IL GALLO DI CASTIONE / NON SOLO IL SOFFRITTO: ANCHE LE PARTITE DEL PARMA SONO MIGLIORI SE LE SFUMI COL VINO…

(Il Gallo di Castione) – I poeti mi hanno sempre fatto credere, fin da piccolo, che per essere felici basta l’amore; poi ho assaggiato il vino e da bambino sceglievo sempre il fiaschetto come segnaposto del Monopoli. Il cuore ha le sue ragioni e il fegato le conosce tutte. Non solo il soffritto, ma anche le partite del Parma sono migliori se le sfumi col vino, e a Castione libiamo, quindi, con opulenza, per avere ancora motivazioni a seguire le gare di un campionato finito troppo presto.

Il finale di partita ci ha fatto andare di traverso l’impepata di cozze: le parole oscene che ho sentito proferire ad ogni gol subito e ad ogni cambio “azzeccato” del mister avrebbero scandalizzato anche i portuali di Marsiglia; ora, serenamente, ci siamo pentiti, né l’allenatore, né i giocatori si meritano di essere insultati così dai tifosi: però è umano che succeda perché, cari giocatori e caro mister, la partita col Cagliari è stata condita da un susseguirsi di accadimenti irritanti che se si passasse da Collecchio si farebbe fatica a mantenere la fedina penale pulita (immagine metaforica di incazzatura sportiva, beninteso: si sa mai ci legga qualche amante del politically correct seminatore di zizzania). E abbiate il coraggio di dissentire! La dissenteria è un vostro diritto.

Incazzarsi senza dire parolacce è, peraltro, come scopare senza fare rumore: se volete vi faccio un riassunto delle colorite esclamazioni dopo il quarto gol subito (ma da Roma, poi, mi scomunicano…) e ci è successo come con la pandemia. Siam passati dall’“andrà tutto bene” al “speriamo che non vada tutto a puttane”... Io i palloncini che all’improvviso scoppiano, un po’ li capisco: da tifoso Crociato sono convinto che se un allenatore e/o un portiere entrano in una sala bigliardi il fenomeno paranormale dell’auto-deflagrazione delle biglie si compie, boccino compreso. Non dico il pudore, che è un sentimento antico, ma una pragmatica idea di aver rotto il cazzo dovreste averla. Ieri mattina mi sono svegliato incazzato e mentre intingevo con rabbia i frollini nel latte e li tenevo sotto finché non facevano più bollicine pensavo al portiere del Cagliari, un Vicario, che ha fatto la parata decisiva e al nostro, Titolare a prescindere, che le ha guardate tutte entrare senza muoversi. Ora, visto che lo fan giocare, Sepe ha tutto il diritto di guardare da vicino 4 palloni 4 che vanno in rete, e chi sostiene che doveva uscire o provare l’intervento si vede che non ha mai giocato a carambola. E poi non è giusto criticarlo così aspramente sul web perché poi a Castellamare di Stabia la signora si indigna. Sabato sera la difesa del Parma ha funzionato come la striscia “adesiva” che sta sulle confezioni dei biscotti: il nostro allenatore, durante la partita, non ci capisce più niente. I meloni hanno tutti i semi al centro: cosa non ha capito l’anguria? Prepara bene la tattica, entriamo in campo e spesso dominiamo, poi come al solito l’allenatore avversario fa due cambi e D’Aversa va in panico: non solo prende decisioni sbagliate, ma poi le difende. Eclatante l’azione del quarto gol: dopo aver stravolto la difesa ci ritroviamo con Valenti, terzino, che perde l’uomo e Busi, stopper, a marcare Cerri che la infila. Qualcosa di sbagliato ci deve essere stato… Mi piace D’Aversa perché riesce a cogliere il lato positivo della vita. Se rotolasse dalle scale direbbe: meno male che sono già giù, abbiamo dominato per 90 minuti, peccato che una partita ne duri 95… E quando ci spiega quali sono i problemi, che sono sempre gli stessi irrisolti problemi, è come se ci spiegasse che esistono i draghi. Le favole non dicono ai bambini che esistono i draghi. I bambini già lo sanno. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere uccisi. Ma le storture del Parma non hanno soluzione, si ripetono all’infinito come un sortilegio nefasto dove le occasioni sprecate sono ormai infinite. Comunque è ora di dimenticare gli errori del passato e iniziare a fare quelli del futuro: dai, facciamo come nei film dove compare la scritta “6 mesi dopo” e tutti i problemi si sono risolti. In futuro, ricordando pandemia, clausura e crisi economica, il detto “dalla padella nelle braci” si tramuterà in “dal 2020 al 2021” ma per i tifosi del Parma più semplicemente da Liverani a D’Aversa, e in un ambito cognitivo e non contemplativo mi sento di aggiungere pimpiritettenusa, pimpiripettepà… Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

6 pensieri riguardo “IL GALLO DI CASTIONE / NON SOLO IL SOFFRITTO: ANCHE LE PARTITE DEL PARMA SONO MIGLIORI SE LE SFUMI COL VINO…

  • 19 Aprile 2021 in 18:59
    Permalink

    Ma il vino ti fa credere che Sepe sia come Ederson?

    • 19 Aprile 2021 in 22:40
      Permalink

      No, la partita resta brutta, ma il vino che ho imbottigliato (comprato da un contadino sito fra Belluno e Treviso, zona Valdobiadene) comincia a frizzare, almeno una gioia lasciamela….

  • 20 Aprile 2021 in 00:15
    Permalink

    La comicità condita di sano dramma calcistico tocca l’apice coi frollini nel latte …ma seriamente, non posso che darti ragione al molle …scusa, mille per cento.
    Cosa abbia visto il mister quando il Cagliari crossava cento volte dalla nostra sinistra..?? Conclusione, ci mettiamo Valentiiiii!! Mai giocato li…ma non ti pare sarebbe stato più logico mettere Osorio a dx (ci aveva già giocato e bene..) Valenti in mezzo e il povero Busi (e’ anke sfiga’) a sinistra ? Almeno avrebbe avuto gamba per rincorrere quei sardi invasati che buttavano palloni come massi di continuo?…magari su Cerri poi ci sarebbe stato uno un po’ più alto…

    • 20 Aprile 2021 in 09:16
      Permalink

      Confusione, ci è andato in confusione, il nostro povero allenatore…..

  • 20 Aprile 2021 in 12:13
    Permalink

    Visto che arrivavano di continuo cross penso si dovesse provare a marcare chi li spediva…
    come visto che non doveva correre, mettere Brunone fisso al centro area o non riesce nemmeno a fare qualche salto…???

    • 20 Aprile 2021 in 12:56
      Permalink

      Tutto giusto, ma il nostro mister è andato nel pallone… a saltare con Cerri alla fine si è trovato Busi…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI