siano ben comportati nella gestione iniziale, nei cambi, il rammarico è che nella circostanza finale si poteva fare una lettura diversa e portare a casa tre punti che sarebbero stati fondamentali, soprattutto per l’aspetto mentale”

“Ci sta che alcuni conoscano meno quel che voglio in fase difensiva e offensiva, nell’arco di una gara ci può stare un momento in cui loro erano in vantaggio e badavano a difendersi senza concedere spazi. Sicuramente dovevamo essere più puliti a determinare dalla trequarti in su, Brunetta ricopriva un ruolo non consono alle sue caratteristiche, in fase difensiva si occupava di Pulgar ma in offensiva non è uno che attacca la profondità; ma tutto quel lavoro in cui magari non si è creato tanto ha fatto sì che si stancassero e fossero meno lucidi. Nella gestione della gara a parte gli ultimi due minuti i ragazzi hanno fatto una grande partita. Il rammarico è come si concedono i gol, un angolo in cui si va a colpire da soli nonostante le marcature, il secondo gol su una seconda palla, vuol dire che non abbiamo ancora il senso del pericolo. Non ricordo come la mia squadra possa fare dei gol così semplici così come li prendiamo, i gol ce li dobbiamo sudare in tutte le maniere, il rammarico è che non possiamo continuare a buttare via delle gare”

“Questa squadra è in difficoltà sul fatto di non vincere le partite, non sulle prestazioni, lo so che è difficile ma questa impresa la raggiungiamo solo se tutti continuiamo a credere in quello che facciamo, perchè è emblematico il gol che abbiamo preso negli ultimi minuti: noi dobbiamo andare in campo convinti del fatto che il numero dei punti è ancora alto, che mettiamo in difficoltà le squadre che incontriamo. Ragionare in maniera positiva ci può portare a fare sì che si raggiunga l’impresa, ragioniamo su quel che dobbiamo fare e basta, alla fine tireremo le somme. Dobbiamo eliminare certi errori, ma le prestazioni mi fanno ragionare sul fatto che l’obiettivo è ancora percorribile”

DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO FIORENTINA-PARMA 3-3

Stadio Tardini

Stadio Tardini

21 pensieri riguardo “D’AVERSA: “BRAVI A RIBALTARE LA PARTITA, MA INGENUI NEI GOL CONCESSI. CON PRESTAZIONI COSI’ OBIETTIVO ANCORA PERCORRIBILE” (VIDEO)

  • 7 Marzo 2021 in 19:22
    Permalink

    Scusa mister ma non mi incanti più ..oggi meno che mai.
    Abbiamo fatto meglio? Credo di sì ma credo pure che avremmo fatto ancora meglio se smettessi di schierare Kucka in quella posizione di falso nueve, d’altronde nessun’altra allenatore lo farebbe e…sarebbe pure ora di fare riposare Sepe no? (Da un mese prego giochi Colombi) qualsiasi altro allenatore lo avrebbe già fatto… e insistere con Iacoponi…quando un Dierckx sono arcisicuro diverebbe titolare con qualsiasi altro allenatore…così all’inizio del match abbiamo regalato 3 giocatori agli avversari.
    Poi inserire Brunetta….ma dai….qualunque altro non lo avrebbe fatto…quindi mister se ci credi fai bene, io ormai no.

    • 7 Marzo 2021 in 20:54
      Permalink

      Quante cavolate marco b. Io non ho nessuna simpatia particolare per D’aversa, anzi. Penso di non essermi quasi mai divertito a guardare il calcio come nel periodo daversiano. Però da capo a piedi queste sono considerazioni che non stanno nè in cielo nè in terra. Cioè, tu da due partite discrete che hai visto pensi che Diercxx dia maggiori garanzie di Iacoponi, Gagliolo o Alves?
      Brunetta non lo avrebbe fatto entrare nessun altro? Perchè, di grazia?
      Kucka falso nueve no? Perchè? Lo ha già fatto, e a volte aveva fatto anche bene l’anno scorso, senza che qualcuno gridasse allo scandalo, anzi qualcuno quì lo chiamava Genio per le sue intuizioni.
      Su Sepe non ho niente da dire, le dichiarazioni del suo procuratore lo hanno ormai reso antipatico alla piazza, però non penso proprio come alcuni commenti letti che qualcuno stia remando contro in questo momento. Basta riflettere, non ci fa bella figura nessuno di questi giocatori a dare certi spettacoli, e l’anno prossimo se andranno via potranno chiedere una frazione dello stipendio che chiederebbero con delle prestazioni decenti.
      Le colpe poi sicuramente sono da ascrivere anche a D’aversa, sicuramente. Ma per nessuno dei motivi citati da te.
      Io penso che D’aversa non sia la persona giusta per salvarci, e avrei preferito a dirla tutta che qualche mese fa si insistesse con Liverani, anche se quì alcuni mi daranno del masochista. Non capisco come la media punti attuale sia giustificabile dall’attuale allenatore, davanti stanno andando come delle lumache, e noi perdiamo opportunità di settimana in settimana. Però la squadra c’è, e non ho la certezza che qualcun altro farebbe meglio, anche se ci vuole molto molto poco. Sono decisioni difficili. Certo bisogherà che qualcuno in società dia un ultimatum ad un certo momento, perchè con questa media punti rischiamo di battere qualche record negativo.

      • 8 Marzo 2021 in 06:55
        Permalink

        Allora caro mister Alefuzz genio della lampada, gioca pure con Sepe Iacoponi Gagliolo Alves Brunetta e Kucka centravanti….ma quale genialata?? Se l’unico che difende ste scelleratezze…
        Buon campionato!!

        • 8 Marzo 2021 in 10:42
          Permalink

          Io non difendo queste scelleratezze, ma ricordati che solo un Sith vive negli assoluti. Sei l’unico, tutti gli altri allenatori farebbero, ecc. Cavolate… In più fai passare D’aversa per più coraggioso di quello che è.

          • 8 Marzo 2021 in 14:31
            Permalink

            Noi hai capito assolutamente il senso volutamente forzato delle mie parole.
            Stop

  • 7 Marzo 2021 in 20:25
    Permalink

    “Caro” allenatore le scrivo…così mi struggo un po’….e siccome è molto “impomato”…più forte glielo urlerò : BASTA SEPE #100 E MAI PIÙ ANCORA!!!!!
    (non è il male assoluto , e non lo considero capro espiatorio , ma : VOGLIO COLOMBI#NELLA PORTA DEL PARMA!!!!!)

    Vogliamo iniziare a valorizzare i giocatori per il prossimo campionato di seconda serie?????

  • 7 Marzo 2021 in 20:30
    Permalink

    Se Gervinho fosse stato in panca e non titolare questa l’avremmo vinta agevolmente. Basta vedere la differenza che hanno fatto i due rumeni.

    • 7 Marzo 2021 in 23:48
      Permalink

      Concordo pienamente! Il primo tempo è stato buttato via e con esso i 3 punti

  • 7 Marzo 2021 in 21:06
    Permalink

    Non ne possiamo più di sepe, fai giocare colombi!

    • 7 Marzo 2021 in 22:03
      Permalink

      GERVINHO E SEPE AVETE ROTTO IL CAZZO

  • 7 Marzo 2021 in 21:16
    Permalink

    Cioè adesso volete farmi credere che colombi per sepe sia la panacea di tutti i mali??? Se queste sono le critiche e i suggerimenti migliori che avete dopo tutti gli errori di posizionamento, di mancato fuorigioco, di mancata grinta sulle seconde palle, di mancati falli tattici che si sono visti, allora siamo messi davvero male. Togliamo sepe e iacoponi e tutto è risolto, bastava così poco, lo capiva anche un somaro eh. Ma va va…

  • 7 Marzo 2021 in 21:27
    Permalink

    Alefuzz…a quale commento si riferisce?Nel caso si riferisse alla mia esternazione, la inviterei ad una lettura meno superficiale. Grazie.
    P.s.: visto che Sepe il prossimo anno non ci seguirà…ho solamente espresso la volontà di vedere giocare Colombi…che con ogni probabilità farà parte della squadra anche il prossimo campionato.

    • 7 Marzo 2021 in 21:43
      Permalink

      Totalmente d’accordo con Enzo

    • 7 Marzo 2021 in 22:25
      Permalink

      Sinceramente il suo commento non l’avevo nemmeno letto, la invito ad una lettura meno egoriferita. Mi riferivo ad una serie di commenti principalmente sotto un altro articolo che additano lui più di tutti come un capro espiatorio, come altri che dicono che addirittura stia remando contro la squadra. Commenti ridicoli. Sepe sta commettendo errori come molti altri, sono un po’ tutti in sfiducia.
      Ora che leggo il suo commento però le farei notare che Colombi non è proprio un giovane, ha l’età di Sepe…

  • 7 Marzo 2021 in 22:37
    Permalink

    Oggi il Parma ha fatto una delle migliori partite di questo campionato per grinta mostrata sul campo.
    D’Aversa ha schierato una formazione discutibile e diversi giocatori hanno commesso errori gravi ed evitabili, ma se le restanti partite verranno giocate con questa voglia qualche chance c’è ancora.
    La tattica e la tecnica ormai lasciano il tempo che trovano, ci vogliono cervello e determinazione.
    Le altre non sono irraggiungibili

  • 7 Marzo 2021 in 23:44
    Permalink

    Egregio Allenatore, ripete le stesse cose dopo ogni partita, ma oggi mi ha rubato le parole di bocca: “quel che mi fa pensare è che gli errori che commettiamo non ci servono di lezione”….
    Lei la lezione di scegliere i giocatori giusti al momento giusto quando la imparerà?
    A quando il coraggio di dare l’attacco in mano ai giovani (che oggi in gran parte hanno avuto il merito di aver sbloccato la partita nel secondo tempo)? Glielo abbiamo chiesto – inascoltati- in tanti e da tante settimane… ConoscendoLa, non lo farà mai o quando sarà troppo tardi. Tanti saluti e grazie perché così tanti e apparentemente inutili pareggi ci catapulteranno nel Guinness dei Primati

    • 8 Marzo 2021 in 03:33
      Permalink

      👍👍

  • 8 Marzo 2021 in 06:38
    Permalink

    Cari Alefuzz già di per sé dire che ho scritto cavolate e poi dire che preferiresti aver lasciato Liverani al suo posto la dice lunga sul tentativo di difendere d’Aversa.
    Portami dei dati sul rendimento di Kucka centravanti.
    Te lo dico io se non lo sai, pessimi e ieri guarda caso lo ha prontamente messo nel suo ruolo naturale nella ripresa.
    Io ho citato Dierckx perché provocatoriamente non gli preferisci Iacoponi e ieri Simone ha giocato perché in totale emergenza ormai se non te ne sei accorto è scivolato riserva di tutti e forse anke di Dierckx.
    Sepe ? Da quando a te personalmente ti soddisfa ?
    Brunetta caro il mio intenditore, secondo te è un giocatore di carne o pesce ? Spiegami cosa porta quando gioca?
    Non contrasta non crea non incide, allora era meglio arretrare Karamoh…ognuno di noi lo pensa diversamente per fortuna.
    Tienti pure i tuoi Iacoponi Brunetta e Sepe e divertiti .

    • 8 Marzo 2021 in 10:55
      Permalink

      Infatti marco b secondo me non hai capito, io non difendo D’aversa, dico che quello che hai scritto Tu sono cavolate. E’ leggermente diverso.
      Io non ti devo portare dati su niente. Cos’è, tu sei in potere di dire qualsiasi cavolata senza portare nessuna prova e se qualcuno te lo fa notare allora chiedi le statistiche? Ma levati va. Non sono mica Adani vè, però ho buona memoria, anche di quando qualcuno su queste pagine lodava D’aversa per le sue geniali intuizioni.
      Ho detto che Sepe mi soddisfa? Leggi caro, leggi, prima di rispondere. Brunetta? Ha giocato due spezzoni e ti senti già in grado di dare giudizi definitivi? Ma levati va. La mia memoria mi richiama anche di quando molti su queste pagine lodavano la garra di Brunetta e speravano che Liverani facesse giocare lui, che almeno ci metteva la gamba (tanto per esemplificare come basti un episodio per far voltare le bandierine ad alcune persone…)
      Ah poi vorresti indietreggiare Karamoh??? Ma se ha appena iniziato da due partite a far vedere qualcosa di buono, dopo due anni di sgambate svogliate e partitacce… Ma lascialo lì va, che già va bene se fa del buono in una posizione.
      Purtoppo però lòmo te li tieni anche tu questi giocatori, perchè sono quelli che abbiamo, e purtroppo c’è poco da divertirsi quest’anno.

  • 8 Marzo 2021 in 12:35
    Permalink

    non capisco la formazione dall inizio ,ha cambiato la difesa mancava osorio che e bravo poi adesso Man e Mihàilà primo e unico che trattene la palla e guarda avanti poi e velocissimo uguale come Mihàilà poi non abbiamo un gioco di squadra non siamo capace di fare piu di 5,6 assist perche manca il playmaker ,questo anno e unica volta che abbiamo fatto ,,remontada”e 3 gol perche adesso abbiamo giovanni ,,non pronti, nepraparati” come diceva ,,il mago” ma in facto sono lupi affamati.d’aversa ha parlato male di giovani e difende preparati e senatori come sepe,kurtici,gervinho mi ricordo che anno scorso era in nostro cortile era Radu exGenoa portiere alto ,bravo ,,il genio” non la usato ,poi Zirkzee non capisce italiano ma mi chiedo d’aversa parla con Krause in inglese?Bravo Inglese che po fare un bell attacco con due rumeni,fuori gervinho che non da assist e non torna in difesa ,brugmann ,kurtici specialmente girano tante palle indietro ,sepe inguardabile non si muove e peggio di tutti.D’aversa deve capire di punire tutti non solo giovanni.

  • 8 Marzo 2021 in 15:19
    Permalink

    Se siamo lì dove siamo là colpa e ‘ di tutti, allenatore e giocatori.
    Lui ha scelto la vecchia guardia per dimostrare chissà cosa e la vecchia guardia perlopiù ha deluso..
    Chi, pochi per la verità che lo difendono, sono ancora attaccati agli anni precedenti piene di gioie ma anche dolori.
    Basta un dato, su 42 partite disputate in casa ne ha perse 20 ! Vuol dire che ogni due partite venivo a casa incazzato (quelle durante covid ovvio no..)perché almeno una l’ho persa.
    Una ragione ci sarà della pochezza tecnica e tattica nelle partite casalinghe, quello che oggi deve assolutamente migliorare!
    Ora deve darsi una sveglia e utilizzare tutti, giovani compresi perché mica è scritto che i giovani van bene per il futuro come lui li ha definiti, ma van benissimo pure per il presente,
    Bravo..Mihaila…per poco non ci regalavi i tre punti, ovviamente esperto non sei..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI