VOLEVO NASCONDERMI, GRANDE SUCCESSO A SUZZARA PER LA PROIEZIONE CON GLI ATTORI LOCALI MANFREDINI, ROSSI E MAJO (VIDEO E FOTOGALLERY)

SUZZARA – Nonostante la defezione in extremis di Andrea Gherpelli (il “Mozzali” del film), trattenuto sul set romano di un thriller d’autore metallico, è stata un successone la serata evento dedicata a Volevo Nascondermi, il pluripremiato capolavoro griffato da Giorgio Diritti con un superlativo Elio Germano nei panni dello stravagante quanto geniale artista Antonio Ligabue, andata in scena ieri sera, Lunedì 19 Luglio 2021 nel cortile della Immacolata di Suzzara (MN), grazie all’organizzazione del locale Cinema Politeama: con il loro entusiasmo, spontaneità e simpatia, infatti, gli attori locali – erano presenti le reggiane Daniela Rossi, locandiera mamma di Cesarina, interpretata da Francesca Manfredini e il parmigiano Gabriele Majo, celebre per il tormentone “Ma lei sa fare solo delle bestie?”, inserito nel primo trailer ufficiale – hanno trascinato il folto pubblico presente, sia nella introduzione alla visione della pellicola che nel seguitissimo dibattito finale, stimolato dalla padrona di casa Chiara Sgarbi. Il racconto di persone normali del territorio che ce l’hanno fatta a prender parte a un’opera fresca vincitrice di ben 7 David di Donatello  (Miglior Film, Miglior Attore Protagonista, Miglior Regia, Miglior Fotografia, Miglior Scenografo, Miglior Suono, Miglior Acconciatoreaggiuntisi all’Orso d’Argento al Festival del cinema di Berlino ad Elio Germano e al Nastro d’Argento, ha stimolato la curiosità dei presenti, affascinati dal sentirne, direttamente dalla loro viva voce, le gesta.

I VIDEO DELLA SERATA

INTRODUZIONE (INTEGRALE)

INTERVENTO DI DANIELA ROSSI (LOCANDIERA MAMMA DI CESARINA)

DIBATTITO FINALE CON FRANCESCA MANFREDINI (CESARINA) E GABRIELE MAJO (MECENATE PADRONE DEL CASTELLO DI PADERNELLO)

FOTOGALLERY

 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

VOLEVO NASCONDERMI, CON MAJO E GLI “ATTORI LOCALI”, ARRIVA A SUZZARA (LUNEDI 19 LUGLIO ALLE 21.30)

VOLEVO NASCONDERMI ANCORA AL CINE D’AZEGLIO GIOVEDI 27 MAGGIO, MARTEDI 1 E MERCOLEDI 2 GIUGNO. IL VIDEO DELL’INCONTRO CON GABRIELE MAJO E FRANCESCA MANFREDINI

AL D’AZEGLIO “VOLEVO NASCONDERMI”. GIOVEDI 20 PROIEZIONE PRECEDUTA DA UN INCONTRO CON GABRIELE MAJO E FRANCESCA MANFREDINI (CESARINA)

VOLEVO NASCONDERMI, TRA UN UOMO CHE FA DEL PENNELLO LA SUA RAGION DI VIVERE E MAJO PADRONE DEL CASTELLO

VOLEVO NASCONDERMI, 7 DAVID DI DONATELLO PER IL FILM SU LIGABUE (COL CAMEO DI MAJO)

A “VOLEVO NASCONDERMI”, IL FILM SU LIGABUE COL CAMEO DI MAJO, L’AMBITO PREMIO PETRI

VOLEVO NASCONDERMI, IL FILM SU LIGABUE COL CAMEO DI MAJO, IN CORSA PER RAPPRESENTARE L’ITALIA AGLI OSCAR

L’ATTORE MAJO SI DA’ ALL’AGRICOLTURA: PROTAGONISTA DEL TG SATIRICO PAC NEI PANNI DEL PITTORE STRAVAGANTE DE AMICIS (GUARDA IL VIDEO)

GRANDE SUCCESSO AL D’AZEGLIO PER GLI ATTORI LOCALI CHE CON MAJO HANNO INTRODOTTO LA PRIMA DI “VOLEVO NASCONDERMI”: GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

GABRIELE MAJO E GLI ALTRI ATTORI LOCALI, TRA CUI CESARINA E LIGABUE BAMBINO, INTRODUCONO LA PRIMA VISIONE DI “VOLEVO NASCONDERMI” AL CINE D’AZEGLIO, VENERDI’ 2 OTTOBRE

VOLEVO NASCONDERMI, DOPPIETTA DI MAJO A GUALTIERI

DAL MY CINEM@ CORTE OF IN FIDENZA, GABRIELE MAJO PRESENTA “VOLEVO NASCONDERMI” (VIDEO INTEGRALE DALLA DIRETTA STREAMING)

MAJO IERI GUEST STAR A RADIO VETRINA (VIDEO) E STASERA, GIOVEDI 20 ALLE 21.30, PRESENTA “VOLEVO NASCONDERMI” ALL’ARENA ESTIVA “MYCINEM@ CORTE OF” DI FIDENZA

MAJO INTRODUCE “VOLEVO NASCONDERMI” ALL’ARENA ESTIVA “MYCINEM@ CORTE OF” DI FIDENZA, GIOVEDI 20 AGOSTO ALLE 21.30 (GUARDA IL PROMO)

“VOLEVO NASCONDERMI”, IL REPORTAGE DI GABRIELE BALESTRAZZI DELL’ANTEPRIMA ALL’ARENA ASTRA, E LA VIDEO INTERVISTA A “CESARINA”

VOLEVO NASCONDERMI FINALMENTE PUO’ SCOPRIRSI: ANTEPRIMA ALL’ASTRA PER FERRAGOSTO

VOLEVO NASCONDERMI, IL FILM DI DIRITTI SU LIGABUE (CON CAMEO DI MAJO) SI AGGIUDICA ANCHE IL GLOBO D’ORO PER IL MIGLIOR FILM E LA MIGLIOR FOTOGRAFIA

VOLEVO NASCONDERMI, DOPO L’ORSO ECCO IL NASTRO D’ARGENTO PER IL FILM DI DIRITTI SU LIGABUE (CON CAMEO DI MAJO)

LA “MIA” PRIMA DI VOLEVO NASCONDERMI AL CINEMA IL NUOVO DI LA SPEZIA, DOVE IL FILM SU LIGABUE RESTA IN VISIONE DURANTE IL WEEK END

VOLEVO NASCONDERMI, IL FILM SU LIGABUE DELL’ “ORSO” GERMANO NELLE SALE ITALIANE (MA NON IN EMILIA) GIA’ DA DOMANI: PROIEZIONE PIU’ VICINA GIOVEDI’ 5 A “IL NUOVO” DI LA SPEZIA. TUTTA LA PROGRAMMAZIONE

“VOLEVO NASCONDERMI”: MAJO, DOPO 16 ANNI, TORNA A FIRMARE UN ARTICOLO SU TUTTOSPORT, RACCONTANDO LA SUA ESPERIENZA SUL SET: “MA L’ORSO E’ TUTTO DEL GRANDE ELIO GERMANO, IO SONO SOLO UN DILETTANTE FORTUNATO…”

VOLEVO NASCONDERMI, A ELIO GERMANO CHE INTERPRETA LIGABUE, L’ORSO D’ARGENTO COME MIGLIORE ATTORE DELLA BERLINALE 2020

VOLEVO NASCONDERMI, IL SERVIZIO DEL TG 5 SUL FILM SU LIGABUE CON IL CAMEO DI GABRIELE MAJO (VIDEO)

MAJO NEL TRAILER UFFICIALE DI “VOLEVO NASCONDERMI” IL FILM SU LIGABUE DEL REGISTA GIORGIO DIRITTI

QUANDO UNO STUDIO MEDICO SI TRASFORMA IN UN MINI-TEATRO CON LA VOCE DEL MEZZOSOPRANO VALENTINA VANINI (VIDEO)

PARMA CALCIO 1913, FAI BEI SOGNI… IERI SUL MONTE DELLE VIGNE CENA DI LAVORO CON BARILLA, PIZZAROTTI, FERRARI & C. IN CONTEMPORANEA ALLE RIPRESE DELL’ULTIMO FILM DI BELLOCCHIO

MAJO “DOTTOR CATTURO” CON ASIA ARGENTO. IL VIDEO CON IL CAMEO DEL DIRETTORE DI STADIOTARDINI.IT NEL FILM “BACIATO DALLA FORTUNA”, IN ONDA GIOVEDI SU CANALE 5

TRAGEDIA DI LAMPEDUSA: CANALE 5 MODIFICA LA PROGRAMMAZIONE IN SEGNO DI LUTTO. AL POSTO DEL PREANNUNCIATO “BACIATO DALLA FORTUNA”, IL FILM DI AMELIO “LAMERICA”

MAJO “DOTTOR CATTURO” CON ASIA ARGENTO, STASERA ALLE 21.10 SU CANALE 5 IN “BACIATO DALLA FORTUNA”

CLICCA QUI PER RILEGGERE L’INTERVISTA DI MAJO A PARMA DAILY (2011)

FORZA PARMA ANCHE SUL SET DELLA CERTOSA

Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “VOLEVO NASCONDERMI, GRANDE SUCCESSO A SUZZARA PER LA PROIEZIONE CON GLI ATTORI LOCALI MANFREDINI, ROSSI E MAJO (VIDEO E FOTOGALLERY)

  • 20 Luglio 2021 in 16:46
    Permalink

    Complimenti Direttore. Solo una domanda vista la “locascion”. Com’era la situazione senz’ossi 🦟?

    • 20 Luglio 2021 in 16:59
      Permalink

      Nella scelta dell’abbigliamento ero stato previdente, optando per i calzoni lunghi, in luogo dei bermuda inizialmente ipotizzati. Certo, durante la proiezione ho patito un po’ più caldo, ma non ho offerto i polpacci all’assalto degli insetti assetati di sanguine. Anche se in realtà non mi pare ce ne fossero, né ho registrato lamenti. Spero che Tu abbia apprezzato la mia fantasiosa camicia acquisita in una boutique di Chianalea, tipico borgo di Scilla, gestita da un estroso personaggio che è riuscito a piazzarmela nottetempo mentre facevo una passeggiata post cena su pedana sul mare in un mitico ittiturismo. Per una volta non ho seguito i sani dettami dell’Upi (o del Grillo Parlante) facendo (pochi) passi più lunghi della gamba…

  • 20 Luglio 2021 in 17:17
    Permalink

    bravo complimenti

  • 20 Luglio 2021 in 17:32
    Permalink

    Complimenti!

  • 20 Luglio 2021 in 20:51
    Permalink

    Complimenti Direttore ,
    Viva la Cultura …..

  • 21 Luglio 2021 in 09:11
    Permalink

    Direttore infatti volevo commentare la camicia, perfettamente consona alla serata estiva, un mix tra una rigorosa Guayabera cubana (nelle linee) e una tradizionale Hawaiana alla Magnum P.I. (nei colori e fantasie).
    Apprezzo anche il fatto che la sue scelta è stata in direzione ostinata e contraria (cit.) rispetto all’UPI non solo perché ha cacciato fuori delle ghelle contrapponendosi all’oculatezza micragnosa e pioccionesca del Ponte Caprazucca, ma anche e soprattutto perché la cama fantasia di ispirazione siculo/hawaiana è in antitesi rispetto alla divisa tipica dell’industrialotto parsutaro/buslotaro/tomaccaro e ovviamente dei dottoroni e avvocato al seguito in “villeggiatura” nella villotta al Forte (quelli di famiglia industrialotta più antica che però non godono i russi che hanno ormai occupato il Forte perché dicono che buttano denari e sono tutti griffati) o a MIMA (gli industrialotti più moderni). Divisa, ovviamente sobria, oculata e di ispirazione “montiana” che da almeno 5 decenni prevede:
    – bermudoni tradizionali larghi e a tubo kaki, blu o per quelli che osano di più rossi o nei toni del pastello, ovviamente non griffati;
    – zoccolo in legno (il top) alla Massimo Moratti o per evitare di svegliare il vicino che fa il riposino quando si fanno due passi in giardino sandalo tradizionale in cuoio (entrambi per non fare il passo più lungo della gamba utilizzati per anni);
    – cama appunto azzurra o bianca (assolutamente non come la sua) portata dentro o fuori dal bermudone, camiciona si badi bene che è la stessa che viene portata col vestito in fresco di lana dal lunedì al venerdì. L’industrialotto non getta denari in frivoli “autfit” estivi, ma è sempre impegnato per il bene del Territorio;
    – bicicletta preferibilmente vecchia, fané e un pò scassata che fa super chic, lasciando a rozzi milionari russi le fuoriserie.

  • 21 Luglio 2021 in 10:04
    Permalink

    La bella notizia per i frequentatori del Ponte Caprazucca, che si sa sono per la maggior parte strisciati (i colori delle strisce variano a seconda delle epoche e dei “cicli”, ultimamente il nero e azzurro va di gran moda avendo il bianco e nero oggettivamente un pò stufato anche i più fedeli) è che per allietare le serate nelle villotte/ine/one al Forte (o per i più oculati a Poveromo o ai Ronchi) trascorse in casa perché nei locali si spende e ci sono i russi con le Ferrari, c’è il ritorno del Trofeo Berlusconi, per anni tradizionale appuntamento davanti a un piatto di spaghettini con le arselle ai Bagni Luigi, Piero, Sandra, etc.. Unico problema sembra ci siano solo Monza e Milan. Però sarà su Mediaset in chiaro e quindi gratis.

    • 21 Luglio 2021 in 20:37
      Permalink

      Amico mio io vesto alla marinara. Se mi supporti nella campagna contro il vamos ti omaggio, crepi l’avariza, con un bermudone, camicia e zoccolo da industrialotto UPI al Forte.

  • 21 Luglio 2021 in 19:50
    Permalink

    Davide è un buon critico di costume, come le pettegole cavalline che scrivono sui tabloid (s) inglesi. Chissà come veste lui, c’è lo dica che impariamo.

I commenti sono chiusi.