CITTADELLA-PARMA 1-2 / IL TABELLINO E LA CRONACA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

CITTADELLA-PARMA 1-2, IL TABELLINO

Marcatori: 22′ Vazquez, 59′ Benedyczak, 78′ Baldini (R)

CITTADELLA – Kastrati; Cassandro, Frare (75′  Perticone), Adorni, Donnarumma; Mazzocco (79’D’Urso), Danzi (62′ Vita), Branca; Antonucci (75′ Tavernelli); Beretta (62′ Baldini), Okwonkwo; A disposizione: Maniero, Benedetti, Cuppone, Mattioli, Ciriello, Icardi, Mastrantonio; Allenatore: Edoardo Gorini

PARMA – Buffon; Coulibaly (87′ Busi), Osorio, Danilo, Cobbaut; Delprato, Juric, Vazquez (93′ Sohm) ; Brunetta, Benedyczak (71′ Mihaila), Tutino (87′ Inglese,); A disposizione: Turk, Colombi, Balogh, Iacoponi, Traoré, Bonny, Correia, Man; Allenatore: Enzo Maresca

Arbitro: Sig. Dionisi

Assistenti: Sigg. Bresmes, Zingarelli

VAR: Sig. Marinelli

AVAR: Sig. Peretti

Ammoniti: Kastrati (C), Frare (C), Branca (C), Cobbaut (P), Cassandro (C), D’Urso (C)

LA CRONACA LIVE DI Ilaria Mazzoni

Bentornati a tutti i tifosi e le tifose crociate, tutti pronti, anche questa sera, a tifare per i colori gialloblù; Parma chiamato, in questo Giovedì sera in cui andrà di scena la decima giornata del campionato cadetto, a tornare alla vittoria che manca da ormai ben sei giornate. Sino ad ora i ducali hanno racimolato solo dieci punti, è il momento di dare una svolta a questo girone di andata, soprattutto per una squadra che punta alla promozione e che, al contrario, rischia ora di essere risucchiata nella zona playout.

Un Parma che sembra in crisi e che, nonostante le innegabili qualità tecniche della propria rosa, non ha saputo brillare, la fotografia del girone crociato è una classifica complicata che la squadra di Maresca deve assolutamente cambiare al più presto e mettere in campo quello spirito di rivalsa messo in campo Domenica contro la Reggina, anche se, purtroppo, troppo tardi.

Il Cittadella, invece, dopo due giornate positive ha subito una battuta di arresto sul campo del Monza Sabato scorso, la squadra allenata da Gorini naviga in questo campionato occupando la dodicesima posizione della classifica con i suoi tredici punti conquistati sino ad ora.

Primo tempo

Le due formazioni si sono disposte ora sul campo del Tombolato dove sono appena risuonate le note della sigla del Campionato di Serie B che accompagnano l’ingresso di tutte le squadre protagoniste di questa serie cadetta; speriamo di poter vedere una gara aperta, affrontata dal Parma a viso aperto e con convinzione, quella che serve per ottenere il bottino pieno.

Ci siamo, manca pochissimo all’inizio del match

01′ Partiti! Parma che attaccherà da sinistra verso destra dalla tribuna d’onore dove si è accomodato anche il Presidente americano Krause giunto nella cittadina veneta per dare manforte alla sua squadra. La prima palla è mossa dal Parma, direttore del match il Signor Federico Dionisi. Subito pericolosi i ducali con Tutino ma, purtroppo, il gioco era fermo: posizione di offside

03′ Il Parma sembra aver approcciato bene al match anche se ancora non è riuscito a proporsi in avanti mettendo in pericolo i pali del Cittadella. La squadra di Maresca veste la classica e tradizionale casacca coricata mentre il Cittadella è in granata

04′ I padroni di casa ci provano con una conclusione bassa di Cassandro; nulla di fatto, sugli sviluppi la sfera rimane in possesso del Cittadella che poi commette fallo in attacco: calcio di punizione per i ducali

08′ Occasione per i veneti che ci provano con Mazzocco che si era appostato benissimo all’interno dell’area ducale; l’attaccante prova a deviare di testa per sorprendere Buffon che, però, ci arriva

10′ I crociati provano a manovrare all’altezza della metà campo avversaria ma subisce, in questa fase della gara, la crescente aggressività dei padroni di casa

11′ Il Parma ci riprova dalla sinistra, scambio con Vasquez poi pallone in mezzo ma nessun gialloblù è pronto per deviare verso la porta granata ed allora è proprio il Cittadella a ripartire in contropiede, Osorio cerca di liberare l’area davanti a Gigi Buffon ma cade un calciatore dei padroni di casa, si tratta di Mazzocco. E’ Brunetta ad essere intervenuto da dietro sull’avversario; l’arbitro non ha dubbi ed ordina immediatamente il calcio di rigore

12′ Dal dischetto va Antonucci; grandissima parata di Gigi Buffon che salva il risultato per i crociati tuffandosi alla propria sinistra ed intuendo la traiettoria del giovane del Cittadella. Poi a Beretta non riesce il colpo del tap-in. E’ la seconda volta che il mitico portierone gialloblù para un calcio di rigore, poi Gigi si gira verso la Curva occupata dai propri tifosi per suonare la carica

13′ Registriamo una nuova azione pericolosa del Cittadella che mette i brividi ai crociati con un tentativo di Okwonkwo. Esce dai propri pali il miracoloso Gigi Buffon. La bandierina dell’assistente si era, comunque, alzata: fuorigioco per i veneti che, in ogni modo, confermano di star vivendo un buon momento

15′ Prova a salire il Parma; l’azione offensiva si arena e quindi i ducali provano a cambiare il fronte di gioco spostandosi dalla fascia sinistra a quella di destra. Nulla di fatto per la squadra di Maresca che fa davvero tanta fatica a trovare spazi anche perché i veneti non lasciano alcun spiraglio

18′ Vasquez prova la penetrazione in area per cercare di portare i ducali davanti alla porta granata. Chiuso dalla difesa dei padroni di casa

20′ Vasquez guadagna un calcio di punizione dalla trequarti

23′ GOOOOOAL PARMA!! I ducali sfruttano al meglio la punizione; Brunetta batte il pallone in mezzo e di testa Vazques insacca il pallone anticipando tutti all’altezza del dischetto di rigore. Parma che, di fatto, capitalizza la prima vera occasione di rete

25′ Prima ammonizione della gara; ad essere sanzionato è Kastrati che esce per arrestare una potenziale azione pericolosa dei ducali. Il portiere granata rischia con quest’intervento anche una sanzione più pesante. Calcio di punizione per i ducali ma la difesa del Cittadella questa volta si chiude bene e si rifugia in calcio d’angolo, il primo del match. Dalla bandierina va Brunetta, pallone in mezzo. Libera Kastrati, questa volta in modo del tutto regolare

29′ La rete di Vazques sembra aver dato fiducia e slancio al reparto offensivo ducale che ora si proietta con una maggiore veemenza e continuità nei pressi dell’area protetta da Kastrati

32′ Verticalizzazione del “solito” Vazques per Benedyczak che mette in area un cross basso su cui, però, non arriva nessuno

33′ Provano la reazione i veneti che, ad eccezione dei minuti iniziali, ora fanno fatica a proporsi in avanti complice una difesa gialloblù che ora ha trovato le giuste misure sul campo di gioco. Antonucci rimane poi a terra dopo uno scontro con Brunetta, in campo entra lo staff medico; il calciatore deve abbandonare il terreno di gioco ma sembra in grado di riprendere il proprio posto

35′ Rientra in campo Antonucci; parità numerica ristabilita

37′ E’ proprio Antonucci a servire Okwonkwo che calcia poi verso la porta di Buffon. Conclusione murata, da segnalare che il nigeriano si trovava, in ogni modo, in posizione irregolare

39′ Buona circolazione del pallone in questo momento da parte del Parma che deve comunque rimanere concentrato e non concedere spazi al Cittadella che sembra, in questi minuti, aver alzato il proprio baricentro nel tentativo di rendersi più aggressivi in questa fase finale del primo tempo. Mancano, infatti, ormai cinque minuti al termine dei primi quarantacinque minuti

41′ Rimessa laterale in posizione avanzata per il Parma che prova a riportarsi in fase offensiva

43′ Benedyczak prova il cross basso, nulla da fare per i gialloblù

45′ Un minuto di recupero

Il direttore di gara fischia il termine della prima frazione di gioco proprio in questo momento; crociati che si avviano verso gli spogliatoi sull’onda del vantaggio grazie alla punizione di Brunetta capitalizzata in rete da un ottimo colpo di testa di Vazques dopo che i ducali avevano rischiato di subire la rete su calcio di rigore. A metterci una pezza è stato il solito Gigi Buffon che rende onore al proprio nome. Gialloblù che non hanno di certo meritato il vantaggio, dopo la rete la squadra di Maresca ha dimostrato di saper tenere saldamente le redini del gioco. Appuntamento al secondo tempo, i gialloblù dovranno dare continuità a questa prestazione solida per riuscire a ritornare alla tanta agognata vittoria.

Secondo tempo

46′ Le due formazioni sono rientrate dagli spogliatoi; per ora i due tecnici hanno deciso di non apportare alcuna modifica quindi scenderanno in campo gli undici protagonisti della prima frazione di gioco, almeno per ora; match che riprende in questo istante

47′ Punizione potenzialmente pericolosa per il Cittadella; va Antonucci che piazza il pallone in mezzo che si perde poi sul fondo, bene così per il Parma che può quindi ricominciare dal fondo. Sfera che passerà tra i guantoni di Gigi Buffon, provvidenziale al dodicesimo del primo tempo quando, grazie proprio a quei guantoni, aveva salvato i suoi parando il calcio di rigore battuto dallo stesso Antonucci

48′ Ammonizione per Frare per aver trattenuto la maglia di Tutino. Calcio di punizione dalla trequarti di sinistra; sarà battuto ancora una volta da Brunetta che va con il destro. Pallone scodellato in mezzo verso Osorio, Nulla di fatto, riparte il Cittadella ma è attentissimo Gigi Buffon che fa suo il pallone. Sarà ancora lui a rimettere in moto i ducali

50′ Ci riprovano i padroni di casa con Okwonkwo che si crea la possibilità di scappare in campo aperto; le maglie della difesa ducale si sono allargate. Il calciatore vanifica la chance con un cross affrettato, troppo impreciso. Sfera che scivola direttamente nelle braccia dell’estremo difensore gialloblù

52′ Calcio di punizione per la squadra di Maresca battuto, per l’ennesima volta, da Brunetta che si rende pericolosissimo! Bell’occasione per i crociati che si dimostrano “vivi”

54′ Brunetta in profondità per servire lo scatto di Coulibaly, quest’ultimo cerca poi l’apporto di Tutino che subisce, però, l’anticipo di Frare decisivo per interrompere questo bel fraseggio gialloblù. Parma che continua a condurre il match grazie alla rete realizzata nel primo tempo da Vazques

59′ GOOOOAL PARMA! Ad insaccare il pallone nella rete granata è Benedyczak servito da Del Prato. Gioco fermo: il direttore di gara vuole revisionare la posizione del calciatore che veste la maglia numero diciassette gialloblù. Lo stadio freme perché l’arbitro è indeciso, sono già passati tre minuti. Buona notizia: alla fine il direttore convalida la rete del polacco

62′ Doppio cambio nelle fila del Cittadella: escono Beretta e Danzi che lasciano spazio a Baldini e Vita. La speranza del tecnico è quella che questi due subentrati riescano a rivitalizzare l’azione offensiva anche se, certamente, la seconda rete ducale è pesante da digerire per i padroni di casa

67′ Conclusione del Cittadella: Baldini “spara” il pallone troppo in alto. La conclusione non riesce ad impensierire Buffon. Ammonizione poi per Branca che commette un fallo tattico a centrocampo per arrestare una possibile avanzata ducale

68′ Problema alla caviglia per Benedyczak, sulla panchina gialloblù si sta alzando Mihaila vedremo se sarà proprio lui a sostituire eventualmente il polacco o se quest’ultimo riprenderà regolarmente il proprio posto in campo. Gioco fermo, a rimettere in moto il match sarà Gigi Buffon

70′ Controllo e tiro di Okwonkwo su cross di Antonucci. Palla a lato.

71′ Prima sostituzione per Maresca. Lo avevamo preannunciato: ad uscire dal campo è proprio Benedyczak al suo posto Mihaila

73′ Bella sforbiciata di Antonucci. Purtroppo per lui, la conclusione è centrale e finisce tra le braccia di Buffon. Sta provando ad aumentare il pressing la squadra granata che deve assolutamente trovare uno spunto per accorciare il proprio svantaggio

75′ Primo corner della partita per il Cittadella; dopo un tentativo di testa di Mazzocco i padroni di casa reclamano a gran voce per un presunto tocco di mano. Per il direttore di gara in un primo momento è tutto regolare ma poi va a rivedere l’episodio al VAR per poter confermare le proprie scelte e alla fine decide di assegnare il penalty ai granata. Davvero generoso, a parere della scrivente, questo calcio di rigore

77′ Cartellino giallo per Cobbaut

78′ GOOOOOAL CITTADELLA! I padroni di casa accorciano le distanze; sembrava che Gigi potesse compiere il secondo miracolo di questa partita. Nulla da fare, però, insacca il pallone dal dischetto Baldini

79′ Il Cittadella ora spinge; ducali che devono dimostrarsi solidi e compatti per non gettare al vento l’unica rete di vantaggio rimasta. Padroni di casa che conquistano un nuovo calcio d’angolo, il secondo della loro gara. Poi una sostituzione per i granata: fuori Mazzocco dentro D’Urso

81′ Gigi Buffon prova a suonare la carica per i suoi; il pericolo, per i suoi, è quello di entrare in confusione quando mancano ormai dieci minuti al termine del tempo regolamentare. Nel frattempo si registrano movimenti sulle panchine, vediamo se i tecnici effettueranno nuove sostituzioni

82′ Errato disimpegno di Vazquez, che serve Cassandro. Destro da fuori del terzino granata, che non trova la porta. Questi sono le disattenzioni che i ducali non devono concedere e che non possono permettersi

84′ Cartellino giallo per Cassandro

85′ Il Cittadella sostituisce Antonucci e Frare a cui subentrano Perticone e Tavernelli

87′ Doppia sostituzione per Maresca, c’è spazio anche per Busi ed Inglese in questo finale di gara. Prendono il posto di Coulibaly e Tutino quando mancano solo tre minuti al novantesimo

90′ Comunicato il tempo di recupero: 7 minuti al termine. Forcing finale del Cittadella alla ricerca del pareggio

93′ Vazques a terra: crampi per il calciatore crociato. Maresca decide di rilevarlo, al suo posto entra Sohm. Parma che soffre

94′ Rischio per il Parma; i padroni di casa sfiorano il legno; brivido lungo la schiena dei tifosi gialloblù. Sinistro a spiovere di Branca, di poco alto sopra la traversa. Buffon, proteso in tuffo, avrebbe comunque toccato la sfera. Mancano solo tre minuti ma, lo si sa, nel calcio a volte bastano per ribaltare un risultato. I ducali devono mantenere la concentrazione al massimo; tutta la panchina di Maresca è in piede. Fremono tutti, calciatori e tifosi: tutti vogliono questa vittoria

98′ Triplice fischio finale: il Parma espugna il Tombolato

Termina in questo istante la partita al Tombolato, il Parma sconfigge il Cittadella, una vittoria sperata ma non scontata. Una vittoria che ha gusto della libertà, non basta, chiaramente per cambiare in questo momento la classifica, ma può, deve, essere una vittoria determinante per cambiare le sorti di questo campionato. Tre punti che devono servire per ripartire, ripartire con una marcia, una convinzione, diversa. Appuntamento a Lunedì prossimo quando si giocherà al Tardini.

16 pensieri riguardo “CITTADELLA-PARMA 1-2 / IL TABELLINO E LA CRONACA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

  • 28 Ottobre 2021 in 20:30
    Permalink

    Altra formazione imbarazzante. Bastaaaa!

  • 28 Ottobre 2021 in 20:40
    Permalink

    Forza Parma

  • 28 Ottobre 2021 in 20:45
    Permalink

    Grande Gigi 💪💪💪💪

  • 28 Ottobre 2021 in 20:58
    Permalink

    Bravo Vásquez… bien hecho ..
    un bel ⚽️👏👏👏

  • 28 Ottobre 2021 in 21:09
    Permalink

    Fuori gli zingari, dentro un mediano in più e quanto meno giochi a calcio.
    Poi solite cagate e soliti protagonisti Buffon e vazquez

  • 28 Ottobre 2021 in 21:19
    Permalink

    Decenti e in controllo. Sono commosso.

  • 28 Ottobre 2021 in 22:01
    Permalink

    Nice goal Benedycxak…
    We like goals very much …
    Let’s make more …
    and keep the porteria at 0
    🕵🏼‍♀️👁

  • 28 Ottobre 2021 in 22:29
    Permalink

    Visto? Abbiamo vinto in maniera semplice senza fronzoli. Il calcio è facile.

  • 28 Ottobre 2021 in 22:33
    Permalink

    Bene Beneck mi piace, grezzo ma gambe e volontà vanno bene in B…i cambi però tardivi e incomprensibili, almeno per me, lasciano dubbi…cmq speriamo bene per il futuro.

  • 28 Ottobre 2021 in 22:48
    Permalink

    Mi aspettavo la vittoria ed è arrivata. Domenica facciamo tre punti col Vicenza.
    Dopo però facciamo i conti e la soluzione di stasera non è e non può essere definitiva.
    La mossa migliore è stata togliere i rumeni e non far giocare man. Spero di non vederlo mai più in campo con la maglia del Parma.
    Poi ci sono i soliti lisci di Osorio, le. Minchiate di cobbaut. Il primo può essere sostituito, il secondo no perché ha un lancio di 50 metri che nel gioco palla a terra di Maresca senza lanci è imprescindibile.

  • 28 Ottobre 2021 in 23:01
    Permalink

    Vinto. Ok. Bene.
    Ce ne vuole ancora parecchio però prima che mi facciano cambiare idea.
    Mettiamola cosi: non sono più abituato a vincere una partita… stasera me la godo un po’. Ma solo un po’.

  • 28 Ottobre 2021 in 23:01
    Permalink

    OGGI comunque maresca si e’ dato una mossa ha capito che con 2 centrocampisti in serie B non si puo’ giocare ha giocato a 4 in mezo al campo , ha cambiato nello schema e negli uomini , finalmente chi non pressa vedi i due rumeni out !! ( cosi i procuratori tacciono un po’ se no fanno la fine di sepe ) , il cittadella non e’ piu quello di una volta ma domenica c’e il vicenza e si puo’ vincere dando nuova linfa …………..mi e’ piaciuto oggi i 10 15 minuti dopo il rigore parato da buffon li verametne giocavano bene palleggio rapido ( debbo dire il cittadella non pressava ) ma un paleggio piu’ sicuro forse e’ li che vuole arrivare maresca mi auguro da tifoso di essermi sbagliato io pero’ cìe ancora molta strada da fare speriamo che non sia come la vittoria a pordenone ps benevento lecce bresvia sono forti meglio non laasciargli altri punti il pisa scoppiera prima o poi …….

  • 28 Ottobre 2021 in 23:04
    Permalink

    volevo rinnovare i miei complimenti a ilaria mazzoni per l ottima telecronaca scritta e per la scosciata veramente notevole !!!!!!

  • 28 Ottobre 2021 in 23:26
    Permalink

    Concordo con Pablo soprattutto sulla seconda cosa. Per il resto la partita di stasera è stata l’ennesimo schifo. Con Sepe al posto di Buffon saremmo qui a commentare l’ennesima sconfitta dell’era dei circensi.

  • 28 Ottobre 2021 in 23:35
    Permalink

    Beh, un po’ meglio. Con un centrocampista in più. Nel primo tempo giocavamo con due punte e almeno abbiamo giocato. Abbiamo due fenomeni e 9 giocatori normali. Ma almeno giocare è non subire e già molto. Scarsi i cambi e tardivi. Dopo quelli solo sparacchiate verso giocatori che non la tengono neanche con lo scotch. Cmq stasera si gode. Forza Parma!!!

  • 29 Ottobre 2021 in 00:15
    Permalink

    Primo godiamoci la vittoria contro una squadra che secondo me a fine campionato la ritroveremo in zona play off. Secondo possiamo dire bravo a Maresca per aver capito che occorreva cambiare per trovare un equilibrio che prima non c’era. Terzo sono contento che ho visto un buon atteggiamento da parte dei giocatori, è scesa in campo una squadra e non 11 singoli. Quarto bene aver panchinato i rumeni, occorre imparare a rispettare la maglia che si indossa e chi ti paga lo stipendio. Quinto la rosa non è adeguata, Maresca non cambia semplicemente perchè non può farlo, in panchina ha il vuoto cosmico. Non c’è un terzino sinistro, non ci sono centrocampisti e manca una punta.
    Detto questo la strada è quella giusta, speriamo di continuare così.
    P.s. Grande Gigi sei il portiere più forte di tutti i tempi

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI