IL COLUMNIST di Luca Russo / NELLA PRIMA SI E’ GIA’ INTRAVVISTA L’IDEA DI CALCIO DI MARESCA

(Luca Russo) – Se la promozione fosse solo una questione di entusiasmo, il Parma sarebbe già certo di essere in massima serie ancor prima di iniziare il campionato di B che si spera possa restituirlo alla categoria che gli compete: quella più alta, appunto. Entusiasmo che sabato, in occasione della prima uscita stagionale dei Crociati al Laranza contro lo Stegen Stegona, si è manifestato nel modo più semplice e visibile: facendo la tara al momento storico che stiamo vivendo, sono stati tantissimi i tifosi gialloblu che hanno scelto di seguire la gara che il Parma ha vinto per 2-0 grazie alle reti messe a segno da Brunetta e Brugman. Un match buono soprattutto per riprendere gradualmente confidenza col clima partita. Troppe, infatti, le assenze tra le fila ducali per poter trarre, dai 90 minuti andati in scena sabato, indicazioni tattiche utili. Per lo spettacolo, la velocità e il possesso palla desiderati da Maresca i tempi ovviamente non sono ancora maturi. Il tecnico a fine incontro è comunque apparso moderatamente soddisfatto per quanto i suoi uomini hanno espresso sul rettangolo di gioco. I carichi di lavoro della prima settimana di ritiro e un avversario compatto in grado di chiudere qualsiasi spazio hanno posto non poche difficoltà sulla strada del Parma nei primi novanta minuti della stagione dell’auspicabile rilancio, ma qualcosa di buono si è visto. Quando hanno compiuto i movimenti giusti, i gialloblu sono riusciti a rendersi pericolosi e a far intravedere, sia pure timidamente, l’idea di calcio che dovrebbero portare in scena nel corso dell’annata che è appena iniziata. Convincenti le prestazioni di Sohm e Brunetta, determinante il contributo di Brugman che conferma una volta di più come in mezzo al campo sia essenziale poter contare su un uomo che sappia palleggiare e dettare il ritmo della manovra. E con la presenza di un attaccante puro capace di far reparto quasi da solo la sensazione è che questa squadra, per come è stata costruita, possa avere molte frecce al suo arco e dunque esprimere tutto il potenziale di cui dispone. In tal senso va riconosciuto alla società il merito di aver operato intelligentemente sul mercato e consegnato a Maresca una rosa di fatto già in grado di ambire alle posizioni di vertice. Manca ancora qualcosina e bisognerà lavorare bene anche in uscita, ma il grosso è stato fatto ed ha tutta l’aria di essere di buona qualità. Luca Russo

2 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / NELLA PRIMA SI E’ GIA’ INTRAVVISTA L’IDEA DI CALCIO DI MARESCA

  • 19 Luglio 2021 in 08:10
    Permalink

    Si es solamente la primera dia …. Vero Luca …Te digo para mi …tiene muy buena pinta ..
    Forza La Nuova Parma

  • 19 Luglio 2021 in 20:20
    Permalink

    Si, qualcosa si inizia ad intravvedere. Sicuramente un gioco meno statico e posizionale di quello daversiano.

I commenti sono chiusi.