L’ANNO CHE VERRA’ di Luca Tegoni / E’ IL MOMENTO GIUSTO PER COMINCIARE AD INFILARE VITTORIE

(Luca Tegoni) – Puntuale, Delprato arriva all’appuntamento con la palla in area servita da Valenti di testa e porta in vantaggio il Parma con un tiro al volo.

Lo schema su calcio piazzato continua a premiare l’abilità del difensore Crociato nell’inserirsi anticipando gli avversari.

Ci si aspettava una reazione del Cittadella, ma la partita rimane per tutto il primo tempo sonnolenta e fallosa.

L’attacco del Parma continua a latitare e di fatto il goal di Delprato resta l’unica occasione costruita. Il secondo tempo si apre con una occasione in contropiede (??!!) per il Cittadella che però si esaurisce in un tiretto molto laterale alla porta difesa da Corvi, oggi un po’ troppo improvvido nelle uscite.

Il Cittadella sposta il baricentro avanti e si espone ai contrattacchi del Parma. Una caparbia difesa del pallone da parte di Inglese in attacco sulla fascia destra genera un rimpallo che permette a Sohm di
contribuire all’esito vittorioso. Raggiunge la palla e, isolato, ormai a fondo campo, la serve per Camara
che arriva di corsa toccandola senza problemi in fondo alla rete. Il VAR impedisce il legittimo e
spontaneo festeggiamento del giovane Crociato. Un paio di minuti d’attesa e poi l’arbitro indica finalmente il centro del campo. Due a zero.

Il Cittadella non reagisce e Inglese, ottima prestazione di corsa e sacrifico, invita Benediczak, appena
entrato al posto di Tutino, davanti al portiere in posizione centrale. Il polacco non esita e infila il portiere avversario in uscita, tre a zero e partita apparentemente terminata. C’è il tempo per vedere il rientro di
Man e Bernabè e un gol del Cittadella che però non lascia strascichi.

Vazquez, dominatore della partita, è desolatamente solo e si ha spesso la sensazione che il suo linguaggio calcistico sia poco decifrabile per i compagni d’attacco. Le presenze di Bonny, Tutino e Sohm
del primo tempo squalificano la qualità del Mudo. Inconsistenti e inadeguati. O forse non sanno adattarsi alla tattica disposta da Pecchia.

Vittoria meritata che unitamente al rientro di alcuni giocatori impone al Parma di prodursi in un cambio di passo. La classifica ci premia indipendentemente dai risultati conseguiti. E’ tempo di essere coerenti e
cominciare ad infilare vittorie.

Parma batte il Cittadella in casa tre a uno. Luca Tegoni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

2 pensieri riguardo “L’ANNO CHE VERRA’ di Luca Tegoni / E’ IL MOMENTO GIUSTO PER COMINCIARE AD INFILARE VITTORIE

  • 12 Novembre 2022 in 19:35
    Permalink

    Ora che è rientrato Bernabè sarà tutto più facile per il Mudo. Finalmente qualcuno che parla la sua stessa lingua calcistica.

  • 13 Novembre 2022 in 14:54
    Permalink

    Articolo perfetto. Concordo su tutto.

I commenti sono chiusi.