PARMA-SASSUOLO 1-3 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

PARMA-SASSUOLO 1-3, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

PARMA-SASSUOLO 1-3, IL TABELLINO

Marcatori: 25′ Locatelli (rig.), 32′ B. Alves, 17′ st Defrel, 24′ st Boga

PARMA – Sepe; Cornelius (33′ st Pellè), Kurtic, Laurini (33′ st Bani), Sohm (11′ st Brugman), B. Alves (Cap.), Hernani, Dierckx (26′ st Zagaritis), Valenti, Brunetta (26′ st Gervinho), Busi. Allenatore: Roberto D’Aversa
A disposizione: Colombi, Rinaldi; Balogh, Traore, Camara

SASSUOLO – Consigli; Rogerio, Boga (34′ st Obiang), M. Lopez (19′ st Traore), Muldur (12′ st Toljan), Raspadori (12′ st Djuricic), Chiriches, Berardi (cap.), Ferrari, Locatelli, Defrel (19′ st Caputo). Allenatore: Roberto De Zerbi
A disposizione: Pegolo, Marlon, Ayhan, Peluso, Haraslin, Bourabia, Kyriakopoulos

Arbitro: Sig. Marco Piccinini della Sezione A.I.A. di Forlì

Assistenti: Sig. Pasquale Capaldo di Napoli e Sig. Damiano Margani di Latina

Quarto Ufficiale: Sig. Alessandro Prontera di Bologna

V.A.R.: Sig. Fabio Maresca di Napoli

A.V.A.R.: Sig. Matteo Passeri di Gubbio

Ammoniti: Kurtic

Calci d’Angolo: 2-12

Recupero: 1’+4’

LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

Bentornati allo Stadio Ennio Tardini che oggi ospiterà l’ultimo match di serie A del Parma che si appresta ad affrontare, in questa trentasettesima giornata, il Sassuolo.

I gialloblù questo pomeriggio scenderanno sul terreno del campo di casa con una maglia particolare: si chiama “live black matters”, un simbolo forte per indicare l’impegno della squadra ducale contro il razzismo.

Prima di partire con la cronaca in diretta della gara vi segnaliamo un piccola contestazione avvenuta, poco prima della partenza del pullman crociato da Collecchio, ad opera di una parte della tifoseria organizzata che ha, civilmente, dimostrato il proprio dissenso verso quest’annata disastrosa dei ducali, una stagione che di certo non si aspettavano e terminata, inaspettatamente, con una retrocessione tanto amara quanto dolorosa.

Parma che saluterà definitivamente questa serie A la prossima settimana quando affronterà, a Genova, la Sampdoria.

PRIMO TEMPO

01′ partiti! Primo pallone gestito da Locatelli che prova ad alzare il baricentro del Sassuolo, i padroni di casa si chiudono ottimamente poi riescono addirittura ad alimentare un contropiede con Brunetta. Nulla di fatto ma bello sprint del calciatore ducale

02′ Sassuolo pericoloso con un tiro dalla media distanza che termina di non molto alto sopra la traversa presidiata da Sepe che sembrava, in ogni modo, in grado di intervenire per stoppare la conclusione

04′ è ora il Parma a farsi vedere in avanti cercando di pungere la squadra di De Zerbi; Hernani vince un duello fisico sulla destra poi mette il pallone in mezzo per Sohm che colpisce davvero male questo che, di fatto, era un vero e proprio calcio di rigore in movimento. Peccato, occasione sciupata dai crociati per portarsi in avanti quando ormai stanno per scadere i primi cinque minuti di gioco

07′ giropalla della squadra ospite che cerca di eludere il pressing crociato; Locatelli prova l’accelerazione lungo la fascia ma interviene benissimo Dierckx che, ancora una volta, conferma le proprie doti di marcatore nato

10′ Calcio d’angolo dalla sinistra per gli ospiti; dalla bandierina va Rogerio ma Busi svetta su tutti allontanando il pallone dalla propria area. Partita frizzante, in ogni modo, al Tardini

13′ quarto calcio d’angolo del match per la squadra di De Zerbi; interviene la difesa crociata ed allontana il pallone dal proprio pallone. Ma ancora Sassuolo: triangolazione tra Raspadori e Boga, quest’ultimo prova la conclusione. Con il corpo difende bene Sepe: ancora corner per il Sassuolo

15′ ancora Sassuolo in avanti; si rendono pericolosissimi gli ospiti che sfiorano la rete del vantaggio con Boga; i nero-verdi hanno bisogno di segnare per cercare di raggiungere la Conference League mentre il Parma gioca per non retrocedere in ultima posizione

16′ Muldur viene servito sulla corsa da Berardi poi suggerisce a Defrel che si è disposto bene all’interno del fortino gialloblù, l’attaccante prova quindi la conclusione con un tiro rasoterra e cercando di cogliere in controtempo Sepe. L’estremo difensore gialloblù è, però, attento e blocca la ‘ sfera. Nulla da fare per il Sassuolo che, però, si sta dimostrando sempre più pericoloso

18′ punizione dalla fascia sinistra sul secondo palo di Berardi; Parma riesce, anche se con fatica, a proteggere la propria porta

19′ per ora la squadra ducale fa davvero fatica a recuperare il pallone dai piedi dei giocatori del sassuolo: Parma in balia dell’avversaria e dal prolungato possesso palla dei nero-verdi che stanno dimostrando di avere le redini della gara tra le proprie mani

24′ ingenuità di Busi che interviene su Raspadori nel cuore dell’area: non ci sono dubbi è calcio di rigore

25’ GOOOOAL SASSUOLO, 0-1. Locatelli dal dischetto non si fa ipnotizzare da Sepe e insacca il pallone nell’angolo alla sinistra dell’estremo difensore gialloblù

28′ cartellino giallo per Kurtic che dopo un fallo di frustrazione platealmente protesta contro il direttore di gara che, a quel punto, non può far altro che sanzionarlo con l’ammonizione

29′ settimo calcio d’angolo a favore del Sassuolo; non c’è che una squadra in campo e, purtroppo, non è il Parma che, anche se già retrocesso, dovrebbe giocare, anche in virtù della contestazione avvenuta prima dalla gara, di salvare la faccia

30′ il Sassuolo batte il corner dalla sinistra, pallone in area. Svetta ancora Dierckx su tutti anticipando, al limite dell’area piccola, l’intervento di Ferrari

31′ GOOOOAL PARMA, 1-1. Bellissimo goal del Capitano crociato che con un piattone al volo insacca la punizione battuta da Hernani, che coordinazione da parte del giocatore gialloblù che proprio oggi dice addio al Tardini

32′ gioco momentaneamente sospeso: check al VAR della rete ducale. Confermato il bellissimo goal del pareggio di Bruno Alves. Palla al centro, sarà il Sassuolo a rimetterla in gioco. Ospiti beffati, dopo una prima mezz’ora caratterizzata da un’intesa produzione di gioco, dal primo vero affondo che i padroni di casa sono riusciti ad orchestrare

37′ ennesimo calcio dalla bandierina per gli ospiti, che stanno dominando questo derby emiliano dal punto di vista dei corner: Rogerio prova il cross nel cuore dell’area ducale ma Dierckz è ben posizionato al centro dell’area e non ha particolari problemi a spedire distante la palla e a sventare il pericolo. Crociati che, comunque, dimostrano grandi difficoltà nell’impostare la propria azione offensiva

41′ il Sassuolo vuole rientrare negli spogliatoi in vantaggio: Muldur prova a servire il giovane Raspardori ma sbaglia completamente la misura lanciando il pallone direttamente sui tabelloni pubblicitari alle spalle di Sepe

44′ allo scadere del tempo regolamentare di questo primo tempo Raspadori prova ad innescare Defrel in area di rigore ma Sepe riesce ad anticipare la punta francese negandogli la possibilità del tiro verso la propria porta

45′ un minuto di recupero prima della fine di questa prima frazione di gioco

Sono scaduti in questo momento i  primi quarantacinque minuti di gioco, Sassuolo che ha certamente prodotto, in fase offensiva, una mole di gioco superiore rispetto ai ducali che, di fatto, hanno risposto alla rete del vantaggio, messa a segno per i nero-verdi da Locatelli su calcio di rigore, con una bellissima rete al volo del Capitano Bruno Alves. Il derby emiliano per ora termina in parità

SECONDO TEMPO

46′ ripartiti! Parma subito in avanti con Busi che dopo una buona progressione palla al piede sulla sinistra entra e in area per poi provare un tiro-cross, pallone che attraversa pericolosamente tutta l’area di rigore del Sassuolo. Forse si poteva sfruttare meglio quest’occasione. Nessun cambio durante l’intervallo operato dai due tecnici

50′ Locatelli verticalizza per Boga in area sulla sinistra; si alza la bandierina dell’assistente che ravvisa una posizione di netto fuorigioco dell’ivoriano

51′ gran conclusione di destro di Lopez; bella e notevole parata di Sepe che si rifugia in calcio d’angolo. Dalla bandierina va Berardi che con il sinistro prova a mettere la sfera in mezzo, il Parma si chiude ed allontana ma il pallone rimane all’avversaria. Sassuolo che resta in avanti

53′ Raspadori rimane a terra; gioco momentaneamente sospeso per consentire ai sanitari del Sassuolo di prestare al calciatore le cure necessarie, vicino a loro anche Sepe che si vuole sincerare delle condizioni

54′ primo cambio tra le fila crociate: D’Aversa rileva Sohm a cui viene preferito Brugman

57′ Raspadori non ce la fa: deve uscire dal campo, al suo posto Djuricici. De Zerbi effettua un’ulteriore sostituzione: esce dal campo Muldur, inizia la gara di Toljan

58′ ancora nero-verdi in azione: tacco smarcante di Boga che invita all’inserimento Rogerio, il laterale scarica il proprio sinistro rasoterra trovando però l’opposizione di Dierckx. Il giovanissimo centrale difensivo crociato salva il Parma

61′ contropiede targato Parma ed alimentato dalla corsa di Brunetta che si beve la metà campo avversaria poi, una volta giunto al limite dell’area, prova il tiro senza riuscire, però, ad inquadrare lo specchio della porta. Occasione sciupata dai padroni di casa

62′ GOOOOOAL SASSUOLO, 1-2. Berardi mette un bel pallone in mezzo e Defrel punisce il Parma con una bellissima rete che riporta in vantaggio la squadra di De Zerbi. Terza rete in questo campionato per l’attaccante francese in forza al Sassuolo

64′ sostituzione per il Sassuolo: fuori Lopez per Traorè

66′ bel dribbling di Brunetta, il calciatore si accentra e prova la conclusione. Consigli non ha particolari problemi ad intervenire e neutralizzare il tiro dell’attaccante argentino crociato: troppo centrale la sua conclusione per poter realmente impensierire l’estremo difensore della formazione nero-verde

69′ GOOOAL SASSUOLO, 1-3. Gli ospiti incrementano il proprio vantaggio mettendo a segno la terza rete del match che passa tra i piedi di Boga

70′ doppio cambio per Roberto D’Aversa che cerca gli spunti giusti per provare a rimettere in piedi questa partita: entrano Gervinho e e Zagaritis al posto di Brunetta e Dierckx

73′ Berardi colpisce il palo con il suo sinistro a giro che, da fermo, fa partire ad una distanza di circa 25 metri. Il Sassuolo continua ad attaccare ed i crociati tremano

77′ ancora un doppio cambio per D’Aversa: dentro Pellè e Bani che prendono il posto di Cornelius e Laurini

79′ abbandona il campo anche Boga dentro al suo posto nel Sassuolo Obiang

81′ i ducali sembrano far fatica, il ritmo del gioco crociato è nettamente calato. Sassuolo che controlla facilmente la gara in questo momento

82′ Berardi, innescato in profondità da Djuricic, penetra in area sulla destra e calcia da posizione defilata colpendo, però, solamente l’esterno della rete

83′ doppia parata di Consigli; l’estremo difensore del Sassuolo è chiamato ad intervenire in prima istanza sulla bellissima conclusione al volo di Pellè dal centro dell’area, poi in un secondo momento da un tiro potente da posizione defilata ma ravvicinata di Gervinho. Parma vicino a siglare la sua seconda rete, sfortunata, in quest’occasione, la formazione di casa

85′ ancora Parma in avanti con Brugman che dalla distanza prova a imbucare il pallone alle spalle di Consigli. La conclusione termina di poco a lato del palo di destra, anche se il portiere del Sassuolo sembrava in grado di intervenire

87′ Obiang cerca la conclusione con un tiro potente dalla trequarti; tiro che termina distante dalla porta gialloblù

88′ punizione battuta dalla sinistra di Hernani, colpo di testa in tuffo di Bruno Alves all’indirizzo del secondo palo. Il centrale difensivo, capitano dei crociati, lasciato solo in area dalla difesa avversaria, manda il pallone a lato

90′ comunicato il tempo di recupero: ancora 4 minuti prima che arrivi il triplice fischio finale da parte del direttore di gara

90’+2 nel secondo dei quattro minuti di recupero i ducali provano a diminuire il vantaggio con Gervinho; Consigli nega la gioia della rete alla freccia nera crociata deviando la conclusione dell’ivoriano sul fondo

Arriva in questo momento il fischio finale: ennesima sconfitta per il Parma che lascia il campo del Tardini mestamente, con la testa bassa i calciatori rientrano rapidamente nel tunnel verso gli spogliatoi. Ancora una gara, a Genova, prima di salutare la Serie A. In uno stadio vuoto, in un silenzio assordante, si chiude il campionato casalingo crociato, nel peggiore dei modi, con una retrocessione amara, dolorosa. E con questo risultato l’incubo dell’ultimo posto si fa sempre più vivido, appuntamento a Domenica prossima, quando giocheremo l’ultimA. Ilaria Mazzoni

20 pensieri riguardo “PARMA-SASSUOLO 1-3 / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 16 Maggio 2021 in 18:07
    Permalink

    Vamos!

  • 16 Maggio 2021 in 18:10
    Permalink

    Vediamo un po’.

  • 16 Maggio 2021 in 18:14
    Permalink

    Forza Parma

  • 16 Maggio 2021 in 18:29
    Permalink

    “Nel momento più difficile una squadra di uomini veri ha preso in mano il proprio destino ed è andata a compiere un’impresa indimenticabile. Con rabbia, cuore e orgoglio: onoriamola SEMPRE. “
    Il tweet di Giulini. Che fa capire la differenza abissale che c’era. Da una parte uomini. Dall’altra pagliacci le cui carriere parentesi turche o alla salernitana o Empoli o robe ridicole così sono nella stragrande maggioranza finite. Ovviamente dirigenza tecnica in testa L.

    • 16 Maggio 2021 in 18:43
      Permalink

      Ma è un “tuitter” vero o una “faiche nius”??? :))))
      No perché sembra una barzelletta…

  • 16 Maggio 2021 in 18:48
    Permalink

    Partita da dormire, ma nel complesso siamo stati discreti.

  • 16 Maggio 2021 in 19:07
    Permalink

    Golazo Brunone …Bravo

  • 16 Maggio 2021 in 19:34
    Permalink

    Però noi facciamo le contestazioni “civili” e gentili. Io gli avrei anche offerto due scaglie di grana. Questa pagliacciata chi l’ha organizzata poteva risparmiarsela. Ennesima ridicolaggine di un’epoca ridicola

    • 16 Maggio 2021 in 20:04
      Permalink

      Della serie armiamoci e partite

    • 16 Maggio 2021 in 20:17
      Permalink

      Vag tì a picier i szugador. Du bargnó a Kurtic, un chels a Cornelius, un sciaf a Pellè. Fallo tu, uomo vero….

  • 16 Maggio 2021 in 19:54
    Permalink

    Super secondo tempo. Orgoglioso di voi.

  • 16 Maggio 2021 in 20:16
    Permalink

    Non si sono ancora rotti le balle di fare delle figure di merda?

  • 16 Maggio 2021 in 20:22
    Permalink

    8 sconfitta consecutiva. Peggiore squadra della storia secolare. Spero che ci sia almeno il pudore di NON farsi nemmeno vedere in sala stampa (aspettiamo sempre Carli).

  • 16 Maggio 2021 in 20:38
    Permalink

    Ho smesso di guardare le partite del Parma perché è come mangiare paste alla crema quando si ha la cagaglia. Il problema non si risolve e anzi, si peggiorano le cose.
    La contestazione a mio parere è tardiva. Ma sono anche dell’idea che poiché si parla di calcio il tutto deve rimanere nei binari della civiltà. Sarebbe stato molto bello aprire al pubblico l’ultimo allenamento, di modo da far passare una mezz’ora “lieta” a tutti i protagonisti di questa indimenticabile annata.
    Senza violenza, ma un bel squass ed ragiòn balordi còl sì veh.
    Non lo faranno, troppo conigli anche per questo.

    Una nota a margine: a chi scrive che “i giovani presi da Carli non erano poi così grami” e che “ci verranno molto comodi in serie B” vorrei ricordare che se le cose così stanno vuol dire che c’è l’aggravante. Perchè quest’anno eravamo in A, pertanto la dichiarazione di cui sopra conferma che la lù l’ha comprè d’la genta miga ed categoria. Su alcuni nutro dubbi anche in serie B comunque.

    Tabula rasa. Pochi bali.

  • 16 Maggio 2021 in 20:47
    Permalink

    Non siamo nemmeno riusciti a toglierci un sassuolino dalle scarpe… ien pienni ed gera!

  • 16 Maggio 2021 in 22:58
    Permalink

    Chiediamo se ci mandano qualche tifoso del Marsiglia o dello Schlke 04. E penso che l’allenamento (con le precauzioni del caso, col distanziamento ed i supporti di protezione individuale, quindi in sicurezza per la serenità nostra e dei nostri cari) lo aprirebbero per ricevere almeno una bella dose di improperi di di tomacche (che poi da via Traversetelo manderebbero qualcuno a raccogliere perché del pomi d’oro soprattutto in tempi di pandemia non si butta via niente e il passo va sempre fatto mai più lungo della gamba).

  • 16 Maggio 2021 in 23:44
    Permalink

    Io personalmente non credo che i giovani specie alcuni come Man Mihaila Dierckx Valenti e altri non servano in B.
    In altro contesto con una squadra rinforzata e un gioco propositivo certo che possono essere utili.
    Quest’anno chiunque buttato nel marasma avrebbe fatto fatica, e dai senatori c’era ben poco da imparare, avrebbe demoralizzato persino un clown.

    • 17 Maggio 2021 in 02:12
      Permalink

      In questo campionato il Parma ha schierato 41 giocatori. Sfoltire l’organico richiederà un grosso lavoro, visto che tanti giocatori hanno avuto un rendimento mediocre che li renderà poco appetibili sul mercato collocarli sarà un problema.
      Inevitabilmente ci saranno tanti fuori lista.
      Di certo il calciomercato non sarà noioso.
      Diventa difficile trovare una decina di over meritevoli di essere confermati ( e vedere se vorranno rimanere volentieri ).

  • 17 Maggio 2021 in 07:11
    Permalink

    Già faticavano gli anni scorsi con questo centrocampo a fare tre passaggi in fila se pressati, figuriamoci con il marasma attuale e senza un gioco, perché D’aversa e non ci sono ombre di smentita, di gioco non ne ha mai dato, questa tra l’altro era una squadra raffazzonata con 13 infortunati e contro una squadra così organizzata e con individualità così spiccate, era difficile fare bella figura.
    Già sento critiche sull’eventuale arrivo di Cristiano Lucarelli, non ho mai visto giocare le sue squadre, ma ho letto una intervista sulla sua filosofia di gioco: “La palla la teniamo sempre noi e quando non l’abbiamo cerchiamo di recuperarla subito”. Direi che questo pensiero si sposa benissimo con quello della società e pertanto penso che abbia un senso, anche pensando al record di punti in serie C.

  • 17 Maggio 2021 in 13:10
    Permalink

    Su Cristiano Lucarelli spero stiamo scherzando

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI