01.08.2021: RITORNO A CASA, di Alessandra Marinelli

(Alessandra Marinelli) – 01.08.2021, Stadio Ennio Tardini: amichevole Parma-Sassuolo. Una domenica come tante, quando finito il turno di lavoro, il pensiero si trasferisce inevitabilmente a Parma.
Come sarà tornare dopo tanto tempo?
Così mi preparo, una volta pronta, come se dovessi andare a chissà quale evento straordinario (non è una semplice gara amichevole, non è la partita in sé: si torna a casa!)
Un controllo alla borsina (piccola, con giusto lo stretto indispensabile), documenti alla mano, tagliando con posto assegnato, mascherina, green-pass.
Arrivo a Parma, finalmente si respira aria diversa, percorro il viale che porta alla rotatoria, ed ecco finalmente il Tardini.
Mi metto in fila per i controlli, documento ok, green-pass e biglietto che passano nello scanner sul telefonino.
Di primo impatto nulla di strano, eppure i cambiamenti si avvertono, anche se si fa finta di nulla, perché la voglia di tornare lì in Nord è tanta.
Ecco la Curva, ed eccomi a raggiungere il posto assegnato. Mascherina tenuta rigorosamente tutta la partita, distanziamento rispettato con gli steward a vigilare il rispetto delle regole. E con alcune note di canzoni di Max Pezzali (Sei fantastica) ed altre di Ligabue (Questa è la mia vita) che mi balenavano nella mente dall’entrata dello stadio e durante tutta la partita, mi accingevo a seguire questa amichevole (poco importa del risultato finale, non era un elemento importante almeno per l’altra sera). È stato bello vedere i giocatori, tornare ad assaporare quelle sensazioni che da troppo tempo mancavano. Contare i passaggi, che tanti così non ero più abituata a vedere, prove di schemi, cavolo l’idea che mi sono fatta in poche ore; sta nascendo qualcosa di bello!
Nel periodo Covid, dopo la paura, la tristezza, la privazione di tante cose, del nostro vivere in primis, ho visto un raggio di sole oltre le nuvole piene d’acqua. Ho respirato una “brezza marina” dove prima esisteva solo l’odore delle FFP2, ho sentito applausi al posto del suono dei macchinari.
Ho visto il verde del campo e persone con i colori delle maglie (la gialloblù di questa stagione è proprio top) non solo tutorial e bardamenti vari…
Un po’ come tornare alla normalità, non è finita non illudiamoci, usiamo il buon senso e rispettiamo le regole per quanto sia difficoltoso, se questo serve a farci tornare alla normalità. È stato bello per qualche ora non pensare a nulla a godermi la partita.
A vedere quei ragazzi che per professione hanno scelto di dare calci ad un pallone. Pensiamo positivamente al prossimo campionato, nuove leve che sapranno regalarci nuove emozioni; sperando non sia stata, quella dell’altra sera, la sola parentesi (se pur amichevole) di una partita in presenza a casa. Al Tardini.
Buona Serie B a tutti. Alessandra Marinelli

Stadio Tardini

Stadio Tardini

19 pensieri riguardo “01.08.2021: RITORNO A CASA, di Alessandra Marinelli

  • 3 Agosto 2021 in 06:55
    Permalink

    Struggente 😂, la base per un romanzo di vita drammatica

  • 3 Agosto 2021 in 11:32
    Permalink

    Mentre aspettiamo Bernabè che si dice abbia lo stesso medgone di Inglese, Grassi, Cicirotto, Ceravolo, Laurini e Mihaila e il responsabile dell’area prestiti in vacanza in Sardegna da 40 giorni, la tange inizia ad essere invasa dagli sbuffanti e vetusti autotreni carichi di pomi d’oro. Con la purtroppo maturata consapevolezza che se non si interviene in fretta e pesantemente sarà un’altra annata del colore marrone, tra costruzioni dal basso con Sohm terzino e polacchi da asilo, mi chiedevo per l’ennesima volta senza mai aver avuto risposta come mai i carichi del prezioso ortaggio perdono acqua, che si sa costa e viene quindi sprecata. Sono forse i residui del lavaggio dopo la raccolta? O è preziosa polpa spatassata?O ancora è acqua persa dai radiatori dei poveri e piegati autoarticolati con decenni di intenso sfruttamento sulle ruote?

    • 3 Agosto 2021 in 12:29
      Permalink

      Comunque e’ incredibile che nessun auto proclamato giornalista di Parma abbia mai chiesto alla societa’, nulla su bernabe’.
      Aggiungo che non sappiamo un emerito c… nemmeno di Mihaila e Zagaritis.
      Vazquez , dopo l’accordo per non fargli fare il ritiro , e’ in ovvio ritardo di condizione e Inglese chissa’ quanti minuti potra’ giocare quest’anno.
      Nulla di nulla. Solo interviste buone per fassar passare da abitanti di ulan bator i tifosi

      • 3 Agosto 2021 in 12:43
        Permalink

        Guarda io ho cambiato idea su cristoforo colombo, se stava a casa chissà

      • 3 Agosto 2021 in 13:51
        Permalink

        Aldo su anche tu cosa pretendi?I premi Pulitzer della Rudarola sono impegnati dal Barbieri per le drammatiche impennate dei contagi da variante Delta e a Fornio per la catastrofica grandinata della settimana scorsa, senza dimenticare i vademecum per le bolle di caldo africano mai registrate nella storia (non uscire nelle ore centrali e vestirsi di chiaro). Adesso intervisteranno Burgman a Ponte di Legno, Apolloni per sapere come vede il prossimo campionato di serie B e faranno un servizio dedicato a Iacopino e Colombi.

    • 3 Agosto 2021 in 20:46
      Permalink

      bernabe in sostanza l hanno preso già con dei problemi …………per tenere la tradizione l anno scorso mihala………d altronde barcellona a manchester mica se lo facevano scappare se non c era un problema fisico comunque in bocca al lupo bernabe la salute prima di tutto

  • 3 Agosto 2021 in 17:15
    Permalink

    Chi è il genio che ha comprato Bernabè già rotto dopo Busí, Mihaila, Zirkzee, Grassi, Cicirotto, Ceravolo?

  • 3 Agosto 2021 in 17:19
    Permalink

    Alle….tu sai quale sia il mio sport preferito…..e se riguarda il calcio non avrei argomenti…ma nelle tue parole si legge qualcosa che va oltre allo sport e a cui posso rispondere con cognizione di causa….abbiamo tutti bisogno di normalità….che dopo l’esperienza di vita vissuta nella desolazione più profonda…non potrà più essere orfana del buonsenso nel e per il rispetto della nostra e altrui vita. Un bacio grande

    • 3 Agosto 2021 in 19:42
      Permalink

      Hai capito perfettamente il senso di quello che ho messo tra le righe, la vita un senso di apparente normalità la cosa che più è mancata la cosa che ci è stata tolta.
      Non era lo scrivere la partita una gara amichevole per esperti del settore che troppo presto emettono sentenze quando ancora nulla è definito. Si ha bisogno di vedere positività e se pur solo nei ben 8 passaggi visti più volte e negli schemi che da tanto mancano… insomma perché sempre e solo critiche a chi si sta impegnando a fare qualcosa? Anche a chi corre dietro ad un pallone da speranza e sostegno soprattutto a chi Ama questo sport e questa squadra troppo spesso attaccata. È stata la mia luce in quel momento così brutto. Non tutti possono capire per loro fortuna non hanno avuto a che fare con la bestia. E spero per loro che la loro fortuna continui e che capiscano quello che è stato, anche se ho l’impressione che si stia già dimenticando.

      • 3 Agosto 2021 in 21:41
        Permalink

        Guarda io la bestia l’ho avuta con tanto di polmonite e ospedale peró a vedor cla squedra chi am scape da ridor anche se di passaggi ne fa 10 di cui 5 il portiere,il titorno alla normalità parmi le netra roba, l’articolo comunque è piacevole 🙂

      • 3 Agosto 2021 in 21:53
        Permalink

        Ognuno dovrebbe parlare di ciò che conosce. Già non si può leggere “emettere sentenze” perché le sentenze vengono pronunciate e pubblicate. Inoltre, meno male che qualcuno non si piega al politically correct che a mio avviso coinvolge pure una stucchevole retorica, trita e ritrita. Nessuno emette sentenze ( è sufficiente leggere bene ogni commento, per capire che ciascuno, a modo proprio e con ironia, offre un contributo costruttivo. Non c’è nulla di peggio che uniformarsi ai desiderata di società, giornali, media e parlare di massimo sistemi vuoti di significato concreto. Con profondo rispetto.

      • 3 Agosto 2021 in 23:36
        Permalink

        Ottimo articolo, di buon senso, di cui si sente veramente la necessità. La Bestia ha colpito in modi molto diversi, c’è chi ne è uscito senza grandi problemi e chi ha perso affetti importanti. Ognuno è libero di pensarla come crede, ma un ritorno alla normalità senza banalizzare quanto successo, rispettando le varie sensibilità, è d’obbligo.
        Complimenti.

        • 5 Agosto 2021 in 22:32
          Permalink

          Grazie, hai colto il senso.

  • 4 Agosto 2021 in 07:57
    Permalink

    Abbiamo in futuro roseo

    • 4 Agosto 2021 in 08:51
      Permalink

      come il culetto di un neonato,no dico ben 8 passaggi di fila e fanculo il coviddi (che non esiste)

  • 4 Agosto 2021 in 20:32
    Permalink

    Mi sa che domenica è stata l’unica a divertirsi.

    • 5 Agosto 2021 in 22:37
      Permalink

      Perché poter avere la possibilità di andare allo stadio poter respirare un senso di apparebte normalità non è una cosa da considerare… il fatto di aver evidenziato gli 8 passaggi è la sola cosa che uno legge tra le righe???
      Allora bene guardiamoci pure le partite per tv o almeno le guardate voi che avete la possibilità di seguirle perché chi non può farlo si deve accontentare di risultati avvenuti e di commenti non sempre realistici… visto che i punti di vista di una stessa partita alle volte cozzano e di parecchio..
      Ma va bene come ci sta il punto di vista di tutti così ho espresso il mio.

  • 5 Agosto 2021 in 22:21
    Permalink

    Bel racconto, percepito e trasmesso con trasporto emotivo e sensibilità. Tornare dove si sta bene allieta e rasserena l’animo. Speriamo di poter vivere tutti a breve le emozioni di Alessandra e incitare dalla nord il nostro Parma !

  • 7 Agosto 2021 in 02:20
    Permalink

    È stata bella ossigenata serviva tornare per togliere la mente dalla routine. Serviva per avere una speranza che si possa in qualche modo riprendere qualche abitudine anche con le limitazioni ma è pur sempre meglio di niente.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI