TUTTO PARMA E… CHIESA / IL PARMA HA VINTO PIU’ PER MERITI PROPRI CHE PER DEMERITI DEGLI AVVERSARI

(Carlo Chiesa) – Chi ha avuto la possibilità di vedere il Parma per la prima volta quest’anno contro la Roma, si sarà sicuramente chiesto come mai questa squadra navighi da penultima nelle acque agitate della bassa classifica. Già, perché non si può certo dire che si siano avvertiti in campo i 34 punti di differenza tra le due squadre. Qualche maligno può sostenere che la Roma fosse piena zeppa di assenze e che le fatiche di Europa League si siano fatte sentire.  A questi signori va però ricordato che anche il Parma non poteva contare sul proprio guerriero Kucka e nemmeno su un D’Aversa capace in panchina di caricare la propria squadra come pochi (non ce ne voglia il preparatissimo Tarozzi) per tutti i 90 minuti. La verità è che il Parma è stato quasi perfetto e ha meritato di vincere in assoluto, più per meriti propri che per demeriti dell’avversario.

La vittoria era nell’aria da almeno quattro turni, ad esclusione della partita con l’Inter, dove comunque la prestazione dei Crociati era stata tutt’altro che disprezzabile. I doppi vantaggi con Udinese e Spezia poi rimontati e il goal di Firenze al 90°, reso vano dalla sfortunata autorete quattro minuti dopo, erano chiari segnali di una squadra che aveva ritrovato con facilità la via della rete e il proprio gioco, ma che difettava ancora nella difesa del risultato. Contro la Roma, ad eccezione di qualche sbavatura ancora presente in fase di uscita dalla propria trequarti, si è rivista l’efficacia difensiva alla quale ci aveva da sempre abituato il Mister delle due promozioni e delle due salvezze.

Squadra ben organizzata e attenta, che ha potuto contare su aspetti e uomini poco presenti nelle partite precedenti. La percezione del pericolo, tanto invocata da D’Aversa nel post partita di Firenze, sembra essere stata finalmente assimilata dalla squadra, parsa maggiormente responsabile in certi frangenti (calci da fermo su tutti), e particolarmente brava a spazzare via quelle paure, figlie anche di una condizione fisica non ottimale, che avevano condizionato le ultime gare e che facevano scottare il pallone fra i piedi. Tutto questo davanti a giocatori del calibro internazionale di Dzeko, Pedro ed El Shaarawy non è cosa da poco.

Ma al di là degli aspetti mentali collettivi, la squadra è formata soprattutto da uomini e la fase difensiva, oltre che dall’ennesima bella prestazione di Osorio, ha tratto giovamento soprattutto dall’apporto di un Bani finalmente all’altezza, dallo scintillìo di uno strepitoso Brugman, perennemente posizionato un passo avanti alla linea difensiva e quasi commovente nello spezzare ogni traiettoria avversaria per poi far ripartire la squadra, e da un Pellè bravo a travestirsi da difensore centrale e a far valere la propria prestanza fisica sui calci d’angolo avversari, anticipando tutti di testa in più di un’occasione e liberando l’area. Al termine della settimana più difficile vissuta da quando è arrivato a Parma, una citazione doverosa va anche a Sepe, bravo a respingere un tiro di Carlos Perez che poteva riaprire la partita, reso ancora più insidioso dal sole accecante che faceva capolino dritto dritto negli occhi del portiere napoletano.

La naturale conseguenza di questi fattori positivi non poteva che portare al ritorno dell’imbattibilità della propria porta, che mancava da 14 turni nei quali il Parma aveva subìto la bellezza di 33 reti. La ritrovata vena del goal già citata (11 nelle ultime sei gare) ha poi fatto il resto, creando un binomio micidiale per la conquista dei tre punti, attesi in senso assoluto dal 30 Novembre scorso (vittoria per 2 a 1 a Marassi contro il Genoa) e al Tardini addirittura dal 4 Ottobre (vittoria per 1 a 0 contro il Verona).

E a proposito di goal, i tifosi Crociati possono lustrarsi gli occhi con la nuova coppia d’attacco che rappresenta il futuro di questa squadra e che sta dimostrando, partita dopo partita, di avere indiscusse qualità. Mihaila (seconda rete consecutiva in Serie A, terza stagionale) e Man, 46 anni in due, parlano la stessa lingua, calcistica e non, e hanno dimestichezza entrambi con dribbling e velocità. Se poi in mezzo a loro, anziché un Cornelius grezzo e macchinoso, agisce la “chioccia” Pellè, prodigo di consigli ad entrambi a gara in corso ed efficace, grazie alla sua tecnica, a dialogare con loro non solo a parole, non possiamo che aspettarci un’ulteriore rapida crescita del micidiale duo, potenziale fonte di grandi soddisfazioni per il Presidente Krause che li ha fortemente voluti.

12 battaglie recitava un video dei Boys postato sui social in settimana. La prima è stata vinta ed ha permesso di recuperare tre punti a Spezia, Benevento, Cagliari e Torino. Ora sotto a chi tocca. Nei prossimi due turni il Parma ospiterà il Genoa per poi volare in Campania contro un Benevento in difficoltà. Due scontri diretti da cui ottenere il massimo, per non vanificare la vittoria contro la Roma e per dimostrare a tutti che questo Parma è ancora vivo. Carlo Chiesa

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “TUTTO PARMA E… CHIESA / IL PARMA HA VINTO PIU’ PER MERITI PROPRI CHE PER DEMERITI DEGLI AVVERSARI

  • 15 Marzo 2021 in 07:22
    Permalink

    Una rondine non fa primavera, ma almeno godiamoci la giornata di sole e facciamo, una volta tanto, commenti positivi ✌

  • 15 Marzo 2021 in 07:42
    Permalink

    Chiesa come al solito è puntuale e preciso.
    Non dimentichiamoci però il passato, non facciamo sì che una vittoria, per quanto bella e strameritata (e senza alcun “culo”) ci faccia pensare di aver risolto i nostri problemi.
    Veniamo da diverse partite dove abbiamo sommato errori di tutti i tipi, tecnici, tattici e via discorrendo, adesso forse una quadra la abbiamo trovata (e con i giovani che avevamo a lungo invocato).
    Prossime due sfide decisive, perlomeno per tornare in corsa. Poi chi vivrà vedrà.
    ps: più che Torino e Cagliari io guarderei Benevento e Spezia, che vedo in grossa difficoltà nell’ultimo periodo.
    ps2: bella la parata di Sepe, lo abbiamo (giustamente) stracriticato nelle ultime partite, stavolta diamo a Cesare quel che è di Cesare

  • 15 Marzo 2021 in 08:43
    Permalink

    Finalmente ieri si è vista una squadra compatta e concentrata per tutti i 94 minuti. La partita è stata preparata molto bene ed è evidente come la condizione atletica, praticamente deficitaria nei mesi precedenti, stia ora cominciando a farsi vedere. Ovviamente gli episodi incidono ma il Parma questa vittoria l’ha fortemente voluta e cercata dentro di sè ed anche tramite lo sprono della tifoseria crociata che le ha rivolto un video motivazionale per dare modo ai più di rendersi conto cosa vuole dire vestire la Crociata e giocare per questa città. Sono contento specialmente per due cose: la prima e più importante è la coesione che ieri si è vista tra chi gioca e chi è sugli spalti. Quell’immagine di Alves Busi Brunetta ecc che tifavano per i compagni in campo è emblematica. La seconda è avere avuto il coraggio di provare in un match assai critico la spavalderia dei ragazzi rumeni assieme ad una “chioccia” come Pellè che ieri ha davvero dato un aiuto preziosissimo a legare il reparto e a portare avanti la manovra guadagnandosi anche un rigore fondamentale. Davvero preziosissimo il suo aiuto sul quale mi auguro si possa contare anche nelle prossime giornate. Mihaila e Man non li definirei sorprese ma giocatori che stanno proseguendo il percorso formativo che dal campionato rumeno porta a giocare partite di A. Ieri sono stati ben affiatati, ovviamente devono migliorare e parecchio diverse cose ma si vede che c’è grinta e voglia. Sia ben chiaro, devono dimostrare ancora tutto e specialmente sulla continuità che ora sarà fondamentale viste le prossime sfide. La scintilla è scoccata, la fiammella c’è. Resta a noi tenerla viva.

  • 15 Marzo 2021 in 10:39
    Permalink

    Abituato a SKY i telecronisti di DZN sembravano tifosi del Parma.
    Un elogio a Fonseca che in conferenza stampa non si è fatto compatire parlando di presunti arbitrali e basta… come avrebbero fatto altri.
    Personalmente più che alla salvezza credo e spero che finiremo il campionato con dignità penso anche sia un peccato retrocedere con una squadra che non è poi così male

  • 15 Marzo 2021 in 10:40
    Permalink

    errori

  • 15 Marzo 2021 in 11:14
    Permalink

    Ma Zirkzee ha capito che sta giocando tra i professionisti?

    • 15 Marzo 2021 in 21:37
      Permalink

      Una critica ci vuole sempre per forza vero?…

  • 15 Marzo 2021 in 12:22
    Permalink

    La cosa che fa ben sperare rimanendo con i piedi per terra, è che ieri si è vista una squadra unita da un filo invisibile dal portiere agli attaccanti, e come da tempo non succedeva non abbiamo preso gol elemento indispensabile per compiere l’impresa.

  • 15 Marzo 2021 in 12:29
    Permalink

    Si, tutto giusto. Ieri la Roma poteva giocare fino a mezzanotte, che non ci avrebbe mai rimontato. Si vedeva che volevamo fortemente questa vittoria.

  • 15 Marzo 2021 in 14:13
    Permalink

    Noi vinciamo solo col metodo D’Aversiano….lanci lunghi e pedalare….
    La Roma ieri era un fantasma….Dzeko inguardabile….ma ci sta…
    ha giocato giovedì in Europe League….

    Non illudiamoci….perché in rosa non abbiamo dei fenomeni che fanno la differenza,
    ma semplicemente dei brocchi….

  • 15 Marzo 2021 in 18:45
    Permalink

    Ora 2 partite da non fallire per spiccare il volo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI