NON SOLO CALCIO PER IL NUOVO TARDINI: DAL SONDAGGIO LE PROPOSTE DEI PARMIGIANI PER UNO STADIO MULTIFUNZIONALE SETTE GIORNI SU SETTE

(www.parmacalcio1913.com)   Un progetto ambizioso e condiviso da tutte le parti in causa, iniziato proprio dall’ascolto di tutti: autorità, tifosi e cittadini. È proprio questo l’obiettivo principale del Parma Calcio, che per il rinnovamento dello Stadio Tardini ha deciso di coinvolgere direttamente le persone e il territorio avviando una fitta rete di colloqui con tutte le associazioni e le parti in causa, seguita da un’indagine, giunta ora a conclusione, per capire le esigenze di tutti coloro che utilizzano lo Stadio e l’area che lo circonda e per programmare nuovi servizi e attività.

I primi risultati sottolineano la grande volontà di riqualificare l’intera area rendendola utilizzabile tutti i giorni della settimana: c’è dunque massima condivisione tra gli obiettivi del Parma Calcio e le esigenze della città. L’80% dei partecipanti ha, infatti, definito “molto positiva” o “positiva” la possibilità che lo Stadio Tardini diventi un centro attrattivo con nuovi servizi aperti anche durante la settimana, a favore della comunità e dei quartieri circostanti. Tra i servizi indicati come mancanti nell’area, e quindi richiesti dai residenti e dai cittadini, emergono, tra gli altri, strutture che permettano a tutti di praticare attività sportiva, e spazi che possano ospitare eventi culturali (concerti e mostre). Il 62% ha indicato come positiva l’idea di mantenere e rinnovare all’interno del nuovo impianto il Museo che raccoglie tutta la storia della società crociata, mentre numerose sono state le richieste relative a spazi dedicati ai bambini e alle famiglie.

Più in generale, è rilevante anche il dato che indica la percezione generale relativa a questo progetto che il Parma Calcio di Kyle Krause sta portando avanti con massima convinzione e massima condivisione: per il 73% dei partecipanti lo Stadio Tardini è un’icona della città, e per il 9% potrebbe diventarlo con il tempo. Il 74% ha invece sottolineato in modo positivo la scelta di rinnovare il Tardini nella sua posizione esistente, al fine anche di limitare il consumo di suolo.

Queste, dunque, le indicazioni emerse da una prima lettura dei dati normalizzati, che diventeranno input e segnali imprescindibili allo sviluppo del progetto stesso. Fin dall’inizio, infatti, è chiara l’intenzione della Società di tenere in ampia considerazione le risposte ricevute, dando valore ai singoli tifosi e cittadini e inglobando nel proprio piano la loro visione.

I risultati saranno inoltre utilissimi allo Studio Zoppini, per capire e progettare nel modo migliore gli spazi in questione e la rigenerazione di uno Stadio contemporaneo e sostenibile.

Liniziativa di avviare un questionario che coinvolgesse la cittadinanza nasce dal cuore pulsante del progetto, ossia quello rappresentato dai criteri ESG (Environmental, Social and Governance), tre fattori centrali nella misurazione della sostenibilità e dell’impatto sociale di un investimento in una società o impresa. Essere sostenibili significa condurre comportamenti responsabili nei confronti dellambiente, della società e dellamministrazione di una realtà. 

Con questindagine il Parma ha voluto porre laccento sulla seconda lettera dellacronimo, la S”, continuando il percorso di dialogo da tempo già intrapreso con tutte le parti interessate attraverso numerosi tavoli di lavoro con il Comune, le associazioni e le istituzioni (tra cui ARPA, ASCOM, Confesercenti, CNA, Consigli di quartiere, Scuola Pezzani, Sovrintendenza, Tifo Organizzato, Vigili del Fuoco, Questura e prefettura).

Per garantire limplementazione delle politiche ESG, il Parma Calcio è affiancato da Arcadis Italia, unazienda che si occupa proprio di consulenza e progettazione nel campo dellingegneria civile e ambientale, ponendosi come Developer Manager dellintero intervento, coordinando altri importanti player coinvolti: MIC|Mobility in Chain per lattenzione ai temi dellaccessibilità e della mobilità sostenibile, Temporiuso per i temi della partecipazione e usi temporanei, Legends International per i temi legati alla sostenibilità economica con particolare attenzione alla tifoseria.

L’obiettivo del Parma Calcio, con i partner coinvolti, è di realizzare la riqualificazione in chiave cittadina e green dello Stadio tenendo ben presenti sei punti in particolare: Pianificazione Urbana, Mobilità, Creazione di Servizi, Controllo del Rumore, Gestione dellInquinamento Luminoso, Sostenibilità. 

Sarà solo grazie alla regia di questo grande progetto e allascolto di tutte le parti sociali che il Nuovo Stadio Tardini potrà diventare un esempio virtuoso di applicazione dei principi ESG e di un nuovo modo di pensare il calcio in Italia, pensando a impianti che vivano in armonia con la città sette giorni su sette.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

5 pensieri riguardo “NON SOLO CALCIO PER IL NUOVO TARDINI: DAL SONDAGGIO LE PROPOSTE DEI PARMIGIANI PER UNO STADIO MULTIFUNZIONALE SETTE GIORNI SU SETTE

  • 24 Marzo 2021 in 23:35
    Permalink

    Peccato che forse tra due anni si potrà tornare allo stadio. Sarà come tenere una Ferrari in garage.

  • 25 Marzo 2021 in 09:39
    Permalink

    Amico mio se non hai capito trattasi di aria fritta “Fried Air” o meglio presa per i fondelli. Tra due anni non saranno nemmeno iniziati gli “iter autorizzativi” come dicono i dottori seri. Ci avevano già venduto in estate come una pillola per indorare la sicura retrocessione de facto annunciata che era tutto pronto per lo stadio, salvo poi scoprire che siamo ancora a chiedere le “opinioni ai cittadini”. A parte che chi se ne frega delle opinioni dei cittadini, se non che sia un banale modo per tirare aventi la palla. Forse era meglio chiedere le opinioni dei tifosi su Sohm, Cyprien, Inglese, Gararidis, Carli e Liverani.
    Lo stadio multifunzioni sette giorni su sette quando sei penultimo in classifica, ti aspetta una bella serie B con Ternana e Venezia è una sonora presa per il culo.

  • 25 Marzo 2021 in 16:03
    Permalink

    Ritengo che ogni tanto si debba guardare appena più in là del proprio profilo e magari porre fiducia in una persona come il nostro Presidente che dimostra d avere in mente, in ogni caso, un progetto ambizioso. Gli imprenditori guardano avanti di anni non di mesi. Il progetto stadio dopo tanti anni comincia a prendere forma; il sistema utilizzato di sentire più opinioni è una pratica molto utilizzata nei paesi anglosassoni e negli States in particolare. Si cerca di evitare, una volta sposato un progetto, che questo venga bloccato dalla solita pratica tutta italiana di piccoli comitati composti magari da 4 o 5 persone che, per partito preso, dicono no a tutto quello che è il nuovo che avanza. Magari sarebbe sufficiente avere la possibilità e la fortuna di aver visto di persona gli stadi e i palazzi dello sport negli States, per capire cosa intende fare il Presidente. Siete mai stati al mitico Madison Square Garden di NYC? negozi, scale mobili, bar, servizi puliti e facilità di accesso e di uscita. Poi che il prossimo anno si giochi con il Venezia o la Maceratese conta poco: quello è l’aspetto sportivo che non potrebbe cambiare indipendentemente dallo stadio. Il giudizio sui giocatori in questo caso conta poco, resta sempre nell’ambito tecnico, qui si sta parlando di futuro e di dare un aspetto moderno e maggiormente funzionale al nostro Stadio, in linea con gli standard europei e mondiali. Oppure preferiamo avere la serie A nello stadio dell’Empoli? Ognuno è libero di vedere le cose come meglio crede, a me personalmente questa visione del futuro intriga e molto anche.
    Poi se sarà serie B, pazienza.
    Ultima annotazione personale: si sperava che ripartendo dalla serie D fosse cambiata la mentalità di tanti “tifosi” ma sembra che invece si ricada sempre negli stessi errori. Peccato non aver ancora capito che il Parma si ama, a prescindere dai giocatori, tecnici e dirigenti. Troppo facile farlo quando si vince.
    Forza Crociati.

    • 27 Marzo 2021 in 20:43
      Permalink

      a “guardano anni avanti ” sono imploso ,dai vai da paolo fox.

      a settembre quando gli han fatto saldare i conti a cosa guardava ,a parma cittadella ? ,ma dag un taj

  • 25 Marzo 2021 in 17:39
    Permalink

    Ripartendo dalla serie D si sperava anche oltre i ai poveri tifosi sempre massacrati anche le proprietà avessero imparato le lezioni…ma il risultato è sempre quello.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI