FABRIZIO COMETTI NUOVO RESPONSABILE DELL’UFFICIO STAMPA. FABRIS A CAPO DELL’AREA DIGITAL

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 comunica un nuovo ingresso che va a rinforzare la propria Area Comunicazione e Media Relations.

Fabrizio Cometti (Milano, 29.03.1978), il quale vanta importanti esperienze precedenti come giornalista a Sky Sport, come Responsabile della Comunicazione a Verona, Vicenza, Bari e Carpi e come General Manager a Pordenone, entra nel team con il ruolo di Responsabile Ufficio Stampa e si occuperà della strategia di comunicazione sui canali tradizionali del club oltre che della gestione dei rapporti con la stampa e con i media.

Nicolò Fabris andrà invece a ricoprire il ruolo di Responsabile della rinnovata Area Digital del club (la quale ha recentemente raggiunto oltre 1 milione di followers sui vari canali), che il club considera di crescente importanza e che verrà infatti rafforzata nel prossimo futuro culminando nella creazione della Parma Media House, con un focus sullo sviluppo dei contenuti per i canali digital ufficiali della società.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “FABRIZIO COMETTI NUOVO RESPONSABILE DELL’UFFICIO STAMPA. FABRIS A CAPO DELL’AREA DIGITAL

  • 5 Novembre 2021 in 14:58
    Permalink

    Io dico solo una cosa. FINALMENTE! Ad uno ad uno tutti gli uomini di Ferrari stanno smontando le tende: Carra, Lucarelli, Fabris. Fuori o ridimensionati.Basta con la gestione pane e salame,basta cazzate col gruppo di amici che facevan le riunioni in pizzeria. Per crescere davvero abbiamo bisogno di visione internazionale, manager competenti, curricula di alto livello e professionisti vero. Basta con l’equivoco dei dirigenti-tifosi, che poi avevamocome ds uno come Faggiano, un tragattino che non sapeva neanche parlare in italiano!!
    Dite quel cavolo che volete ma basta leggere i cv di Kalma (Ferrari e Milan), Ribalta (Juve e Zenit) Cometti (Sky), Lacome e Notari (Psg), Galli (Milan) per capire il livello di dirigenza che richiede Krause e che finalmente ora si guarda la competenza e non l’essere amico di qualcuno. Ora continuare con il repulisti, ancora un paio di calci nel sedere ad un altro paio di miracolati e finalmente si potrà cominciare a ragionare con una società costruita sulla COMPETENZA.

    • 5 Novembre 2021 in 16:52
      Permalink

      Ognuno è libero di pensarla come meglio crede, ma penso che, specie nei momenti di difficoltà, vada mantenuto rispetto per le persone, specie per chi qualcosa ha fatto, col cuore e con la ragione, per il Parma Calcio.

      • 5 Novembre 2021 in 17:49
        Permalink

        Diglielo che a forza di curricula siamo diventati una squadretta in serie b così la smette di scrivere castronerie lo sveglio

  • 5 Novembre 2021 in 17:50
    Permalink

    Benvenuto Fabrizio e buon lavoro! Per quelli che a Parma si lamentano di tutto quello che fa la società, non ha senso. Piaceva Fabris? A parte che rimane a Parma, grazie Fabris per quello fatto, ma si guarda il futuro. I Fabris, i Carra, i Lucarelli, i Ferrari sono il passato e noi dobbiamo sostenere il futuro non guardare indietro. Giusto essere proiettati al futuro perché giocatori, dirigenti e proprietà passano, ma il Parma resta. E noi tifiamo il Parma di oggi e di domani e non quello di ieri, quindi Forza Kyle, Forza Jaap, Forza Javier, Forza Fabrizio e forza tutti i nuovi dirigenti per farci finalmente tornare a sognare dopo 20 anni di incertezze societarie.

    • 5 Novembre 2021 in 18:43
      Permalink

      Sacrosanto pensare a tifare la maglia e a pensare il futuro: ciò non toglie che debba rimanere il rispetto per chi, nel passato, ha cercato di dare il meglio di sé per il Parma. Trovo stucchevole “schifare” il pane e salame che, comunque, ci ha sfamato a dovere per oltre cinque anni, vissuti “come noi nessuno mai”. Quindi, il senso del mio commento iniziale era, appunto: si rispetti chi c’era e si sostenga chi c’è.

    • 6 Novembre 2021 in 21:40
      Permalink

      Il parma resta ai nipoti, tifa la maglia che fra un po cambia anche quella tranquillo, meno male che resta l’ennio, ops! 😁 Ti sfilano da sotto il popó anche quello 😁

  • 5 Novembre 2021 in 20:11
    Permalink

    Benvenuto e buon lavoro!

  • 5 Novembre 2021 in 21:16
    Permalink

    Cambio inatteso, come i due avvicendamenti conosciuti da Gabriele Majo. Strano che in un anno Fabris passi dall’essere primo ad accogliere il presidente in aeroporto all’area social. Sarebbe stato più ipotizzabile il percorso opposto, dai social del Parma, eventualmente, a capufficio stampa. Non credo che Majo meritasse gli avvicendamenti come non credo che Nicolò abbia meritato questo. Ho riconosciuto la sua mano in tante idee, come le favole ai tempi del lockdown. Le grafiche, i quiz, lo apprezzavo già su Parmafanzine. Mi fa piacere che resti, come mi fece piacere che restasse Gabriele.
    Mi ha sorpreso l’arrivo di Fabrizio, da gm del Pordenone è salito in serie B, ero convinto che restasse nel calcio come dirigente. Il Parma ha in organico altri giornalisti: Squarcia, professionista, che speravo avesse una chance da capo della comunicazione, Cracolici che partì dall’ufficio stampa del Palermo, Riccardo Gatto.

  • 6 Novembre 2021 in 10:01
    Permalink

    sono arrivati i troll o è solo un una tantum?

I commenti sono chiusi.