COSENZA-PARMA 1-3 (FINALE) / LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

Sotto il diluvio, il Parma arriva a Cosenza senza Cobbaut, Iachini schiera al suo posto Balogh in difesa. In attacco Vazquez, chiamato a giostrare nel suo naturale ruolo di trequartista, cercherà di accendere le punte Tutino e Pandev. In mezzo al campo fiducia ancora a Juric e Bernabè

Ecco le formazioni delle squadre in campo:

COSENZA: Matosevic; Camporese, Vaisanen, Venturi; Situm, Carraro, Palmiero, Vallocchia, Caso; Laura, Larrivey.
A disp. Sarri, Vigorito, Pandolfi, Gerbo, Florenzi, Voca, Zilli, Arioli, Hristov, Ndoj, Liotti, Di Pardo. All. Bisoli

PARMA : Turk; Delprato, Danilo, Balogh; Rispoli, Juric, Bernabè, Vazquez, Man; Pandev, Tutino.
A disp. Rossi, Brunetta, Benedyczak, Sohm, Camara, Coulibaly, Valenti, Bonny, Circati, Oosterwolde, Correia, Simy.
All. Iachini.

PRIMO TEMPO

5′ La pioggia incessante non favorisce lo sviluppo delle trame di gioco

8′ GOL DEL PARMA Bernabè mette il turbo sulla sinistra cerca il fraseggio veloce con Pandev che gli restituisce un pallone d’oro apre il piatto e batte Matosevic

15′ E’ un Parma autoritario e ben messo in campo quello visto all’opera fino adesso. Il Cosenza non si è mai presentato dalle parti di Turk

20′ Primo squillo del Cosenza, punizione di Palmiero, Vaisanen in mezzo all’area ci mette il piede, la palla sfila a lato

21′ Carraro mette in mezzo, ci arriva Larrivey di testa la sfera si spegn sul fondo

23′ Sostituzione Parma esce Balogh per infortunio entra Circati

32′ Azione pericolosa del Cosenza con Laura che cerca di anticipare il portiere Turk è bravo e coraggioso in uscita bassa a fermare l’azione rossoblu. Il giovane estremo difensore gialloblù torna in campo con una vistosa bendatura sul capo

40′ Vaisanen di testa prova a trafiggere Turk da distanza ravvicinata è provvidenziale la deviazione di Man in calcio d’angolo

43′ Sta crescendo il Cosenza con il passare dei minuti

45′ Un Parma bello organizzato e cinico nei primi minuti del primo tempo si è via via spento lasciando l’iniziativa ai padroni di casa. In più di un’occasione sono state provvidenziali le uscite di Turk. E’ necessario tornare in campo con lo spirito dei primi minuti della gara

SECONDO TEMPO

1′ Sostituzione Parma esce Tutino entra Benedyczak

1′ Sostituzione Cosenza esce Vallocchia entra Florenzi

2′ GOL DEL PARMA Juric lancia con precisione Benedyczak ilquale è altrettanto abile a vedere con la coda dell’occhio l’inserimento di Danilo. Il brasiliano nella insolita veste d’attaccante scocca un preciso diagonale che batte Matosevic

9′ Man parte in campo aperto, doppia finta, difensore in bambolabotta di sinistro, Matosevic si supera

11′ Doppia sostituzione Cosenza entra Liotti esce Carraro entra Pandolfi esce Caso

13′ Palla tesa in area del Parma, Laura ci arriva di testa e anticipa l’uscita di Turk ma non inquadra la porta

19′ Potente destro di Venturi Turk ci mette la mano e devia sopra la traversa

22′ Doppia sostituzione Parma esce Pandev entra Simy esce Vazquez entra Brunetta

22′ Sostituzione Cosenza esce Vaisanen entra Di Pardo

25′ Sinistro a giro di Di Pardo troppo largo

26′ Laura trovo un varco sulla destra pennella per la testa di Larrivey che consegna il pallone a Turk

28′ GOL DEL COSENZA Ingenuità di Benedyczak che cerca di giocare la palla in area, spunta da dietro come un falco Florenzi che viene sgambettato dall’attaccante polacco: è rigore. Dal dischetto Larrivey non sbaglia

34′ Destro di Palmiero, Turk è attento, il Parma incomincia ad indietreggiare, si soffre

36′ Palla per Pandolfi che cerca di sfruttare un errato posizionamento di Delprato e Turk, la sua conclusione non trova la porta

37′ Filtrante di Benedyczak per Simy che cerca di saltare il portiere prima di scivolare, altra occasione sfumata

38′ Sostituzione Parma esce Rispoli entra Coulibaly

40′ Sostituzione Cosenza esce Palmiero entra Ndoj

42′ GOL DEL PARMA Gol da incorniciare ancora di Bernabè che fa lo slalom tra quattro avversari prima di battere Matosevic con un preciso diagonale

45′ Parma bello e convincente spinto da un Bernabè in stato di grazia. Nonostante oggi la vittoria sia stata legittimata dal gioco, gli uomini di Iachini devono evitare di ricadere in quei momenti di blackout che rischiano sempre di riportare in partita gli avversari

 

11 pensieri riguardo “COSENZA-PARMA 1-3 (FINALE) / LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

  • 2 Aprile 2022 in 14:03
    Permalink

    Forza Parma

  • 2 Aprile 2022 in 14:11
    Permalink

    Forza ragazzi!

  • 2 Aprile 2022 in 14:47
    Permalink

    Partita uguale a quella di Vicenza: loro scarsi, ma noi veramente poca roba nel complesso. Speriamo di reggere tutta la gara.

  • 2 Aprile 2022 in 15:51
    Permalink

    Fenomeno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 2 Aprile 2022 in 15:53
    Permalink

    Partita indecente nel secondo tempo. Grazie a dio Bernabè è un mostro.

  • 2 Aprile 2022 in 15:55
    Permalink

    Due cambi scellerati sul 2a0 di Iachini rischiava di compromettere tutto ma San Leo Messi Bernabè….che roba ragazzi …ci assomiglia pure…deve giocare lì, suo ruolo naturale come Leo…grande Bernabè!

  • 2 Aprile 2022 in 16:04
    Permalink

    Risultato giusto ma perché dobbiamo sempre complicarci la vita noi?
    La panchina non va usata, ci sono personaggi improponibili. Meglio Vazquez morto che Brunetta vivo, Simy inadatto alla vita su questo pianeta.
    Ha segnato Danilo: fine della siccità.
    Voto 8 a Bernabè: non mi fidavo perché era una scelta di Maresca, gran bel giocatore.

  • 2 Aprile 2022 in 16:05
    Permalink

    Complimenti Ragazzi e Mister ,
    Forza Parma

  • 2 Aprile 2022 in 16:13
    Permalink

    Chapeau, quando hai in squadra un giocatore così………, che orchestra, difende e finalizza in questo modo.. …. non ci sono parole……

  • 2 Aprile 2022 in 17:08
    Permalink

    E se bernabe’ ci fosse stato dall’inizio?

  • 2 Aprile 2022 in 18:00
    Permalink

    concordo assurdo mettere brunetta e simy impalpabili e inetti !!! ( se poi non andiamo ai play off per colpa del rigore di brunetta meglio per lui che scappi in argentina) meglio pandev e el mudo zoppi puttosto che quei due ……….ma a iachini piace il brivido si vede

I commenti sono chiusi.