IL COLUMNIST di Luca Russo / IACHINI DEVE RESTITUIRE ORDINE TATTICO, RIATTIVARE FISICAMENTE LA SQUADRA E INFONDERLE VOGLIA DI BATTERSI FINO IN FONDO

(Luca Russo) – Esonerato Maresca e ingaggiato in sua sostituzione il più esperto Giuseppe Iachini, l’attenzione della piazza si è immediatamente spostata su altri elementi che hanno portato il Parma nella disastrosa situazione di classifica in cui si trova adesso. L’attuale quattordicesimo posto, frutto di quattro vittorie, cinque pareggi, quattro sconfitte, diciassette gol fatti e diciotto subiti, secondo tanti non è da addebitare tutto all’insufficiente gestione dell’allenatore originario di Pontecagnano. Le questioni di fondo sulle quali ci si interroga sono due: questa squadra è veramente attrezzata per l’insidiosa Serie B come crediamo? Se no, qualche colpa ce l’avranno anche dirigenza e proprietà che l’hanno allestita convinte che una tale rosa potesse bastare per caricarsi sulle spalle l’obiettivo di ritornare velocemente in A? Le mie risposte sono, rispettivamente, sì e sì, però. Il Parma, questo Parma, indipendentemente da ciò che ci racconta la graduatoria, ha le qualità giuste per ambire ad un piazzamento playoff o quantomeno ad una posizione migliore di quella che occupa al momento. Dubito che nel secondo livello del calcio italiano ci siano calciatori maggiormente dotati sul piano tecnico, del tocco di palla e della capacità di palleggiare di Vazquez, Juric e Brunetta. Allo stesso modo ritengo che nessuna delle nostre concorrenti possa vantare l’esperienza di Buffon e Danilo. Se finora sono solo poche le cose che hanno funzionato, è perché le qualità di cui disponiamo non hanno ricevuto la “copertura” delle certezze tattiche e della condizione fisica indispensabili per tenere il passo di chi ora è nelle posizioni che garantiscono la promozione diretta o l’accesso ai playoff. Iachini è chiamato a riaddestrare la squadra sia in un aspetto che nell’altro, restituendole appunto ordine tattico, riattivandola sul piano fisico e mettendole addosso la voglia di battersi fino al fischio finale, senza mollare un centimetro, che le è mancata finora. In sede di mercato la società, a mio avviso, ha lavorato bene, avrebbe potuto fare meglio, ha però commesso l’ingenuità di affidare una macchina di grossa cilindrata a un neopatentato con pochissimi chilometri all’attivo. Il che non significa che Maresca non potrà diventare un grande allenatore, semplicemente non lo è adesso. Di tutt’altro spessore e profondità è, al contrario, il curriculum di chi ne ha preso il posto. Con quattro promozioni in A (Chievo Verona, Brescia, Sampdoria e Palermo) e un vasto assortimento di salvezze (Palermo, Sassuolo e Fiorentina su tutte), Iachini ha dimostrato di essere allenatore in grado di cavalcare diversi tipi di onde. Il Parma visto fin qui è un malandato vascello che rischia di imbarcare acqua da tutte le parti. Mister, lei sa già come si fa: lo dica alla ciurma e la convinca che i giochi sono ancora aperti. Luca Russo

12 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / IACHINI DEVE RESTITUIRE ORDINE TATTICO, RIATTIVARE FISICAMENTE LA SQUADRA E INFONDERLE VOGLIA DI BATTERSI FINO IN FONDO

  • 25 Novembre 2021 in 07:27
    Permalink

    Apperó, e si che lo aveva detto….. 😁 Un attimo dopo il mio cane ma lo aveva detto ricordo benissimo eravamo sotto il fuoco amico, salvate il soldato russo

    Rispondi
    • 25 Novembre 2021 in 15:15
      Permalink

      Se si ha la pretesa di fare la var agli altri, sia abbia la bontà di leggere con attenzione. E, possibilmente, non limitandosi al titolo.

      Riporto dall’articolo richiamato numerose volte negli ultimi giorni:

      “Tra le conseguenze negative generate dalla disfatta di Lecce, ce n’è una di cui onestamente mi riesce difficile intuire le origini. Ed è il cosiddetto fuoco amico, cioè quel fiume di critiche non costruttive che noi stessi, noi stessi intesi come appassionati e tifosi del Parma, indirizziamo, talvolta con un linguaggio abbastanza sopra le righe, sulla squadra per cui facciamo il tifo. Ci sono già tanti avversari che in un modo o nell’altro stanno godendo della situazione in cui ci siamo cacciati, consapevoli che il nostro rendimento deludente sta di fatto liberando, almeno per ora, un posto nella corsa alla promozione. Perché metterci anche noi a fare le pulci, ripeto in modo per nulla propositivo, ai ragazzi di Maresca quando siamo sommersi dal fuoco nemico? Faremmo decisamente meglio a limitarci alle analisi razionali di ciò che non va (troppo) e di ciò che al contrario va (troppo poco) in questo momento”.

      Sono responsabile di quello che dico, non di quello che gli altri capiscono.

      Rispondi
      • 25 Novembre 2021 in 19:22
        Permalink

        No guarda la var col parma e adiacenti non serve, siete lenti abbastanza,del resto chiamasi agonia calcio 1913, ti diró di più lo stadio potrebbero chiamarlo tedium stedium, se non entri sai quello che ti perdi

        Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 07:34
    Permalink

    Tornando al fu parma ac devo dire che come al solito si cambia lo stalliere quando i buoi è da mo che son scappati, giustamente il distrattore di massa lo userà per fargli mettere il carro davanti tanto per tirarla fino a maggio, as usual

    Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 07:39
    Permalink

    Intanto si sono viste le doppie sedute…altro che riposi. Purtroppo per fare la preparazione mia fatta bisognerà aspettare la pasta invernale

    Rispondi
    • 25 Novembre 2021 in 23:36
      Permalink

      Speriamo solo di non vedere giocare come giocava Fiorentina la scorsa stagione

      Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 13:26
    Permalink

    Io non credo sia tardi.
    Credo sicuramente che si potesse fare prima, tuttavia, non si può nemmeno biasimare una società che prova a credere in un progetto nel quale ha investito..senno tantovale dichiarare dall’inizio che si fanno le cose a caso per 2 mesi e poi si vede come va.
    Credo che Iachini sia un gran allenatore, uno che va di sciabola, uno che chiede il 100 % e non fa nulla per caso.
    Credo che possa essere una svolta importante poichè questi ragazzotti, italiani (pochi) e non, hanno bisogno di un gendarme che gli faccia fare 4 giri di campo a calci nel bebop ogni volta che commettono un errore, cosa che forse (e dico forse) con Maresca un po’ è mancata (e qui si tratta di esperienza).
    Questa squadra ha il potenziale per vincerle tutte da qui a maggio, manca a mio parere un vero centravanti (Lucca/Coda per intenderci) perchè Inglese sembra un cugino stanco di quello che conoscevo e Tutino lo vedo meglio come seconda punta e sopratutto due mediani che facciano legna alla Barillà…
    Per il resto sarei un po’ satollo di vedere prime donne/salvatori della patria che poi valgono un 1-3 preso da una neopromossa dalla C.
    Lavorare lavorare e lavorare.

    Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 13:35
    Permalink

    ottimo programma! occorrerà in qualche modo dirlo al mister Iachini che deve perseguire ordine tattico, recuperare condizione fisica e motivazione a battersi… può darsi che non lo abbia capito…

    Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 16:12
    Permalink

    La scelta di Jachini benchè tardiva, come minimo andava fatta dopo la disfatta di Lecce per sfruttare la sosta, è molto condivisibile però al di là delle carenze di Maresca (tante) rimane pur sempre una squadra che sembra allestita senza un chiaro obiettivo, mancano 2 centrocampisti, un esterno difensivo sinistro ed un centravanti a doppia cifra, occorre tutta gente di categoria non è più tempo di prospetti.
    Si può pescare dai fuori rosa (jacoponi e Laurini) e dal mercato di gennaio (cosa non facile).
    I rinforzi sono statti promessi…..e speriamo che riescano ad acquistarli…D’Aversa docet….
    Forza Parma

    Rispondi
  • 25 Novembre 2021 in 20:43
    Permalink

    Diventato subito iachiniano, eh Russo,? Comunque la rosa è sempre mediocre, ma almeno ora abbiamo chi saprà farla rendere al meglio.

    Rispondi
    • 26 Novembre 2021 in 15:14
      Permalink

      Siete voi che dividete il mondo in iachiniani e non, sarristi e non, allegriani e non, contiani e non, giochisti e non.
      Per quanto mi riguarda esiste solo una cosa: il bene del Parma. Cosa che evidentemente non vale per tutto, visto che qualcuno avrebbe fatto il tifo per il Como nel caso Maresca fosse rimasto sulla panchina Gialloblù.

      Rispondi
  • 26 Novembre 2021 in 14:59
    Permalink

    ad oggi gran allenatori liberi non c erano ! i vari zanetti e italiano di venire a parma in estate non ci pensavano neppure ……alla fine iachini ha vinto 4 campionati di serie B non vedo perché mi dovrei lamentare la squadra va aggiustata ( non c e cursori ) manca la punta centrale alla fine iachini visto la condizioni fisica precaria ! morerà ai play off e vincerli ……promozione diretta secondo me è difficile il solito inzaghi non lo permetterà troppe squadre davanti

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI