IL GALLO DI CASTIONE / QUANDO GIRO CON LA SCIARPA DEL PARMA MI GUARDANO COME QUANDO GIRO SENZA MASCHERINA…

(Il Gallo di Castione) – Ci incontriamo a Villa Bernarda perché a inizio partita, prima del bargnolino di Baroni (62 gradi volumetrici, ottimo anche per le mani in periodo Covid), ci riconosciamo e continueremo sin che l’Alzheimer non ci separi. Abbiamo deciso di realizzare un capolavoro culinario, seguendo una ricetta tramandata di madre in figlio che ci ha dato un fattore di potenza (che suo zio insegnava matematica in Calabria), così abbiamo fatto i tagliolini carciofi e seppie. Ovviamente abbiamo bevuto solo acqua perché l’acqua risolve ogni tuo problema. Vuoi perdere peso? Bevi acqua. Vuoi una pelle sana? Bevi acqua. Non ti piace come gioca la tua squadra del cuore? Affogali. Ma poi ci abbiamo ripensato, non per via dell’affogarli, ma per via di bere acqua, così ci siamo andati di barolo e prosecco. Qualche gioia dovevamo concedercela, anche perché (e siamo stati facili profeti) non eravamo sicuri che sarebbero arrivate gioie calcistiche. Un recente studio ha scoperto che le donne in sovrappeso vivono di più degli uomini che glielo fanno notare. Quindi sarebbe meglio che non si avvicini anche oggi il solito “amicone” che ti pianta la pacca sulla spalla e con aria innocente ti chiede: e questo Parma? Ci dicono che comunque in due anni il nostro Presidente Americano ha speso 180 milioni nel Parma. Anche se i soldi non fanno la felicità e nemmeno fanno una squadra di calcio che gioca bene, io li voglio lo stesso. Mi compro qualcos’altro, tipo del vino buono o delle aragoste da far bollire. Insomma, siamo a Villa Bernarda, comincia la partita, son lì che bevo il mio prosecco, arriva la palla al limite dell’area, due giocatori del Parma si posizionano davanti al portiere, io urlo: dai Miha, crossala, crossala subito. Invece lui tira loffo da trenta metri. Dopo tre minuti stessa azione, ma tira loffo anche lo stopper belga. Non volevo mandarli a fan culo, così ho pensato di mandarli a quel paese, che a sentire Alice ci trovano pure le meraviglie… Siam messi così male che ho già nostalgia di Busi: ti prego, torna, se tu fossi qui mancherebbero solo quo e qua. Se penso che Sohm stava nel centrocampo come i tacchi a spillo nei sanpietrini, se si pensa che Beethoven ha scritto la nona sinfonia completamente sordo mentre Mihaila ci sente, qualche domanda mi sovviene, forse non capisce, e non pensate che ce l’ho con lui, né con lui, né con sua zia, che cucina in Romania. Poi giocano stanchi, senza impegno, senza agonismo: la cura Iachini lunga un mese ha sortito effetti non immediatamente percepibili, sembrano affaticati, e mi sembrano fin scocciati che tutti si aspettano impegno e devozione da loro. E’ un momento difficile, un mese difficile, un campionato difficile e loro han già tanti pensieri… Cosa volete che vi dica dei giocatori svogliati? Dio li fa, poi, per esagerare, li fa giocare nel Parma. Ma io ci do un consiglio ai giocatori di pallone stressati: dovreste staccare la spina e se lo fate con le mani bagnate è più efficace… Ma lo sapete che dopo l’ennesima partita orribile di questo Parma, all’Ikea ci è l’offerta riservata ai tifosi gialloblù? Sgabello + corda a soli 1,99 €. Ma non disperate, prima o poi ne salteremo fuori come abbiam sempre fatto. I tifosi del Parma dopo due fallimenti e avere attraversato tutte le serie calcistiche, dai dilettanti in su, hanno le spalle larghe, ma cominciano anche ad averne anche le palle piene perché pare inutile, in questi momenti di sconforto, regalare cuore ed anima a chi non ha tempo di aprire i doni…
Per fortuna che nessuno si offende per quello che scrivo, che tra l’altro, poi, dovrebbero immaginare quello che penso mentre li guardo giocare, ma per fortuna che non sono vendicativo, ma sono uno che ci passa sopra. A Collecchio faccio anche retromarcia e ci ripasso, avanti, indietro, ancora, di nuovo…. Non so perché, ma ho l’impressione che il cattivo momento calcistico del Parma abbia un’attinenza con la pandemia: sarà perché quando giro con la sciarpa del Parma mi guardano come quando giro senza mascherina, sarà perché il periodo tragico è iniziato, anche se traeva origini qualche mese prima, insieme al virus dilagante. Poi, tutte le volte che arriva l’estate speriamo che sia finalmente finito e ci accorgiamo con l’autunno che il Parma gioca sempre male e che il virus ricompare puntuale. Troveremo soluzione, stanno studiando anche un vaccino contro la stupidità, ma vien difficile perché ci sono troppe varianti, nel frattempo stiamo diventando come autoveicoli. Abbiamo il libretto di circolazione e la revisione ogni sei mesi. A tutti quelli che hanno una moglie fredifraga, fedifafa, fedifafa, freddifera… va beh, un po’ troia ci voglio dire (ma anche alle mogli col marito farfallino) che il virus del Covid è come le corna. Qualcuno ce l’ha, altri lo avranno, molti non sapranno mai di averlo avuto. Se è vero che fin da piccolo mi hanno creato traumi perché mi facevano guardare Peppa Pig (in Inglese perchè Peppina la Maiala pareva brutto), è anche vero che la nostra infanzia è stata meno brutta di quella dei bambini isolati e quarantenati dal virus, e anche nei momenti di turbamento le nostre mamme, con un solo schiaffo, ci aprivano il chakra, ci equilibravano il karma e ci pulivano l’aura, risparmiando nel contempo i soldi dello psicologo. Io da piccolo avevo paura del buio, dopo l’ultima bolletta ho paura della luce… Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

10 pensieri riguardo “IL GALLO DI CASTIONE / QUANDO GIRO CON LA SCIARPA DEL PARMA MI GUARDANO COME QUANDO GIRO SENZA MASCHERINA…

  • 24 Gennaio 2022 in 12:44
    Permalink

    E siamo ancora più firtunati dei reggiani che quando escono dalli stadio con la sciarpetta granata vengono menati da baby gang nordafricane gobbe (avendoci li cammelli). Sarà un caso che il diversamente ex gobbo ienchi ci vuol fare un centro comnerciale al posto del Tardini? Non creto, ormai é palese gli stiamo sul cazzo che ci vuole annientare e ci sta riuscendo

  • 24 Gennaio 2022 in 13:33
    Permalink

    Ma abbiamo raggiunto il “picco” o il “plateau”? Ovviamente non bisogna “abbassare la guardia”. Perché il picco è una cosa il plateau un’altra sentire la Meschi, ma noi siamo sempre al circo 🎪 e non ne possiamo più del tanfo di sterco di elefante e cammello mescolato con il fritto e l’odore pungente dei popcorn 🍿. Anche le scimmie ci hanno fiaccato non fanno più ridere. Dopo due anni di spettacoli di questo tipo non ne possiamo più. Vogliamo altro. E quando il circo leverà i tendoni lascerà anche tutta l’erba gialla è bruciata dal piscio dei recinti.

    • 24 Gennaio 2022 in 15:29
      Permalink

      maledet lu e cristoforo colombo

  • 24 Gennaio 2022 in 17:24
    Permalink

    Amico mio pensa però che senza Cristoforo Colombo oltre a non avere i circensi non avresti neanche le tomacche. E il Territorio come farebbe senza il pomi d’oro? Ponte Caprazucca non ci sarebbe e forse neanche il parsutto, le stabiare e la pasta. Saremmo tutti in miseria senza poter fare nemmeno il passo, anche più corto della gamba. Quindi “Craus” alla fine è il contrappasso per il “benessere” che l’America ci ha dato. Ci ha donato la tomacca, il sugo e l’ortolina, è giusto che per purgarci ci siamo beccati l’entusiasta.

  • 24 Gennaio 2022 in 17:31
    Permalink

    180 milioni spesi ma oltre a essere una società di presuntuosi e incompetenti a ben vedere in senso stretto sono pure dei poveretti perchè Tanzi e Michelotti meritavano di più

    • 24 Gennaio 2022 in 17:47
      Permalink

      Sono concorde riguardo alle tue rimostranze, non ho citato “Berto” perchè non ho avuto la fortuna di conoscerlo, ma la società è completamente avulsa dal territorio.

  • 24 Gennaio 2022 in 18:03
    Permalink

    A Carnevale vestiti da Krause e guarda poi come ti sfottono.

  • 24 Gennaio 2022 in 18:22
    Permalink

    Luce fu! …almeno trovassero l’interruttore…la società dimostra di brancolare nel buio, e mica difatti son tanto convinto dei nuovi arrivi…
    Hai citato Busi..noi siamo in zona playout in B, lui, gioca contro il Paris…percaso hai visto il match? Ha fatto mica una brutta partita specie primo tempo, qualche cagatina che conosciamo ma almeno lo chiamano in causa parecchio e riesce persino in un tunnel in area avversaria…. aho’ mica avrai ragione? Lo sai che mi farebbe piacere….
    Simy ok se arriva ma qui ci vuole uno alla Ounas un centrale veloce e un bel centrocampista..qualcuno in società troverà quel benedetto interruttore???

    • 24 Gennaio 2022 in 21:49
      Permalink

      Va bene, ti devo dare ragione. Questa squadra sregolata non è un bel mondo dove fare crescere i giovani.
      Ma Busi non lo rimpiangeremo a lungo, perché lo han preso in prestito gratuito.
      Una delle realtà indubitabili è che senza equilibrio i singoli fan brutta figura, e con un solo centrocampista in campo (che a 34 anni, dopo aver dato tutto è scomparso) di equilibrio non se ne parla.
      Vedremo come andrà a finire, se tutto va bene siamo rovinati

  • 24 Gennaio 2022 in 22:40
    Permalink

    Continuiamo a rimpallarci la formula con cui è stato ceduto Busi…prestito o obbligo di riscatto ? Accendimi la luce…certo che ora mi chiedo se Costa e Rispoli bsono giocatori che fan la differenza..boh

I commenti sono chiusi.