MARESCA: “SO CHE SIAMO GIUDICATI PER I PUNTI, MA NE AVREMMO MERITATI DI PIU'” (VIDEO) / I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine della sessione di rifinitura al Centro Tecnico di Collecchio, Mister Maresca ha incontrato i giornalisti alla vigilia del match di domani alle 16.15 al Granillo contro la Reggina.

“Abbiamo visto già che contro di noi tutte le squadre caricano la partita come fosse una finale ed è giusto così. È un campo complicato con un ambiente caldo, dobbiamo adattarci, abbiamo lavorato questa settimana ancora molto bene, con una ottima predisposizione. Andiamo preparati per l’ambiente e per fare una bella gara. Abbiamo avuto qualche problemino con Delprato e con qualcun altro, ci sono ancora 24 ore e vediamo, ci sta con tutte queste gare che qualcuno possa avere qualche problema. I dati sui tiri sono giusti, va bene guardarli ma poi bisogna fare un’analisi più ampia. Abbiamo fatto 12 gol creando ulteriori occasioni. L’importante è creare. Hanno segnato diversi giocatori, è una caratteristica del nostro gioco portare diversi giocatori alla possibilità di segnare”

“Capisco che allenatore e giocatori siano giudicati per risultati e punti, ma sono completamente soddisfatto del lavoro fatto col Monza, avremmo meritato qualcosa in più ma la strada è quella giusta: abbiamo creato molto. La Reggina parte forte, è aggressiva e gioca bene, sarà una gara come quelle fatte finora, in generale in campionato tutte le squadre sono complicate da affrontare”

“Vazquez ad averlo rappresenta un qualcosa in più, è un giocatore fondamentale, nelle gare in cui era squalificato ci è mancato qualcosa. Domani qualcosa in più ci darà. Mi aspettavo di essere dove siamo, so quanto è difficile cambiate mentalità con un calcio diverso e cambiando diversi giocatori. So che siamo giudicati dai punti in classifica, credo sia una realtà dire che qualche punto in più lo avremmo meritato”

“Danilo in generale è importante dentro e fuori dal campo, abbiamo giocatori che nel suo ruolo possono giocare, anche profili giovani come Balogh che è stato in prima squadra in nazionale. A me non pesa la responsabilità di essere allenatore del Parma, per me è un privilegio; abbiamo una decina di ragazzi da 21 anni in giù e a loro potrebbe pesare di più, questa è la situazione e bisogna lavorare. Perché i dati dicono che facciamo meglio nella ripresa? D’istinto dico perché la condizione fisica è buona e dunque cresciamo, è un dato normale: per il calcio che facciamo gli avversari all’inizio mantengono il ritmo e poi calano. È successo con la Cremonese, col Pisa ma non a Ferrara”

L’ambiente di domenica è quello che vorremmo sempre, ce ne siamo accorti. I fischi alla fine credo siano stati più di rammarico per non aver vinto e perché negli ultimi anni in casa abbiamo dato poche soddisfazioni a livello di vittorie. Sohm è stato poco bene, ha avuto febbre ed è rimasto a casa”. 

DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ENZO MARESCA ALLA VIGILIA DI REGGINA-PARMA

REGGINA-PARMA, I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Al termine dell’allenamento di oggi, Mister Enzo Maresca ha convocato per la gara contro la Reggina, in programma domani alle 16:15 allo stadio “Granillo” di Reggio Calabria e valida per la nona giornata del campionato di Serie BKT 2021/22 i seguenti 24 calciatori:

Portieri: Buffon, Colombi, Turk.
Difensori: Balogh, Busi, Cobbaut, Coulibaly, Danilo, Delprato, Osorio, Zagaritis.
Centrocampisti: Brunetta, Juric, Schiattarella, Traore, Vazquez.
Attaccanti: Benedyczak, Bonny, Correia, Iacoponi, Inglese, Man, Mihaila, Tutino.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

5 pensieri riguardo “MARESCA: “SO CHE SIAMO GIUDICATI PER I PUNTI, MA NE AVREMMO MERITATI DI PIU'” (VIDEO) / I CONVOCATI

  • 24 Ottobre 2021 in 01:14
    Permalink

    Certo, i fischi non erano diretti contro di voi. Nono!
    Mi sembra entrato in quale fase di pieno autoconvincimento, che è lo step successivo alla disperazione.

  • 24 Ottobre 2021 in 08:34
    Permalink

    Ho ascoltato tutta l’intervista. Agghiacciante. Mi spiace perché sembra un bravo ragazzo, ma se iniziamo a far così la gente si sente presa per i fondelli.
    Hanno passato l’estate – soprattutto Krause e Ribalta, ma anche lui ha fatto il suo – a fare i proclami. “Costruiremo una squadra che poi sia già pronta per l’anno successivo (in serie a)”; “aggressività, pressing alto e possesso ci caratterizzeranno (Ribalta) ancora prima di scegliere allenatore, delirante); “non siamo finti umili, vogliamo vincere e vincere subito!” (Ribalta); “ho principi di gioco irrinunciabili , vogliamo dominare tutte le partite e tutti gli avversari “ (Maresca). Quelle di Krause non le citiamo nemmeno perché è sparare sulla croce rossa. Di conseguenza la gente si esaltava e al suono dei vìolini della Gazzetta i tifosi dibattevano sui social di quota 100 (punti) e se l’acquisto di tizio o di caio sarebbe stato utile per puntare all’Europa l’anno dopo. E dopo aver caricato l’ambiente di aspettative, con proclami che a queste latitudini non siamo abituati a sentire neanche se si affronta un campionato di D, a metà Ottobre ci arriva Maresca in conferenza con un sorriso smagliante da quello che la sa lunga e gli altri poverini un cazzo e alla domanda se si aspettava di essere a questo punto di classifica e di progressi risponde “ Assolutamente. Mi aspettavo di essere esattamente qui’ perché so quanto è difficile cambiare in poco tempo la mentalità dei giocatori con un calcio completamente nuovo rispetto a quello fatto in passato “ ; “ i fischi? Io sono completamente soddisfatto del lavoro fatto col Monza. Immagino fossero fischi di rammarico per non aver vinto e perché negli ultimi anni in casa hanno avuto poche soddisfazioni. Non per la prova della squadra che è stata buona”.
    Nani. Ferma un attimo.
    Ma chi lor i credon che a Perma a sema tut imbambi? di pover sciochet?

    Arriviamo da un anno in cui non abbiamo sentito una mezza assunzione di responsabilità e una mezza parola di SCUSE AI TIFOSI da parte di questa società per una retrocessione ignobile. Passiamo l’estate a fare due mesi di proclami infantili, inutili e spocchiosi e adesso fate gli gorri? Quelli che è tutto normale? Che il pubblico del Tardini è isterico e non sa valutare una prestazione e fischia come i bambini se non vince? Che fischia in ricordo di quelli di prima che eran l’anticalcio? O Maresca & Company, occhio perché se pensate di venire qui’ a prenderci per il culo avete sbagliato piazza.
    Dicevate serie a in 2/3 anni, progetto giovani e non c’era problema, ma per i fondelli andate a prendere qualcun altro.

    • 24 Ottobre 2021 in 09:56
      Permalink

      Veramente apoena insediati era europa indue tre anni e serie b is not an option, 😂😂😂😂😂

    • 24 Ottobre 2021 in 12:33
      Permalink

      Serie A i due tre anni lo dicono anche a Terni, Pisa, Reggio Calabria. Non serve una compagnia di 🤡 americani per la A in due tre quattro cinque anni. Basta gente frugale che non fa il passo più lungo della gamba.

  • 24 Ottobre 2021 in 15:32
    Permalink

    Dico una cosa che mai avrei anche solo immaginato di dire. Piuttosto che questo ciarlatano da fiera mi andrebbe bene anche Osso (Crisantemo) e ho detto tutto.

I commenti sono chiusi.