sabato, Luglio 13, 2024
NewsParmaland

MOROSKY COME BACK

(Mauro “Morosky” Moroni) – Un saluto a tutti i tifosi Crociati lettori di Stadio.Tardini.it:

sono stato due anni abbondanti lontano dal web (in silenzio totale; questo vorrebbe essere il mio grido “urlante”, sfogo liberatorio, severo ed inflessibile), ma sempre pronto a rientrare nei ranghi, battagliero e codinho, il tutto all’interno dei confini civili, sportivi ed umani, nel rispetto del classico diritto di contestazione, nonché di critica pacata, ma sempre critica.

Un saluto caloroso a tutti voi, con particolare menzione al Direttore Gabriele Majo, al Vice Gianni Barone, al Gallo di Castione (ciao ragazzi, ciaone  a voi) e a tutti gli autori, attuali o precedenti, conosciuti o meno, buon lavoro a voi  e buona salute.

Un abbraccio a voi lettori, con particolare attenzione a Douglas e Velenoso (che mi sono stati vicini anche in momenti difficili del recente passato) ma pure ai vari Davide, Penkroff, Luca, Siberianhuski ecc. ecc. ecc…

Do you speak english? No? Ahi, ahi, no Iowa tour

Perlot in dialett? At fe ben, at si di nostor!

Lesson number one: all togethere people i gan da parler almeno in italian e, posibilment in dialett tipo Paerma voladora, ded la’ da l’acqua… oh là…

Ed ora veniamo alle dolenti note: la squadra, i singoli calciatori, lo staff, la società ed il Presidente: ed i tifosi, direte voi? I tifosi van ben bomben, la Curva l’è un spetacol, uno spettacolo di Curva: ragazzi vi godo, dai Frambo, Dido, dai, daje a tutti, siete magici, non tantissimi, ma pochi ma buoni, siete d’accordo? Ragazzi che vanno in trasferta anche in posti lontani come Bari, Cosenza, Reggio Calabria, qualcuno pure all’estero (Palermo, Cagliari, scherzo veh, scherzo!!!)… sempre così tifosi, sempre in alto!

La squadra ed i singoli: sudAtevelA: prima la maglia e poi la SERIE A; acsì lan va miga, così non va, ma proprio no, non va; squadra, sveglia!; singoli sveglia!; staff sveglia!; diamoci una mossa perché io mi sono già rotto il pisello di non avere risultati, di non essere in classifica, di vedere che, anche per quest’anno se ne parla l’anno prossimo; singoli, attenzione che potreste andare a giocare in serie C, ma non col Parma, bensì con la Sanbercetolatese, il vostro cartellino deprezzarsi ed il vostro valore, oltre che lo stipendio, dimezzarsi!

Qualcuno di voi prenda esempio da (Gigi) Buffon, un campione, un uomo, un atleta affermato che sta nel calcio come voi a coltivare i pomodori e, credetemi, la schiena si deve piegare, la terra lo impone; per ora non facciamo nomi, forse solo cognomi: dal numero 1 al 99 fatevi un giro di coscienza, un po’ di pensatoio, una sorta di mettersi in discussione, soprattutto in campo, a partire dallo spogliatoio rispettando i tifosi, la vostra Maglia e la società che vi paga: siete dei privilegiati, qualcuno di voi percepisce oltre 100.000 euro al mese, vi rendete conto?

Lo staff: ad inizio stagione avevo visto giocare bene, sia in Coppa Italia che in Campionato. ma dopo un po’ di gare siamo andati verso la deriva: alcune squadre sono partite a 1.000 (leggasi Frosinone e Reggina), alcune sono partite a metà gas (Cagliari, Genoa, due delle favorite per la A), altre, le solite sorprese, sono attualmente in alta Valle Serie B (Bari, SudTirol , Pisa e Palermo) e noi, miseramente al 10° posto.

Mister, come mai mi è andato in confusione?

Come mai cambia sempre la formazione che scende in campo ? Come mai la lunga sfilza di infortunati? Suppongo che, per venire a Parma, rifiutando la Serie a, ci siano stati di mezzo tanti soldini, ma tutto ciò che significa? La Cremonese tanto torna giù in un battibaleno, qui non si va su se non (forse) con il lungo serpentone dei play off!

Lei, Mister, mi sembra una brava persona, ha una laurea, “spicca” un inglese molto fluente, è stato un buon calciatore, ma, spesso, tutto ciò, non serve per diventare un buon allenatore: quindi cosa manca?

Società e Presidente: l’estate scorsa ebbi modo di scambiare due parole col Presidente, Mister K. Krause, la risposta che ricevetti era quella già sentita in precedenza: mi dispiace, mister K.K., che lei abbia speso tanto denaro e non abbia ancora ottenuto nulla in cambio!

No problem, the money is mine

Bene, anzi, bine, in rumeno, giusto per non farmi mancare nulla: ma io mi chiedo, un 60enne tycoon americano compra una squadra di calcio italiana, spende a tutt’oggi circa 250 milioni e rimane in Serie B tutta la vita? A cosa sta mirando? Dove vuole arrivare a parare? Stadio nuovo ricostruito interamente, riqualificazione urbana, Centro Sportivo di Collecchio, pure esso “restaylingzzato”, poi, che altro?

Ascoltando Calcio & Calcio, uno degli opinionisti, qualche settimana fa disse: e, se i soldi che ha investito qui, fossero tutti deducibili nel loro sistema fiscale americano? Come si spiega tutto ciò?

Sicuramente, se fossi in lui, tramite la società inizierei una campagna di educazione nei confronti della tifoseria, perché loro vogliono la Serie A subito, mentre lui – al di là dei proclami roboanti, sembra non avere questo tipo di fretta, anzi, anzi…

E’ evidente che tra le due categorie ballano 35-40 milioni di euro sotto forma di diritti televisivi, sponsor, e tanto appeal legato alla visibilità quindi? The money is mine?

Ho visto un uomo che spendeva per business
Ne ho visto un altro che centrocampsti più non ha
Nessun pallone mai
Ti può colpir di più
Di un campionato fuori dai play off

Dieci attaccanti per me
Posson tirare,
Dieci stranieri per me
Voglio depennare

Capelli biondi d’accarezzare
E labbra rosse sulle quali morire
Dieci ragazzi per me
del nostro vivaio
Uno lo voglio perché
Sa bene calciare
Uno lo voglio perché
Ancor non sa cosa vuol dir la Serie A
Uno soltanto perché
Ha conosciuto tutti tranne me (Liverani, D’Aversa, Maresca, Iachini… Pecchia )
Dieci ragazzi così
Che dicon solo di sì

La prossima gara, 26° del girone di ritorno, vedrà i crociati di scena allo Stirpe (ricordo Pasquale Mazzocchi mentre cantava: din don, din don, din don, vi interrompo dallo Stirpe, Floriano a fatto gollllllllllll… Frosinone-Foggia 2-2, Serie A diretta, maggio 2018 Bei tempi, bei tempi… ) di Frosinone, casa della capolista con i seguenti numeri pesanti:

FROSINONE       PARMA

giocate       25                     25

vinte           17                       9

nulle            4                       7

perse            4                      9

gol fatti      40                    14

gol subiti   30                    27

punti         55                   34

Buttata li così potrebbe far pensare ad una gara impari, senza scampo, ma, proprio per questo, potrebbe diventare un bel trappolone per la “signora capolista “: non faccio né pronostici, né alchimie tattiche astruse: sono rientrato da poco e aspetto in poltrona, anche perché, ora, arrivano le dolenti note.

Questo è il ritmo, la garra ed il modo di giocare venerdì sera, non è possibile essere a 21 punti dalla capolista a 13 partite dalla fine e a soli 9 lunghezze dal Genoa, seconda in classifica ora!

Ad ogni modo la questione attuale sta in questi termini, così come accennava Renato Carosello:

Puorte ‘e calzune cu nu stemma arreto
Na cuppulella cu ‘a visiera aizata
Passa scampanianno pe’ Tuledo
Comm’a nu guappo, pe’ te fa’ guardà

Tu vuo’ fa’ l’americano
‘Mericano, ‘mericano
Sient’a mme chi t’ ‘o ffa fa’?

Tu vuoi vivere alla moda
Ma se bevi “whisky and soda”
Po’ te siente ‘e disturba’

Tu abball’ o’ rock’n’roll
Tu gioch’ a baseball
Ma ‘e sorde p’ e’ Camel
Chi te li dà
La borsetta di mammà

Tu vuo’ fa’ l’americano
‘Mericano, mericano

Ma si’ nato in Italy
Sient’ a mme, nun ce sta niente ‘a fa’
Ok, napulitan
Tu vuo’ fa’ l’american
Tu vuo’ fa’ l’american

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

(Gmajo) – Era il 5 Gennaio 2021 quando il nostro Morosky si prese una piccola pausa dalla sua rubrica su StadioTardini.it: dopo due anni torna con noi e gli ridiamo il benvenuto. Morosky come back, sperando che il ciclostile non si inceppi più… Bentornato Moro!

Stadio Tardini

Stadio Tardini

15 pensieri riguardo “MOROSKY COME BACK

  • Mauro amico mio, certo che tornare al lunedì sera in contemporanea con Bar Smerd, dopo un Parma Ascoli 0 a 1 avendo “ammirato” le gesta di Zagaridis, Koulibaly, Bonny, Shom, Inglese e Sciarpentié (tutti giovani straniere di belle speranze rigorosamente “di proprietà” selezionati da Craus e portati al Tomacca Senter di Collecchio da Sbirulino P…..i) hai avuto dello stomaco e ti faccio i complimenti. Io ormai sono al limite dello schifo, l’estate prossima se Perrone riporta a firmare le poltrone delle panchine per la promessa nel cuore ci porto a defecare sopra il cane (prendo in prestito in alano però).

  • Bentornato Morosky, ci sei mancato tantissimo.

  • pencroff

    ciao

  • alessandro

    Oggi mi autodenuncio, ebbene si, c’ero cascato anch’io, altro che algoritmi, un gelato offerto ai bambini, un sorriso al castagnén ed il fashion buttero dell’Iowa, affettuosamente FULL MERDAL JAKET, sgranando i suoi occhioni mi aveva convinto.
    Certo della sua passione per il calcio, non il soccer, e convinto del suo amore per il Parma e per Parma speravo in futuro quantomeno sereno.
    Certo che pensieri del tipo” porteremo ogni anno tre dei nostri migliori talenti delle giovanili in prima squadra” o riferimenti ai danari del PNRR per la questione stadio mi avevano suggerito la storia la s’infisissà.
    Ora, leggendo un articolo di questi giorni del Des Moines register, la gazzétta di Des Moines, trovo la possibile risposta a molte delle domande che ci siamo posti in questi mesi, assenza della società, assente volontà di trovare figure dirigenziali che siano tali, abbandono di quelle presenti, i mancati interventi per rafforzare una squadra evidentemente carente …falsi e veri problemi.
    Tutto corretto, la squadra come giustificativo per percorrere un altro nuovo percorso finanziario ed imprenditoriale, da qui forse la volontà di accaparrarsi a tutti i costi anche la femminile, si sa “du gust is megl che uan”, soprattutto quando l’obbiettivo lé costruìr costruìr costruìr.
    Il tifo, la passione, l’affetto della gente o come ci si sente raccontare qualche volta “il nostro popolo”, “la nostra gente”, “la nostra comunità” … diggh ch’ i s’ ràngion …
    al balòn gnanca in nòta.
    In questa Parma bisognerebbe capire a chi, ed a quanti stia bene così, nel credere di aver trovato la gallina dai mattoni d’oro.
    RABBIA – TRISTEZZA – OBLIO

    • Chiedere a Pedrignano e Monte delle Pigne. Loro possono illuminarci avendo fatto meticolose ricerche e analisi sul soggetto a cui stavano mollando il baraccone presentato i come il re Mida (o Bida).

    • Stopaj (little cork)

      Alessandro Magno 👍, pensa che mi le tri an ca vag a dre a dirol, mo gnenta a perma la ghe na busa dla madóne, quaterla e via

  • Luca tegoni

    Bentornato Moro

    • Stopaj (little cork)

      Moroski è qua e canta con gli ultrà

  • Gabriele

    Bentornato

  • Grandissimo Moro! Bentornato!

    Su Krause penso che sia semplicemente un ignorante dal punto di vista calcistico e che ama circondarsi di yesman, gente che di calcio ne capisce come io di cucina (no dai, la base culinaria la so! :D)

    • Grazie a tutti voi, ne vedremo delle belle…. Ancora su queste pagine scure…….
      Morosky

  • Siberianhusky

    Sono contento che tu sia tornato a scrivere, Mauro.
    Restando dalle parti di Mogol e Battisti, di questi tempi … ci dispiace che la società sia figlia della solita illusione e che faccia confusione

  • Bentornato bel Moro …..

  • Great News ..the return of Mauro ..
    Ahora empieza la fiesta
    Forza Mauro ….y Forza Paerma

  • Bentornato, mi sono mancati molto i tuoi commenti.

I commenti sono chiusi.