venerdì, Aprile 19, 2024
News

LA PRESENTAZIONE DEL MASTERPLAN DEL MUTTI TRAINING CENTER: “VISIONE A LUNGO TERMINE, AL LAVORO PER LA CITTADELLA DELLO SPORT”

(www.parmacalcio1913.com) – Luca Martines, Managing Director Corporate del Parma Calcio, e Stefano Perrone, Direttore Operativo del Parma Calcio, hanno commentato, durante il convegno “La nuova Legge Stadi” a Milano, la presentazione del Masterplan del nuovo Centro Sportivo di Collecchio, avvenuta lunedì nel Consiglio Comunale.

LUCA MARTINES (Managing Director Corporate – Parma Calcio)
Abbiamo presentato il Masterplan, è la nostra casa e dove ci alleniamo. Questo progetto risponde all’idea e a una visione di lungo termine del Presidente Krause e del Club, creare un centro di eccellenza dove si possano forgiare i futuri campioni sportivi e che possa basarsi su dei valori quali la performance sportiva, l’inclusività e la comunità energetica. Per noi è molto importante“.

STEFANO PERRONE (Direttore Operativo – Parma Calcio)
E’ la conferma che il percorso intrapreso con il Comune di Collecchio sotto forma di dialogo, progettuale e di visione, sta funzionando e dà i suoi frutti. E’ stato raggiunto il primo obiettivo di avere un Masterplan condiviso con tutte le anime dell’amministrazione pubblica, nel contempo abbiamo già incardinato un tavolo di lavoro con i tecnici comunali e dovrebbe portare, nei prossimi mesi, a definire il perimetro del progetto dove saranno evidenziati i contenuti del definitivo della futura Cittadella dello Sport. Il nostro Masterplan si fonde con quello che è il piano particolareggiato del Comune di Collecchio per la riqualificazione del quadrante di ingresso della città. Non solo un’opera privata, ma ci sarà una forte permeabilità con il pubblico collecchiese. Un centro sportivo che garantirà una massima funzionalità per il Parma Calcio, ma al contempo sarà parte integrante del tessuto urbano di Collecchio“.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

10 pensieri riguardo “LA PRESENTAZIONE DEL MASTERPLAN DEL MUTTI TRAINING CENTER: “VISIONE A LUNGO TERMINE, AL LAVORO PER LA CITTADELLA DELLO SPORT”

  • Adesso è tutto chiaro. Craus si è semplicemente confuso e i magnifici 7, bramosi di mollare in fretta e furia il baraccone, non si sono spiegati bene. L’uomo dell’ “Aiova” è convinto infatti di aver acquistato un’immobiliare (in previsione delle direttive europee sulla casa “grin”) con annessa una squadra amatoriale di soccer da destinare al divertimento dei figlioli in luogo di giocare a player manager sul piccì. Molto più divertente comprare Bonny, Buaya Kialla, Benepippa o Oservolde che spippolare davanti a un monitor. Dopo di che da buon americano appassionato di soccer femminile ha preso la squadra “uoman”. Si dice stia pensando a una squadra femminile di lacrosse e forse al “softbol”. In sostanza a tutto tranne che alla prima squadra maschile, ma d’altra parte uno che avesse progetti sportivi potrebbe avere P….i alla guida della dirigenza sportiva? O un reparto offensivo composto da Benepippa, Inglese, Bonny e Sciarpentiè? Leggo anche delle “mirabilie” di Cyprien in Svizzera (preferito a Barak ricordiamolo sempre), zogador che insieme a 4 di cui sopra e insieme ai due romeni, a Zagaridis, Valenti, Sohm, etc. non andrebbe nemmeno in panchina nel Catanzaro primo nel girone C della serie C.

    • Sohm squalificato la prossima partita, come faremo?

    • Mo co vot? L’ort è el verzi?

      • magnla e tes zo ,melduche’

  • Quanti paroloni inglesi per farsi fighi! Concretezza sempre zero

  • Ma è vero che grazie al nuovo responsabile del vapore, pardon dell’area metodologica che sarà scelto dopo un lungo “scrutinio” da Craus, Benepippa e Bonny diventeranno due centro avanti forti come “Olland”, Sciarpentié il nuovo Treseguet e Buaya Kialla il nuovo Vieira?

  • Si è già formato un “comitato” contrario alla riqualificazione del tomacca center? Segnalo che ci sono alcune piante nei dintorni su cui nidificano dei paduli che potrebbero essere disturbati dalle ruspe.

    • ????????

  • Tanto il Carpentiere va in nazionale a giocare in coppa daffrica.

  • Eh beh poteva aspettare la Francia, vuoi che non sia meglio di Griezman, Benzema, Mbappè? L’ha scelto P…..i mica l’ultimo dei nadari quindi vuol dire che è un campione vero

I commenti sono chiusi.