IL GALLO DI CASTIONE / QUANTE MELE CI VOGLIONO PER TOGLIERE TUTTI DI TORNO?

(Il Gallo di Castione) – Le carote migliorano la vista, ma il vino la raddoppia: mentre il poeta si bea di divini versi, io mi beo di diversi vini. A Villa Bernarda abbiamo, perciò, deciso di risparmiare sul wi-fi e di investire in vino buono, così dopo due bicchieri navighi che è un piacere.

A Castione cerchiamo la verità nel vino, e se non la troviamo è perché si è nascosta in un altra bottiglia, ma non ci scappa… Stiamo cercando di capire la crisi del Parma con la dieta del vino. Non ci abbiamo capito un cazzo, ma verso la fine della seconda bottiglia ti dimentichi della crisi. Ormai è un orgia bulimica per rasserenare le delusioni sportive, dolci, salumi, pizzette, grigliate, lasagne, un’abbuffata per tamponare i quattro gol presi da un attacco scarsissimo, dalla squadra fanalino di coda del campionato alla prima vittoria in trasferta, e se sul campo le disfatte si susseguono sempre più eclatanti sulla tavola le battaglie diventano più cruente.

Ormai pensare di insegnare ai giocatori del Parma a difendere sui calci d’angolo è accanimento terapeutico, anche Marocchi, il commentatore della partita di Sky, se ne è uscito con “un Parma che sta provando a giocare a calcio”, senza specificare se ci sarebbe riuscito finalmente o no. Poi di nuovo Busi in area, marcatore di Cerri col Cagliari e anche marcatore del goleador del Crotone sul primo gol. DirectX che viene buttato in campo per dimostrare che i giovani non devono giocare, miracolosamente abbiamo fatto fare prime reti a tutti i novizi della serie A, poi vediamo Hernani che tampona Gjgì e segna il pareggio, il Parma che gioca per salvare il risultato sul 3 a 3 e per salvare così il penultimo posto, ultimo traguardo di stagione. A fine partita Cosmi dichiara “per il Crotone è stata la partita della dignità”, per il Parma è stata, di conseguenza, la partita della vergogna. Dichiarazioni in ordine sparso del Mister Crociato: “La matematica ancora non ci condanna, problematiche di personalità di squadra, ci sono aspetti che non puoi allenare e i tifosi devono essere bravi, ci ha fin detto. Ma il falso buonismo è il lato viscido della cattiveria. Eh si, i tifosi devono essere bravi, per andare a Collecchio serve calma, sangue freddo, motosega, pala, un sacco e un alibi… All’inizio dell’era D’Aversa pensavamo che fosse un “periodo no”, poi ci siamo accorti che fosse un “no periodico”.

Mi è passata la voglia, e poi ho provato a guardare lo stesso la partita del Parma, in fondo, mi son detto, non giocheranno mica sempre a ciapanò, giocano con l’ultima in classifica, alla fine una partita la vincerà pure quel tipo in panchina, che ha visto vincere solo dalla tribuna, vero che sono scoraggianti ma… Ho tentato. Nuoce. Non so se riuscirò a continuare con la visione delle partite: molti giocatori, allenatori, massaggiatori, fisiatri, DS mi hanno leggermente contrariato. Li vedo respirare e mi incazzo, voglio sapere quante mele al giorno servono per togliere tutti di torno. Altre cinque partite sono una sofferenza che i tifosi non si meritano, ormai i giocatori sono per metà infortunati e vien da pensare (anche se non è vero) che si diano tutti malati per non giocare in questa squadra che infila brutte figure una dietro l’altra.

Oltre tutto la pandemia e la clausura forzata hanno portato a un ingrasso medio della popolazione dovuto alle troppe frequenti visite al frigor con le palestre chiuse. Le palestre, quei luoghi di espiazione che di solito cercano di riparare i danni in vista della bella stagione e dei conseguenti abiti leggeri che coprono poco ventri e culi fuori forma, per non parlare dell’ormai celeberrima prova costume, che ci vedrà in piscine e spiagge con sagome ergonomiche, ma lontano dai canoni estetici dominanti. Cominceranno le diete e i fioretti per tardivi pentimenti di stagione. La strada per dimagrire è tutta insalata: tu va dove ti porta il cuore, io ti aspetto al pub che da oggi, finalmente, riapre. Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

6 pensieri riguardo “IL GALLO DI CASTIONE / QUANTE MELE CI VOGLIONO PER TOGLIERE TUTTI DI TORNO?

  • 26 Aprile 2021 in 16:28
    Permalink

    Se servono mele allora ne compro un container se vuoi, ma volevo chiedere cosa centra Busi sul gol di Magallan? sul cross si avventano 3 giocatori del Parma Hernani e Kurtic e si, che cera anche Busi a saltare (era piu a destra) ma tutti hanno bucato il pallone e credo proprio non fosse lui deputato alla marcatura del centrale saltatore , ero curioso e sono andato a vedere le immagini . Povero ragazzo dargli colpe quando anche non ne ha…pero’ se posso…fa dei cross quando gli lasciano i spazi che sembrano quelli di Beckham….ridi pure…ma è vero, allora usiamolo piu avanti no? come Darmian all’Inter dove da noi giocava da terzinaccio col mister testardo, invece Conte lo impiega quasi da ala…
    Poi volevo puntualizzare, se ha messo Dierckx per far vedere che i giovani non li fa giocare perchè presunti scarsi, allora poteva benissimo senza farci soffrire molto, far giocare Valenti….mica ha 40 anni..ne ha 22…diamine ma allora lo fa apposta ?
    saluti

  • 26 Aprile 2021 in 16:33
    Permalink

    Bere per dimenticare. Mi piace!

  • 26 Aprile 2021 in 21:59
    Permalink

    Allora, DirectX doveva essere inserito in un contesto più consono per fargli maturare esperienza, non mandato allo sbaraglio con due terzini più abili nella spinta che non nell’interdizione, oltretutto spostando Bani a sinistra. Per quanto riguarda Bani, io avrei giocato, con in campo Busi e Pezzella, con una difesa a tre, coi due terzini di spinta meno dediti ai compiti difensivi. Delle volte ho l’impressione che lo faccia apposta per dimostrare il suo “credo calcistico” su giovani e modulo.

  • 27 Aprile 2021 in 12:03
    Permalink

    Resta misteriosa, almeno per me, la cessione di Dermaku. Di testa le prendeva quasi tutte, non faceva mai cose complicate e sarebbe stato indiscutibilmente migliore di Bani, Osorio, Dierckx e Valenti.
    In prospettiva il centrale più talentuoso è Balogh.

    • 27 Aprile 2021 in 19:13
      Permalink

      Io “denunciai” la strana cessione di Dermaku sin dell’inizio, un giocatore con 260 partite da professionista in Italia (di cui 21 col Parma l’anno scorso) in carriera era una sicurezza rispetto ai nuovi arrivi dall’estero senza nessuna esperienza nel calcio Italiano e per alcuni senza esperienza proprio. Poi la cessione non ha fruttato entroiti, credo che ci sia un obbligo di acquisto in caso di promozione del Lecce, nel caso ce lo ritroviamo l’anno prossimo in serie B.

  • 29 Aprile 2021 in 22:10
    Permalink

    Hai ragione al mille per cento !

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI