PARMA-GENOA 1-2 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

PARMA-GENOA 1-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-GENOA 1-2, IL TABELLINO

Marcatori: 16′ pt Pellè, 5′ st e 24′ st Scamacca

PARMA – Sepe; Pezzella (34′ st Busi), Conti, Pellè, Karamoh (19′ st Mihaila), Bani (26′ st Gagliolo), Kurtic (34′ st Zirkzee), Brugman (34′ st Hernani), Osorio, Kucka (Cap.), Man. Allenatore: D’Aversa
A disposizione: Colombi; Grassi, Laurini, Cyprien, B. Alves, Dierckx, Brunetta

GENOA – Perin; Criscito (Cap.), Zajc (44′ st Rovella), Strootman (22′ st Biraschi), Radovanovic, Destro (19′ st Behrami), Badelj, Masiello, Shomurodov (1′ st Scamacca), Zappacosta, Czyborra (1′ st Pjaca). Allenatore: Ballardini
A disposizione: Marchetti, Paleari, Zapata, Goldaniga, Ghiglione, Pandev, Melegoni.

Arbitro: Sig. Daniele Doveri della Sezione A.I.A. di Roma 1

Assistenti: Sig. Stefano Liberti di Pisa e Sig. Andrea Tardino di Milano 

Quarto Ufficiale: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

V.A.R.: Sig. Paolo Mazzoleni di Bergamo

A.V.A.R.: Sig. Alessandro Costanzo di Orvieto

Ammoniti: Bani, Pezzella, Pellè, Radovanovic, Brugman, Biraschi, Kucka

Calci d’angolo: 1-3

Recupero: 1’+5′

LA DIRETTA LIVE di Andrea Belletti

Affezionati lettori di Stadiotardini siamo pronti. Ci abbiamo sempre creduto e ci crediamo ancora di più stasera. Dopo la confortante vittoria casalinga contro la Roma il Parma stasera è chiamato ad alimentare quella scintilla che la porterebbe a creare bagarre nella lotta salvezza. Ma di fronte ci sarà un Genoa guardingo e attento a non farsi risucchiare tra i bassifondi della graduatoria. Tra gli undici titolari rientra a centrocampo Kucka, mentre Hernani, nonostante l’ottima prestazione nell’ultimo turno, si accomoda in panchina. Inattesa, in attacco, la maglia da titolare per Karamoh che prende il posto di Mihaila. Conferme scontate per Pellè e Brugman dopo l’ottima prestazione offerta contro la Roma

PRIMO TEMPO

7′ Cross di Kurtic, colpo di testa velleitario di Man, palla alta

8′ Ottima palla filtrante di Pellè per Man, abilissimo nel dribbling, meno nella conclusione

12′ Pellè sembra in palla, ben servito da Conti tenta la girata al volo, deviata

15′ GOL DEL PARMA Gol da inserire negli annali per Pelle’: sponda di Kucka che prende l’ascensore, stop di petto di Pellè, rovesciata da cineteca e palla in rete

30′ Palla tesa in mezzo di Brugman, spunta la testa di Kurtic, Perin è ben posizionato

40′ Pericolo per il Parma, cross di Cyzborra, Destro si smarca e di testa provoca un brivido ai crociati

43′ Risponde il Parma con Bani che stacca di testa senza inquadrare la porta

45′ Si chiude in vantaggio un primo tempo che ha visto il Parma attento agguerrito e determinato. Pellè sta mostrando giocate di un’altra categoria. Le occasioni importanti sono state quasi esclusivamente di marca crociata anche se gli uomini di D’Aversa in alcuni frangenti hanno subito troppo il possesso palla rossoblu. Ottimo ancora una volta il direttore d’orchestra Brugman

SECONDO TEMPO

1′ Doppia sostituzione Genoa esce Cyzborra entra Pjaca, esce Shomudorov entra Scamacca

1′ Pronti via e Kurtic scodella per Kucka che da due passi, di testa alza la palla sopra la traversa

4′ GOL DEL GENOA Diagonale di Zappacosta in area crociata, la palla arriva sui piedi di Scamacca che gira in rete

7′ Pregevole assist di Karamoh per l’accorrente Kucka, conclusione forte ma centrale

15′ Palla in mezzo per Pellè che spizzica per Karamoh, l’attaccante del Parma si incunea tra due difensori rossoblu, ma arriva alla conclusione stanco e calcia debolmente

18′ Sostituzione Genoa esce Destro entra Behrami

18′ Sostituzione Parma esce Karamoh entra Mihaila

20′ Pellè rifinisce per Brugman che in corsa spara Perin si supera

20′ Sostituzione Genoa esce Strootman entra Biraschi

23′ GOL DEL GENOA Staffilata di Scamacca che dalla distanza trova l’angolo su cui Sepe non può arrivare

23′ Sostituzione Parma esce Bani per infortunio entra Gagliolo

32′ Palla in mezzo di Zaijc svetta ancora Scamacca illusione del golm

32′ Tripla sostituzione Parma escono Brugman, Kurtic e Pezzella entrano Hernani, Zirkzee e Busi

35′ Cross dalla sinistra, Man al limite dell’area piccola gira di testa tra le braccia di Perin

43′ Sostituzione Genoa esce Zaijc entra Rovella

45′ Triplice fischio, botta tremenda per il Parma. Il Genoa conquista tre punti e inguaia i crociati. Scamacca ha cambiato le sorti della gara, il Parma ha provato a pungere ma Pellè a parte, gli interpreti del reparto offensivo sono parsi abulici e svogliati. C’è ancora speranza, ma il margine di errore si assottiglia. Andrea Belletti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

39 pensieri riguardo “PARMA-GENOA 1-2 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

  • 19 Marzo 2021 in 20:51
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 19 Marzo 2021 in 20:56
    Permalink

    Forza Parma!

  • 19 Marzo 2021 in 21:33
    Permalink

    Buon primo tempo, non abbiamo mai realmente sofferto.

  • 19 Marzo 2021 in 22:15
    Permalink

    Partita decisa dalla non espulsione di Destro. Nauseato da questo schifo di A.

    • 19 Marzo 2021 in 22:51
      Permalink

      Qui ti do ragione. Almeno andava messo su all’inizio del secondo.
      Ahime questo allenatore prime del 65 i cambi non li fa. È un suo difetto.
      E il grosso lo cambia a 10 dalla fine.
      Ma stavolta non lo colpevolizzo più di tanto.
      Si perde perché si deve perdere.
      Ps. Però per gli altri i cartellini non esistono. Sempre. Per noi invece sin tutti gialli.

  • 19 Marzo 2021 in 22:20
    Permalink

    Perché regalare Mihaila al Genoa?? Cos’era un pensiero gentile? Ma non siamo andati bene con la Roma perché cambiare ???

    • 19 Marzo 2021 in 22:52
      Permalink

      Scusa. La risposta sopra era per te Marco B

    • 20 Marzo 2021 in 11:54
      Permalink

      Per masochismo

  • 19 Marzo 2021 in 22:36
    Permalink

    Peccato, ci avevo creduto, ma quando gira male, gira male.

  • 19 Marzo 2021 in 22:39
    Permalink

    Ci siamo illusi. Tutti. Ma la realtà è questa.
    Gli altri hanno giocatori superiori e non basta giocare bene un tempo.
    Ballardini non ha dormito, ha cambiato quelli grami e ha messo su quelli buoni, noi siamo stati a guardare.
    Poi possiamo anche dire che le occasioni le abbiamo avute, per carità, ma vince chi fa gol.
    Nel complesso non abbiamo mica giocato male non posso essere arrabbiato più di tanto.
    Siamo questi. Piaccia o no.
    Pensiamo al derby. È meglio.

    • 19 Marzo 2021 in 22:48
      Permalink

      Beh gaio, abbiamo giocato anche il secondo se è per questo. Questa volta ha ragione Luca, quando gira male gira male. Potevamo farne 4 o 5 oggi se guardi le occasioni, siamo stati poco cattivi sotto porta. Però non si può dire che abbiamo giocato un tempo e basta. Peccato perché sarebbe stata una vittoria importantissima per mettere della tensione a un po’ di squadre. Tu poi pensa pure al derby, io penso al Benevento.

      • 19 Marzo 2021 in 22:57
        Permalink

        Si ma la sostanza non cambia. 2 li hai presi anche stavolta.
        Certo non possiamo dire di aver giocato male anzi, ma come ho detto siamo questi
        Piaccia o no.
        E io al Derby ci penso eccome nani eccome.
        È la base di tutto. Almeno per uno come me.
        Dal Benevento a mnin frega propria un cas.
        (latinismo)

        • 19 Marzo 2021 in 23:19
          Permalink

          Beh certo, meglio il derby nelle serie minori che la A per chi ha la mentalità da provinciale, no?

        • 20 Marzo 2021 in 00:11
          Permalink

          Bravo nani, pensaci, pensaci intensamente al derby. Però lascia ancora che qualcuno creda che quest’annata non sia ancora finita, perché quando smettiamo di crederci noi non possiamo pretendere che ci credano ancora i giocatori. Quindi preferisco pensare al Benevento, che ora come ora è la partita più importante.

      • 20 Marzo 2021 in 11:56
        Permalink

        Se la mentalità dell’allenatore è cambiare Mihaila per Karamoh dopo una perfetta partita contro la Roma, devo dare ragione a chi pensa al derby perché le sta buttando via tutte!!!

  • 19 Marzo 2021 in 22:43
    Permalink

    Non abbiamo meritato di perdere ma abbiamo perso. Pesantissima per la classifica. E il morale. A cercare il pelo nell’uovo, sbagliato tenere fuori mihaila per far giocare karamoh specie perché nessuno dei due è entrato in partita. Stasera male anche pezzella. Sono stanco però di dire che conti non è un calciatore. È semplicemente indegno di giocare in Serie a. Dalla parte destra giochiamo in dieci ogni volta. È durissima a questo punto. Ma il Genoa è una corazzata. Ha giocatori da altissima classifica ( Strootman Zappacosta, Criscito, Piaca, Scamacca e tanti altri).

    • 19 Marzo 2021 in 22:53
      Permalink

      Molto meglio karamoh di mihaila oggi, il rumeno non si è praticamente visto. Karamoh finalmente fa anche del lavoro sporco. Peccato per la ciabattata davanti alla porta. Povero Conti, oggi non ha fatto così male, però in effetti mi aspettavo un po’ più di spinta da parte sua in queste partite, mentre alla fine accompagna poco.

      • 19 Marzo 2021 in 23:36
        Permalink

        Alefuzz, Karamoh è migliorato molto rispetto all’anno scorso. Corre, difende e in ogni partita fa qualche buona giocata. Ma è tanto leggero e sbaglia gol, purtroppo decisivi. Conti non azzecca una giocata né in fase difensiva né in attacco. Non ho niente contro di lui è mi spiace anche essere così duro ma da uno che ha giocato in Atalanta , Milan e nazionale mi aspetto che faccia la differenza. Non mette un cross che sia uno. Devo dire che vedo molto meglio Busi. Sta crescendo e forse oggi è pronto per recitare un ruolo in squadra. Ne mancano 10 servono 19 punti 6 v/ 1 x/3 p. È quasi impossibile.

      • 20 Marzo 2021 in 12:12
        Permalink

        Forse perché, dopo aver tirato la carretta con la Roma per tutta la partita correndo come un matto, è stato premiato con la panchina fino al 64′ e messo su quando ormai era tardi… Grandissimo errore tattico e anche psicologico di D’Aversa…

        • 20 Marzo 2021 in 13:29
          Permalink

          Mah cib, non avremo mai la controprova. Io sono dell’idea che un allenatore mette i giocatori che vede più pronti in allenamento, e decide di conseguenza. Ci si fida del giudizio dell’allenatore che è la persona che meglio può valutare la forma partita dei singoli. Altrimenti potrebbe fare la formazione anche il vecchietto al bar mentre beve un bianchino. Poi puoi fidarti o meno del giudizio dell’allenatore, e questo è un altro discorso. Io non ho simpatia per d’aversa, l’ho detto più volte, penso di non essermi mai annoiato tanto a guardare il calcio come da quando c’è d’aversa, però adesso i giocatori hanno risposto, e forse cambiare adesso toglierebbe certezze anziché aggiungerne.

  • 19 Marzo 2021 in 22:53
    Permalink

    Il mercato di Preziosi (con cacciata a pedate nel c…o di Faggiano) vs il mercato di Carli. Strootman, Zappacosta, etc, vs Conti, Bani, Cyprien, Sohm. Però il giudizio su Carli come dice qualcuno si darà alla fine perché ha preso Mihaila che è buono. Buono come B di Bologna che è dove il toscano ci ha portati.

    • 19 Marzo 2021 in 22:58
      Permalink

      Certo che non perdi un’occasione eh Davide, per dimostrare l’inutilità dei tuoi argomenti…

      • 19 Marzo 2021 in 23:18
        Permalink

        Ma lascia stare questo coso, uno che si permette di sfottere un grande tifoso come Douglas solo perchè il suo italiano non è perfetto.

        • 19 Marzo 2021 in 23:40
          Permalink

          Io credo che l’italiano di Douglas sia molto corretto. È una sua scelta di personaggio, quella di recitare il ruolo dello straje’. Quando parla di alcuni argomenti ha un utilizzo preciso della lingua e scrive bene. Ergo parla e scrive correttamente quando vuole. Vorrei però cambiasse il Vamos. Inutile spiegare il motivo…

    • 19 Marzo 2021 in 23:43
      Permalink

      Davide il monte ingaggi del Genoa è insostenibile. 51 milioni di euro per una società messa malissimo dal punto di vista finanziario. Faggiano anche li ha fatto il finocchio col culo degli altri ed è stato spedito quando ha cercato di mettere uomini suoi ( di grande cultura..) nell’ ambito amministrativo. Ma credimi che ha aggravato la situazione già pesante del genoa, pur costruendo una squadra molto valida indubbiamente.

    • 19 Marzo 2021 in 23:49
      Permalink

      Io credo che non si possa fare paragoni col Genoa, loro hanno preso tutti prestiti, Krause ha preteso (perché ci mette i soldi )in 10 giorni una nidiata di giovani di proprietà o quasi, ovvio le difficoltà, qualcuno ha deluso e non ha avuto più occasioni ma molti vista le partite ultime giocate non credo siamo stati inferiori a nessuno, quindi la rosa c’è.
      Perdiamo o pareggiamo ma li bisogna analizzare tutto bene.
      Su Conti sono d’accordo ma questo lo ha voluto il mister.
      Il cross facile concesso sul primo gol è inguardabile.

  • 19 Marzo 2021 in 22:56
    Permalink

    Ah be’ finché metti Mihaila sul 1a1 che spazi vuoi che trovi con il Genoa schierato bellamente in difesa? La sua forza sono gli spazi aperti.
    Mah Conti? 8 cross neanche uno decente. Altro regalo.

    • 19 Marzo 2021 in 23:03
      Permalink

      Beh 1-1 è un po’ come dire 0-0, era come metterlo dall’inizio, con il vantaggio che gli altri avevano un’ora di gioco sulle gambe, invece non è mai entrato in partita. Ma non è che gli do chissà quale colpa eh, è solo una constatazione. Per conti sì, in attacco sono d’accordo con te per quanto si è visto finora.

  • 19 Marzo 2021 in 23:14
    Permalink

    Poca fortuna stasera.
    Ma anche scarsa rapidità di D’Aversa a prendere contromisure

    • 19 Marzo 2021 in 23:39
      Permalink

      Difatti hai ragione non abbiamo giocato male per 30 minuti anzi bene, ma poi piano piano la partita cambia e prendono metri, loro mettono un”altro centravanti e pjaca dal primo e noi nessuna contromossa fino al 64 esimo intanto loro hanno segnato.
      Sono convinto cmq che i nostri valgono quelli del Genoa, la partita lo ha dimostrato al di là dei nomi ma abbiamo perso .
      Troppe rimonte un motivo ci sarà.

      • 20 Marzo 2021 in 12:17
        Permalink

        L’unico motivo che trovo è l’allenatore perché i giocatori sono validi

  • 19 Marzo 2021 in 23:41
    Permalink

    Non abbiamo giocato male, il nostro problema è quello di sfruttare meglio le occasioni che creiamo, poi se un traccio, sbatte su di un piede di Scamacca e va in porta, diventa tutto più difficile. La squadra ora sta giocando, vendiamo cara la pelle, poi alla fine tireremo le somme. Prima delle ultime due partite pensavamo di fare 3 punti, 0 con la Roma e 3 con il Genoa…..Io continuo a sperare
    Forza Parma

    • 20 Marzo 2021 in 10:28
      Permalink

      Analisi corretta Rikman … 0 contro la Roma e 3 contro il Genova … questo è quello che la maggior parte della gente penserebbe …. Il calcio non è sempre logico … è quello che è … e sarà quello che sarà … Ieri sera non sono riuscito ad avere un link in streaming … di solito Rojadirecta … quindi ho ascoltato Papirus Live … che è stata la cosa migliore successiva …. Come ben sappiamo essere un Tifoso di Parma sta accettando di essere sulle montagne russe di forti emozioni … Vedo un futuro luminoso con il nostro presidente Krause e il suo ambizioso progetto.
      Forza Parma

  • 20 Marzo 2021 in 12:01
    Permalink

    Intanto il Genoa con 51 milioni di ingaggio si salva. Noi con la nidiata di giovani andiamo in B. Con danni mostruosi o zero ricavi. Non so chi è più furbo…però de gustibus c’è a chi piace anche farsi dare le martellate nei così detti. Però oh facciamo il derby!

    • 20 Marzo 2021 in 12:18
      Permalink

      Il problema è che loro hanno cambiato l’allenatore in meglio… Noi in peggio..

      • 20 Marzo 2021 in 17:04
        Permalink

        esattamente cosi’ cib. Ripeto aveva probabilmente ragione Krause a volere Paulo Sousa. Ma dovevi pagarne 3 poi. Non discuto che D’Aversa veda i giocatori in allenamento. Ma citando Oreglio mi viene da dire : mi e’ bastato vederti da lontano per capire quanto eri bella, mi e’ bastato vederti da lontano per capire quanto ti desideravo, mi e’ bastato vederti da lontano per per capire che gia’ ti amavo ma mi e’ bastato vederti da vicino per capire che da lontano non ci vedo un cazzo.

  • 20 Marzo 2021 in 13:16
    Permalink

    Io l’ ho detto a Majo che quel ,,” Vamos” di Straje’a inizio partita porta sfiga a
    D’ Aversa ma lui mi ha deriso.
    I fatti però mi stanno dando ragione caro Majo

  • 20 Marzo 2021 in 16:44
    Permalink

    Il Vamos è come Schianchi. Poi se vogliamo andare in C dopo la B (sempre per inseguire i ricchi cugini e fare i derby) proseguiamo pure.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI