LECCE-PARMA 4-0 / IL TABELLINO E LA CRONACA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

LECCE – PARMA, 4-0 / IL TABELLINO 

Marcatori: 16′ Coda, 31′ Coda (R) , 36′ Strefezza, 44′ Coda

LECCE – Gabriel, Lucioni, Gargiulo, Coda (72′ Olivieri), Di Mariano, Gendrey, Strefezza (64′ Rodriguez), Barreca, Majer (65′ Björkengren), Hjulmand (79′ Meccariello), Dermaku (79′ Blin);      A disposizione: Bleve, Paganini, Helgason, Bjarnason, Listkowski, Gallo, Calabresi; Allenatore: Baroni

PARMA – Buffon, Danilo, Tutino (79′ Bonny), Vazquez, Juric (79′ Traore), Delprato (61′ Busi), Benedyczak (61′ Inglese), Sohm, Osorio, Cobbaut, Coulibaly (67′ Mihaila); A disposizione: Turk, Colombi, Balogh, Iacoponi, Man; Allenatore: Maresca

Arbitro: Sig. Davide Ghersini di Genova

Assistenti: Sig. Giuseppe Perrotti di Campobasso e Sig. Domenico Palermo di Bari

Quarto ufficiale Sig. Mattia Pascarella di Nocera Inferiore

V.A.R. Sig. Fancesco Fornerau di Roma 1

A.V.A.R. Sig. Stefano Liberti di Pisa

Ammoniti: Lucioni, Strefezza, Busi

LA CRONACA LIVE DI Ilaria Mazzoni

Benvenuti alla diretta testuale di questa dodicesima giornata di serie B, il Parma, allo Stadio di Via del Mare, affronterà il Lecce. Fischio di inizio alle ore 14.00

I crociati sono finalmente ritornati alla vittoria l’ultima in casa contro il Vicenza, tre punti che hanno permesso alla formazione di Maresca di incrementare il proprio bottino a 16 punti, a quattro lunghezze di vantaggio si trovano, invece, i padroni di casa i giallorossi hanno, infatti, sino ad ora conquistato 20 punti.

Una squadra difficile da battere, il Lecce, che oggi è alla ricerca dell’undicesimo risultato utile consecutivo.

 

Primo tempo

01′ Partiti!

02′ Il Lecce è partito all’attacco, crociati che, per il momento, si limitano a contenere la squadra di casa; poi i giallorossi commettono fallo in attacco e il direttore di gara assegna un calcio di punizione ai ducali. Sarà, probabilmente, Danilo a batterla. Nulla di fatto

04′ Ducali che provano a far girare il pallone cercando di costruire dal basso la propria azione offensiva per provare a mettere in difficoltà i padroni di casa che sono partiti in quinta. Il Lecce riesce a chiudersi bene; è davvero arduo per i gialloblù trovare gli spazi

06′ Sono i giallorossi, in questo momento, a mostrarsi in difficoltà. I padroni di casa sono costretti a chiudere in calcio d’angolo Benedyczak

06′ Coulibaly rischia il cartello giallo; il calciatore ferma con un intervento al limite la possibile di ripartenza del Lecce che stava passando tra i piedi di Strefezza. Il direttore di gara, fortunatamente, si limita ad assegnare un calcio di punizione e richiamare verbalmente il crociato

08′ Le due formazioni si stanno ancora studiando, per ora nessuna occasione da rete. Molto il possesso palla a centrocampo che non si concretizza, però, per nessuna delle due contendenti in occasione di attacco

09′ Primo squillo dei padroni di casa che sono ora sospinti dall’apporto dei propri tifosi che sono giunti in massa a seguire la propria squadra in questo pomeriggio di Novembre: ci prova Gargiulo che si sposta il pallone sul sinistro provando la conclusione. Tiro alto, nessun problema per il Parma, Buffon non deve nemmeno intervenire

12′ Punizione pericolosissima a favore dei giallorossi, siamo circa a 20 metri dalla porta difesa da Super Gigi. Prima vera chance per la squadra di casa. Va Barreca ma conclusione altissima, circa 40centrimetri sopra la traversa gialloblù. Poi occasione per gli ospiti per ripartire in contropiede, i padroni di casa si chiudono bene e ritornano in possesso della sfera

16′ GOOOOAL LECCE! I salentini si portano in avanti quando è appena trascorso il quarto d’ora di gioco. E’ Massimo Coda a portare avanti i giallorossi: si allarga sulla sinistra per Gargiulo che entra in area per poi infilare sul secondo palo la sfera all’indirizzo proprio di Coda che, di testa, infila il pallone in rete battendo Buffon

18′ In questo momento al Via del Mare sta giocando solo una squadra. Purtroppo sono i padroni di casa

20′ Ancora Lecce in avanti; i padroni di casa si stanno riversando, in questi minuti, molto spesso nell’area gialloblù continuando a portare pressione sul Parma

21′ Prova a reagire il Parma, ma fa fatica a trovare gli spunti

22′ Due bell’occasioni per i crociati per riacciuffare il pareggio; la prima chance si realizza con Sohm che libera il proprio destro dal limite dell’are, deviazione determinante di un difensore giallorosso che si rifugia in calcio d’angolo. La seconda occasione si concretizza proprio sugli sviluppi del corner: Vazquez si aggiusta il pallone e prova un tiro che esce di pochissimo a lato della porta di Gabriel

25′ Il Parma deve proseguire su questa strada; ora i giallorossi sembrano avere difficoltà ad uscire dalla propria area. La squadra di Maresca sta pressando alto

28′ Punizione per il Lecce, va Barreca che serve Strefezza. I giallorossi si lamentano per un colpo di mano di Delprato che interviene in scivolata sul pallone in modo scomposto. Il direttore di gara va a rivedere l’azione al VAR. Calcio di rigore per il Lecce che ha quindi l’occasione di portarsi sul doppio vantaggio allo scoccare della mezzora di gioco

31′ GOOOOAL LECCE! Coda incrocia con il destro e insacca il pallone alle spalle di Buffon. L’ex crociato condanna i ducali con la sua doppietta

32′ Prima ammonizione della gara: Lucioni viene sanzionato per un intervento scomposto ed in ritardo su Tutino che stava tentando la ripartenza

34′ Il Lecce manovra ora all’altezza di centrocampo; non ha, chiaramente, fretta di portarsi in avanti la squadra di casa che gode di un duplice vantaggio. Parma frastornato da questa seconda rete. Certamente i giallorossi hanno dominato questa prima frazione di gioco ma è altrettanto vero che questo doppio svantaggio è troppo severo per i gialloblù

37′ GOOOAL LECCE! Strefezza sigla la rete del tris giallorosso, Parma alle corde

40′ Occasione Lecce: la squadra di casa è dilagante. Di Mariano si invola sulla sinistra e mette al centro per Coda che con un colpo di testa indirizza il pallone verso la porta gialloblù. Buffon si stende e blocca il pallone

41′ Occasione Parma! Del Prato prova a tirare da posizione defilata: nulla di fatto ma il pallone non esce di molto

44′ GOOOOAL LECCE! I salentini calano il poker con il solito Coda. Primo tempo davvero da dimenticare per i crociati

45′ Un minuto di recupero assegnato dal direttore di gara

46′ Arriva il fischio dell’arbitro: si torna negli spogliatoi

Termina in questo momento questa prima frazione di gioco davvero imbarazzante per i crociati che non sono stati capaci di reggere il confronto contro una squadra di livello come il Lecce. I padroni di casa dilagano e si portano addirittura sul 4-0, sembra davvero notte fonde per la squadra di Maresca che non è riuscito a trovare la quadra di questa partita. Ci sono ancora quarantacinque minuti per poter dare un senso positivo a questo incontro per i ducali che devono, almeno, cercare di salvare la faccia recuperando il gap che li divide dai giallorossi.

Secondo tempo

46′ Nessun cambio; si riparte con gli undici iniziali, si riparte con il pesante punteggio di 4-0 a favore dei padroni di casa. Un punteggio che testimonia che il Lecce, sino ad ora, ha dominato questo incontro senza lasciare spazi ad un Parma che, invece, è apparso piuttosto annebbiato. Inizia la ripresa

48′ Possesso palla dei ducali che sono appena stati invitati dal pubblico giunto da Parma per sostenerli a “tirare fuori gli attributi”. Serve un goal ai gialloblù per provare a dare un senso a questa domenica pomeriggio

49′ Calcio d’angolo per il Parma che viene ribattuto nuovamente in corner. Dalla bandierina va Delprato poi colpo di testa di Juric ma il pallone sfila fuori seguito dallo sguardo attento di Gabriel

51′ Calcio d’angolo dalla destra per i padroni di casa, dopo qualche fraseggio interviene sul cross di Strefezza il portiere gialloblù che mette la parola fine su quest’attacco giallorosso

52′ Gargiulo calcia da fuori, Danilo tocca in angolo

53′ E’ ancora Lecce che ora vola sul manto del proprio stadio forte anche dell’ampio vantaggio conquistato durante la prima frazione di gioco. Ancora pericoloso Coda, lo anticipa sul primo palo Danilo. Giallorossi pericolosamente vicini al realizzare la quinta rete. Il Parma deve stare attento per evitare l’imbucata

55′ Buffon salva il Parma; ancora Coda. I padroni di casa non sono ancora paghi del proprio score e puntano a siglare la quinta rete. Ottima risposta del portierone gialloblù che salva ancora una volta la faccia ai ducali. La squadra di Maresca oggi è davvero allo sbando

56′ Ammonito Gabriel Strefezza per fallo su Vazquez

57′ Corner per i crociati; cross basso di Delprato ma leggono benissimo il tentativo i difensori giallorossi che spazzano via la sfera. Riparte poi il Lecce in contropiede con Di Mariano, poi serve per l’ennesima volta Coda che manda fuori di pochissimo la propria conclusione

61′ Doppio cambio per il Parma: Busi per Delprato e Inglese per Benedyczak

65′ Prime sostituzioni anche per i padroni di casa. Fuori Strefezza che lascia il posto in campo a Rodriguez. Esce anche Majer spazio per Bjorkengren

67′ Entra Mihaila che rileva Coulibaly

68′ Ammonito Busi; il gialloblù applaude poi l’arbitro dopo aver ricevuto il cartellino giallo. Un’azione davvero sconsiderata da parte del calciatore, per rendere più nera questa giornata manca solo un’espulsione

69′ Colto in fuorigioco Roberto Inglese; le speranze crociate sembrano, oramai, davvero sfumate. Siamo ormai alla mezzora della seconda frazione di gioco e non sembra che il Parma sia in grado di trovare lo spunto giusto per provare ad alleggerire questa sconfitta

72′ Discende ancora il Lecce lungo la fascia; Parma che si rifugia in calcio d’angolo. Poi esce dal campo Massimo Coda, paladino dei giallorossi di oggi, e capo cannoniere di questa serie B. Al suo posto entra Olivieri

78′ Sostituzione per il Lecce: esce Hjulmand per Blin. Fuori anche Dermaku che lascia spazio a Meccariello

79′ Cambio anche per Maresca: escono Juric e Tutino per Traorè e Bonny

84′ Destro di Lucioni, a lato ma di poco. Si vede ancora solo il Lecce oggi

89′ Azione personale di Bonny ma si chiude bene la difesa giallorossa

90′ Finalmente termina l’incubo del Via del Mare per il Parma: arriva il triplice fischio dell’arbitro che non assegna tempo di recupero

Termina questo pomeriggio nero salentino per il Parma che ritorna a casa con un passivo pesantissimo: quattro le reti subite dai crociati. I gialloblù si presentano sotto la Curva dei tifosi gialloblù, rappresentati da Gigi Buffon. Una prestazione del genere non è ammissibile, bisogna che questa squadra reagisca. Il Parma si scioglie con il Lecce, purtroppo le vittorie raggiunte sembrano un lontano ricordo.

 

36 pensieri riguardo “LECCE-PARMA 4-0 / IL TABELLINO E LA CRONACA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

  • 7 Novembre 2021 in 14:32
    Permalink

    Vabbè, fate pena. Noi facciamo schifo, ma d’ora in poi si deve giocare senza braccia?

    • 7 Novembre 2021 in 14:42
      Permalink

      Siamo scarsi. Loro forti. E se non marchi.. Se strefezza sembra messi hai un bel da contestare Maresca, per quanto certi giocatori si marcano a uomo…

    • 7 Novembre 2021 in 14:47
      Permalink

      Niente …il nulla assoluto! Io continuo a sostenere che questa rosa non è adeguata, ci sono almeno 7 giocatori in campo che sono inqualificabili salvo solo Buffon vazquez tutino e del prato( per gli ultimi due lo pensi aldilà della prestazione odierna ) e nella rosa salvo schiattarella oggi assente… tutto il resto è rumenta vera con questo giocatori non si va da nessuna parte… quindi via allenatore e pensare già al anno prossimo dobbiamo fare un mercato come si deve fatto da un da competente non disposto ad assecondare i capricci di un presidente che di calcio capisce conto

  • 7 Novembre 2021 in 14:38
    Permalink

    Wuah wuah! Stacco. Buona giornata.

  • 7 Novembre 2021 in 14:50
    Permalink

    Ringraziamo il Messia Marasca, la sua messa è finita…e male.
    Cambiare subito il manico!

    • 7 Novembre 2021 in 15:04
      Permalink

      Ribadisco. Avevo scritto che avremmo vinto con cittadella e Vicenza e preso una carretta di gol a Lecce.
      I calciatori sono finti perché la società ha più interesse a portare capitali all’estero prendendo giocatori segnalati da faccendieri che non a prendere calciatori forti. Dai tempi della Parmalat si facevano queste operazioni. Tutti le fanno, il Parma in modo più marcato. Ma Maresca non è un allenatore di calcio. Con lui nessuna squadra vincerebbe mai un campionato professionistico. Gli puoi dare il Paris Sant Germain e perderebbe tutto. Ma credo che a Krause vada benissimo tenere ribalta e Maresca. Perché i soldi per gli stipendi deve metterli lui e quindi va bene così. Spero che i tifosi ripaghino le sue capacità come Presidente, abbonandosi a sky calcio

  • 7 Novembre 2021 in 14:56
    Permalink

    non sapevo che oggi il Parma avrebbe giocato a Liverpool, pensavo a Lecce. I ragazzi si sono impegnati ma le 7 categorie di differenza si sono viste tutte.

  • 7 Novembre 2021 in 14:58
    Permalink

    Imbarazzanti oltre ogni limite!!

  • 7 Novembre 2021 in 14:59
    Permalink

    Maresca a casa!

  • 7 Novembre 2021 in 15:01
    Permalink

    Ha ragione il telecronista, questo è proprio il Parma di Maresca………..

  • 7 Novembre 2021 in 15:01
    Permalink

    l sinceramente pensavo avessero trovato un equilibrio ma evidentemente non è così le due vittorie erano in illusione …….a questo punto bisogna solo esonerare il guardiola di noialtri e penasare ai play off non certo alla promozione diretta

  • 7 Novembre 2021 in 15:03
    Permalink

    Oggi sta andando tutto storto, ogni episodio ci va male. Ma il problema lampante è che fisicamente non ci siamo proprio, la differenza è impietosa. Il Lecce corre e noi camminiamo.
    Ormai il buon senso vorrebbe che la permanenza di Maresca sulla panchina del Parma finisca oggi.

  • 7 Novembre 2021 in 15:18
    Permalink

    Parlare di episodi oggi è miopia pura. 0 tiri in porta contro oltre 10 in 55 minuti.
    Ha colpa l’arbitro per il rigore? Avremmo vinto?
    Una squadra che non si allena non può correre.
    Ma al Presidente interessano solo i soldi che deve fare con calciatori veri, calciatori finti e stadio. I risultati non fanno parte della sua ignoranza sportiva ( la cultura non gli appartiene proprio in nessun ambito se si parla di Parma calcio).

    • 7 Novembre 2021 in 16:54
      Permalink

      Se Coda e Strefezza segnassero in modo non episodico nel modo in cui lo hanno fatto oggi, sarebbero in una squadra che fa la Champions League. Bravi loro, vanno applauditi per come hanno giocato in una giornata dove gli riusciva tutto. Se rileggi quello che ho scritto ti accorgerai che le mie considerazioni tecniche non sono diverse dalle tue.
      Questa squadra non è preparata sul piano fisico, per mandarla in tilt basta che gli avversari la buttino sulla corsa. Oggi Maresca ha attuato una tattica prudente, con Vazquez in appoggio alle punte e con Tutino dietro a Benek. Non è servita allo scopo, eravamo sempre in ritardo. Ordinati, seguivamo i piani dell’allenatore. Solo che il Lecce correva il doppio e la nostra condizione fisica inadeguata non ci consentiva di contrastarlo.
      La società deve urgentemente sostituire Maresca proprio perché non è ammissibile che una squadra sia in questo stato di forma fisica a Novembre.

  • 7 Novembre 2021 in 15:23
    Permalink

    Questo presidente è la più grossa sventura che poteva capitare a Parma sportiva.
    Il resto sono solo ciarlatani messi lì da lui. Chi vuole bene al Parma NON deve abbonarsi.
    Godiamoci questa retrocessione, l’ennesima, derisi da tutti. Giustamente aggiungo io.

    Nota: volete farvi due risate grosse grosse? Leggetevi l’articolo del sig. Russo di qualche giorno fa IL COLUMNIST di Luca Russo / SE FARA’ BENE NEI PROSSIMI OTTO TURNI, A NATALE IL PARMA POTREBBE ESSERE TRA LE PRIME QUATTRO
    Veramente esilarante. UAHAUAHAUAHAA
    TORNATE SULLA TERRA PER DINCI! STIAMO RETROCEDENDO NELLA TOTALE INCOMPETENZA DI UN PSEUDO-IMPRENDITORE D’OLTRE OCEANO.

  • 7 Novembre 2021 in 15:31
    Permalink

    Chiudo i commenti dicendo questo. Nel mondo del calcio Krause sta facendo la figura del ricco idiota. Idiota perché apparentemente spende tanti soldi e viene umiliato ( non battuto e basta).
    Ma la realtà è che ricco lo sarà ancora di più per le ragioni espresse prima e per il fatto che è il Parma indebitato per 210 milioni e non lui ; idiota men che meno visto che ci guadagna per ogni giocatore strano che fa arrivare da posti strani e guadagnerà ancora di più con stadio e San leonardo.
    Gli idioti sono i tifosi del Parma e la città che si sono consegnati a questo signore, senza mai mettere in discussione nulla, pensando fosse babbo natale. Abbiamo ciò che meritiamo.

    • 7 Novembre 2021 in 15:39
      Permalink

      Condivido tutto al 100%

    • 7 Novembre 2021 in 15:48
      Permalink

      Idioti i tifosi perché? Chi si sarebbe consegnato a Krause? Non gliele ho vendute io le azioni del Parma… cosa bisognava fare, non ho capito? Peraltro senza sapere chi fosse. L’arma dei tifosi è non andare allo stadio e chi ci va (per me sbagliando) può fischiare… guarda che uno stadio vuoto da molto fastidio. Avete visto con gli abbonamenti, sono corsi subito ad abbassare i prezzi…
      Poi nel calcio ci sta perdere per carità, la sconfitta è parte dello sport, ma non ci sta la mancanza di impegno e di rispetto per la maglia ed i tifosi.

      • 7 Novembre 2021 in 15:56
        Permalink

        Cominciare a fargli capire che se non vince, deve tornare a far del bene ai suoi amici Yankees (dopo aver saldato TUTTI I DEBITI creati da lui). I modi ci sono e la libera iniziativa è gradita.

        • 7 Novembre 2021 in 16:27
          Permalink

          Certo ovvio, ma a posteriori, i tifosi non hanno consegnato il Parma a Krause… e ripeto la cosa che da più fastidio è lo stadio vuoto

  • 7 Novembre 2021 in 15:36
    Permalink

    Io sono molto contento della partita di oggi perché se avevo qualche dubbio se fare l’abbonamento oggi me lo sono chiarito.

  • 7 Novembre 2021 in 15:36
    Permalink

    Statistica tiri al 75.
    Tiri in porta 10-0 Lecce
    Tiri fuori 15-5 Lecce.
    Chapeau Maresca

  • 7 Novembre 2021 in 15:44
    Permalink

    i cambi che ha fatto sono allucinanti di un allenatore che non ha più lo spogliatoio e punisce chi vuole lui ……busi tradire e bonnie r lascia in panca Man per cui inglese 18 ml man 15 ml bruciati dal grande krause 32 ml !! grande presidente !! ormai siamo alla frutta maresca fa le purghe naziste mette bonnie e traore roba da matti vogliamo andare in A con bonnie e traore ? e l atteggiamento di una squadra senza ambizione che a fine stagione lancia i giovani sono ridicoli non andiamo allo stadio facciamo sciopero

  • 7 Novembre 2021 in 15:52
    Permalink

    Ho aspettato volutamente il secondo tempo per capire se la squadra avesse una reazione d’orgoglio in difesa del suo tecnico, ma credo nemmeno una goccia di sudore sia stato versato in questo senso.
    Credo sia inevitabile sostituirlo.
    Battuti in tutti i sensi, dai singoli, come squadra, come mentalità e dulcis in fundo, dal pubblico numerosissimo presente.
    Complimenti a loro….e a Coda..!

    • 7 Novembre 2021 in 15:59
      Permalink

      Ectoplasmi che vagano per il campo, vinci contro l’ultima, poi soffri a Cittadella e poi rivinci contro la penultima 7 giorni fa, poi in mezzo a queste partite il nulla e dopo oggi viene da chiedersi davvero con reazione O al cubo, cosa intende fare la società ?
      Io darei il foglio di via al mister(mi pare che la squadra lo abbia scaricato) e a gennaio mezza rivoluzione…saranno così testardi da rinviare ancora?

  • 7 Novembre 2021 in 15:53
    Permalink

    Qualche finto giornalista di Parma stasera o domani può chiedere a Krause (non ai suoi tirapiedi prezzolati )se è soddisfatto dei risultati di ribalta e Maresca? Se pensa di licenziarli o tenerli ancora perché è solo un momento? Qualcuno che si professa giornalista si da’ una mezza svegliata? O aspetta di tornare in Serie D per vincere il premio retorica inutile e fastidiosa 2024?

  • 7 Novembre 2021 in 16:00
    Permalink

    allora Davide ,sei contento che cambiano il nome da strada ponte caprazucca a vialone ponte caprazucca ?,con l’americano stiamo facendo dei passi piu’ lunghi delle sue gambe col stopaj li ,mo in do l’ani cate’ gli upi in tal tide ? il fururo e’ roseo amico mio come il culo di un neonato solo che bisogna stare attenti ,un ultima cosa ma a des moines an ghe mighe al circo ?

  • 7 Novembre 2021 in 16:10
    Permalink

    E’ arrivata puntuale l’attesa prova di maturità richiesta ai nostri baldi eroi. Una prova spavalda e convincente dopo due successi consecutivi di cui l’ultimo – soffertissimo – contro la penultima in classifica.
    Oltre alla sontuosa prova del trio difensivo crociato, da rimarcare l’ottimo filtro a centrocampo (capace poi di ribaltare con pochi ficcanti passaggi il fronte offensivo) nonchè la convincente prova del nostro atomico attacco. Sono rimasto incredulo e meravigliato di come lo sventurato Lecce abbia potuto costruire manovre offensive e sofferte occasioni da rete di fronte al nostro spietato pressing; ed anche di come sia riuscito a porre argine di fronte allo strapotere ed alla velocità di esecuzione dei nostri centrocampisti. Decisivo, infine, l’apporto dei giocatori subentrati dalla panchina: meno male che non volevano infierire sui padroni di casa.

    In conclusione: una prova così gagliarda, una dimostrazione di attaccamento alla maglia così evidente mi ha riempito il cuore; quasi quanto la constatazione che in 90° dobbiamo ancora tirare in porta

  • 7 Novembre 2021 in 16:45
    Permalink

    Ribalta conferma maresca, forse lo cacciano quando siamo quasi in c

  • 7 Novembre 2021 in 16:57
    Permalink

    Ovviamente ribalta ha confermato Maresca.
    Infatti il primo a dover essere silurato a pedate sarebbe ribalta.
    Ma kk se ne guarda bene dal cacciarlo. Se no come farebbe a gennaio a comprare altri 7 sconosciuti all’estero pagandoli almeno 3mln ciascuno? Lui firma le operazioni e fa da garante sui numeri…

    • 7 Novembre 2021 in 17:39
      Permalink

      Che gli frega a Ribalta della serie C? Mica ci va lui. Piglia la sua buona uscita e va a far danni altrove.
      E niente derby signori, la Regia viaggia a vele spiegate. Io sono sportivo e faccio i complimenti ai cugini, sperando ovviamente che la loro fuga si interrompa all’ultima giornata… 🙂
      Noi stiamo arrivando. Domenica c’è Marino e il suo Cosenza, e ci sarà gloria anche per lui.

  • 7 Novembre 2021 in 17:16
    Permalink

    Krause ribalta e Maresca sono da voltastomaco.
    Non meritiamo personaggi miserrimi di quel tipo. Meglio un campionato lottando ogni domenica e salvandoci all’ultimo con uomini veri che prese per il culo campali quotidiane da quei tre ceffi.

  • 7 Novembre 2021 in 18:09
    Permalink

    Aldo amico mio. Io non so poi cosa dire. Se non desiderare che qualcuno cacci questi circensi a calci nel culo. A cominciare dalla priorità.

  • 7 Novembre 2021 in 18:18
    Permalink

    Fossimo in un’altra piazza li avrebbero già cacciati a calci in c….

    • 7 Novembre 2021 in 19:27
      Permalink

      Io ero tra quei disperati che in agosto li han visti perdere in casa. E non è cambiato nulla. I giocatori del Parma, allora e questi, non sono all altezza. Forse è anche un problema di preparazione ma io son più convinto del fatto che per serie b siano scarsi. E basta. Se riguardate il terzo e il quarto gol l allenatore c entra poco. Ha mille colpe ma la squadra e scarsa. Lenta di testa prima che essere lenta di gambe. Una tristezza.

I commenti sono chiusi.