SE PARMA PIANGE, REGGIO NON RIDE: LA DISCESA IN C DELLA REGGIANA E UN DERBY CHE NON S’HA DA FARE

(Luca Savarese) – Parma giù, sprofondato in B, con 4 giornate d’anticipo, lunedì sera nella Torino granata, culmine di una stagione orribile per le sorti Crociate: alcuni già si pregustavano il Derby, come già avvenuto in serie C nella stagione 2016-2017 con le teste quadre. Ma, non ci sarà il Derby con i cugini reggiani: la squadra d’Oltr’Enza, infatti, è retrocessa in serie C ieri pomeriggio, aritmeticamente, dopo la sconfitta interna con la Spal (1-2).
Lo scorso anno, mentre accoglievamo l’estate, la Reggiana tornò, un po’ a sorpresa, mentre molti addetti ai lavori davano per certo quello del Bari, in serie B. Le cose, per la banda granata, si mettevano, però, sin da subito, in salita. All’indomani della promozione, lo storico Capitano Alessandro Spanò, decise di fare il gran rifiuto: niente più calcio e campi, ma penna e libri, appese gli scarpini al chiodo per dedicarsi, a tempo pieno, agli studi economici in giro per il mondo. Dopo aver provato l’ebrezza del nuovo palcoscenico è durata solo un anno l’avventura della Reggiana in serie cadetta. L’esordio, un 2 a 2, a settembre, contro il Pisa del mancato magico-patron Corrado, quando il Mapei, fu Giglio, rivide la Regia in serie B. Stagione di pochi alti e molti bassi quella di mister Massimiliano Alvini, che ha comunque sempre mantenuto un piglio ed un’autorevolezza, come nella partita marzolina a Monza, quando, mentre Cristian Brocchi, mister dei monsiaschi, stava zitto e dalla tribuna centrale guidavano la squadra i due match analyst, Alvini urlava a più non posso mostrando grande personalità. Quella che forse è mancata ai suoi giocatori. Kargbo, il match winner del Play Off contro il Bari, ha giocato 20 gare e peggio ancora ha fatto Matteo Ardemagni, che pure di B ha esperienza, che ha fatto registrare un solo gol all’attivo.
Eppure all’inizio le cose, non si erano messe poi così malaccio: vittoria a Chiavari sull’Entella, successi interni contro Venezia e Monza, colpaccio a Frosinone. Poi, i punti sono progressivamente mancati, ed in B, è facile essere risucchiati. Certo non è stata una stagione normale, causa la pandemia che ha fatto fermare il campionato e compresso il finale di stagione in giorni ravvicinatissimi. A tal proposito, nelle scorse ore, il presidente Carmelo Salerno si è fatto sentire, affermando la sete di giustizia della Reggiana non trattata come le altre dentro un campionato, per lui, irregolare. Le sale dei tribunali dello sport faranno, di sicuro, la loro parte.
Parma e Reggiana, proprio come l’Enza che divide le loro città, in questi giorni sono città liquide, non di acqua, ma di lacrime. C’è da aggiungere, poi, che, forse complice anche un certo allenamento alle disgrazie (“mai una gioia”), al contrario della mai sopita grandeur ducale, dall’altra parte dell’Enza il declassamento è stato preso con maggiore fair play: se il nostro spazio commenti, ad esempio, è un piccolo campionario dei tanti hater che via social sono alla sempiterna ricerca di colpevoli o capri espiatori, vomitando improperi ed ingiurie, i reggiani, nelle ultime ore, si sono distinti per analisi più mature, che poco hanno a che spartire con gli eccessi e gli isterismi di altre piazze, incluse la nostra. Ecco, ad esempio, quanto vergato dal Gruppo Vandelli: “Chi nella propria vita ha scelto di tifare la Reggiana, certamente non lo ha fatto per convenienza. Sul carro dei vincitori noi ci siamo davvero saliti poche volte. E quando un giorno le squadre strisciate riusciranno finalmente a costruirsi la loro tanto agoniata superlega, per la gioia di milioni di italiani sparsi in ogni angolo della nazione ma evidentemente tutti originari di Milano o di Torino, a noi non cambierà assolutamente nulla. In un mondo di opportunisti e banderuole , sempre pronti a schierarsi dalla parte del più forte, non solo nel calcio ma in ogni contesto della vita, può sembrare davvero strano ai più che possa esistere una comunità come la nostra. Ancora più singolare immaginiamo possa apparire che tanti giovani scelgano di farne parte e decidano quindi di seguire una Squadra che certamente mai potrà regalare loro coppe e trofei ma che hanno soltanto visto militare nelle serie inferiori ad eccezione di questo solo ultimo anno, nel quale, beffa del destino, neppure hanno potuto mettere piede in uno stadio. Retrocedere fa male e la delusione è tanta. Non abbiamo mai idolatrato i calciatori ad eccezione di poche Bandiere. Sono dei professionisti e giocare al calcio è il loro mestiere. Ma abbiamo anche memoria e ricordiamo questi stessi calciatori, insieme a Mister Alvini, essere solo pochi mesi fa osannati da una folla festante sotto le tribune dello stadio Città del Tricolore. Nello sport chi è più debole è destinato a soccombere e quest’anno noi purtroppo abbiamo dimostrato sul campo di esserlo. Per questo ora non staremo a fare processi ma già proiettati sul futuro, certi della serietà di questa società attendiamo il prossimo campionato per un immediato riscatto. La Reggiana è da più di un secolo Storia e Simbolo di un’intera Provincia e tale resterà per sempre
Serriamo le fila e ripartiamo dalla nostra passione, dal quel senso di appartenenza che non scambieremmo per nessun trofeo al mondo. Forza Vecchio Cuore Granata !! Mai Domi ! Gruppo Vandelli 1991″. Luca Savarese

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL COMPENDIO DEI VIDEO EMOZIONALI DEL TIFO E DEI GOL DEL DERBY REGGIANA-PARMA 0-2 (19.12.2016)

1 – INGRESSO SQUADRE IN CAMPO (1)

2 – INGRESSO SQUADRE IN CAMPO (2)

3 – REGGIANA-PARMA 0-1, 22′ GOL DI DAVIDE GIORGINO

4 – REGGIANA-PARMA 0-2, 29′ GOL DI YVES BARAYE

5 – COREOGRAFIA TIFOSI CROCIATI AD INIZIO RIPRESA

6 – 22′ ST TRAVERSA DI FRANCESCO CORAPI

7 – TRIPLICE FISCHIO FINALE, LA CORSA SOTTO LA NORD E I FESTEGGIAMENTI

8 – IL FINALE SOTTO LA CURVA

9 – ABBRACCIO LUCARELLI-FERRARI, E CORO: DAI C’ANDOM

 

3 pensieri riguardo “SE PARMA PIANGE, REGGIO NON RIDE: LA DISCESA IN C DELLA REGGIANA E UN DERBY CHE NON S’HA DA FARE

  • 9 Maggio 2021 in 09:47
    Permalink

    Sapete, dopo aver speso oltre 100 milioni nel calcio mercato e rischiare di retrocedere da ultimi girano un po’ le eliche. A Reggio sono invece arrivati in B senza pretese. Normale che quindi accettino meglio la Serie C.

  • 9 Maggio 2021 in 10:23
    Permalink

    Mazzocchi (PM7) gioca nel Venezia, non nella Reggiana…

  • 9 Maggio 2021 in 11:28
    Permalink

    Siligardi si che è un campione!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI