TORINO-PARMA 1-0, GIALLOBLU RETROCESSI IN B / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

TORINO-PARMA 1-0, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

TORINO-PARMA 1-0, IL TABELLINO

Marcatore: 18′ st Vojvoda

TORINO – Sirigu; Bremer, Izzo, Lukic, Baselli, Belotti (cap.) (37′ st Zaza), Ansaldi, Sanabria, Vojvoda, Nkoulou, Rincon (37′ st Linetty). All Nicola
A disposizione: Ujkani, Milinkovic-Savic; Lyanko, Gojak, Rodriguez, Singo, Bonazzoli, Murru, Buongiorno

PARMA – Sepe; Pezzella, Grassi (30′ st Brunetta), Cornelius, Brugman (32′ pt Kurtic), Laurini (30′ st Busi), B. Alves (Cap.), Hernani (39′ st Pellè), Gervinho, Dierckx (1’st Gagliolo), Kucka All. D’Aversa
A disposizione: Colombi, Rinaldi, Bani, Sohm, Osorio

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano della Sezione A.I.A. di Bologna

Assistenti: Sig. Emanuele Prenna di Molfetta e Sig. Alessio Tolfo di Pordenone

Quarto Ufficiale: Sig. Matteo Marchetti di Ostia Lido

V.A.R.: Sig. Luca Banti di Livorno

A.V.A.R.: Sig. Damiano Di Iorio di Vco

Ammoniti: Dierckx, Hernani, Kucka

Calci d’Angolo: 5-2

Recupero: 1’+3’

LA DIRETTA LIVE di Ilaria Mazzoni

Bentornati a tutti i tifosi e le tifose gialloblù, tutti pronti per seguire questo lunedì sera di Serie A: si gioca la trentaquattresima giornata di campionato. La squadra ducale sarà impegnata sul manto dello stadio piemontese del Torino.

Posticipo salvezza, almeno per i padroni di casa che sono chiamati alla vittoria per cercare di allungare su Benevento e Cagliari il Parma, invece, in caso di sconfitta sarebbe matematicamente retrocesso a quattro gare dal termine.

Anche se il sogno salvezza, in casa Parma, ormai sta sfocando sempre più sarebbe bello, almeno per stasera, almeno per ancora una giornata, non dover dire addio alla massima serie.

Manca ormai pochissimo all’inizio dell’incontro, le due squadre sono entrate in questo momento sul terreno di gioco precedute dalla terna arbitrale; è ormai tutto pronto allo Stadio Gran Torino. Saranno i padroni di casa che attaccheranno, con la classica divisa granata, a calciare il primo pallone del match; Parma che veste la maglia gialla e che attaccherà da destra verso sinistra in questo primo tempo.

PRIMO TEMPO

01′ dopo l’inno della Serie A scambio di saluti tra i giocatori che si danno la mano; partiti in questo momento!

03′ Parma all’attacco in questi primi minuti i ducali insistono in fase offensiva con Gervinho che lavora bene la palla sulla fascia destra non riuscendo, però, a servire alcun compagno al centro dell’area granata. Buon inizio della formazione allenata da D’Aversa, poi fallo dei ducali su Belotti che stava cercando di difendere la propria metà campo

05′ giropalla dei padroni di casa: i granata amministrano la sfera nella metà campo avversaria. Pallone che giunge, infine, a Belotti ma si chiudono bene i crociati

07′ cross dalla destra in area di Voyvoda che prova a portare in avanti i suoi; sul pallone interviene Laurini con un buon stacco areo. Il crociato riesce ad anticipare Belotti e libera l’area, può ripartire in contropiede la formazione ducale arrestata dall’intervento falloso di Sanabria che blocca l’avanzata di Hernani

09′ fallo di Dierckx su Belotti all’interno della metà campo granata; dopo solo nove minuti arriva quindi il primo cartellino giallo all’indirizzo del calciatore gialloblù. Calcio di punizione per il Toro

10′ Sirigu esce malamente su una palla alta e si fa anticipare da Cornelius, il Parma però non ne approfitta; il Toro riesce a richiudersi bene. Adesso è, comunque, il team crociato a fare possesso palla

12′ il Parma ora si difende in modo ordinato

13′ Lukic discende bene dalla destra poi crossa in mezzo all’indirizzo di Belotti che si trovava al limite dell’area, il capitano del Toro prova a calciare verso la porta ducale di prima intenzione ma senza riuscire ad inquadrare la porta. Attenzione però: le fiammate del gallo possono essere letali

14′ cross dalla sinistra di Ansaldi per il colpo di testa al centro di Sanabria; l’attaccante granata riesce solo a sfiorare il pallone mandandola (di poco) sul fondo. Brivido per i gialloblù

16′ il Parma, dopo due azioni offensive ben orchestrate dell’avversaria, prova a reagire con Brugman che tenta il tiro dal limite dell’area a seguito dell’esecuzione di un calcio d’angolo. Il portiere della squadra di casa riesce ad intervenire sulla conclusione (abbastanza debole) del regista crociato

17′ Ansaldi prova due volte a crossare ma viene fermato dalla difesa dei ducali poi ancora TOrino in avanti con un cross di Vojvoda che viene messo fuori da Pezzella. Possesso palla sterile del Torino che non riesce a creare azioni pericolose

18′ N’koulou colpisce da dietro Cornelius, punizione per il Parma; nulla di fatto

20′ fallo di Grassi che per superare Bremer lo colpisce

21′ Laurini prova a lanciare Cornelius sulla destra, ma interviene Bremer che anticipa l’attaccante danese del Parma

23′ traversone dalla destra della squadra ducale: a crossare è Laurini che cerca il colpo di testa a centro area di Cornelius. Il Parma non riesce a sfruttare i centimetri dell’attaccante; palla che sorvola la traversa

24′ Ansaldi stampa il pallone sulla traversa dopo aver raccolto una respinta corta di Sepe; l’attaccante calcia di potenza verso la porta gialloblù rimasta sguarnita ma colpendo unicamente la traversa. Torino che sta crescendo in modo preoccupante in questi minuti e che ha sfiorato, in quest’occasione, la rete del vantaggio

25′ fuorigioco segnalato a Belotti

26′ Izzo atterra Kucka e concede una punizione pericolosa; sul pallone va Hernani. Nulla di fatto, sfera che torna in possesso dei padroni di casa

30′ problema fisico per Brugman che accusa un problema all’adduttore; il calciatore deve abbandonare il campo, al suo posto entra Kurtic

32′ abbiamo appena oltrepassato la prima mezz’ora di gioco; i padroni di casa stanno intensificando in questo momento la propria manovra offensiva, nel chiaro intento di rientrare negli spogliatoi in vantaggio

34′ Ansaldi insiste sulla sinistra per il Toro, il calciatore effettua cross in area ma interviene Kurtic, entrato da poco sul terreno di gioco al posto di Brugman, scagliando la sfera in rimessa laterale

35′ Laurini chiude su Ansaldi concedendo il primo angolo della partita ai granata

36′ fiammata gialloblù con Gervinho che prova ad infiltrarsi in area di rigore granata; Vojvoda è, però, sfortunatamente molto attento e riesce a bloccare l’attaccante ivoriano del Parma

37′ Belotti protegge palla e guadagna una punizione per il Torino

40′ progressione di Belotti che poi atterra Dirckze. Torino che sta prendendo il ritmo della gara ma che fatica ad essere lucido in fase offensiva

43′ Kucka accusa un colpo di Belotti che stava tendando la conclusione all’interno dell’area ducale; non bisogna assolutamente lasciare questi spazi al talentuoso attaccante del Toro. Parma che poi cerca di aumentare il pressing

44′ fallo di Izzo su Cornelius quando manca ormai solo un giro di lancetta prima del termine del primo tempo regolamentare

45′ un minuto di recupero

46′ Pezzella resta a terra dolorante dopo uno scontro; sulla panchina del Parma si registrano movimenti. Vediamo se il crociato sarà costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Termina in questo momento la prima frazione di gioco

Le due squadre rientrano negli spogliatoi con il punteggio ancorato sullo 0-0 iniziale, il Torino ha forse prodotto azioni offensive più concrete e pericolose non riuscendo, però, a finalizzare in modo lucido le proprie manovre. Parma che, comunque, non sta demeritando, sino ad ora, il pareggio. Serve di più così come al Toro al Parma: i crociati sono chiamati, così come sottolineato dal tecnico prima di questa gara, a dimostrare di tenere a questi colori. Per chiudere una stagione così amara con una dimostrazione di orgoglio.

SECONDO TEMPO

46′ siamo pronti per seguire questo secondo tempo del posticipo della trentaquattresima giornata di Serie A; Torino e Parma ancora sul punteggio di 0-0. Un cambio tra le fila crociate: esce Dierckx, al suo posto Gagliolo. E’ la seconda sostituzione per D’Aversa

47′ Belotti guadagna un calcio di punizione; poi in avanti il Parma con Gervinho che prova ad innescare sulla corsa Cornelius. Pallone troppo morbido del numero ventisette che non riesce a raggiungere, con il suo lancio, il compagno. Parma che deve trovare maggiore lucidità

48′ Cornelius e Izzo sbracciano a vicenda e rimangono a terra; è il crociato che sembra aver avuto la peggiore infatti dalla panchina si alza Pellé. Il Torino, molto sportivamente, mette fuori il pallone rinunciando alla possibilità di imbastire un’azione offensiva per permettere ai sanitari di prestare le cure necessarie al danese. Vedremo se l’attaccante, che ha subito un colpo al volto, dovrà abbandonare al terreno di gioco

49′ Parma momentaneamente in dieci entra la barella per trasportare il crociato al di fuori del terreno di gioco; attendiamo di sapere se Cornelius riuscirà a tornare sul terreno di gioco

50′ Parma di nuovo in undici: torna in campo Cornelius; Toro che, nel frattempo, riesce a guadagnare un corner, la squadra di casa in questi minuti si sta rendendo davvero troppo pericolosa. Sugli sviluppi del calcio d’angolo ci prova di testa Sanabria, doppio intervento di Sepe che, anche se con incertezza, riesce a liberare l’area. Che brivido!!

54′ Parma che arretra il proprio baricentro, un atteggiamento che abbiamo visto più volte nelle riprese di questa stagione. Il Toro invece attacca con costanza e sta decisamente premendo sull’acceleratore: Laurini si rifugia in fallo laterale sulla pressione di Belotti

56′ Belotti prova il dribbling ma viene chiuso in rimessa dalla difesa del Parma

57′ Ducali in evidente difficoltà; che sofferenza! Cross di Ansaldi verso Sanabria che finisce a terra in area dopo un contatto con un difensore ma per l’arbitro è tutto regolare

60′ allo scadere dell’ora di gioco il Parma si rifà vedere in avanti dopo un inizio di secondo tempo decisamente sottotono; lancio lungo (impreciso) di Gagliolo verso Gervinho. Sirigu può uscire e fare sua la palla. Parma ancora in avanti ma ottima difesa granata che intercetta il pallone che era indirizzato ai piedi di Kucka

63′ GOOOOOAL, 1-0 Torino! A segno Vojvoda grazie all’assist di Cristian Ansaldi la cui discesa sulla fascia sinistra travolge il comparto difensivo crociato, poi mette la palla in mezzo dove il compagno, lasciato completamente libero, appoggia in rete di piatto; crociati in questo momento matematicamente condannato alla Serie B

66′ ammonito Hernani per gioco scorretto su Belotti

67′ Ansaldi prova a raggiungere il pallone ma il passaggio di Sanabria è troppo lungo e la palla esce in rimessa dal fondo

69′ Parma non pervenuto in questa ripresa; ancora Torino che guadagna un corner sulla deviazione di Laurini poi Hernani anticipa Izzo sul secondo palo. Sventa il pericolo la squadra ducale che, però, forse, necessita di un cambio per provare ad animare questa partita e provare, almeno, ad agguantare il pareggio

72′ annullato un gol a Belotti servito in verticale da Baselli: confermata al VAR la decisione del direttore di gara poi ammonizione per Kucka che entra fallosamente su Izzo

74′ palo di Belotti!! Che rischio per i crociati, per fortuna l’attaccante riesce a colpire solo il palo esterno

75′ doppio cambio nel Parma: entrano Busi e Brunetta ed escono Grassi e Laurini

78′ Parma che prova a sfruttare il momento di stanchezza dell’avversaria ma Ansaldi riesce a contrastare Busi in angolo poi si segnala un sinistro altissimo di Pezzella

80′ Lukic cerca Belotti partito sul filo del fuorigioco ma il passaggio è impreciso e Sepe recupera palla

82′ sostituzione per il Torino: esce Andrea Belotti ed entra Simone Zaza. Il Gallo non la prende bene e tira un calcio ad una bottiglietta prima di accomodarsi sulla panchina granata. Esce anche Tomás Rincón ed entra Karol Linetty

83′ D’Aversa prova a giocarsi la carta Pellé che entra al posto di Hernani

84′ tiro di Kucka da fuori area che esce alla sinistra di Sirigu; nulla da fare per il Parma che sembra condannato alla retrocessione

87′ cross dalla sinistra di Busi che invita all’inserimento aereo Gagliolo, il centrale del Parma non inquadra la porta. Parma ancora una volta, in questa stagione, che si dimostra sfortunato

88′ calcio di punizione per i padroni di casa; giocata di Zaza che prova la volè con il mancino. Alto, ma di un soffio

90′ ancora tre minuti al termine dei quali, se sarà confermato il risultato sul tabellone, il Parma sarà senza appello condannato alla Serie B

93′ Termina il match a Torino, padroni di casa che ottengono la vittoria e sconfiggono i crociati per una rete a zero

E alla fine è arrivata, abbiamo sperato di posticiparla il più possibile, abbiamo sognato, in realtà, che questo risultato non arrivasse mai ed, invece, eccoci qui: questo Lunedì sera il Parma riceve l’inappellabile sentenza. Con il triplice fischio è arrivata anche la retrocessione, a sei anni dall’ultima retrocessione i crociati, purtroppo, vedono la parola fine. Era aspettato, è vero, ma ci si è sempre sperato, non ci resta che onorare queste ultime gare; per i tifosi, anche se assenti (ma solo fisicamente), per la città, per una maglia che merita di essere rispettata. La storia crociata, sono sicura, non terminerà qua: si ripartirà, speriamo con il pubblico, dalla serie cadetta. Ilaria Mazzoni

13 pensieri riguardo “TORINO-PARMA 1-0, GIALLOBLU RETROCESSI IN B / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 3 Maggio 2021 in 20:45
    Permalink

    Forza Parma

  • 3 Maggio 2021 in 20:50
    Permalink

    Ce la faremo a salvare la dignità?

  • 3 Maggio 2021 in 21:18
    Permalink

    Carli nel solito farneticare, ha detto una cosa interessante e da sottolineare. Che richiede una riflessione nelle prossime settimane, anche se, chi non aveva l’anello al naso già lo intuiva “negli anni scorsi erano stati fatto investimenti importanti..lui è arrivato e li ha pagati”. Lui li ha pagati…Che penso inizi a sgombrare un po’ di nubi e a chiarire un bel po’ di cose sulla precedente gestione.

    • 3 Maggio 2021 in 22:47
      Permalink

      Esatto. Lui (e non loro) li ha pagati. Anche se resto convinto che loro abbiano agevolato i rapporti con c.d.r Parma e istituzioni. Anche perché diversamente, qualcuno finiva dritto davanti al G.D.del tribunale.
      Finalmente abbiamo l’ufficialità della serie B. Così finisco di sentire quelle frasi fatte del tipo ci crediamo ancora, lotteremo fino all’ultimo o mio padre è rimasto chiuso nell’autolavaggio e il gomito fa contatto col piede.

  • 3 Maggio 2021 in 21:31
    Permalink

    Partita oltre l’imbarazzante.

  • 3 Maggio 2021 in 21:36
    Permalink

    Brillantissima uscita di Sepe… si ride per non piangere

  • 3 Maggio 2021 in 22:11
    Permalink

    Di questa squadra si salvano giusto un 2/3, il resto è penoso e senza dignità. Manco in C giocherebbero certi.

  • 3 Maggio 2021 in 22:14
    Permalink

    Qualcuno ha il cellulare di Pezzella? Riuscite ad avvisarlo che 3 metri dietro di lui ci sarebbe l’uomo da marcare? Grazie

  • 3 Maggio 2021 in 22:16
    Permalink

    Grande Sepe aveva ragione il tuo procuratore anche stasera hai dimostrato che il Parma ti sta stretto

  • 3 Maggio 2021 in 22:37
    Permalink

    Finalmente è finito questo calvario. Ora piazza pulita, iniziando con il non pagarli fino a fine stagione. Indegni.

  • 3 Maggio 2021 in 22:44
    Permalink

    ooooh là…. fnì la mesà fnì il candeli. Non se ne poteva più.
    Reset totale, rifondazione completa, tabula rasa.
    Ma questa basa lascerà segni profondi, non dimenticheremo in fretta quello che abbiamo visto. Il peggior Parma di sempre, di tutte le categorie. Già immagino l’anno prossimo, saremo tutti iper-critici, alla prima sconfitta tireremo in ballo quest’annata maledetta.
    Personalmente salvo i rumeni e Kucka per l’impegno. Gli altri vanno bene per un torneo parrocchiale.
    Unica consolazione: ci sarà un derby… da vincere, spieghiamolo già da adesso a KK di che si tratta.

  • 3 Maggio 2021 in 22:58
    Permalink

    Senza un fischio o un vaffa è stata comoda la vita. Comunque un bel grazie a Ferrari e tutto Nuovo Inizio. Ancora una volta l’imprenditoria locale si è palesata per quello che è.

  • 3 Maggio 2021 in 23:00
    Permalink

    Ma stasera per noi tifosi cosa avremmo preteso? Impegno? Ma si, hanno giusto messo quello anche perché hanno poco altro.
    Avremmo preteso almeno vedere qualche tiro giusto per darci una piccola soddisfazione,provare a fare gol, ma allora perché le sostituzioni sono arrivate un secolo dopo il gol subito? Ci accontenteremmo di poco…tanto ormai…
    In B spero proprio di non vedere 25 trentesimi di questa rosa a Collecchio e neanche l’ombra di questo staff.

I commenti sono chiusi.