sabato, Giugno 15, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

PECCHIA: “IL PERUGIA, SQUADRA MOLTO CHIARA” (VIDEO) / I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, durante la conferenza stampa di presentazione della partita contro il Perugia (in programma sabato 20 agosto, ore 20:45) rilasciate ai giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio.

Il Perugia? E’ una squadra chiara, conoscendo l’allenatore per quello che ha fatto. E’ una squadra, che al di là della partita di Palermo dove ha perso ma ha giocato, almeno nei primi venti minuti mi è piaciuta. Con l’espulsione poi si sono rotti gli equilibri, però, è una squadra molto chiara, che ha forza dietro ed ha ripartenza. Riesce a chiudersi e a chiudere gli spazi. Riesce a ripartire con un’idea ben precisa. Il Perugia è diversa dall’anno scorso negli uomini, anche nel modo di stare in campo ma sempre con la stessa idea. Quindi una squadra che va affrontata, oltretutto la storia non è dalla nostra parte, quindi ci sarà ancora di più un grosso stimolo. La nostra storia contro il Perugia in Serie B non è a nostro favore.

La squadra deve continuare a voler giocare, dobbiamo insistere, chiaramente per giocare a calcio ci vuole ritmo, non è solo quando abbiamo la palla noi, che abbiamo qualità. E anche in Serie B dobbiamo fare le due fasi, con la stessa voglia, con la stessa determinazione, con la stessa umiltà. Se riusciamo a fare le due fasi con lo stesso atteggiamento, allora la squadra assumerà una posizione importante in questo campionato. Ecco perché parlo di atteggiamento durante le settimane di altissimo livello, questo tipo di atteggiamento poi i ragazzi lo portano in campo contro le avversarie, settimana scorsa contro il Bari e sabato contro il Perugia.

La squadra sta bene, ha lavorato. Abbiamo avuto una settimana un po’ più lunga, c’è il giusto atteggiamento e voglia di lavorare. Gli indisponibili? Nulla di nuovo, a parte Gigi e Sohm, negativi al Covid ma con la febbre e, quindi, non saranno del gruppo. Hainaut, Cobbaut e Osorio gli altri tre che non ci saranno.

In vista di Perugia ma anche in vista del campionato, per noi non deve cambiare nulla, nel tipo di atteggiamento. Nella gestione della palla dobbiamo essere molto più lineari, abbiamo le qualità per giocare anche a due tocchi, perché abbiamo calciatori di qualità. E in alcuni momenti avere maggiore equilibrio, mantenere gli spazi, le marcature preventive diventano fondamentali per non prestare il fianco agli avversari.

Inglese? Io posso fare un’analisi per il tempo che ho lavorato con lui. Quello che gli pesa è che non ha potuto dare nei due anni precedenti, continuità alle partite e al lavoro. Ma in questo periodo, a parte la settimana con l’influenza, lui non ha mai saltato un allenamento. Per lui è solo una questione di tempo: per l’atteggiamento, per la voglia di lavorare, la voglia di stare in campo e in gruppo è straordinaria, io sono strafelice del suo atteggiamento e anche del modo in cui si pone con l’umiltà di stare dentro al campo.

Il mercato? E’ sempre come viene interpretato il tutto. A me piace parlarne poco, però fino al 31 agosto bisognerà affrontarlo. Non è solo una questione di tempistica, c’è chi ha bisogno di fare 10 acquisti e sembra che stia operando. Ci sono squadre che hanno bisogno di fare inserimenti di 1 o 2 e sembra che siano inermi. E’ solo una questione di esigenze, questo vale per tutti, dalla Serie A alla Serie B. Chi può intervenire prima, chi può intervenire dopo: io sono felicissimo degli inserimenti che sono stati fatti all’inizio della stagione, perché sono 40 giorni che lavorano con noi i nuovi arrivati. E questo non è un dato da escludere. Quello che succederà da qui al 31 agosto lo valuteremo, ma mi dispiace che certe volte si parli perché è irrispettoso di quello che abbiamo nel gruppo e lavorare con quelli che ho a disposizione. Poi dall’1 settembre potremo fare un’analisi del mercato e su tutto quello che succederà. Adesso preferisco concentrarmi sulle partite, perché sono importanti e la squadra deve essere proiettata a Perugia”.

PERUGIA-PARMA, I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Dopo l’allenamento di rifinitura di questa mattina al Centro Sportivo di Collecchio, l’allenatore Fabio Pecchia ha convocato per la partita contro il Perugia, in programma sabato 20 agosto alle ore 20:45 allo Stadio Renato Curi di Perugia e valida per la seconda giornata del campionato Serie BKT, 24 calciatori:

Portieri: Borriello, Chichizola, Corvi.
Difensori: Balogh, Circati, Coulibaly, Delprato, Oosterwolde, Romagnoli, Valenti, Zagaritis.
Centrocampisti: Bernabé, Buayi-Kiala, Camara, Estevéz, Jurić.
Attaccanti: Benedyczak, Bonny, Inglese, Man, Mihaila, Sits, Tutino, Vazquez.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

17 pensieri riguardo “PECCHIA: “IL PERUGIA, SQUADRA MOLTO CHIARA” (VIDEO) / I CONVOCATI

  • Squadra molto chiara e allenatore molto str…o. Non dimentico ancora quello che combinò a Cesena nel 2018. Da battere a tutti i costi!

    • A Cesena 🦫 era coadiuvato dall’ex portiere del Milan a gettare bottigliette in campo

  • inizia anche lui con la fuffa sopratutto sul mercato, ..buffon ancora in ferie ? accidenti ! arriva anzaldi o saldi ? non ho capito bene il cognome penso saldi , direi operazione lungimirante nella programmazione dei 10 anni .( qui dei pirla credevono alla programmazione decennale ahahah ) Operazione alla schiattarella o buffon o rispoli danilo ma quella a cui più assomiglia e’ l operazione pandev veni incassai andai ……….scorso campionato 5 da titolare sara un po’ arrugginito il 36enne . Comunque meglio di osterwold il che dimostra alla faccia di ONOREVOLE che avevo ragione io e barone sulla pochezza di osterworld e che pecchia tra le priorità chiedeva il terzino ….. ma gli stolti avevano già battezzato l olandese un campione

    • Caro sig. P come siamo fortunati, poter fruire della lucidità e conoscenza dei fatti, come solo lei ci può proporre, sicuramente ci illumineranno
      Grazie di cuore anche per l’eleganza, con cui espone i suoi concetti.

      • caro Z un pirla che si firma come l armata russa dice già tutto sul suo quoziente intellettivo , si sforzi e capirà

        • Z ultima lettera dell’alfabeto

          Caro Gianni, Z non è solo l’annata russa, altrimenti l’aboliamo dall’alfabeto, caro intelligentone, è solo l’ultima lettera dell’alfabeto in risposta a chi si è firmato P.
          E del pirla te lo puoi tenere ben stretto che non ti sta male, vista la fretta che hai di scrivere idiozie.

        • Z ultima lettera dell’alfabeto)

          Ovviamente “armata russa, non annata russa” maledetto correttore automatico.

          • Z sei un povero igmorante e te lo ripeto ignorante non lo sapevi che la z e’ il simbolo sulle armi russi comprese testate nucleari porta rispetto per il popolo ukraino con certi simboli non si gioca

        • Zeta (l’ultima lettera dell’alfabeto)

          Caro il mio sprovveduto moralista da due soldi, ti ripeto che la Z è l’ultima lettera dell’alfabeto ed io l’ho usata in un contesto ben preciso, quando ho risposto ad un commento firmato P, ad evidenziare che sono ultimo rispetto a lui (infatti la Z è ultima rispetto alla P) e che non c’entra nulla con la guerra in Ucraina. capisco che per te è troppo difficile arrivarci, forse è troppo elevata per il tuo QI.
          Nonostante abbia tentato di spiegarti il motivo, non avendo argomenti, reiteri insulti gratuiti, che, peraltro, danno la tua giusta dimensione intellettiva.
          Tra le altre cose, ti informo che sui carri armati russi in Ucraina, trovi scritto Oltre alla Z anche O, X, A e V. Possiamo chiedere di toglierle tutte dall’alfabeto.
          I tuoi insulti mi lasciano completamente indifferente, ma non fanno del bene a te stesso, anzi.
          Comunque caro Gianni, chiudo il mio intervento al quale non ne seguiranno altri, ti ho già dato troppo spazio e tempo, ti saluto augurandoti buona vita e, sopratutto, buona crescita, ti servirà

  • Castori 🦫 è davvero un bel uomo, oltre che sempre elegante, cool, alla moda. Fossi una maison del lusso lo prenderei subito come testimonial.

  • sinceramente chi gli e’la fatto fare a pecchia dalla seire A di venire a parma senza alcuna garanzia di rinforzi non lo so ( avranno fatto roboanti promesse avvisandolo che avevamo una mega punta inglese ! ) il re e’ nudo non ha soldi come detto giorni fa il parma puo’ operare solo su svincolati e fuori rosa o scartine degli altri ! gente ormai alla frutta che vengono a prendere l ultimo stipendio anzaldi e’ il classico esempio per carita’ era un ottimo giocatore appunto era………comunque dai ci accontentiamo tanto ormai c’e pecchia

    • Il sior Pedersoli non è che ha preso la grandinata a Compiano? Ormai è su da tre mesi non vorrei che adesso che ci sono i giorni del condor per la punta e il mitologico esterno di gamba e deve venire giù si trova la Tipo aziendale grandinata.

    • Non si può dire che siano finiti i soldi a kk perché non è sicuramente così.
      Io credo che sia diventato più “oculato”.
      Il suo problema è voler gestire tutto in prima persona, pensando di poterlo fare dagli USA e con gli algoritmi.
      La campagna acquisti è coerente con le indicazioni già fornite tempo fa. Dopo il 15 agosto, con preferenza per gli ultimissimi giorni, arrivano un paio di giocatori pronti per la B, investendo zero per il cartellino e un paio di prospetti per le plusvalenze ( molto ipotetiche). Poi molto passa per le uscite , che però questi abili dirigenti fanno sempre in prestito e a zero euro. Oppure svendono cheddira ( sarei curioso di sapere se qualcuno tra Lucarelli, Notari e pederzoli lo abbia mai visto giocare negli ultimi due anni) e lanini che completavano perfettamente il reparto offensivo ( e hanno stipendi da C).
      Ma se il Presidente non vuole altri Galli nel suo pollaio possiamo farci poco.
      Capitolo Ansaldi. Con gli svincolati anzianotti e vecchi negli ultimi anni ( Pellè, Pandev, Danilo, Buffon, Rispoli, schiattarella) non siamo andati bene.
      Speriamo questa sia eccezione.
      Ma anche qui, una riflessione la faccio. Spendi 3 milioni per oosterwolde, dichiari di aver fiducia e poi gli metti Ansaldi. Sul piano patrimoniale è un suicidio, sul piano tecnico è evidente che non ci siano paragoni. Ma adesso è evidente agli orbi che zagaritis vada ceduto. Qualcuno offrirà qualcosa per lui? No, indoviniamo perché.
      Qui manca strategia societaria e mancano uomini. Poi speriamo in pecchia e nel talento dei giocatori acquistati gli anni scorsi.

    • stefano si il re è nudo e tu un coglione su questo non c’è dubbio

  • Stopaj (little cork)

    Oh ecco, il perugia è una squadra chiara, al corso da allenatori il primo anno dovrebbero mettere l’esame di sintassi e analisi logica, che poi stasera magari la vede scura

    • Il re Craus é nudo

  • Stopaj (little cork)

    Quindi contro la molto chiara nisbat, il cosenza dicono sia una weiss ocio

I commenti sono chiusi.