MARESCA: “CREATE MOLTE OCCASIONI, MA TI DEVE ACCOMPAGNARE ANCHE UN PIZZICO DI FORTUNA SUL RIMPALLO O SUL TIRO. MA QUESTO NON DIPENDE DA NOI” (VIDEO)

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine del match contro il Monza, concluso 0-0, ecco il commento dalla sala stampa del Tardini di Mister Enzo Maresca.

“Non abbiamo concretizzato quello che abbiamo creato, se il primo tempo fosse finito 1-0 o 2-0 sarebbe stato normale. Quando la squadra crea tanto e concede quasi nulla c’è poco da dire. Ci mancano dei punti, le ultime due gare lo dimostrano in maniera palese, a Ferrara eravamo 0-2 fino a 10 minuti dalla fine e oggi abbiamo creato diverse occasioni. Dal punto di vista della crescita, del gioco, del carattere e dell’intensità stiamo crescendo e non ho alcun dubbio. Nelle ultime due in casa credo si sia visto, ci manca qualche punto ma i punti li fa concretizzando quel che crei o gestendo il secondo tempo capendo che ci si difende anche con palla e non abbassandoci nella nostra area, sperando di difenderci con i rimpalli. Il nostro è un processo, credo che la crescita ci sia, su 8 gare fatte in quasi tutte le gare – tolta Terni dove mi è piaciuta meno – la squadra c’è stata”

“I cambi? Ero contentissimo di come stesse facendo la squadra, i tre davanti hanno fatto un primo tempo eccezionale, così come Juric con Brunetta e Schiattarella stava facendo molto bene. Il primo cambio lo abbiamo fatto quando abbiamo deciso di metterci con due attaccanti e però abbiamo creato meno, qui si torna allo stesso discorso fatto più volte: non è mettendo un attaccante in più che crei di più o mettendo un difensore in più che concedi meno, è un lavoro di squadra”

“Sotto la mia gestione non ho avuto la sensazione che la squadra non sappia vincere; ci sono stati due risultati come Frosinone e Ferrara dove siamo stati raggiunti nel finale, forse qualcosa nella testa dei ragazzi ci può essere ma dobbiamo provare a cambiarlo. Nell’ultimo periodo sono state vinte poche gare e non è così facile all’improvviso iniziare a vincerle tutte o diverse. Ne abbiamo vinte due, ne avessimo vinte un altro paio come oggi, Ferrara o Frosinone non staremmo qui a parlare di risultato non giusto. La realtà dice che abbiamo pareggiato facendo un’ottima gara, sono contento dei ragazzi e a loro l’ho detto, così i punti arriveranno e non ho dubbi”

“Giochiamo poco insieme, da squadra? Credo che Brunetta con queste parole si riferisse a qualcosa che ho detto dopo la gara: quando siamo rimasti con l’uomo in più abbiamo forse sbagliato delle scelte provando a risolvere la gara in modo singolo, al contrario devi avere più pazienza, creare uno contro uno esterno e il cross, è da lì che vengono le occasioni ed anche la scelta di mettere Bonny nel finale per dargli la possibilità di andare uno contro uno e lo ha fatto che bene una volta mettendo una bella palla. Con l’uomo in più siamo stati meno lucidi, credo che Brunetta si riferisse a questo”

“L’idea del nostro gioco e anche quella di avere degli esterni messi in condizione di avere l’uno contro uno, venire dentro, tirare. Anche con i due interni come Juric e Brunetta potremmo provare qualche tiro da fuori in più. Devo dire Stanko ha fatto un grosso lavoro, lui arrivava sempre in area per cercare qualche inserimento. I fischi a fine gara credo siano stati più di rammarico, quando mancano circa 20 minuti e sei in superiorità numerica è normale che poi ci sia rammarico, ma c’è anche da parte nostra. Abbiamo fatto finora quattro gare in casa, nelle altre tre siamo usciti tra gli applausi, anche contro la Cremonese perchè con l’uomo in meno nell’ultima mezzora la squadra è andata vicina al pareggio. Oggi credo siano stati fischi più di rammarico che per la prova della squadra, oggi non ho nulla da dire loro e credo che il pubblico se ne sia accorto”

“Non credo che Tutino faccia meno lavoro e movimento dell’anno scorso, al di là dell’attaccante in area quando siamo nell’ultimo terzo bisogna portare tre o quattro giocatori in area, ci sono cinque giocatori offensivi tra attaccanti, interni e ed esterni, di questi uno è in possesso e se gli altri quattro arrivano in area è perfetto. Se vediamo le occasioni di oggi, avevamo almeno tre o quattro giocatori in area, poi ti deve accompagnare anche quel pizzico di fortuna sul rimpallo o sul tiro, ma questo non dipende da noi”.

DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ENZO MARESCA DOPO PARMA-MONZA 0-0

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “MARESCA: “CREATE MOLTE OCCASIONI, MA TI DEVE ACCOMPAGNARE ANCHE UN PIZZICO DI FORTUNA SUL RIMPALLO O SUL TIRO. MA QUESTO NON DIPENDE DA NOI” (VIDEO)

  • 18 Ottobre 2021 in 00:19
    Permalink

    Parole autoreferenziali e scollegate dalla realtà. Quando avremo finalmente un allenatore “normale” sarà un grande giorno.

  • 18 Ottobre 2021 in 00:52
    Permalink

    ma fatelo stare zitto !! non se ne può più di sentire le sue interpretazioni delle partite fantoziane ………..

  • 18 Ottobre 2021 in 07:21
    Permalink

    se non lo di manda a casa difficilmente saremo promossi

  • 18 Ottobre 2021 in 09:57
    Permalink

    Molte occasioni???????
    NO NON CI POSSO CREDERE
    È LA ” BAGGIANATA” DELL’ANNO
    Ma allora o questo Maresca ne capisce poco di calcio e non sa leggere le partite
    o cosa più probabile ci vuole prendere dove non batte il sole, non dico che ci vuol prendere per il culo per non essere cestinato.
    Se ieri in porta nel Monza ci fossi stato io
    o addirittura SEPE la mia porta e la sua sarebbero state inviolate nonostante giocavano in casa e con un uomo in più.
    Ditemi un tiro finito tra le braccia del portiere
    NESSUNO
    Nessuno all’attacco che passa la palla
    Ma Maresca non gli dice niente non gli dice a questi attaccanti che il calcio è un un gioco di squadra?
    E questo se allenatore del CIRCUS KRAUSE dice che abbiamo avuto tante occasioni ?
    Questo Parma farà un campionato anonimo, forse si salverà ma non di più.
    Questo allenatore per la B è come
    uno che beve lo champagne mischiandolo con l’acqua frizzante e mettendoci poi dello zucchero
    Uno che fa così è un intenditore di vini ?
    No e allora Maresca è un allenatore di calcio come io sono Napoleone.

  • 18 Ottobre 2021 in 10:01
    Permalink

    Dimenticavo il Comitato per l’esonero di Maresca l’ho scritto io ma ovviamente non esiste.
    Sopra per chi non l’avesse capito ero io che scrivevo perché sono incavolato come una bestia da macello nel sentire simile balle

  • 18 Ottobre 2021 in 11:18
    Permalink

    Promossi?
    siamo a + 3 sulla retrocessione.
    Se domenica perdi e credo succedera’, siamo in piena zona retrocessione.
    Abbiamo un presidente perdente per cui conta solo fare il figo dalla Leotta ( e non lo biasimo per questo), un nemmeno direttore sportivo incompetente e perdentissimo, che sta al calcio vero come una pornoattrice alla veriginita’ e un allenatore che non vince nemmeno il torneo di briscola e conta valanghe di balle pensando di essere in Rwanda con i tifosi , aventi l’anello al naso.
    Io chiedo solo alla societa’ di diventare seria e credibile.
    Dica chiaramente. Vogliamo realizzare un progetto magari occorreranno anni ma per noi il calcio e’ prendere stranieri balordi e farli diventare capaci e rivenderli, prendere allenatori che non hanno idea e sperare in tre anni che imparino il mestiere, prendere ds che nessuno vuole al mondo e a fine contratto lasciarli disoccupati.
    Almeno uno la prende meglio

  • 18 Ottobre 2021 in 11:55
    Permalink

    Chiediamo per pietà di non riportare più le dichiarazioni del vate della pazienza e del possesso palla dal basso messo li dagli entusiasti circensi. Riescono a fare incazzare ancora di più dopo le schifezze che ci vengono propinate da 14 mesi. Ignorate questo ciarlatano ne va della nostra bile.

  • 18 Ottobre 2021 in 14:25
    Permalink

    E speriamo non chiami cannavaro, cadremmo dalla padella alla brace…ma visto la testa che ha è probabile

  • 18 Ottobre 2021 in 15:27
    Permalink

    Ma sino a poco tempo fa non eravate tutti contenti di esservi liberati degli improvvisati piocioni pane e salame e che finalmente erano arrivati i soldi e veri dirigenti sportivi. con curriculum importanti e visione internazionale? Come si dice al Regio, occhio a fischiare il tenore, perché poi canta il baritono…
    !

  • 18 Ottobre 2021 in 16:21
    Permalink

    ahahah… carina e quanto mai pertinente!
    Attenzione che curriculum al plurale si dice curriculà…

    • 19 Ottobre 2021 in 10:18
      Permalink

      al plurale, in inglese ,si dice gay pride ,pride of i ragazzi,il calcio e’ fatto per le signorine

  • 19 Ottobre 2021 in 12:42
    Permalink

    porca boia, debbo correggere anche te, stopaj. Ragazzi in inglese si dice boy ma anche GUY (si legge gai), mentre gay si legge “ghei”. Non passeresti gli esami di inglese di KK, sei fuori.
    Dovresti andarlo a dire a Gattuso o ad Ibraimovic che il calcio è per signorine… ahahah, che bruta fè

I commenti sono chiusi.