IL COLUMNIST di Luca Russo / AGLI OCCHI DEI BOOKMAKERS IL PARMA E’ LA GRANDE FAVORITA PER LA PROMOZIONE

(Luca Russo) – La sconfitta col Bochum difficilmente potrà ridimensionare le ambizioni, legittime, del Parma. Che agli occhi dei bookmakers resta la grande favorita per la promozione diretta. Secondo alcune stime, i Crociati hanno il 30% di possibilità di ritornare immediatamente in massima serie, seguiti dal Monza col 20%, dal Benevento al 15% e da Brescia e Lecce col 10%. La voce altro non supera il 15%. Buone notizie per Maresca, che in realtà di buone notizie ne ha raccolte già mercoledì sul campo contro il Bochum a dispetto della sconfitta che ha macchiato la seconda uscita stagionale dei gialloblù. Uno 0-1 firmato dall’ex Chibsah che non rispecchia quanto si è visto nel corso dei novanta minuti. Il Parma è apparso sul pezzo sia in fase di contenimento che in quella di costruzione, ma ha convinto un po’ meno davanti alla porta avversaria, dove ha sprecato la pur notevole mole di gioco prodotta con geometrie da formazione che si potrebbe definire ampiamente pronta per affrontare le insidie della cadetteria. Nulla che non si possa risolvere con un colpo di mercato che vada a rinforzare il reparto d’attacco. Non a caso Maresca a fine gara è apparso parecchio soddisfatto dell’andamento del match. E del resto non gli si può dar torto, perché i Ducali hanno bene impressionato sotto diversi punti di vista. Sul piano fisico hanno retto fino al triplice fischio, nonostante avessero di fronte una rivale che non più tardi dello scorso fine settimana è riuscita a superare per 3-1 il Borussia Dortmund, il tutto nell’ambito di un incontro in cui sono stati in grado di esercitare un pressing pressoché costante, capacità, questa, affinata grazie ai carichi di lavoro che si stanno sostenendo in quel di Castelrotto. L’altro aspetto incoraggiante è che i ragazzi hanno già iniziato a realizzare in partita ciò che provano durante le sedute di allenamento, tanta roba se si considera che a questo punto della stagione portare a casa il risultato non è importante come il mostrare una seppur parziale chimica di squadra. Buone sensazioni sono giunte anche dal ricorso ai giovani: l’averne schierati tanti non ha influito sulla fluidità delle trame offensive e dei movimenti difensivi, segno che tutti sono perfettamente sintonizzati sugli insegnamenti del tecnico. L’unica insufficienza di giornata se l’è “guadagnata” il cosiddetto senso del gol. Per adesso il Parma sembra averne non tanto, ma Maresca è consapevole che a Luglio l’importante è crearle determinate situazioni, perché quando conteranno le reti arriveranno. Magari se ne potrebbe vedere qualcuna in più sabato contro il Trento nella terza amichevole che chiuderà la prima fase del precampionato. Giocando come col Bochum sarà improbabile restare a digiuno. Luca Russo

31 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / AGLI OCCHI DEI BOOKMAKERS IL PARMA E’ LA GRANDE FAVORITA PER LA PROMOZIONE

  • 23 Luglio 2021 in 08:52
    Permalink

    Comunque ormai è ora che su Vazquez la società faccia chiarezza. Cugino, zio, cane o gatto che sia il problema a noi non ce ne frega una mazza o altrimenti dovremmo preoccuparci del parentado di tutti. Come si sa quella roba là marrone più la mesda e più spussa. Anche perché nel caso è necessario individuare un altro profilo all’altezza.

    • 23 Luglio 2021 in 15:50
      Permalink

      Allora le solite voci ben informate che pero’ non possono rendere pubblici i commenti, sostengono che il Parma sia d’accordo col giocatore per non fargli fare il ritiro. Lui non ne aveva lacuna voglia e il Parma ha accettato.
      Poi si tratta solo di voci di giornalisti che pur lavorando per quotidiani locali e non, non scrivono queste cose

      • 23 Luglio 2021 in 17:33
        Permalink

        Anche Bernabè e Zagaritis che erano in lista per il ritiro non avevano voglia di farlo o farloc?

        • 23 Luglio 2021 in 18:19
          Permalink

          No erano all’estero a Milano e in Sardegna a osservare un periodo di quarantena.
          Se va da Libraccio qualche libro di geografia usato per le elemetari lo trova in offerta

          • 23 Luglio 2021 in 19:13
            Permalink

            Io non capisco perché questi giornalisti ben informati, non fanno degli articoli facendo nomi e cognomi, questa sarebbe fare buon informazione, invece di bisbigliare alle orecchie dei creduloni, comunque su Bernabè e Zagaritis gola profonda ha detto niente?

          • 23 Luglio 2021 in 23:57
            Permalink

            La gola profonda ritiene che per bernabe’ ci siano problemi fisici. Si parla di problemi alla schiena. Sul perché non scriva articoli su quotidiani non so proprio. E non sono per niente credulone. Tra Parma e Vazquez c’è un accordo per saltare il ritiro in Trentino. Poi i motivi veri li conoscono loro e se vorranno li diranno. Ad oggi non è prevista alcuna risoluzione di contratto.
            Detto ciò , le referenze calcistiche su bernabe’ sono ottime. E anche zagaritis non è affatto male. Ma nessuno mi ha detto perché arrivi dopo.

  • 23 Luglio 2021 in 12:22
    Permalink

    Non cominciamo a portare sfiga!

  • 23 Luglio 2021 in 12:52
    Permalink

    A quanto pare il buon Tutino preferisce la Salernitana. Beh ci può stare.
    Credo sia ora comunque che i profili calcistici sotto l’egida di tal procuratore fossero accantonati.
    Cerchiamo chi davvero vuole sudarsela e ha rispetto per questa maglia. Ovviamente il discorso vale per tutti i nuovi acquisti non ancora presenti in ritiro.
    La società sta lavorando sotto traccia. Speriamo escano prima di tutto gli esuberi e che poi si pensi a sistemare i vari reparti.
    Qualcuno ha notizie su eventuali aperture degli stadi ed eventualissime campagne abbonamenti?

    • 23 Luglio 2021 in 18:53
      Permalink

      Ciao Nolan …
      Sembra che e’ ancora vivo Tutino per Parma …vediamo in questi giorni

      • 24 Luglio 2021 in 00:33
        Permalink

        Tutino al Parma non va bene
        Il suo valore è, a essere molto ma molto ottimisti, è sui 4 milioni non un euro in piu’
        De Laurentis ne vuole 10.
        Ci vuole fregare ancora una volta.
        Lo ha fatto con Sepe con Grassi, con Inglese e ora vuole fregarci con Tutino che oltre tutto verrebbe da noi molto malvolentieri.
        Se ne stia a Salerno
        Noi siamo
        LA JUVENTUS DELLA SERIE B.
        grazie al divino KRAUSE e
        questo presidente non abbocca l’amo avvelenato di De Laurentis

  • 23 Luglio 2021 in 13:03
    Permalink

    Ma se come puntualmente ci informa la Rudarola con quotidiana e zelante puntualità l’indice erreti “schizza” e la variante Delta che essendo indiana e abituata alla calura asfissiante di Mumbai e Bangalore “circola” anche in estate (quella inglese preferiva le serate uggiose autunnali) che senso ha che il Regime preveda l’apertura degli stadi al popolo? Anche con il “grin pas” quando la oscura “Cabina di Regia” cambia il colore in giallo e poi in arancione allo stadio non si può andare. Stadi e balere si sa non piacciono ai serissimi e grigi membri del Politburo sanitario e a Cartabellotta quindi non sarebbe meglio dire già al popolino che dovranno accontentarsi temo per sempre di Scai e Dazon? D’altra parte con gente che muore negli ospedali non si può parlare di calcio consoliamoci con una campagna delle tomacche che mi dicono avrà numeri da capogiro, tanto che il re della tomacca sembra che crepi l’avarizia donerà un filare di platani al miglio green dei catarrai.

  • 23 Luglio 2021 in 14:57
    Permalink

    “Ma Vazquez ha rescisso” , nuovo tormentone dell’estate.

    • 24 Luglio 2021 in 15:35
      Permalink

      Ma non dire cazzate.
      Rescisseti te

  • 23 Luglio 2021 in 16:42
    Permalink

    Ma la vogliamo finire di vendere fumo alla gente? Ma favorita cosa?
    Siamo un cantiere aperto con ragazzini della primavera con un allenatore “vergine” alla prima esperienza importante in carriera.
    Ad oggi, abbiamo il peggior attacco della Serie B in termini di realizzazioni fatte.

    E saremmo i favoriti?
    Ma per favore……smettiamola di leccare il culo alla società e scriviamo articoli seri per carità!

    • 23 Luglio 2021 in 17:57
      Permalink

      Intervengo in veste di direttore: non abbiamo alcun motivo di “leccare il culo alla società”, né abbiamo espresso una nostra opinione. L’autore dell’articolo, infatti, ha riportato il parere dei bookmakers che, come noto, sono piuttosto esperti in materia. Poi come costoro possano aver maturato questo convincimento non saprei proprio. Ma dovendo scegliere un titolo dall’elaborato del Columnist mi sembrava quello più azzeccato, perché più nuovo, a 48 ore mica potevamo titolare di nuovo sulla amichevole.

      • 23 Luglio 2021 in 18:24
        Permalink

        Nel 2008 eravamo favoritissimi con , a detta dei giornali, i migliori giocatori della B. Alla sesta giornata fu mandato via Cagni e Guidolin fece un miracolo partendo da due pareggi contro Modena e Treviso.
        Tutto questo battage mediatico e’ pericoloso e mette tranquille le squadre tipo Vicenza, Lecce, Benevento, Crotone , Cremonese, Pisa, Cittadella di cui nessuno parla e magari faranno meglio di noi.
        Quando retrocedi vuol dire che i tuoi giocatori non sono cosi’ forti.

        • 23 Luglio 2021 in 18:43
          Permalink

          Non entro nel dibattito perché non mi compete: specificavo solo al lettore il motivo per cui avevamo evidenziato il parere dei bookmakers

      • 23 Luglio 2021 in 21:12
        Permalink

        Ringrazio il direttore per la precisazione, e ci tengo anche io a precisare che con il termine poco educato di “leccare il culo” non intendevo accusare in particolare questa testata e nemmeno direttamente l’autore dell’articolo. Quanto piuttosto stigmatizzare un atteggiamento mediatico generalizzato dell’ambiente Parma che mi sembra troppo esaltato dai grandi nomi (?) senza badare alla sostanza di quella che è la realtà al 23 di luglio.
        Non vorrei che qualcuno faccia troppi voli pindarici solo perché è tornato Buffon, ad oggi la squadra ammazza campionato non c’è.
        Piedi per terra e lavorare, perché la strada è decisamente lunga e in salita, altro che favoriti….

        Con sincera stima, i miei saluti e sempre Forza Parma.

  • 23 Luglio 2021 in 21:11
    Permalink

    Di Bernabé non frega una mazza a nessuno essendo un altro Zagaridis ovvero acquisti inutili presi a strascico. Vazquez è ben diverso essendo in teoria il pezzo pregiato del mercato. Se non fa il ritiro va benissimo basta dirlo.

    • 24 Luglio 2021 in 08:13
      Permalink

      Dopo aver sentito le motivazioni dell’acquisto di Bernabè da parte di Maresca, che lo conosce bene e del modo in cui lo impiegherebbe e visto le prime due amichevoli, direi che non è un acquisto marginale, il ruolo che partendo da terzino sinistro sale affiancando i centrocampisti centrali per impostare l’azione, ricoperto da Vaglica e da Sohm sull’altra fascia in amichevole, richiede capacità tecniche a svolgere entrambe le fasi equilibrio e acume tattico, mentre i restanti 3 difensori centrali, rimangono più bloccati sulla fase difensiva. Dato che Pezzella è in vendita e non è dato sapere di interessamenti per terzini sinistri, mi sembra logico pensare che per quel ruolo se la giocano i tre ragazzini.

  • 23 Luglio 2021 in 21:46
    Permalink

    Attaccante che serve come il pane. Un ragazzino polacco e un decrepito fuori da quasi un anno non sono sufficienti.

  • 23 Luglio 2021 in 22:01
    Permalink

    Comunque si è risolto il mistero Vazquez. Per immergersi al 100% nel mood del nostro Territorio e sentirsi pramzano fino in fondo sta svolgendo come stagionale la campagna delle tomacche in zona Fontanellato per Mansueto, dopo di che passerà ai campi del Re della tomacca di Via Traversetolo. Si unirà al gruppo a campagna finita, “impennata dei contagi” permettendo come ricorda la Rudarola corredando il sempre funereo titolo con un’immagine che oggi mi risulta oscura, qualcuno suggerisce sia “l’ rna della proteina Spike del 🦠 “. Eh si vede che i lettori della Rudarola sono cambiati avrei voluto vedere mia nonna alle prese con le proteine Spike e l’Rna.

  • 23 Luglio 2021 in 22:11
    Permalink

    I bucmecher di luca russo, sono come il coniglio harvey, li vede solo lui

  • 23 Luglio 2021 in 22:23
    Permalink

    I bookmakers avranno mezzi per fare valutazioni approfondite e verosimili, io ad oggi vedo una banda di discreti ragazzini, un’altra di over in vendita da due anni invendibile, che un po’ prego rimanga perché ok far crescere i giovani per rivenderli, ma un conto è schierare Bastoni, un altro Diercx che il campionato scorso, con tutte le attenuanti dell’età, nelle ultime partite ha fatto goffi errori gravissimi ogni partita, non infierisco con Busi, quel polacco o altri che sembrano sì ne no adeguati come tappabuchi in primavera, per vincere i campionati ci vuole continuità e stabilità mentale, carattere, esperienza e mentalità vincente per continuare a macinare punti in ogni condizione, l’allenatore che come Liverani l’anno scorso, ha già detto alla prima conferenza che le sue idee necessitano di molto tempo per essere comprese ed applicate dai calciatori, ha anche detto molto umilmente che anche Bielsa ci ha messo due anni per essere promosso e che in Italia sarà difficile fare accettare alla gente il suo modo di giocare. Ecco su questi due punti vorrei scrivere qualcosa, Maresca non è Bielsa e il Parma è in Italia, parliamo di persone e campionati diversi, sul fatto che siamo arretrati e quindi non accetteremo facilmente il suo gioco mi sembra anche questo un mettere le mani avanti, a Parma abbiamo visto da Zeman negli anni 80 a Sacchi fino a cose grezze tipo Apolloni e chi più ne ha più ne metta, in due amichevoli abbiamo capito come schiera i giocatori, non mi sembra niente di incomprensibile e inaccettabile, se nelle prime 5 partite fa un punto e prende 11 gol spero che non saremo noi a dover passare per retrogradi che non comprendono le evoluzioni, Maresca a prescindere dal sistema di gioco e dai moduli deve fare punti per essere riconosciuto nel suo lavoro, il resto rimangono chiacchiere, ad ora io vedo una rosa tipo l’anno scorso ma ancora più sperimentale, vedremo come si evolverà il mercato di Oliver.

  • 23 Luglio 2021 in 23:03
    Permalink

    Il Parma è una delle pochissime società che può permettersi di operare sul mercato senza patemi. Fino ad ora ha fatto acquisti mirati di tutto rispetto e di sicuro ci sono altri giocatori interessanti che possono arrivare. Diversi giocatori che l’anno scorso hanno reso sotto la sufficienza hanno le qualità per riprendersi. C’è una nuova conduzione tecnica ed un ambiente sostanzialmente cambiato dove possono tornare ai loro livelli. Non capisco tutto il disfattismo che si legge nei commenti, dopo due amichevoli di fine luglio sembra che il Parma sia sull’orlo della C.

    • 24 Luglio 2021 in 11:19
      Permalink

      Infatti parlare di serie C è eccessivo. Non puoi nemmeno parlare di A. Mettiamola così resta kucka, inglese sta bene e gioca, arriva una punta da 20 gol, prendi due difensori forti esperti e di categoria, Vazquez man e mihaila giocano e stanno bene, allora puoi giocare per salire. Ora sei in mezzo al nulla cosmico.

      • 24 Luglio 2021 in 17:02
        Permalink

        I bookmakers ci danno favoriti per la promozione in Serie A già nella situazione attuale. Ricordiamo tutti che l’anno scorso ci inserirono tra le candidate a retrocedere e purtroppo per noi ( io non lo credevo possibile ) ci presero. Visto che fare pronostici è il loro mestiere, il loro parere è significativo. La società ha dichiarato che ci saranno nuovi giocatori in entrata, il tecnico ha appena preso in mano la squadra e sta valutando dove c’è bisogno di intervenire.
        Il mercato è ancora lungo e c’è tutto il tempo per completare l’organico.

  • 24 Luglio 2021 in 13:25
    Permalink

    Fanno una nuova categoria tra la C di Como e la B di Benevento quindi siamo tranquilli

    • 24 Luglio 2021 in 17:16
      Permalink

      Ricordo a tutti che i bookmakers lo scorso anno ci davano per favoriti alla retrocessione, con il giudizio di un allenatore troppo spregiudicato per una rosa troppo folta di giovani scommesse…

      ….ritengo anche io che La Rosa attuale non sia ancora da ammazza campionato, ma speriamo che le grandi agenzie non abbiano torto

  • 24 Luglio 2021 in 17:08
    Permalink

    Dopo il “nuovo balzo dei contagi” prego in tutte le lingue che la Rudarola ci dispensi almeno dal servizio/articolessa sul calendario. Con corredo di “sono tutte partite difficili” da un lato e “tanto prima o poi bisogna affrontarle tutte” dall’altro. Non potrei reggerlo spero che in Via Mantova abbiano pietà.

  • 27 Luglio 2021 in 19:52
    Permalink

    Ma co eni chi “buchmecher” lì? In do stani?
    I faran un dirigent dal Perma “buchmechermanager’

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI