IL GALLO DI CASTIONE / VALENTI E’ CATTIVO ED INDISCIPLINATO E, COME BRUNETTA, GIOCA SOLO I MERCOLEDI PARI?

(Il Gallo di Castione) – L’uomo non riuscirà mai a controllare completamente la natura. La prova ne è che il Gallo non osserva mai l’ora legale e a Castione nemmeno il galateo. Così il rutto a fine cena riecheggia nelle campagne intorno a Villa Bernarda e, se la cena coincide con le partite del Parma in questa annata disgraziata, insieme al segnale di soddisfatta digestione, riecheggiano improperi e blasfemi richiami verso il destino infame. Sono momenti altamente poetici, esci in giardino, cala la notte sul campo di basilico: buio pesto. Ma ormai reggo di più l’alcool che le partite del Parma: se si potesse trasformare il giramento di coglioni in energia sostenibile, per risolvere il problema energetico globale basterebbe guardare i tempi supplementari (il recupero, ci siamo capiti) delle partite al Tardini o in trasferta dei Crociati. E non è colpa solo del fato se Kulovich non gioca più nel Parma (vedi post partita Lazio e dichiarazioni del Mister), ma anche di una squadra senza capo né coda e all’ottusità di taluni conduttori che non hanno mai trovato il bandolo della matassa. In una squadra di calcio vi è un solo giocatore che può guardare in faccia gli attaccanti e prevedere il prossimo evolversi delle azioni offensive, colui che dovrebbe suggerire ai difensori come disporsi, ma probabilmente comunica poco o è poco ascoltato. Poi si parla da sempre di “trovare l’assetto difensivo”, ma a retrocessione conclamata, a due partite dalla fine, continuano ad avvicendarsi in ogni partita sempre diversi difensori e sempre in posizioni diverse, talora cambiando anche il sistema di gioco e la tattica. Stiamo ancora sperimentando, il dibattito è aperto: sarà meglio la difesa a tre disposta a zona o la difesa a quattro con le marcature fisse? Oggi gioca il vecchio Bruno o l’imberbe DirectX? Valenti è cattivo ed indisciplinato e come l’altro argentino gioca solo i mercoledì pari? Bani è il rinforzo che ci mancava e Conti il sostituto di Darmian oppure sono entrambi giocatori scarsi e demotivati? Busi è un difensore o una mezzala? Gagliolo e Iacoponi, dopo anni di miracoli, sono inutili alla causa? E questo pensando solo alla difesa, perché se guardassimo all’attacco coi numeri che hanno Cornelio e Gervinho (e provassimo a risolvere le domande su Inglese) i dubbi sarebbero anche di più. Di certo sono diventato paragnosta: riesco a indovinare il lavoro che fa la mamma dei Crociati che non onorano la Maglia. Ma la colpa è nostra, dei tifosi disillusi, noi che ci ingozziamo di sogni e vomitiamo delusioni, ci aspettavamo un’annata col gioco spumeggiante e i piccoli campioni che arrivavano da mezzo mondo a miracol mostrare e ci siamo ritrovati retrocessi un mese prima della fine del campionato: neanche i commentatori durante le partite trovano una spiegazione al fatto che una rosa di quaranta giocatori, fra promesse e zoccolo duro si siano ritrovati in una situazione così orrenda, venti punti, tre partite vinte su 36 giocate, quindici punti persi oltre il novantesimo, e da ieri sera pure ultimi in classifica, visto che il Crotone ha battuto il Verona 2-1, nel posticipo, scavalcandoci: stiamo inanellando record negativi clamorosi, ancora altre due figure di merda e finiamo l’album. Due partite che ci faranno salire lo stress: tuttavia, da un recente studio pubblicato, risulta che lo stress mantiene in forma il cervello. Pensavo che fossero rottinc. ed invece sono personal trainer. Del resto bisogna a stare al passo coi tempi, perché la pandemia ci ha cambiato profondamente: non saremo mai più gli stessi, siamo una generazione come nel dopoguerra, del dopovirus. E’ più di un anno che viviamo collegati on line: lavoriamo, ci divertiamo e trombiamo a distanza. Siamo passati dalla generazione del telefono fisso alla generazione che fissa il telefono. Sarà normale per tutti, ma per me è tutto sbagliato: l’uomo è un animale sociale, abbiamo bisogno di andare allo stadio, al ristorante, all’osteria, all’enoteca, in birreria, ma di stare insieme, di risate, di discussioni e anche, perché no, di litigi e la prossima volta vorrei essere il terzo che gode. Anche se, in campionato, gode il terzo, ma anche la quart’ultima… Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “IL GALLO DI CASTIONE / VALENTI E’ CATTIVO ED INDISCIPLINATO E, COME BRUNETTA, GIOCA SOLO I MERCOLEDI PARI?

  • 14 Maggio 2021 in 00:25
    Permalink

    Una sola parola. Vergogna.

  • 14 Maggio 2021 in 00:37
    Permalink

    Bisogna informare chi di dovere lassù in collina che il ponte da costruire sarebbe a Messina, non a Trapani. A Trapani ci sono le saline, al limite un piatto di pasta con le sarde ma poco più. Consiglio quindi il Messina o al limite il Catania che dicono abbia un bel centro sportivo. Poi oh il clima è buono e la vita costa poco. Ma la pandemia è già finita in Trinacria?

  • 14 Maggio 2021 in 09:27
    Permalink

    Ma davvero la conduzione tecnica ha fatto tutto ciò che era in suo possesso, sia in termini tattici che di uomini per evitare tale VERGOGNA?
    Si deve guardare avanti, ma il coltello nella piaga fa male e ci mancava essere ultimi, da fastidio! guardare la classifica da ieri sera è l’ultimo schiaffo in faccia, come se uno ti gridasse ” ohe’! Ti sei accorto che sei ULTIMOOOOO???
    Nessuno avrebbe fatto peggio .
    Qualcuno avrebbe fatto meglio?
    Probabile…

    • 14 Maggio 2021 in 18:34
      Permalink

      Era poco consolatorio essere meglio del Crotone ma è tremendo essere peggio di tutti. Eppure Cornelio era andato in doppia cifra, il Gervy poco ci manca, eravamo la quinta difesa del campionato ed abbiamo quasi raddoppiato i gol incassati. Se vogliamo ben guardare i gol segnati da Brunetta e Sohm vengono da assist di Busi è Pellè, così come i gol di Miha da assist di Man e viceversa. Si ha ancora l’impressione di una squadra divisa in due, i vecchi e i nuovi come i ricchi e poveri orfani presto della bionda.
      E poi l’atteggiamento di Mister e DS sembrano tanto della serie : licenziami, me lo merito, ma io non mi dimetto, se no perdo lo stipendio anche dell’anno prossimo e a me non mi prende nessuno. Vorrei vedere chi li prende dopo questa annata fantastica. Auguri.

  • 14 Maggio 2021 in 13:34
    Permalink

    Da domani tifo Trapani.

  • 14 Maggio 2021 in 14:10
    Permalink

    ahahhahahaah che ridere questi articoli! sei un grande!

    Vorrei solo che almeno venisse spiegato (ora, non fra 10 anni!) cosa diavolo è successo a Settembre tanto grave da aver fatto scappare DS, allenatore, e da aver fatto cagare addosso i giocatori che sono in bambola da più o meno quel momento. Eppure è successo di tutto dopo: nuova proprietà, nuovi allenatori, nuovi giovani giocatori, ma niente mai una minima reazione! (l’unica vittoria contro la Roma e fu dato merito al video emozionale dei tifosi visto prima della partita, ennesima presa in giro che dissero nel dopo partita!). Lo avevo detto tre mesi fa che saremmo giunti ultimi, senza dignità: perchè ora non chiedono alla società di ridurre gli stipendi questi fenomeni? e i loro agenti dove sono?
    che amarezza…

  • 14 Maggio 2021 in 15:53
    Permalink

    Come noi nessuno mai…anche in negativo.

  • 14 Maggio 2021 in 16:59
    Permalink

    Personalmente arrivare ultimo, penultimo o terz’ultimo non me ne frega una cippa… come diceva il buon Boskov meglio perdere una partita 4 a 0 che 4 partite 1 a 0.
    Anzi se arrivavo terz’ultimo magari retrocedendo all’ultima giornata sarei stato più arrabbiato…
    Quest’anno è finito, ormai basta pensare a quello che è stato, si gira pagina e l’anno prossimo sarà davvero il primo anno del nuovo Parma.
    Non bisogna aver fretta, ma costruire una squadra competitiva che possa progressivamente crescere per poi restare strutturalmente in serie A. Non voglio una promozione con dei mestieranti di B per poi non salvarmi l’anno successivo in A.
    Peccato per il derby mancato, saremmo già partiti da +6!!

  • 14 Maggio 2021 in 18:37
    Permalink

    Siamo meritatamente primi capovolgendo la classifica.
    Caro gallo di Castione questo è un anno sfortunato e quando va male perfino le galline vanno a fare le uova a casa degli altri … e tu lo dovresti sapere molto bene. Quando butta male quelle di Castione vanno a deporre a Fiorenzuola.

    • 14 Maggio 2021 in 19:38
      Permalink

      Quel detto contadino di certo l’ho sentito sin dalla più tenera infanzia. Ma se “quando deve andar male anche le galline vanno a far fuori” é anche vero che spesso il pollaio é poco curato. Una stagione nata male e proseguita peggio ha molteplici motivi, ma il primo che poi si é tirato dietro tutti gli altri é stata la mancanza di programmazione, ergo la continua improvvisazione sconclusionata.

      • 15 Maggio 2021 in 00:12
        Permalink

        Sono d’accordo e posso aggiungere che nel “poco curato” pollaio Parma calcio ci sono poche galline e molti polli.

  • 14 Maggio 2021 in 21:37
    Permalink

    il parma e’ come una scatola di falqui assortiti ,non sai mai quello che ti capita ma il risultato e’ lo stesso

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI