UFFICIALE: FABIO PECCHIA È IL NUOVO ALLENATORE CROCIATO

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 dà il benvenuto a Fabio Pecchia come nuovo allenatore crociato.

Nato a Formia, 48 anni, in carriera ha allenato Foggia, Gubbio, Latina, Hellas Verona (promozione in A nel 2016-17), Avispa Fukuoka (Giappone), Juventus Under 23 (vittoria nella Coppa Italia di Serie C) e Cremonese (promozione in A nel 2021-22). E’ stato vice allenatore a Napoli, Real Madrid e Newcastle United.

Il Presidente Kyle Krause e il Parma Calcio 1913 accolgono Fabio e il suo staff con un grande augurio di buon lavoro

#WelcomeFabio #AndiamoAlParma

Stadio Tardini

Stadio Tardini

14 pensieri riguardo “UFFICIALE: FABIO PECCHIA È IL NUOVO ALLENATORE CROCIATO

  • 3 Giugno 2022 in 01:45
    Permalink

    Per favore, questo è veramente uno perfetto per la B. Non rovinate anche lui!

  • 5 Giugno 2022 in 10:17
    Permalink

    Comunque è ormai consolidato che la serie B è difficilissima e l’anno prossimo sarà la più dura degli ultimi 100 anni (quella 2023/2024 ancora di più off course). Praticamente la Cempion al confronto è un torneo da bar. Speriamo solo che il Ciarlatano vada a Cagliari, così uno dei baubau di opinionisti, espertoni e osservatori sarà già condannato alla zona pleiaut.

  • 5 Giugno 2022 in 21:43
    Permalink

    Speriamo arrivi qualche giovane straniero di belle speranze

  • 6 Giugno 2022 in 13:40
    Permalink

    Ma quanto scoramento ragas…

    forse bisogna ricordarsi che (per noi tifosi) è poi solo un gioco..anche io ne avrei le tasche piene di tentativi e sparate grosse…di vedere spese folli per giocatori che poi non sai che fartene..ma ho più paura di eventuali buchi di bilancio (che non rilevo eh..) rispetto al non riuscire a spuntarla nella lotta promozione.

    Certo sarebbe carino, questa volta invece, almeno lottare…e Pecchia sembra uno capace di farlo…

    Ora sarebbe carino ascoltarlo un po’ più di così in fase di mercato..prestiti krause non ne fa..o ne fa molto pochi e con diritti di riscatto, sarà dura quindi arrivare a titolo definitivo su giovani di belle speranze in mano a superpotenze…ma mai dire mai…
    I nomi che leggo sui siti, che siano veri o meno, sono importanti e sopratutto di prospettiva, Zanimacchia, Gaetano, Birindelli…si parla di Valoti…e si vedrà
    Intanto c’è davvero tanto materiale su cui lavorare (meglio) fin da subito…Circati, Bernabè, Benek, Man, Delprato…potrebbero essere interessanti i rientri di Brugman e Mihaila…
    Chissà se poi Juric è davvero quello visto l’anno passato o se è un po’ meglio di così…Sohm..
    Continuo a pensare che siamo poveri a centrocampo…non a caso il momento migliore del Parma è coinciso con l’esplosione di Bernabè..ma tutto da solo non può..serve un incontrista tosto.
    Per me non sclassificabili sono poi Inglese e Schiattarella..dal 2015 ad oggi non so nemmeno più contare gli infortunati cronici che abbiamo acquistato spacciandoli per salvatori della patria..ne avrei le tasche piene.
    Allo stesso modo avrei le tasche piene di sentire il nome di Coda, se deve arrivare che arrivi, a me piace molto ma non facciamone un nuovo Caputo/Matri.
    Ecco, Caputo come lo vedreste? potrebbe essere la “vecchia volpe” di cui abbiamo bisogno davanti…anche se non ho seguito la sua esperienza alla samp.

  • 6 Giugno 2022 in 15:25
    Permalink

    Per Caputo serve richiamare alle armi Faggiano. E in ogni caso abbiamo Inglese che si sa se sta bene…..

  • 6 Giugno 2022 in 17:30
    Permalink

    Oggi Spennacchiotto Capozucca si è presentato alla stampa e chiesto scusa ai tifosi e a chi ama il Cagliari per la ignominia. Craus, Pedersoli e gli altri non solo non lo hanno fatto l’anno scorso, ma nemmeno quest’anno. Anzi il signore che diceva che il Vicenza era una seria candidata alla serie A ha pure detto che l’annata non era da buttare. Vergognatevi.

    • 6 Giugno 2022 in 21:49
      Permalink

      Ed il Cagliari, è stato subito ripescato in serie A

    • 6 Giugno 2022 in 22:10
      Permalink

      L’unico che ricordo aver chiesto scusa ai tifosi è stato Ferrari dopo la retrocessione, su cui non so poi quante e quali colpe abbia avuto la vecchia proprietà. Gli americanos bravi a far passerella, ma mai messa la faccia dopo le sconfitte…

      • 6 Giugno 2022 in 23:05
        Permalink

        Ferrari dovrebbe chiedere scusa per averci portato la disgrazia Craus, la retrocessione è un dettaglio

  • 6 Giugno 2022 in 20:11
    Permalink

    Craus a questo aborto che ha creato dovrebbe avere almeno la decenza di cambiare il nome, parimenti al tardini al quale verrà cambiato il nome, in nome appunto del biznez, a proposito Majo mi dica che fine faranno le ragazze appena neopromosse eh già, tristessa tristessa

  • 7 Giugno 2022 in 11:05
    Permalink

    A leggere 50 volte al giorno che sarà una A2, che sarà una B difficilissima, che ci sono piazze storiche, che sarà la B più dura degli ultimi 15 anni mi è venuta voglia di indossare l’autoannusafiato in auto da solo e magari anche i guanti

  • 7 Giugno 2022 in 11:25
    Permalink

    Non si pensi che con il nuovo allenatore si possa sperare di cavare maggior gloria dai calciatori dell’attuale rosa del Parma. Sarebbe l’errore più grande da fare.

    Il nuovo allenatore può portare novità ed entusiasmo, ma coloro i quali hanno dimostrato di essere brocchi inadeguati con ben 4 allenatori in 1 anno e mezzo tra serie A e serie B, non potranno mai diventare decisivi per questa squadra solo perchè è arrivato Pecchia.

    Stiamo parlando di un professionista mica di un Re Mida.

    Vorrei ricordare che a modo loro, Maresca, D’Aversa, Iachini e Liverani erano tutti professionisti di elevata qualità con un passato vincente. Mica bambini alle prime armi.

    Ora per dire, se Sohm, Man e Mihaila (per il quale va aggiunta anche la parentesi con Gasperini) hanno dimostrato di essere inadeguati con tutti questi allenatori, vogliamo pensare che con Pecchia diventano Maradona?

    Abbiamo voluto l’allenatore nuovo? Bene, adesso fate anche la squadra nuova please!

  • 7 Giugno 2022 in 11:51
    Permalink

    Pecchia i giovani buoni li fa giocare, ora non ci sono più alibi, Brunetta e Busi li abbiamo imbarcati anche producendo minusvalenze (Busi), ora vedremo gli altri, scommesse e non, che non hanno mai reso come avrebbero dovuto, a parte i due francesi in arrivo, il problema della lingua e dell’ambientamento non c’è più e neanche quello dei tecnici dalle mosse cervellotiche, partiamo con un allenatore serio con uno staff di prim’ordine fin dalla preparazione, gli acquisti…., possibilmente i nomi che circolano, avvezzi alla nostra serie B, vado controcorrente ma uno come Valoti che ha segnato 13 gol uno in meno di Vazquez, meno spettacolare, ma più veloce, più dentro al gioco di squadra, che sa dare la palla di prima, a noi serve come il pane, poi al Mister la scelta……

  • 7 Giugno 2022 in 15:39
    Permalink

    Il problema è la mancanza di un progetto adeguato. Se invece di strapagare i calciatori si faceva un progetto sensato potevano costruire un team che l’anno prossimo tornava in A. Invece per ora tanta confusione.

I commenti sono chiusi.