L’insostenibile leggerezza del pallone, anno terzo / SUL FINIRE DELLA PARTITA UNA BELLA PARATA DI SEPE. POI ARRIVA IL 5° GOL DELL’ATALANTA

di Luca Tegoni

  • L’hai vista?
  • Si, si … cioè in realtà mi stavo dimenticando, poi l’istinto
  • Si l’istinto, il gusto del martirio piuttosto
  • Von Masoch?
  • Direi, a questo punto …

Senza esibire i muscoli, piuttosto abusando della debolezza strutturale dei giocatori del Parma, l’Atalanta prosegue senza disturbi la propria corsa verso la Champions League. All’Atalanta è sufficiente fare tre passaggi di prima per aprire varchi nella difesa del Parma per poi penetrarla con tiri precisi. Nessun contrasto né al tiro, né in porta.

Parma che non reagisce e persegue un giro palla che non trova sbocchi dal momento che le fughe in avanti di Gervinho sono solo un lontano ricordo, l’ivoriano non corre più, la sua lentezza potrebbe diventare proverbiale. Altre soluzioni non sembrano praticabili, nessun cross in area per Cornelius che lotta a centrocampo da solo. È necessario attendere che la supremazia dell’Atalanta si trasformi in arroganza e così, approfittando della superficialità al contrasto di un difensore, Busi (!!!), stoppa a seguire un bel lancio di Pellè e allunga una bella palla in mezzo all’area dove sopraggiunge Brunetta che infila il portiere avversario, uno a tre.

  • Di la verità che ci hai sperato ancora
  • Nella rimonta?
  • Certo
  • … è durata poco comunque

Poco dopo ne prendiamo un altro e subito dopo Pellè indovina il varco per Sohm (!!!) che salta il portiere e dimezza lo svantaggio, due a quattro.

Segnalo sul finire della partita una parata di Sepe, una bella parata. Poi arriva il quinto goal dell’Atalanta.

L’ennesimo disastro difensivo prodotta da una incapacità mentale e fisica ad affrontare l’avversario. Comunque sia i nostri difensori vengono saltati e lo sanno già da prima che lo saranno.

Le assenze in attacco per infortunio giustificano parzialmente la mancanza di pericolosità nella costruzione del gioco.

Le assenze a centrocampo ci sono anche quando tutti sono a disposizione.

Anche questa è andata, ancora tre.

Atalanta batte Parma al Tardini cinque a due.

  • La guardi mercoledì con la Lazio?
  • Se mi ricordo …

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “L’insostenibile leggerezza del pallone, anno terzo / SUL FINIRE DELLA PARTITA UNA BELLA PARATA DI SEPE. POI ARRIVA IL 5° GOL DELL’ATALANTA

  • 10 Maggio 2021 in 14:50
    Permalink

    Serve un reset totale a fine campionato: nuovo allenatore, nuovi giocatori e nuova gestione societaria. Andare in B con solo qualche ritocco sarebbe deleterio.

I commenti sono chiusi.