LA SCOMPARSA DI GIULIANO BARONI: OGGI ALLE 16 DIRETTA WEB DI RADIO VETRINA, ALLE 19 IL ROSARIO E DOMANI ALLE 10 LE ESEQUIE NELLA CHIESA DI SAN PAOLO (FIDENZA). Il ricordo di Jack Albi

(Gmajo) – La scomparsa di Giuliano Baroni, storico fondatore del Parma Club Fidenza “Amore per il Parma”, ha rattristato tutti coloro che in vita lo hanno conosciuto ed apprezzato per il suo spirito altruistico e disinteressato: ieri, linkando il nostro ricordo, gli ha reso omaggio anche il Sindaco di Fidenza Andrea Massari sulla sua pagina Facebook (“Poco fa ho saputo della morte di un fidentino generoso ed appassionato. Baroni ci ha lasciato a 85 anni. Vorrei condividere con voi il bel ricordo e le belle parole spese dall’amico Gabriele Majo”). In serata l’omaggio di Calcio & Calcio (12 Tv Parma) e stamani sulla Gazzetta di Parma il sentito pezzo di Gian Luca Zurlini, che tante delle feste o iniziative (molto spesso con finalità benefiche e sociali) del “Baro” le aveva presentate. Ri-postando una significativa foto di Marco Vasini, che lo ritraeva con bastone e pallone, dalla collezione “Parmigiani del Giorno” il pensiero di Parma Repubblica nella rubrica “Se ne sono andati”. Maurizio Marchinetti, che ne ha raccolto il testimone, proseguendo da anni l’attività nel club con il medesimo spirito, fondando la “Brigata Baroni”, sarà in diretta web alle ore 16 su Radio Vetrina su www.Spreaker.com/show/radiovetrina e in streaming anche su Facebook, Periscope, Twitter, LinkedIn e Twitch, e noi saremo onorati di esser con lui per questo amarcord reso possibile dalla squisita disponibilità di Riccardo Ronchietto (“Ciao Baroni, Tifoso Gialloblù, buon viaggio, mi raccomando offri gli zuccherini agli Angeli”). Il Santo Rosario sarà celebrato questa sera alle ore 19 nella Chiesa di San Paolo (Fidenza, Quartiere Luce), dove domani, Sabato 17 Aprile, si celebreranno le esequie dalle ore 10.
Sul web moltissimi i post dei tifosi Crociati, Daniele Crociato, ad esempio, pubblicando su Facebook un’immagine vintage, annota: “Quando l’ho conosciuto era già una colonna della nostra tifoseria. Trasferte senza settori ospiti, senza scorta, senza tessere, quello che succedeva, succedeva. Come qui a Vicenza nello spareggio del 1979, quando durante un tafferuglio con i triestini la prima preoccupazione era per lo striscione…”. Tristezza e nostalgia anche su WhatsApp: per interposta persona ho ricevuto – e ringrazio l’autore per l’autorizzazione ad allargare a tutta la nostra comunità le sue parole – il pensiero di Jack Albi:

Caro Giuliano…
Prendo la “rincorsa” con I respiri…
(Un attimo)
È il quarto tentativo che faccio per provare a scrivere qualcosa di sensato con i polpastrelli che tremano impazziti sullo schermo del telefono…
È una di quelle giornate dove si stacca(come fosse intonaco dal muro di un palazzo) un pezzettino di cuore e precipita perdendosi nel buio e nel profondo…
Quanti ricordi mi legano a te.
Tanti, troppi…
Sono “mummificato” sul divano e un film… un bellissimo film scorre davanti a me…
Vedo la tua andatura ondeggiante (divenuta autentico marchio di fabbrica) con quell’ immancabile cravatta gialla con fantasie blu svolazzare in balia del vento nell’area di sevizio di Maribor in Slovenia e le tue grosse mani porgere due piatti di plastica trabordanti di pasta al sugo (che ti colava sui polsi) a due severi e irreprensibili poliziotti(che dalle cicatrici in faccia avevano sicuramente combattuto al fronte nelle guerra dei Balcani) e mi echeggia nelle orecchie il tuo rivolgerti a loro con un “Magniv?” in dialetto… e il loro rimanere completamente basiti non capendo cosa volessi da loro.
Vedo le cene da Cioffi a Empoli con gli immancabili cori e il lancio di cotolette da parte di qualcuno di noi che tu (giustamente) non digerivi proprio.
Vedo le casse di vino che tu contrassegnavi con “GOTT” che stava per gutturnio e “MIST” che stava per mistura(dentro nessuno ha mai realmente saputo cosa ci fosse) finire in quattordici secondi… mentre ridevamo disposti in cerchio… una dietro l’altra… al ritorno dalle trasferte al ritmo del tuo “Saa la varomiaaa” che urlavi con le guance incandescenti e la tua voce baritonale.
Rivedo le riffe mentre marciavamo sul pullman con premi assurdi(palloni sgonfi e sciarpe sponsorizzate su un lato) mentre ti facevamo ridere al grido di”questa riffa é una truffa! “.
Rivedo i tuoi panini con fette di mortadella spesse 5 centimetri e la tua celeberrima ampolla contrassegnata con la scritta” VELENO”in cui affogavano nell’alcol puro centinaia di zollette di zucchero che ti infiammano le budella fino al Giovedí mattina.
Rivedo i tuoi mitici panettoni che ci “rifilavi” quando andava bene fino a Maggio
Ricordo uno per uno tutti i pranzi al Petitot con le prenotazioni telefoniche facendo lo spelling lettera per lettera del cognome perdendo un quarto d’ora per farti capire bene le generalità e in quanti saremmo venuti a mangiare.
MI MANCHERAI GIULIANO
mi mancherà non vederti piú arrivare la mattina presto e urlare all’autista del pullman (che magari si sbagliava fermandosi 200 metri piú in là) ” At ghé da gnirr che che… cheer vacca m…. veh!”.
O quando dicevi a noi giovani… “Vam a tòr la gaséta vigliac”…
SI MI MANCHERAI
E quando tornerò allo stadio
mi mancherà non vedere piú la tua FIAT bianca parcheggiata al limite del selvaggio fin quasi sugli scalini del Petitot.
In questi casi vi é un ricco campionario di banalità e frasi fatte… tendenzialmente si é portati a dire”Vivrai per sempre nei nostri cuori”
Con te é diverso… perché sarà realmente cosí
Sarà per sempre

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “LA SCOMPARSA DI GIULIANO BARONI: OGGI ALLE 16 DIRETTA WEB DI RADIO VETRINA, ALLE 19 IL ROSARIO E DOMANI ALLE 10 LE ESEQUIE NELLA CHIESA DI SAN PAOLO (FIDENZA). Il ricordo di Jack Albi

  • 16 Aprile 2021 in 20:29
    Permalink

    Un annata proprio maledette per Parma e i suoi tifosi 🙁

I commenti sono chiusi.