PARMA-COSENZA 1-1 / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

PARMA-COSENZA 1-1, IL TABELLINO

Marcatori: 12′ Juric, 73′ Tiritiello

PARMA – Buffon; Danilo, Brunetta (57′ Schiattarella), Tutino (71′ Sohm), Vazquez, Juric, Delprato, Cobbaut, Coulibaly, Mihaila (81′ Man), Inglese (57′ Benedyczak). Allenatore Enzo Maresca
A disposizione: Colombi, Turk, Balogh, Iacoponi, Osorio, Busi, Traore, Bonny.

COSENZA – Vigorito; Carraro, Rigione, Gori, Caso (81′ Millico), Anderson (63′ Florenzi), Tiritiello, Venturi, Palmiero (87′ Gerbo), Vallocchia (63′ Boultam), Situm. Allenatore: Marco Zaffaroni
A disposizione: Saracco, Matosevic, Corsi, Pandolfi, Kristoffersen, Pirrello, Sy Sanasi, Minelli.

Arbitro: Sig. Gianpiero Miele della Sezione A.I.A. di Nola
Assistenti: Sig. Ciro Carbone di Napoli e Sig. Damiano Margani di Latina
Quarto Ufficiale: Sig. Gioele Iacobellis di Pisa
VAR: Sig. Fabio Maresca di Napoli
AVAR: Spig. Emanuele Prenna di Molfetta

Ammoniti: Brunetta, Coulibaly, Vazquez, Palmiero, Schiattarella.

Recupero: 0′+ 4′

Spettatori: 6.137 di cui 2.816 abbonati

LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

Nella nebbia del Tardini il Parma è chiamato ad illuminare una giornata uggiosa. Lo farà con una squadra votata all’attacco. La formazione titolare infatti vede Tutino Mihaila Inglese e Vazquez schierati nell’undici di partenza. In difesa si torna a 4 con Delprato Danilo Cobbaut e Koulibaly che proveranno ad arginare le offensive dei “lupi”

PRIMO TEMPO

12′ GOL DEL PARMA Prima azione degna di nota e primo squillo: Inglese entra in area e calcia rasoterra alla ricerca di Juric che si trova pronto ad insaccare

25′ Punizione dalla distanza di Carraro facile per Buffon

27′ Cross di Cobbaut dalla sinistra, Inglese prende l’ascensore ma il suo colpo di testa non riesce ad inquadrare la porta

28′ Brivido per il Parma, Vall0cchia mette il turbo sulla sinistra calcia in diagonale, Buffon in tuffo si supera e devia in angolo

30′ Juric entra in area ma la sua azione è fermata in angolo dall’intervento di Tiritello. Prima di far battere il corner il direttore di gara attende l’esito del Var per un possibile intervento falloso: nulla di fatto, non ci sono gli estremi per la massima punizione in favore del Parma

45′ Il Parma finisce in vantaggio un primo tempo arido. Non si vuole essere troppo polemici ma aldilà del gol al 12′, la squadra di Maresca è sempre la solita compagine molle, supponente senza la bava alla bocca. Occasioni con il contagocce per una squadra accademica protagonista assoluta di un fraseggio rasoterra orizzontale tanto noioso quanto inutile

SECONDO TEMPO

1′ Eloquente striscione dei tifosi sulla situazione della squadra: “Possesso palla, manager, progetto decennale testa bassa e pedalare”

2′ Bolide di Delprato dalla distanza Vigorito respinge con i pugni

5′ Caso trova un varco in area calcia di potenza, Buffon con un prodigioso intervento gli dice di no

9′ Traversone teso in area Caso la schiaccia di testa per un niente la sfera non si infila in rete.

10′ Il Parma soffre, il Cosenza sembra padrone del gioco

10′ Doppia sostituzione Parma esce Brunetta entra Schiattarella, esce Inglese entra Benedyczak

20′ Il Parma ha smesso di giocare, ora si assiste ad un monologo rossoblu, gli uomini di Maresca non riescono a superare la metà campo

21′ Doppia sostituzione Cosenza entra Boultam esce Vallocchia entra Florenzi esce Anderson

24′ Punizione di Boultam che imoegna severamente Buffon, abile anche ad anticipare di piede l’accorrente Gori e ad allontanare la minaccia

25′ Sostituzione Parma esce Tutino entra Sohm

27′ GOL DEL COSENZA Tiritello di testa premia gli sforzi dei suoi. Il gol era nell’aria pareggio meritato per il Cosenza

35′ Sostituzione Cosenza esce Caso entra Millico

35′ Sostituzione Parma esce Mihaila tra i fischi ed entra Man

38′ Conclusione a giro di Gori ancora una volta Buffon ci mette una pezza

41′ Sostituzione Cosenza esce Palmiero entra Gerbo

45′ Millico ha un’occasionissima all’ultimo istante di gara, il suo bolide scheggia la traversa

45′ Pareggio che sa di sconfitta per il Parma. Non si può continuare così, il Cosenza per alcuni tratti di gara è sembrato il Real Madrid. Il pareggio sta stretto agli ospiti. Ho scritto tutto, ho finito le parole

34 pensieri riguardo “PARMA-COSENZA 1-1 / IL TABELLINO E LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

    • 21 Novembre 2021 in 16:04
      Permalink

      VAMOS ,A LA PLAYA O O O O O O

      Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 14:48
    Permalink

    Solite giocate del Mudo, qualche situazione pericolosa e poi niente altro. Insomma, ormai il “mareschismo” sta diventando un marchio di fabbrica.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 14:49
    Permalink

    Brunetta…ma è un giocatore da mettere lì in mezzo?? Ma che pochezza…sveglia Maresca…intanto che ci sei cambiane subito altri tre perché oltre a lui Inglese fantasma Vazquez non ne ha, Mihaila è meglio dargli una scopa in mano e Danilo il solito lentone…Cosenza peggior squadra per me in assoluto e facciamo a malapena un tiretto… dov’è la grinta per chiuderla ??? Azzo!!!

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 14:49
    Permalink

    poca roba fin ora…………speravo di vedere qualcosa più anche in funzione del fatto che l avversario è quello che è………..per ora bene il risultato che ci allontana un pò dalle secche dei play out …ma le perplessità su questa squadra restano nonostante la sosta dove lavorando qualche miglioramento si sarebbe dovuto vedere

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 15:32
    Permalink

    che vergogna…………….e se non ci fosse buffon il cosenza sarebbe pure in vantaggio……….anche se dovessimo vincere ,dai su a casa sto allenatore

    Rispondi
    • 21 Novembre 2021 in 15:41
      Permalink

      Squadra scarsa e anche allenatore scarso

      Rispondi
    • 21 Novembre 2021 in 16:54
      Permalink

      Ma come si fa ad assumere una persona che non ha mai allenato con un contratto di quattro anni. Ora i risultati si stanno vedendo e non vi sono segnali chiari per un miglioramento. Mandare a casa maresca costa caro, ma retrocedere in Serie -C- è peggio. Basta Maresca!

      Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 15:51
    Permalink

    Bravi ragazzi. Domani altra sessione di torello per scaricarsi dopo le fatiche odierne.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 15:55
    Permalink

    Se non viene cacciato immediatamente il ciarlatano questi devono vedersi lo spettacolo del loro circo da soli. Senza più nessuno allo stadio. È una roba schifosa. Siamo finiti nelle mani dei piu inetti del globo. Si sono fatti prendere per il culo anche da Guarascio.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:01
    Permalink

    Andiamo tutti a contestare come si deve, finché non viene cacciato il ciarlatano

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:06
    Permalink

    Nooo,noooo e poi noooo!!
    Buffon voto 10 non può anche fare da parafulmine a quel sopravalutato di Marasca!!!
    Cazzo, ma che ci vada lui sotto la curva a prendersi i fischi!!
    Marasca, arrenditi!!
    Vai a fare danni da altre parti!!
    Non fai gli allenamenti , non capisce come correggere una partita durante il suo svolgimento.VATTTTTTTTTTTTTENEEEEEEE!!!!!

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:06
    Permalink

    Anche oggi il nulla assoluto, squadra senza capo ne coda, gioco sulle fasce zero, con i due laterali che non sanno con chi scambiare il pallone per l’uno due, Vazquez che vaga per il campo come un fantasma però dispensando almeno 4 colpi di tacco, grande confusione dove ognuno non sa esattamente cosa fare, sovverchiati negli uno contro uno anche fisicamente nel secondo tempo, a mio modo di vedere male allenati e disposti male nei loro ruoli specifici, primo cambio assolutamente da togliere Vazquez, ma allenatore completamente nel pallone, alla Banfi. A questo punto ci vuole un cambio di passo, un allenatore vero e un preparatore atletico per chiudere dignitosamente il campionato, perché oggi più di Lecce nel secondo tempo abbiamo toccato il fondo, ho perso il conto delle palle gol per loro.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:08
    Permalink

    ultras sempre più miseri. Con questa contestazione di fine partita, so anche io che KK possa fare cio’ che vuole.
    Maresca rimarra’. Troppi personaggi che lavorano col Parma mi dicono che l’obiettivo di quest’anno è mantenere la categoria e ridimensionare tutto anno prossimo.
    Qualcosa di vero ci sarà , se cosi’ parlano persone che conoscono presidente e dirigenti.
    Sul piano della partita cosa dire.
    Maresca fenomenale anche oggi. Sohm per tutino… e vazquez seconda punta. In casa col cosenza. detto tutto . Ho contato dieci occasioni da gol loro e nessuna nostra, gol a parte.
    Chissà cosa ci verrà a raccontare oggi e quali cose intelligenti aggiungerà ribalta

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:11
    Permalink

    ormai mi arrendo se non capiscono che va cacciati maresca assieme a ribalta non rimane che non andare allo stadio !! sono senza parole dominativdal cosenza che fa il secondo pareggio fuori casa solo con noi sarebbero riusciti per me è game over kk se ne può stare in america che non lo rimpiangerò

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:14
    Permalink

    Il Parma non regge sul piano fisico e l’allenatore del Cosenza ha fatto quello doveva, ha chiesto ai suoi di buttarla sulla corsa e così siamo andati totalmente in apnea. La squadra non sta in piedi e non riesce a contrastare avversari meno tecnici, ma che atleticamente sono migliori. Il dramma è che ci vuole molto poco, visto che è una situazione che si sta riproponendo settimana dopo settimana.
    Perciò sarebbe ora che la società si decidesse ad intervenire

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:19
    Permalink

    se Buffon si stufa e molla il circo finiamo dietro il Pordenone

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:29
    Permalink

    Sarò ben lieto di sentirmi dare “dal cornaciò”, ma qui c’è da pensare mooolto seriamente ad evitare i play out: se non batti quattro scappati da casa come il Cosenza, significa che sei alla sua “altezza”. Anche oggi San Gigi migliore in campo: ha evitato che i nostri avversari ci sopravanzassero in classifica. In questo momento non batteremmo né l’Albinoleffe né il Mantova; faticheremmo contro l’Arzignano. A gennaio urge un mercato serio, algoritmi permettendo. A parte il già citato San Gigi e Vazquez, chi altri si possono tenere??
    E credo servirebbe anche un allenatore degno di questo nome…

    Rispondi
    • 21 Novembre 2021 in 20:34
      Permalink

      Non sei un cornaciò, sei solo uno che vede quel che succede. Purtroppo.
      Sono altri che non capisco cosa stiano guardando.

      Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:37
    Permalink

    pare che russo sia rimasto colpito dal fuoco amico,un eroe

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:47
    Permalink

    Una squadra non allenata va in serie C. O in Iowa lo capiscono o qualcuno glielo deve fare capire. Questa squadra non è allenata male, semplicemente non è allenata.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:49
    Permalink

    Sinceramente sono più che stufo di questi spettacoli. Personalmente non farò l’abbonamento (con grande dolore, prima volta negli ultimi 30 anni) e spero che anche tanti altri tifosi seguano la mia decisione (vedendo gli spalti quest’oggi, mi sa che tanti altri la pensano come me). Basta spendere soldi e soprattutto tempo per questa gente, non lo merita.
    Non mi interessa trovare di chi sia la colpa, allenatore, giocatori, dirigenti, società, occorre cambiare registro e onorare maglia. Siamo seriamente a rischio di andare in Lega Pro, la squadra non lotta, non c’è gioco, non c’è carattere, non c’è fame e voglia di vincere. E’ lo stesso Parma dello scorso anno.
    Ormai neanche più mi arrabbio c’è solo rassegnazione. Vorrei che i responsabili ci mettessero la faccia e che spiegassero, magari anche che qualcuno facesse mea culpa e un passo indietro. Cosa serve fischiare, chiedere incontri per poi sentirsi dire le solite favolette. Stadio vuoto e un bello striscione: “Ritorneremo quando ci meriterete”.

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 16:53
    Permalink

    mai visto uno schifo del genere neanche al tempo del fallimento.intanto sto aspettando ancora il rimborso dell abbonamento .chi lo fa il bonifico?manenti?complimenti a chi ha fatto 3 anni di contratto al guaradiola dei poveri

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 17:12
    Permalink

    Non meritate nemmeno che vi insulti o che che scriva qualcosa che non vada oltre le 4-5 righe.
    Un solo giocatore in campo: si chiama Gigi Buffon. Non c’è nulla di altro, nè giocatori nè società, niente.
    Si retrocede con il Pordenone, un tonfo epocale che sarà ricordato negli annali come la più costosa debacle della storia.
    E mi toccherà sentire la Gazza, Luca Russo e i soliti giornalisti che stasera diranno che siamo a -15 (o quel che è) dal Brescia…

    Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 17:20
    Permalink

    un pienone cosi’ al tardini non lo vedevo da parma fano del 1983 ,un caso ? ,non creto

    Rispondi
    • 21 Novembre 2021 in 20:25
      Permalink

      Effettivamente oggi lo stadio era desolante. Ieri ho visto Vicenza – Brescia e lo stadio era pieno.
      Beh così lo stadio nuovo sanno già che possono farlo per 50 spettatori con mille negozi che vendono i suoi prodotti ( tra cui bufale, cinesate consigli per diventare imprenditori calcistici, video giochi in cui si cimenta il figlio e pornazzi con lui e ribalta protagonisti) più il settore ospite da 10 mila.
      Così kk guadagnera’ di più con la biglietteria e con il leisure

      Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 19:08
    Permalink

    Voglio un articolo di Russo in stile Tonino Guerra.

    Rispondi
    • 21 Novembre 2021 in 19:19
      Permalink

      Quello arriva di sicuro. Ci dirà che
      Nel 1458 anche un’altra squadra aveva iniziato così poi però ha vinto nel 1479.
      Ah già è vero non esisteva il calcio.
      Qualcuno però dica a russo che non lo assumeranno lo stesso al Parma calcio.
      Posti tutti occupati.

      Rispondi
      • 21 Novembre 2021 in 20:40
        Permalink

        Sei un pessimista. Che Roma sarebbe sopravvissuta a Cartagine te lo avresti mai detto?
        E che dopo un inizio leggermente in salita avremmo vinto due guerre mondiali?
        Al di là dei paragoni scemi (quelle sono tragedie, altro che partite di calcio), qui però si gioca alla tortura della goccia… vogliono vedere quanto resistiamo.
        Poco secondo me.
        ps: Regia sempre più prima, KK ce la cava a farmi vedere loro in B e noi in C. Congratulationsssss!!!!

        Rispondi
  • 21 Novembre 2021 in 22:07
    Permalink

    Tutti questi post sono patetici perché i ripetono da due anni. È la ribellione degli sfigati, insultini, battutine, disperazione e dramma. Svegliatevi culoni pantofolosi!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI