TUTTO PARMA E… CHIESA / FINALMENTE SI PUO’ GUARDARE AVANTI

(Carlo Chiesa) – L’agonia è finita. Cala il sipario sul peggior campionato della storia del Parma in Serie A e il finale più consono non poteva che essere il 3 a 0 subito a Genova, per una squadra che ha dimostrato ancora una volta di non avere né dignità, né il minimo orgoglio di porre fine almeno al filotto di 8 sconfitte consecutive, diventate 9 con quella contro i blucerchiati. Finalmente si può guardare avanti. Finalmente è finita per i tifosi quella sgradevole e inusuale sensazione di totale indifferenza alla vigilia delle partite della loro amata squadra e l’affronto (per non dire vergogna) di vedere una squadra senza attributi prendere schiaffoni praticamente da tutti gli avversari del torneo e chiudere in una miserabile ultima posizione caratterizzata dal minor numero di punti conquistati di sempre (peggio ancora dell’anno del fallimento: 20 contro 26), da 24 sconfitte in 38 gare, da ben 83 reti subite e da 41 giocatori impiegati (quasi due rose complete), fra i quali è veramente complicato trovarne qualcuno a cui regalare una risicata sufficienza. Un vero e proprio disastro sportivo, nato appena terminato il campionato scorso per colpa di alcune scelte scellerate e di nuove strategie sbagliate nei tempi e nei modi e proseguito ancora peggio da errori in fase di mercato di riparazione, che nulla ha riparato, e da un Presidente entusiasta, ma inesperto, senza il giusto polso verso la squadra e accentratore oltre ogni limite.

Anche la stagione dell’ultima retrocessione (quella del fallimento tanto per intenderci) terminò a Genova contro la “gemellata” Sampdoria. Allora fu un pareggio per 2 a 2 che, oltre a testimoniare la differenza di atteggiamento della squadra di allora rispetto all’attuale, segnò la fine di una triste storia e l’inizio di un’entusiasmante cavalcata in risalita, grazie alle tre mitiche promozioni consecutive. Dovessimo basarci su corsi e ricorsi storici saremmo quindi in una botte di ferro, ma purtroppo nel calcio, come nella vita, contano in assoluto più i fatti che le cabale. Bene ricordare quindi che dal punto di vista societario la situazione di oggi è decisamente più solida e definita. Allora le incognite sul futuro erano molteplici. Al contrario, quest’anno la Società sta prendendo forma con professionisti esperti e capaci. Questo è senza dubbio il primo punto fermo del nuovo capitolo, ma tutto il resto non è meno importante.

A partire dall’allenatore. La gara contro la Sampdoria potrebbe aver sancito uno scambio di Mister, auspicato da gran parte della tifoseria Crociata. D’Aversa, non esente da colpe nell’inaspettata miseria di punti conquistati dal suo arrivo e nella poco convincente gestione della squadra, sembra avvicinarsi alla panchina blucerchiata, mentre per Ranieri potrebbero aprirsi le porte dello spogliatoio gialloblù. E qui si apre il dibattito: puntare su un giovane tecnico emergente (Juric, Italiano, Zanetti, Dionisi o addirittura Cannavaro), difficile da strappare alle rispettive squadre e comunque non senza un esborso importante di quattrini, o su una vecchia volpe del calcio e della categoria, esperto in promozioni o successi di vario genere (Ranieri, per l’appunto, o ad esempio Iachini, con 4 promozioni all’attivo nella massima serie, Corini, Stroppa o altri)? Gli indizi finora sembrano tutti propendere per la prima ipotesi, con la speranza, ma sembra un’ipotesi fortunatamente scongiurata, che la passione già manifestata del Presidente per l’esterofilia non lo porti a puntare verso qualche scommessa straniera piena zeppa di punti interrogativi.

E infine la squadra. Da chi ricominciare? Alcuni “eroi” di questa pessima stagione dovranno essere venduti per fare cassa (Sepe, Osorio, Pezzella, Kurtic, Hernani, Cornelius, che dovrà prima essere riscattato, e Kucka, a patto che non sia invogliato, da capitano, a guidare la riscossa e a fare da chioccia alla linea verde Crociata), alcuni giovani sono da tenere (Karamoh, che in B più che in A può far valere il suo talento, Man, Mihaila, Dierckx, Balogh, Valenti, Zagaritis, che merita una chance dopo gli sprazzi positivi contro la Samp) e alcuni esperti da confermare (Laurini, Brugman, Grassi con Iacoponi e Gagliolo a patto che rimangano con voglia ed entusiasmo). E poi nuovi acquisti abituati alla durezza e all’agonismo della serie cadetta. Fondamentale sarà creare soprattutto un’ossatura centrale solida ed affidabile con un valido nuovo portiere, un difensore centrale esperto che possa tenere a bada e far crescere il manipolo di valenti (aggettivo e non Lautaro) giovani difensori, Brugman come direttore d’orchestra in mezzo al campo e una punta prolifica da doppia cifra, di quelle che in area di rigore si sanno far valere (Coda, Donnarumma, Simy, N’Zola, Lapadula, Mancuso, Forte…), in attesa di capire che ne sarà di Roberto Inglese.

E speriamo, infine, che ci sia un occhio di riguardo anche a quella “parmigianità” che piace tanto ai tifosi, pronti, dal canto loro, a ripopolare gli stadi, capace di ricucire in qualsiasi momento il loro malcontento, ma anche di esaltarne la passione. Perderla sarebbe un peccato. Decidere di non fare affidamento sull’apporto del carisma e della capacità di un parmigiano acquisito come Alessandro Lucarelli, o addirittura su un clamoroso ritorno in società di Sandro Melli, non porterebbe vantaggi a nessuno. Carlo Chiesa

Stadio Tardini

Stadio Tardini

7 pensieri riguardo “TUTTO PARMA E… CHIESA / FINALMENTE SI PUO’ GUARDARE AVANTI

  • 24 Maggio 2021 in 09:26
    Permalink

    Ranieri da prendere al volo e da annunciare entro questa settimana prima che se lo piglino altri. Vai Krause!

  • 24 Maggio 2021 in 09:30
    Permalink

    Piazza pulita. Lucarelli faccia la fine di Carli, Inglese, Sepe, il giostraio, lo sloveno, il saltimbanco (non quello vero) ma Karamoh, Alves, Busi, Cyprien, Sohm, Pezzella, Cornelius, Iacoponi, Valenti, Brunetta. Fuori dai maroni. E si che torni Melli lui si scartato senza motivo come un brutto male dai 7 fenomeni.

    • 24 Maggio 2021 in 12:26
      Permalink

      Mi stavo chiedendo se siete stati invitati alla conferenza stampa, perché senza il vs parere illuminante penso che il PARMA CALCIO non possa andare avanti.

  • 24 Maggio 2021 in 10:57
    Permalink

    Ranieri non verrà. Impossibile viste le tempistiche da lui indette. Si è preso tempo fino al 1 Luglio (e giustamente mi verrebbe da dire vista la sua annata). Ed il Parma non può permettersi di attenderlo, ammesso che lui volesse anche solo ipotizzare di venire qui. Piedi ben saldi al terreno dunque e vediamo quali nomi papabili possono essere fattibili.

    Juric no, andrà al Toro.

    Inzaghi nì, nel senso che anche il Monza del Berlu lo tenta. Non sarebbe secondo me una scelta corretta ma il profilo di ex frequentazioni rossonere che si sta creando qui potrebbe metterlo in pole position.

    Italiano: no, credo rimarrà a Spezia oppure opterà per il Sassuolo. idea intrigante ma al tempo stesso rischiosa.

    Stroppa: Potrebbe essere un nome, sempre per le ex frequentazioni rossonere ma Krause ha parlato di allenatore con profilo internazionale, pertanto mi sentirei di escluderlo.

    A questo punto chi rimane? O una sorpresa dall’estero (Stankovic?) o una dall’Italia ancora non nominata come papabile come uno Zanetti che sta facendo benissimo?.

    Altri nomi ma stavolta fantascientifici: Benitez, Spalletti, o Espìrito Santo (gran bella scelta).
    Tralascerei gente come Cannavaro, Nesta, Grosso e grossomodo tutta la nazionale del 2006.

    Sono curioso, perchè da questa scelta si delineerà davvero la linea della società. Mi auguro scelgano con molta saggezza stavolta.

    Nel frattempo Liverani sembra vada a rescindere.

    • 24 Maggio 2021 in 11:57
      Permalink

      Ottima analisi. Penso che si andrà verso un profilo di allenatore che possa aprire un ciclo, un po come fu all’epoca Scala. Non penso Ranieri (purtroppo) perchè anagraficamente non adatto.
      Non applicherei agli allenatori i discorsi che si fanno ai giocatori circa la categoria. L’allenatore non ha una carriera breve come un calciatore che privilegia la possibilità di giocare subito in A, l’allenatore è più attento ad un progetto di lungo respiro oltre che ad un buon stipendio (e le risorse finanziarie per fortuna al Parma non mancano!!).
      Per cui non escluderei le piste Italiano e Juric. L’identikit potrebbe essere di un allenatore più giochista che attendista e non penso prenderanno una figura di primo pelo, ma sarà qualcuno che ha già fatto la B e magari ha già ottenuto la promozione in A (es. Stroppa).
      Penso che verrà fatta una squadra competitiva di giocatori primariamente giovani e di proprietà senza avere l’ansia della risalita a tutti i costi… torneremo molto presto in A per starci strutturalmente e tornare anche in Europa ma occorre farlo quando saremo pronti e tutti i meccanismi funzioneranno in modo perfetto.
      Sempre e solo forza Parma

  • 24 Maggio 2021 in 14:23
    Permalink

    Forse la conferenza di questo pomeriggio farà un po’ di chiarezza ma non so se potranno già annunciare il nuovo allenatore, secondo me sarà molto difficile per una serie di motivi. Primo tra tutti che il campionato è terminato ieri e tutti o quasi sono ancora ufficialmente vincolati ai “vecchi contratti”. Si stanno facendo tanti nomi, ma credo che Ribalta e co. abbiano già scelto il nuovo allenatore, o comunque individuato un paio di profili su cui puntare. Mi piacerebbe molto che arrivasse Ranieri, come allenatore è indiscutibile, è un professionista serio e una persona educata e intelligente. Ha esperienza nazionale e internazionale, con giovani e meno giovani…insomma mi pare il profilo ideale, se non fosse che ha 70 anni, ma credo che non abbia senso escludere a priori un mister di questa caratura per l’età. Come a dire che uno non vorrebbe un Capello o un Lippi nonostante l’età… Degli altri mi piace Juric, anche Italiano, ma quest’ultimo lo vedo comunque come una meza scommessa. Non credo arriverà uno straniero che non ha mai allenato in Italia, ma niente è impossibile. L’importante è che l’allenatore sia scelto nei tempi giusti perché bisogna partire a razzo con la costruzione da zero della squadra e senza mister non è possibile. Comunque, penso che nel giro di una decina di giorni al massimo sapremo tutto. Chiudo dicendo che la notizia degli allontanamenti di D’Aversa e di Carli siano forse le uniche notizie positive degli ultimi 10 mesi…

  • 24 Maggio 2021 in 16:01
    Permalink

    Concordo con Espirito Santo…(in fondo ne abbiamo bisogno no?) Appena ho saputo che ha rescisso coi Wolves me lo sono immaginato qui da noi.
    Ingaggio 4 mln …ma quanti ne abbiamo buttati inutilmente?
    Pro… Tante cose
    Valorizza i giovani
    Giocano bene davvero
    Sa l’inglese
    Umile
    Libero.
    Quando hai ottimi giocatori ed un gioco funzionale non credo serva conoscere la B a menadito…scusate la mia fantasia innata..ma chissà..un giorno..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI