D’AVERSA: “VINCI SE VAI IN CAMPO IN MANIERA DETERMINATA, CON INTENSITA’, CATTIVERIA, ED ORGOGLIO DI MISURARSI CON AVVERSARI SULLA CARTA PIU’ FORTI” (VIDEO) / I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) Mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti al Tardini per parlare della prossima sfida contro la Roma:

“Se c’è da ragionare, c’è da farlo in maniera un po’ preoccupante non tanto per la questione calcio. Un anno fa questa pandemia si pensava si potesse risolvere nel più breve tempo possibile e invece siamo ancora qui ad aspettare la vaccinazione per tutti. Sul piano sportivo, mi ritrovo con una squalifica di cui non voglio parlare perchè la società intende presentare un ricorso che verrà discusso nei prossimi giorni. Ci tengo a scusarmi pubblicamente per quel che è è accaduto, c’è stato un malinteso con un ufficiale di gara dovuto anche alla tensione agonistica della gara, intanto ci tengo a scusarmi pubblicamente; in quel momento ho anche magari lasciato la squadra in un momento di difficoltà e di questo mi spiace perchè ci tengo molto a questo, è successo per la prima volta, ora aspettiamo l’esito del ricorso”

Tutti i convocati sono a disposizione senza alcun tipo di problema, c’è da valutare il minutaggio. Ieri nell’allenamento di ieri abbiamo perso Gervinho, ma credo che domani ci sarà la possibilità di utilizzare dei giocatori in base al minutaggio, alla condizione fisica, ai rientri da squalifiche. Bani si è allenato ieri ed oggi con la squadra, domenica è uscito per un problema ma non ha problemi di tenuta. Le scelte finali verranno fatte domani; si può pensare davanti a fare giocare e fare turnover a Pellè o Zirkzee, vediamo chi partirà dall’inizio, o magari fare una scelta con caratteristiche diverse. Tutti i convocati sono a disposizione e pronti al 100% per dare il proprio contributo”

“Purtroppo la classifica degli infortunati ci vede tra i primi, il fatto di non aver fatto una preparazione al completo – e mi riferisco in generale, non solo al Parma – e ripartire subito con il campionato ti porta ad aumentare il numero degli infortuni. Noi siamo quelli che ne hanno di più, ma questo è aumento si è verificato per tutti quanti. Spesso ci sono anche giocatori per i quali si è voluto forzare il rientro, quindi c’è la sempre la buona intenzione da parte dello staff nel fare sì che l’allenatore possa avere diverse scelte. Poi in questo numero di infortunati sono giocatori che sono arrivati con problemi già dall’inizio. Questa è una problematica che abbiamo un po’ tutti, purtroppo quando le cose non vanno bene ti vanno sempre a colpire nello stesso reparto: la scorsa settimana negli attaccanti, in questa soprattutto tra i difensori. Questo per noi non deve essere un alibi, ma si cerca di migliorare su tutto, dall’alimentazione al riposo, così come la stessa alimentazione post-gara: cerchiamo di fare le cose nel modo migliore possibile, purtroppo non sempre questo può bastare a evitare degli infortuni”

“Sepe in settimana l’ho visto molto bene. Gigi ha commesso un errore, li commettiamo tutti, l’importante è ripartire in maniera serena. L’aspetto mentale di Gigi e di qualunque giocatore che ricopre quel ruolo deve essere di serenità e tranquillità. In questo momento lui, come tutti quanti noi, ci si sente responsabili ma se pensassimo che non si è portata a casa la vittoria solo l’episodio di Gigi commetteremmo un grosso errore. Ognuno deve ragionare per sé stesso per migliorare, io per per primo, per cercare di evitare errori che in questo momento non ci stanno facendo portare a casa un risultato pieno nonostante le prestazioni. Sfido chiunque ad analizzare la partita di Firenze e laddove c’era una squadra che doveva vincere quella era il Parma. Dobbiamo migliorare in alcuni aspetti, ma non deve essere un discorso legato a un singolo, deve essere un discorso generale, ma la squadra, come lo stesso Gigi, questa settimana ha lavorato molto bene nonostante l’essere stati recuperati dopo aver giocato una gran partita e non era semplice, contro una squadra forte; il non avere portato a casa i tre punti ci deve dare la forza e la motivazione per credere in quello che stiamo facendo, mancano ancora 12 partite e non vedo per quale motivo non dovremmo credere nel poter recuperare i punti persi. Domani affrontiamo una squadra molto forte, è un impegno difficile come lo sono tutti, ma nella nostra tesa deve esserci la volontà di portare a casa il risultato pieno”

“La squadra in settimana l’ho vista bene nonostante quel che è successo a Firenze, ma anche dopo Spezia e dopo la gara con l’Udinese e anche contro l’Inter, seppur vero che non siamo stati loro superiori, nel finale abbiamo recriminato sul risultato al di là del fatto che nelle altre gare c’è stata superiorità per occasioni create. Detto questo c’è sconforto per l’ennesima occasione sfuggita, ma ci deve anche essere consapevolezza del fatto che l’obiettivo può ancora essere raggiunto nonostante gli errori commessi, sin dalla partita di Reggio. In settimana parlando con i ragazzi dell’impegno contro la Roma sono tornato alla gara con il Sassuolo. Se ragioniamo sul fatto che le cose devono succedere per sfortuna o perchè la stagione è già segnata, allora non ne saltiamo fuori. Dobbiamo fare di tutto per far’ sì che le cose succedano e allora bisogna cambiare qualcosina sotto l’aspetto della determinazione, perchè a Firenze non si non vinto solo per Sepe, visto che sul primo gol abbiamo perso una marcatura e il calcio d’angolo poteva essere evitato, sul secondo gol abbiamo preso gol su una seconda palla e ci era già successo, il terzo gol è nato da una respinta come già successo a Spezia e dovuto a un momento in cui la squadra sta vincendo e ha il timore che la vittoria possa sfuggire. Noi però dobbiamo capire i momenti della partita; se noi siamo superiori agli avversari come successo a Firenze, se stiamo vincendo 2-3 dobbiamo essere bravi a ragionare solo sulla gara. Si martella di più sulle situazioni di concentrazione, già in allenamento si vanno a toccare quei tasti che non ti stanno facendo portare risultati positivi a casa, i duelli personali, le situazioni su palla inattiva, il perdere la marcatura in allenamento che significa farlo anche in partita. Poi c’è chi è più portato a lavorare meglio sull’uomo e chi meno. Abbiamo variato modo di difendere passando da una linea di sette persone a due linee e abbiamo subìto di nuovo gol; questo significa che non è il modo in cui affronti tatticamente la situazione, è il modo in cui ognuno di noi va in campo per cercare di portare a casa un risultato pieno. La squadra è cresciuta molto sotto l’aspetto fisico e della prestazione, molto probabilmente è la vittoria che mette tutto a posto. La vittoria però non viene a caso, dobbiamo lavorare così come stiamo facendo, aumentando il livello di attenzione e di determinazione per fare sì che la vittoria arrivi e faccia affrontare le situazioni ai ragazzi in maniera più pulita”

“Quando si gioca contro le grandi squadre l’aspetto mentale ti porta a giocare in maniera più libera, ma è anche vero che se per noi per strada abbiamo perso qualche punto ora dobbiamo essere consapevoli e vogliosi di fare punti anche contro una grande. Oggi dire che non abbiamo niente da perdere nella gara di domani non mi sento di dirlo; dobbiamo recuperare dei punti che abbiamo lasciato per strada contro dirette concorrenti, contro una squadra come la Roma che in Europa League ha vinto. Nel calcio il fatto di partire avvantaggiati o meno non porta la vittoria, ma questa arriva se vai in campo in maniera determinata, con intensità, cattiveria e con l’orgoglio di misurarsi con giocatori che sulla carta sono più forti. Mi auguro che i ragazzi vadano in campo così come stanno facendo ora perchè dal punto di vista dell’impegno non posso rimproverargli nulla. I momenti di difficoltà li abbiamo sempre avuti, sta a noi cercare di uscire da questo momento di difficoltà per quanto riguarda il risultato, per il resto dobbiamo continuare così come stiamo facendo”

“Il non cambiare in difesa è molto importante per dare continuità, quando ci sono infortuni sei costretto a cambiare. I gol subìti? Vero che le mie squadre hanno sempre subìto pochi gol e questo ci ha sempre portato dei vantaggi in classifica, nel campionato italiano spesso vince alla fine la miglior difesa e chi si deve salvare lo fa perchè ha subìto meno gol. Ma c’è un numero maggiore di gol rispetto agli altri campionati, l’assenza di pubblico può portarti ad essere meno concentrato: sono tanti i fattori che hanno fatto sì che le squadre subiscano tanti gol, a volte anche incommentabili. Chiaro che mi sarebbe piaciuto lavorare fin dall’inizio con questi giocatori, c’è sempre stato un lavoro che partiva dal ritiro, ora il tempo mi permette di ragionare solo sulla singola partita. La Roma? Credo sia una squadra forte, ha giocatori tecnici e fisici che possono sbloccare il risultato su palla inattiva come Cristante o Mancini. Fonseca è molto bravo, da quando è arrivato ritengo sia anche migliorato, ha sempre fatto un bel gioco offensivo proponendo delle varianti; ma credo che sia migliorato anche dal punto di vista della fase difensiva, credo sia un grande allenatore che allena una grande squadra”

Mihaila penso che finalmente si sia adeguato, non tanto al nostro campionato; è arrivato con un problema fisico e gli ci è voluto del tempo per giungere a condizione fisica ottimale. Man è arrivato dopo, ha delle qualità importanti tecniche e fisiche; deve migliorare nel duello, nel contrasto, in quell’aspetto che può portarlo a diventare un giocatore importante anche nel campionato italiano. Domani dovrò valutare il numero degli attaccanti che ho a disponibilità e si valuta anche le diverse situazioni che si possono verificare in partita. Ci tengo a dire che ho fiducia totale sia in chi scenderà in campo dall’inizio e in chi potrà subentrare, come successo con Mihaila che stava per farci vincere a Firenze da subentrante. Krause è il primo a crederci, portando entusiasmo. Stamattina si discuteva con lui di un articolo uscito su un giornale locale. Non per fare polemica, ma da quando sono arrivato ho chiesto compattezza, e nell’articolo si parlava già di partenti e di chi deve rimanere a fine stagione, alla vigilia di una partita così importante: credo sia stato inopportuno e non avesse alcun senso. Non lo dico per fare polemica, ma credo fortemente che per il raggiungimento del nostro obiettivo ci debba essere compattezza. Stamattina il Presidente è arrivato dagli Usa con sua moglie, per farci sentire la propria vicinanza. Ogni figura è importante, dal Presidente allo staff tecnico ai giocatori, fino a voi giornalisti, alla tifoseria. Poi sono convinto che se domani vinciamo questa testata sarà felicissima della vittoria, ma credo che in questo momento sia importante che ci sia compattezza. Krause è uno dei primi ad essere fiducioso, a portare serenità e ad essere convinto che la squadra possa raggiungere l’obiettivo”.

DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA ALLA VIGILIA DI PARMA-ROMA

PARMA-ROMA, I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine della seduta di allenamento sostenuta oggi, Mister Roberto D’Aversa ha convocato per la gara contro la Roma, in programma domani alle 15.00 allo Stadio ”Ennio Tardini” e valida per la ventisettesima giornata del campionato di Serie A 2020-2021, i seguenti 25 calciatori:

Portieri: Colombi, Sepe, Turk;
Difensori: B. Alves, Bani, Busi, Conti, Dierckx, Laurini, Pezzella, Osorio, Zagaritis;
Centrocampisti: Brugman, Camara, Cyprien, Grassi, Hernani Jr, Kurtic, Sohm;
Attaccanti: Brunetta, Karamoh, Man, Mihaila, Pellè, Zirkzee.

Gervinho non fa parte dell’elenco dei convocati a causa di una problema muscolare ai flessori della coscia sinistra subito al termine dell’allenamento di ieri e che sarà rivalutato nei prossimi giorni. 

Stadio Tardini

Stadio Tardini

2 pensieri riguardo “D’AVERSA: “VINCI SE VAI IN CAMPO IN MANIERA DETERMINATA, CON INTENSITA’, CATTIVERIA, ED ORGOGLIO DI MISURARSI CON AVVERSARI SULLA CARTA PIU’ FORTI” (VIDEO) / I CONVOCATI

  • 14 Marzo 2021 in 00:29
    Permalink

    Tutte cose che bene o male non ci sono mancate ultimamente. Purtroppo se però commetti errori da principiante paghi dazio.

  • 15 Marzo 2021 in 00:20
    Permalink

    Vinci se metti in campo i giocatori giusti! E infatti abbiamo vinto. Continuiamo su questa strada però!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI