BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / PRESTAZIONE PREOCCUPANTE, QUASI IRRITANTE

Il Parma improvvisamente non sa più vincere. Dopo la sosta solo un punto, è già tempo di bilanci

(Claudio Mastellari) – La prima parte di stagione del Parma aveva dato ottimi segnali: le aspettative iniziavano a salire e la direzione presa sembrava ottima, attendendo il rientro dei tanti infortunati. Poi la sosta di 15 giorni, il graduale rientro dei “pezzi forti” e la debacle più totale.

Che è successo?

Analizzando le 3 diverse partite che hanno portato il misero bottino di 1 punto in classifica si notano alcune analogie, ma anche tante differenze. In tutti i casi il Parma, dopo un gol preso, ha faticato enormemente a riprendersi, non riuscendo mai a recuperare e riportare il risultato a suo favore. Tanta mole di gioco, tanti cambi di uomini e ruoli, più che idee ben delineate in allenamento mi è sembrata tanta confusione. Vazquez più croce che delizia, troppo spesso ormai. Parere personale: resto dell’idea che a volte si potrebbe tentare di farlo uscire (almeno) nei 10 minuti finali.

Le analogie sono un punto chiaro su cui si può lavorare: bisogna tirare il pallone in porta ed evitare che il portiere la prenda. Semplice da dirsi, evidentemente molto difficile da farsi. E qui, come ha fatto velatamente capire Pecchia in conferenza stampa, la dirigenza dovrebbe già sapere come muoversi a gennaio, mi auguro, ma, visti i precedenti, dubito.

Le differenze, invece, sono i punti che più mi preoccupano. Mi preoccupano perché vanno a minare tutto il buon lavoro fatto fino a un mese fa e non riesco a capacitarmi e soprattutto capire il motivo di questa inversione di tendenza. Contro il Modena due errori della difesa, reparto praticamente perfetto fino a quel momento. Contro il Cagliari partita stradominata fino allo scivolone di Chichizola. Contro il Benevento… Boh… sembrava il Parma di Maresca! Credo la partita peggiore della stagione. Dissi la stessa cosa dopo il derby, quindi il livello sta drasticamente e velocemente crollando.

Prima del derby, parlando con leggerezza, si calcolavano i punti da fare nel mese di dicembre per avvicinare o addirittura agganciare la vetta. Tre partite dopo ci accorgiamo che si faticherà a restare in zona playoff.

Non so più cosa aspettarmi da questo Parma, la stagione è ancora lunghissima, di certo c’è che i sogni e l’esaltazione di inizio novembre hanno lasciato spazio ai soliti nebulosi dubbi di confusione esistenziale. E non ci mancavano affatto… Claudio Mastellari

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / PRESTAZIONE PREOCCUPANTE, QUASI IRRITANTE

  • 8 Dicembre 2022 in 18:43
    Permalink

    È molto semplice, il Parma di oggi come quello Dell anno scorso è una cozzaglia di ex giocatori e giocatorini fuori categoria pessimamente assemblato seppur pagato uno sproposito. Anche Pecchia evidentemente nn sta trovando la quadra, nn la troverebbe nessuno perché tecnicamente nn c è mai stato un progetto.
    Io spero che il presidente abbia smesso o smetta presto di mettere il naso in questioni tecniche, nn è il suo mestiere e nn lo sa fare. KK sta al calcio come la figa sta a Malgioglio. Spero di essere stato chiaro.
    Nulla però gli vieta di essere un bravo presidente… Ma nn un tecnico.

  • 9 Dicembre 2022 in 01:10
    Permalink

    Sarà un caso che i problemi sono emersi quando sono tornati tutti i big?

    • 9 Dicembre 2022 in 11:56
      Permalink

      I problemi c erano anche prima e quelli che noi chiamano big nn lo sono affatto.. Cosa ha dimostrato fino ad oggi Man? Di essere un big? Forse sarebbe un big a fare il carpentiere edile… A me non ha fatto vedere nulla in 3 anni… Mihai la poco di più… L unico su cui credo veramente è Bernabe, gli altri sono tranquillamente sostituibili con giocatori italiani di categoria

I commenti sono chiusi.