BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CHIMERA EMILIANA

Il Parma avanti di 2 gol si fa rimontare a Ferrara. La SPAL si conferma “bestia nera” dei ducali

(Claudio Mastellari) – Sullo 0 a 2 iniziavo ad accarezzare l’idea che forse, finalmente, saremmo riusciti a sfatare il tabù contro i biancoazzurri. Poi, la sfortunata deviazione della barriera sul calcio di punizione mi ha fatto subito capire il contrario.

Questo Parma se attaccato intensamente non ha le caratteristiche per mantenere il risultato.

Dopo 7/8 partite è ormai tempo di bilanci. Credo sia evidente che il Parma non è in grado di lottare per la promozione diretta, né caratterialmente, né tecnicamente. Questo ormai è sotto gli occhi di tutti.

Ogni tanto qualcosa di buono si vede, alcune giocate sono chiaramente figlie di tanto lavoro in allenamento, ma al 4 Ottobre il lavoro svolto e il risultato ottenuto è ancora troppo poco sostanzioso e troppo poco concreto sul campo rispetto alle aspettative sbandierate ai quattro venti.

Tante belle parole, tante belle intenzioni, un entusiasmo straripante (da parte della società, non certo  condivisa dai tifosi, nda) che poi non fanno seguito ai fatti durante le partite.

I tifosi hanno pazienza, tanta, troppa; non vorrei che l’entusiasmo che ci contraddistingue da sempre andasse via via scemando, perché un Parma senza tifosi è un Parma vuoto nell’animo.

Lo scorso anno siamo stati svuotati di ogni tipo di orgoglio, retrocedendo nel modo più ignobile possibile, quest’anno bisogna almeno riconquistare il rispetto, perché il Parma se lo merita e non deve essere lo zimbello d’Italia. Né la squadra, né la città, né i suoi tifosi.

Continuo a pensare che le idee di Maresca non siano congeniali al campionato cadetto, ma ho anche visto che in alcuni casi è tornato sui suoi passi, rinunciando alla “spettacolarità” e mettendo un po’ di concretezza in più. Dovrà cercare di bilanciare meglio questi due fattori, è una persona intelligente, mi auguro che possa sistemare la squadra in breve tempo, quel tempo che tanto stringe e che ci sta facendo perdere punti di continuo. Claudio Mastellari

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / CHIMERA EMILIANA

  • 4 Ottobre 2021 in 15:50
    Permalink

    È tempo di un mini bilancio: dopo 7 partite 1 sola vittoria al 97 contro il Benevento (col Pordenone ci hanno vinto tutti) non può bastare. Cambierei subito allenatore, ma probabilmente gli daranno un ultimatum fino alla sosta di novembre.
    A suo favore c’è che il secondo posto non è ancora lontanissimo.

    • 4 Ottobre 2021 in 19:16
      Permalink

      Il buon giorno di vede dal mattino.
      Ora sta tempestando 💦⚡💤⚡
      Le previsioni del tempo dicono che il maltempo continuerà per molti mesi, forse per anni fino all’ esonero di…..Maresca

  • 4 Ottobre 2021 in 16:19
    Permalink

    Il problema è solo uno
    MARESCA
    Se capite questo, capite tutto
    e capirete pure che con Maresca
    la serie 🅰️ è una chimera mentre la serie C con il CIRCUS KRAUSE va presa in seria considerazione
    Maresca inoltre non sa motivare i giocatori
    è molle come una lumaca d’ insalata
    Krause non vuole esonerarlo solo perché sa
    l’ inglese.
    È l’ unica cosa che Maresca sa
    Non sa certamente alkenare
    Come allenatore è fuori di testa.
    Ha buttato a 5 minuti dal novantesimo nella mischia contro la Spal Bonny un ragazzino di 17 anni che mai aveva giocato in prima squadra.
    Non l’ ha buttato col Pordenone a 5 minuti dalla fine dato che si stava vincendo
    per 4-0, NO IL FOLLE LO HA BUTTATO A FERRARA QUANDO STAVAMO TUTTI IN AREA PICCOLA A DIFENDERE IL RISULTATO E PATIVAMO COME BESTIE DA MACELLO
    e in quel momento avevamo bisogno di gente esperta e non di Busi e Bonny ma di un JACOPONI relegato da Maresca dietro alla lavagna come un moccioso bimbo.
    Krause caccia Maresca e se non hai il coraggio togliti dalle 🍒 e RITORNA IN AMERICA
    HAI FALLITO

  • 4 Ottobre 2021 in 19:11
    Permalink

    che poi il parma e’ suo e lo lascera’ ai nipoti ,lo stadio mondiale per una squadra mondiale e bla bla bla ad un normodotato di parma doveva quantomeno far sorgere qualche sospetto ,no gnenta, fine, stop ,c’erano una volta i normodotati a parma ma il destino volle che caddero eroicamente sotto i tremendi colpi inferti dal magnate e soprattutto bevete americano

    • 4 Ottobre 2021 in 20:14
      Permalink

      Penso che Krause lascera’
      il Parma ai suoi nipotini
      Scommettiamo una cena
      che quando i suoi nipotini
      saranno grandi e riceveranno
      da nonno Krause il Parma
      sarà ancora MARESCA l’ allenatore?

  • 4 Ottobre 2021 in 20:19
    Permalink

    Faccio una domanda se qualcuno mi sa rispondere. Per cacciare l’imitatore da tale e quale show di Guardiola cosa deve succedere? Mi sembra che lo schifo e sfacelo a cui ci hanno condannato non basta.
    Dobbiamo perdere col Monza o non basterebbe ancora? Dobbiamo perdere due/tre partite di qui alla sosta di novembre?
    Io darei qualunque cosa per svegliarmi domani e trovare Iachini.

  • 4 Ottobre 2021 in 23:18
    Permalink

    Arrivare ottavi il massimo che possiamo fare. E sarà durissima.

    • 5 Ottobre 2021 in 22:44
      Permalink

      Vedi il bicchiere mezzo pieno.
      Faremo i play aut

  • 5 Ottobre 2021 in 08:30
    Permalink

    Chi di voi 25 anni fa pensava che Carletto Ancelotti potesse diventare un allenatore da grande squadra, dopo l’inizio disastroso, dopo avere rifiutato Baggio, dopo aver fatto scappare Zola, insistendo con un Crespo che quando cercava di stoppare la palla andava agli altri, con il suo integralista 4 4 2 Sacchiano, io non ero sicuramente tra quelli e voi?

    • 5 Ottobre 2021 in 15:00
      Permalink

      inzomma ,a parte la carriera da calciatore a livelli superiori mi sembra fosse gia’ secondo di sacchi ed abbia vinto un campionato di b prima di venire a parma,trova le differenze

  • 5 Ottobre 2021 in 11:27
    Permalink

    25 anni fa c’era Crespo, oggi Inglese e Benedictus.

I commenti sono chiusi.