COMO-PARMA 1-1 / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

COMO-PARMA 1-1 / IL TABELLINO

Marcatori: 53′ Gliozz, 85′ Inglese

COMO – Facchin; Solini, Chajia (24′ Iovine), Parigini (75′ Gabrielloni), Bellemo, La Gumina, Arrigoni, Scaglia, Vignali, Iannou, Gliozzi (75′ Peli). AllenatoreGiacomo Gattuso
A disposizione: Bolchini, Zanotti, Toninelli, Bertoncini, Kabaschi, H’Maidat, Bovolon, Luvumbo

PARMA – Buffon; Balogh (57′ Osorio), Danilo, Tutino (59′ Inglese), Vazquez, Juric (59′ Brunetta), Delprato, Benedyczak, Sohm (68′ Felix Correia), Schiattarella, Cobbaut. Allenatore: Giuseppe Iachini
A disposizioneTurk, Colombi; Iacoponi, Busi, Traore, Bonny, Man

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Assistenti: Sig. Andrea Zingarelli di Siena e Sig. Marcello Rossi di Novara

Quarto Ufficiale: Sig. Claudio Gualtieri di Asti

V.A.R.: Sig. Federico Dionisi de L’Aquila

A.V.A.R.: Sig. Giovanni Baccini di Conegliano Veneto

Ammoniti: Parigini, Cobbaut, Balogh, Osorio, Inglese, Facchin

Note: al 39′ Buffon ha parato un rigore calciato da Gliozzi

Recupero: 2′+4′

Spettatori: 3.689 per un incasso totale di 61.343 €

LA CRONACA LIVE DI ILARIA MAZZONI

Buonasera, tutto pronto per seguire la quattordicesima giornata di campionato cadetto che si chiude con il consueto match serale che vedrà impegnati i crociati contro il Como. Vi racconteremo, quindi, la diretta di questo Como-Parma.

Importanti novità sulla panchina gialloblù che dopo il pareggio con il Cosenza ha deciso di esonerare Maresca: questa sera l’esordio di Iachini chiamato a dare una svolta a questo girone, sino ad ora sottotono dei ducali, contro la formazione allenata da Gattuso reduce dal ko contro il Monza.

Le fasi del riscaldamento sono terminate. Tra pochi minuti il via alla gara.

Primo tempo

01′ Partiti in questo momento, il primo pallone è giocato dai ducali che danno inizio al match attraverso i piedi di Schiattarella. Padroni di casa che scendono in campo in completo blu mentre il Parma con la classica casacca scudo crociata bianconera

02′ Gioco momentaneamente fermo: Del Prato ha subito un colpo al volto inseguito ad un contrasto con La Gumina. L’esterno gialloblù, sembra, comunque, assolutamente in grado di riprendere il proprio posto sul terreno di gioco. Iachini, nel frattempo, segue questo avvio di gara in piedi di fianco alla panchina crociata

03′ Tentativo di verticalizzazione di Schiattarella che ha provato ad innescare Benedyczak. La sfera è troppo profonda, nulla di fatto ma avvio avvincente ed aggressivo del Parma che ha mostrato un buon atteggiamento sino ad ora. Chiaramente è trascorso troppo poco tempo sull’orologio per poter esprimere i primi giudizi sul “Parma di Iachini”

04′ Contatto sospetto all’interno dell’area dei lombardi tra Gliozzi e Cobbaut. Massa che dirige l’incontro non sospende il gioco: tutto regolare, la trattenuta tra i due è stata reciproca e non richiede, per l’arbitro, alcun intervento

06′ Como in avanti con La Gumina che ha le spalle alla porta. Pressione di fallosa di Schiattarella, sarà quindi calcio di punizione per i padroni di casa

08′ Ribaltamento di fronte, è ora il Parma a portarsi in avanti con Juric che, alla fine, tenta il cross che viene deviato da un intervento di Facchin che di Attigoniin modo molto maldestro concede ai crociati di battere un calcio d’angolo dalla destra. Sugli sviluppi del corner nulla di fatto

09′ L’arbitro richiama (ma solo verbalmente) Ioannou che protesta troppo reiteratamente circa la decisione di assegnare ai crociati una rimessa laterale

10′ Sono trascorsi dieci minuti dall’avvio del match al Sinigaglia, anche se è presto dare un giudizio su chi stia decretando le sorti di questa gara possiamo certamente sottolineare un buon avvio dei ducali anche dal punto di vista della prestazione fisica

11′ Traversone di Arrigoni dalla destra ma il pallone scivola direttamente a fondo campo senza riuscire ad impensierire minimamente Buffon

12′ Occasione nitidissima per la squadra di Iachini con Tutino che serve Benedyczak davanti a Facchin; tiro del polacco che viene respinto dal portiere del Como in corner. Che occasione per il Parma di portarsi in vantaggio!

14′ Prima ammonizione del match: a finire sul taccuino è il giocatore del Como Vittorio Parigini che interviene in modo falloso su Del Prato

15′ Progressione del Como che riesce infine ad addentrarsi nel cuore dell’area gialloblù prova a bucare la difesa avversaria con un cross di Ioannuo dalla destra. Buffon interviene sventando il pericolo

17′ Ancora una buona occasione per il Parma, ancora una volta con Tutino. Assist in profondità per l’attaccante che libera un diagonale destro che esce di poco alla destra di Facchin

19′ Cross di Vasquez incentrato troppo sul portiere del Como che fa suo il pallone senza troppe difficoltà

20′ Prima ammonizione anche tra i giocatori ducali: cartellino giallo per Cobbaut

22′ Infortunio per Chajia, il giocatore del Como si fa male provando a crossare. I sanitari entrano sul terreno di gioco. Gattuso sarà costretto ad operare la sua prima sostituzione

23′ Il numero 7 del Como, come preannunciato, è costretto a terminare la propria gara dopo solo ventitré minuti di gioco. Il calciatore abbandona il Sinigaglia in barella accompagnato dall’applauso del proprio pubblico. Al suo posto subentra Iovine

26′ Como che, nonostante l’infortunio, sta prendendo campo e sta aumentando il pressing. Parma costretto a difendersi in questi minuti. In questo momento i padroni di casa vanno in avanti con un’interessante cross di Vignali che cerca di servire Gliozzi. Danilo anticipa tutti e si rifugia in corner

27′ Sugli sviluppi del calcio d’angolo assegnato ai padroni di casa si crea una mischia nel cuore dell’area gialloblù. Pallone che giunge infine a La Gumina che libera, da fermo, il proprio sinistro. Sfera che si infrange contro la difesa ducale. In questo momento il match sembra sorridere di più ai padroni di casa anche se, ad onor del vero, Buffon non è mai stato realmente chiamato in casa

29′ Fallo di Benedyczak su Vignali

30′ Negli ultimi minuti il Como ha alzato progressivamente il proprio baricentro, al contrario Del Prato ha abbassato la propria posizione in modo da costruire una difesa a quattro. In questi minuti il Como sta giocando con molta più continuità all’interno della metà campo crociata

32′ In area ducale cade un calciatore della formazione di casa, si tratta di Bellemo. Timide proteste del Como ma per il direttore di gara non vi è alcun dubbio: tutto regolare, si prosegue

34′ Rimessa laterale per il Como nella propria metà campo. Parma che deve ritrovare l’aggressività di qualche minuto fa, peccando nella costruzione del gioco dal basso

35′ Buona opportunità per i lombardi che non sfruttano ottimamente il dialogo tra Gliozzi e La Gumina. I due non si intendono e così sfuma una chance per la squadra di Gattuso di rendersi pericolosi

38′ Gran parata di Gigi Buffon che dice di no alla rovesciata di Vignali. Bellissimo il gesto tecnico del lombardo e altrettanto apprezzabile la risposta di Super Gigi. La squadra di casa sta decisamente schiacciando sull’acceleratore in questo momento

39′ Calcio di rigore per il Como, interviene ingenuamente Juric su Gliozzi che aveva preso posizione. Il crociato lo atterra e non lascia dubbi al direttore di gara che indica senza esitazione il dischetto. Parata di Gigi Buffon, un altro nella carriera infinita di questo portiere stratosferico che si gira poi verso la Curva (piena) crociata per esultare

43′ Corner per i ducali che provano a chiudere in attacco questa prima frazione di gioco dopo aver, grazie alle immense doti del proprio portiere, schivato la rete del vantaggio del Como. Vedremo se il direttore di gara deciderà di assegnare del tempo di recupero, probabilmente sarà così considerando l’infortunio occorso al giocatore del Como

44′ Destro potente di Bellemo. Il Capitano dei padroni di casa prova la conclusione ma interviene Schiattarella in tackle. Il lombardo era, comunque, in posizione di off side

45′ Comunicato il tempo di recupero: 2 minuti ancora di gioco

Termina in questo momento la prima frazione di gioco a Como. Parma che è riuscito a confezionare due occasioni di rete ma che sente i brividi lungo la schiena quando, poco dopo la mezz’ora di gioco, il direttore assegna un (giusto) calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo decisamente ingenuo di Juric. Gigi compie, ancora una volta, il miracolo salvando il risultato con i suoi guantoni. Quindi, per ora, pareggio a reti bianche al Sinigaglia, le squadre rientrano negli spogliatoi: Gattuso e Iachini potranno studiare le proprie mosse in vista della ripresa.

Secondo tempo

46′ Si riprende senza cambi; in campo gli undici iniziali ad eccezione di Chajia che ha dovuto abbandonare il campo per infortunio dopo ventitré minuti di gioco. Subito punizione dal limite per i padroni di casa a causa di un intervento di Balogh che, nell’occasione, viene anche ammonito

47′ A battere la punizione per i lombardi è La Gumina, para Buffon appostato sul secondo palo. Poi ribaltamento di fronte con il Parma in avanti; Solini anticipa Tutino in calcio d’angolo

48′ Calcio d’angolo per i ducali

50′ Occasione per il Parma con Solini che perde palla cerca di approfittarne Vaszques che appoggia in mezzo per Tutino il quale appoggia la sfera per Sohm che libera il proprio destro. Tiro potente ma deviato in goal

51′ Destro di Schiattarella dal limite. Blocca Facchin

52′ GOOOOOAL!!! 1-0 per il Como che mette a segno la rete del vantaggio con Gliozzi. Proteste del Parma: c’era un difensore crociato a terra. Per il direttore di gara non c’è fallo in attacco e si procede, quindi, con la convalida della rete

53′ Rapida revisione al VAR per verificare sia la posizione di Ghiozzi che il contatto, in occasione della rete, con Cobbaut. Tutto regolare

54′ Questa rete è davvero una doccia fredda per i crociati che si erano approcciati al secondo tempo con maggiore grinta

55′ Gioco fermo e sanitari in campo: Balogh anticipa l’avversario e va terra accusando un problema muscolare all’adduttore. Il giocatore è poi costretto ad abbandonare il terreno di gioco, al suo posto entra Osorio Paredes

58′ Iachini prova a dare una scossa ai suoi con una doppia sostituzione. Abbandonano il campo Kuris e Tutino, spazio per Inglese e Brunetta chiamati a provare a cambiare le sorti di questo incontro che si è messo in salita per i ducali a pochi minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco

59′ Colpo di testa di Roberto Inglese; è Vazques che riesce a pescare il compagno a centro area. Tiro centrale. Nulla di fatto

61′ Contropiede molto pericoloso dei lombardi che servono La Gumina in area. Destro del giocatore del Como deviato da Buffon in calcio d’angolo. Sugli sviluppi ci prova Scaglia che prova il tiro al volo di sinistro impegnando, ancora, Gigi Buffon che riesce a salvare la porta crociata

64′ Cartellino giallo per Osorio; falloso l’intervento del crociato su Parigini

65′ Iovine prova a lanciare La Gumina che sembra essere ispirato in questo secondo tempo; il suo destro da posizione defilata si spegne comunque sul fondo

66′ Risposta del Parma affidata a Roberto di Inglese che fa da sponda a Benedyczak il cui diagonale sinistro esce a lato della sinistra dell’estremo difensore del Como

68′ Sostituzione nel Parma: esce Sohm che lascia il proprio posto in campo a Correia

70′ Ammonito anche Roberto Inglese

71′ Ancora Como con il destro dalla distanza di Iovine. Interviene la difesa ducale che si rifugia in corner. Padroni di casa che restano in attacco dopo aver battuto il calcio piazzato conquistando un ulteriore corner

73′ Esce Buffon in presa alta per arrestare il cross teso che esce dai piedi di Iovine

74′ Si fanno vedere in avanti i ducali; tiro-cross di Correia. Calcio con effetto dell’esterno crociato che di pochissimo, l’impressione è che Facchin, se la palla fosse sfilata qualche centimetro a lato, non sarebbe stato in grado di intervenire. Sfera che scheggia la traversa. Veramente sfortunato questa sera il Parma che, alla conta delle occasioni, di certo non sta meritando di perdere

76′ Sostituzione nel Como: esce Parigini per Peli ed esce anche Gliozzi (autore della rete del vantaggio) per Gabrielloni

78′ Si gira Vazques in area e calcia da fuori area, il suo sinistro è di facile lettura per l’estremo difensore lariano. Peccato

80′ Gioco fermo: Solini ha subito un colpo al labbro, entrano i sanitari in campo perché il difensore necessita del loro intervento. Il giocatore del Como sembra essere in grado, in ogni modo, di riprendere la propria posizione sul terreno di gioco

85′ GOOOOOAL PARMA, 1-1! I crociati riescono a rimettere la partita sui binari giusti grazie al colpo di testa di Roberto Inglese che riesce a sorprendere Facchin ed insaccare il pallone in rete

86′ Dopo aver ristabilito il pareggio al Sinigaglia il tecnico crociato riceve un ammonimento da parte del direttore di rigore che lo richiama nella propria area tecnica

89′ Traversone di Vazques che prova, come nell’occasione che ha condotto i ducali alla rete del vantaggio di qualche minuto fa, ad imbeccare Inglese. Questa volta la misura è imprecisa. Peccato

90′ Quattro minuti di recupero

92′ Parma che a due minuti dal termine dell’extra time spreca l’occasione per vincere la gara. Colpo di testa di Danilo ma Osorio devia la sfera che era indirizzata verso laporta. Poi calcia Benedyczak ma la risposta di Facchin è encomiabile. Il portiere del Como salva i suoi dalla sconfitta

94′ Termina in questo momento: Como-Parma finisce 1-1. Reti di Gliozzi e Inglese

Il pareggio, tutto sommato, è un risultato che rispecchia l’andamento della gara anche se brucia, per i crociati, il non aver sfruttato la chance per portarsi a casa il bottino pieno. Sarebbe stato sicuramente un avvio colmo di entusiasmo per Iachini che, invece, deve accontentarsi di un punto. Si tornerà in campo Mercoledì, al Tardini sarà ospite il Brescia.

23 pensieri riguardo “COMO-PARMA 1-1 / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 28 Novembre 2021 in 20:35
    Permalink

    Forza Parma

  • 28 Novembre 2021 in 20:35
    Permalink

    Vamos!

  • 28 Novembre 2021 in 21:25
    Permalink

    Primo tempo in cui si vede già una prima mano di Iachini. Molta più grinta, più copertura difensiva e due belle azioni in contropiede.
    Juric si vede che non ha nessuna capacità tattica. È un buco. Poi manca un terzino sinistro e qui si dovrebbe aprire un libro su chi ha comprato chi
    Benek sta migliorando. Tutino non ha molta forza fisica ne’ tenuta e anche qui…

    • 28 Novembre 2021 in 21:34
      Permalink

      Fotocopia del primo tempo col Cosenza

    • 28 Novembre 2021 in 22:02
      Permalink

      Ma porca miseria, sai cosa si vede della mano di iachini? Il dito medio alzato, ahahahah

  • 28 Novembre 2021 in 22:13
    Permalink

    Purtroppo le macerie fumanti lasciate dal ciarlatano sono peggio di quelle di Nagasaki dopo l’atomica. Quattro mesi di nulla, di non allenamenti e di nozioni tattiche strampalate. La mano sapiente di Iachini come ho già detto si vedrà dopo la sosta. Ovvio se chi ha fatto il mercato fino ad ora farà la stessa fine del ciarlatano ovvero via a calci nel c…o.

  • 28 Novembre 2021 in 22:27
    Permalink

    Speriamo sia un punto che faccia morale perché facciamo veramente schifo.

  • 28 Novembre 2021 in 22:27
    Permalink

    Finalmente giocatori che giocano nel loro ruolo, grinta e se questa era una squadra male allenata……..

  • 28 Novembre 2021 in 22:29
    Permalink

    Ripeto e la partita mi ha dato ragione. Più organizzazione, più grinta e più voglia. Basta vedere come sia invasato Iachini rispetto a Maresca per capire cosa chieda. I cambi sono stati decisivi.
    Avremmo pure vinto se Osorio non avesse salvato sulla linea loro.
    Ecco cominciamo anche a vedere che merdume umano hanno preso in questi due anni, perché alcuni giocatori non potrebbero nemmeno giocare in Eccellenza. Spero che a gennaio arrivino un difensore centrale vero, una mezz’ala vera, un terzino sinistro vero, un mediano che recupera palloni.

    • 28 Novembre 2021 in 23:07
      Permalink

      Praticamente tutta la squadra

    • 28 Novembre 2021 in 23:28
      Permalink

      A parte le scarse qualità di Osorio, ma non diamogli le colpe che non ha, se il pallone non colpiva lui andava in bocca al portiere.

  • 28 Novembre 2021 in 22:30
    Permalink

    Grande Bobby!!!
    La squadra è poca roba ma almeno si sono impegnati.
    MM: Maresca Mai più!!!

  • 28 Novembre 2021 in 22:31
    Permalink

    Tutto già noto. Qualcosa di buono si è intravisto, almeno nei primi 25 minuti, poi però la qualità della rosa, che qualcuno ha definito “di una corazzata”, si è vista tutta.
    Sohm imbarazzante, Juric da 4, la marcatura di Cobbaut nell’occasione del gol non si vede nemmeno negli amatori. Giocatori di centro-classifica in lega-Pro.
    Parecchia confusione, purtroppo enormi refusi della precedente gestione fatta di possesso palla inutile e allenamento nullo.
    Il povero Iachini ha passato la serata a supplicarli di allargarsi, ma l’istinto di andare in mezzo a cercare un uomo in mezzo a 4 avversari è troppo radicata.
    Ci vorrà tempo, tanto tempo.
    Sono felice per Inglese, il gol è sì frutto di una cazzata della difesa del Como, ma lui c’era.
    E al solito se non ci fosse Buffon… ma anche questo si sapeva già.

  • 28 Novembre 2021 in 22:44
    Permalink

    Se la campagna acquisti di gennaio la facesse un direttore sportivo vero sarebbe meglio, l’ideale sarebbe cacciare via anche ribalta e pederzoli dopo tutti quei balordi che hanno fatto arrivare quest’estate

  • 28 Novembre 2021 in 22:45
    Permalink

    Premesso che abbiamo giocato contro una delle squadre più organizzate di serie B ( hanno due difensori centrali fortissimi come scaglia e varnier che non ha giocato perché rotto, un ottimo terzino sinistro, due cagnacci in mezzo al campo, chaja che si è rotto e parigini che sono tra i migliori esterni a 4 della B e tre ottime punte) , ho visto marcature a uomo e diagonali dei terzini ( robe mai viste con Maresca), due sole azioni lasciate agli avversari causate da errori individuali ( Juric sul rigore e il difensore sul gol), voglia di lottare fino alla fine e un minimo di idea di gioco.
    La squadra non è per nulla come l’hanno descritta i pennivendoli locali e non ( abbiamo giocatori indecenti pagati cifre assurde) ma sono certo che con Iachini i play off li raggiungeremo.
    E oggi non è assolutamente scontato.

  • 28 Novembre 2021 in 22:55
    Permalink

    Da salvare i primi 10 della ripresa e gli ultimi 10 pure dove se metti quella grinta e voglia sempre …cmq mi auguro sarà mercato brillante e sontuoso perché taluni ancora non hanno capito dove sono.

  • 28 Novembre 2021 in 23:05
    Permalink

    Vorrei vedere in faccia chi ha preso Cobbaut, Sohm, Man, Zagaridis, Juric. Vederlo e farci spiegare (prima di cacciarlo via) se era ubriaco, se era d’accordo coi procuratori o se semplicemente è totalmente incompetente. Questa è gente che non gioca nemmeno in Eccellenza.

  • 28 Novembre 2021 in 23:05
    Permalink

    I problemi sono tanti, rosa corta e incompleta, manca un terzino sinistro di ruolo (anzi forse due), almeno un paio di centrocampisti (Juric e Sohm non si possono vedere). Detto questo qualche piccolo segnale di miglioramento si è visto.
    Ancora una volta non mi è piaciuto l’arbitraggio, cosa voglia dire non lo so, mai una volta che decisioni dubbie vanno in nostro favore, mai dall’inizio del campionato.

  • 28 Novembre 2021 in 23:28
    Permalink

    La cessione di Dermaku ed il siluramento di Iacoponi sono tra le cose tecnicamente più incomprensibili mai viste fare da una società di calcio.
    Rispetto a quanto visto nell’epoca Maresca abbiamo subito molti meno tiri in porta. Goal e rigore sono stati causati con interventi sconsiderati e l’unica vera parata Buffon l’ha fatta su quella rovesciata tanto bella quanto estemporanea. La condizione fisica non poteva cambiare dal giorno alla notte, ma giocando in modo tatticamente ordinato abbiamo mascherato bene il nostro ritardo di preparazione. Iachini ha l’esperienza che occorre per fare risalire la classifica alla squadra, ma in sede di mercato bisognerà intervenire parecchio. Siamo a corto di centrocampisti ed è necessario inserire un centrale di difesa affidabile. Degli attuali il solo Danilo ha un rendimento costante, Cobbault a volte commette errori inspiegabili per un giocatore del suo potenziale. Osorio è un enigma. Il potenziale ce l’avrebbe, ma riesce sempre a fare qualcosa di sbagliato e se si vuole investire su di lui va trasformato in un incontrista di centrocampo. La difesa non fa per lui

  • 29 Novembre 2021 in 12:47
    Permalink

    il vero colpevole e ribalta ha buttato via altri soldi inutilmente per gente come juric e cobbout che in serie c ne trovi a bizzeffe !!! però qualcosa ho visto una squadra più efficace che punta senza fronzoli in avanti e mancava mihala che è devastante in contropiede !! anche inglese e’in crescita e poi più grinta la volontà di pressare in impostazione e dopo il pareggio di cercare la vittoria , eccc insomma luci e ombre Ombre una rosa che concordo con molti di voi sopravvalutata assolutamente non ammazza campionato , con iachini andremo ai play off poi si vedrà da qui a giugno iachini avrà plasmato una vera squadra e allora dopo son cazzi per gli avversari ai play off

  • 29 Novembre 2021 in 14:15
    Permalink

    Il peggiore oggi (per fortuna ha fatto il passaggio per il pari), è stato Vasquez, lento, a tratti indisponente con le sue piroette, sempre a terra ad ogni palla persa, passaggi elementari sbagliati, pur essendo messo nella posizione ideale per le sue caratteristiche. Speriamo torni ad essere un giocatore di calcio.
    Shom invece, fino a quando è stato a centrocampo ha fatto il suo, quando è stato spostato a fare il terzino, ha mostrato i limiti che gli conosciamo in quel ruolo, che non è il suo, infatti poi, giustamente Iachini lo ha sostituito con un giocatore di fascia.

    • 29 Novembre 2021 in 15:07
      Permalink

      condivido. Sohm come mezz’ala ( e spero non cambi piu’ ruolo) ha margini notevoli. La palla in verticale per tutino nel primo tempo la mette lui ed è molto piu’ ordinato di juric.
      E’ lento ma potrebbe essere il ruolo in cui si esprime meglio.
      Condivido su Vazquez ma aggiungo Juric e Cobbaut.
      Juric corre molto ma lo fa a vuoto. Sembra un alunno che per finire il tema , allunga il brodo e non dice nulla ma fa vedere dieci facciate. Deve essere disciplinato anche perchè nell’Hayduk giocava in mezzo al campo e saliva in attacco una volta al mese. Cobbaut invece è proprio balordo senza speranza.
      Gioca perchè unico difensore mancino ( Valenti a 22 anni sta prenotando il lavello alla villetta) , perchè ha lancio lungo (spesso scentrato) ma è sempre saltato dall’avversario , fuori posizione e ridicolo nella marcatura. Per fortuna non l’hanno preso a titolo definitivo, anche se ribalta potrebbe fare un ennesimo miracolo e pagarlo 25 milioni .
      Lo stesso dicasi per osorio, altro aborto difensivo preso con la mediazione decisiva di ribalta

  • 29 Novembre 2021 in 15:10
    Permalink

    ps ho scritto appositamente il lavello anziche l’avello. sia mai che qualcuno faccia le pulci…

I commenti sono chiusi.