venerdì, Maggio 31, 2024
NewsParole Crociate

PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / CON LA GIUSTA MENTALITA’ EMERGONO GLI OGGETTIVI VALORI TECNICI DI QUESTA SQUADRA

(Luca Ampollini) – Aspettavamo le due vittorie consecutive da oltre 6 mesi, da quando il Parma riuscì a superare l’Ascoli in trasferta il 17 settembre 2022 e il Frosinone al Tardini il 1° ottobre, ma alla fine, dopo un estenuante cammino costellato da 1.000 delusioni, i Crociati sono riusciti a ottenere altri 6 punti in due partite, contro Palermo e Cittadella.
E quelli ottenuti oggi al Tombolato sono stati tanto preziosi quanto simili ai 3 conquistati contro i rosanero di Corini. Pecchia conferma per la seconda volta consecutiva l’amato 4-2-3-1, ottiene (sarà un caso?) la vittoria al termine di un match poco brillante da un punto di vista squisitamente tecnico, ma dove hanno regnato estrema concretezza e attenzione, come si conviene ad una competitiva squadra di serie B. Giocando con questi requisiti, con la mentalità finalmente adeguata (non è mai troppo tardi) al campionato cadetto, emergono gli oggettivi valori tecnici di questa formazione che mai come oggi, pur non avendo offerto uno spettacolo fine a sé stesso, ha dimostrato una superiorità schiacciante nei confronti dell’avversario. Una superiorità che non si è tradotta con mille occasioni da rete, ma con un gioco e un atteggiamento di assoluto controllo sull’avversario, per un risultato che non è mai stato ai realmente in discussione. L’assenza di Bernabè non si è sentita, la scelta di Camara al suo posto è stata quanto mai azzeccata, mentre Vazquez ormai assomiglia sempre più al Morfeo prandelliano: gli basta un pallone per essere decisivo, oggi, come contro il Palermo.
Dietro con Osorio e Cobbaut forse abbiamo trovato la coppia difensiva più affidabile: soprattutto il belga ha dimostrato quanto pesante sia stata la sua lunga assenza, oggi è stato a mio avviso il miglior uomo in campo per la grande tempestività in ogni intervento, in un match privo di errori, di grande autorevolezza, dove peraltro ha fatto sentire il suo carattere da leader difensivo quale è.
In una giornata estremamente favorevole non si può non sottolineare la nota stonata rappresentata da Dennis Man: il giocatore rumeno, entrato nell’ultima parte, è apparso svogliato, come purtroppo troppo spesso lo abbiamo visto quest’anno. Dov’è finito quel giocatore in grado di segnare mirabili gol come quelli al Benevento o al Cagliari con D’Aversa in panchina in serie A, in grado di giocare gare di alto livello come quella contro la Roma, sempre in quella disgraziata stagione nella massima serie? O di segnare reti funamboliche come quella al Bari nella prima giornata, o come quelle di Ascoli o Brescia? Il giocatore entrato oggi a Cittadella, a questo Parma, non serve a nulla: un allenatore, qualche giorno fa, mi ha detto: “Se Man avesse la testa di capire quanto è buono giocherebbe in un’alta serie A, il problema è che non lo capirà mai”. Attualmente sta facendo poco o nulla per capirlo, da talento in rampa di lancio si sta trasformando in giocatore assolutamente anonimo, totalmente inutile alla causa e questo è davvero un peccato, per sé e per la squadra.
Ultima annotazione: per un Parma che sembra finalmente aver trovato la ricetta giusta per uno scoppiettante (speriamo!) finale di campionato, dobbiamo registrare il grave errore nel ritardo nel pagamento Irpef che costerà probabilmente ai Crociati un punto in classifica. Per una società che sfoggia legittimamente grande solidità e ambizioni appare incredibile incorrere in questi errori.
Ora, però, testa bassa e pensiero unicamente al derby: mai come ora il Parma può pensare di fare bene e di continuare a risalire la classifica. Luca Ampollini

Luca Ampollini

Luca Ampollini, classe 1973, giornalista pubblicista dal 2005, ha cominciato a Radio Onda Emilia nel 1998, prima con il commento delle azioni più importanti delle partite di campionato sulle radiocronache di Gianluigi Calestani, poi con la conduzione della trasmissione post partita “Diretta Stadio”. Passa successivamente alla Tv, su Teleducato, commentando il posticipo della domenica sera di serie A a Calcio e Calcio, condotto da Fulvio Collovati. Passa, quindi, alla neonata Teleducato Piacenza come telecronista delle partite del Fiorenzuola in serie C2 e nel 2000-01 commenta, sempre per Teleducato Piacenza, le partite del Piacenza Primavera. L’anno successivo torna a Parma e diventa il telecronista del Parma calcio fino al 2008. Partecipa a Calcio e Calcio, prima come opinionista poi come conduttore in 3 edizioni dal 2005 al 2008. Nella stagione 2004-05 conduce Calcio e Calcio Speciale Coppe e i collegamenti esterni nell’edizione di Calcio e Calcio condotto da Fulvio Collovati. Dal 2005 al 2008, è responsabile della redazione sportiva di Teleducato e, oltre a Calcio e Calcio, conduce Calcio d’Estate prima di passare a Tv Parma dove partecipa come opinionista a Pronto chi Parma e come conduttore, con Carlo Chiesa, delle due trasmissioni “A tutta A“ e “A tutta B”. Dopo alcuni anni in cui collabora come opinionista fisso anche a "Bar Sport" torna a Teleducato dove partecipa come opinion leader a Calcio e Calcio fino al 2018. Con la fusione delle due televisioni continua la sua collaborazione, tuttora in corso, con 12 TV Parma e con Calcio e Calcio. Oltre alle centinaia di telecronache e conduzioni ha collaborato, commentando alcune partite del Parma con le emittenti radiofoniche Radio Bruno (Coppe Europee) e Lattemiele (Campionato). E’ lo speaker ufficiale del Parma calcio allo Stadio Tardini dal 2015

8 pensieri riguardo “PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / CON LA GIUSTA MENTALITA’ EMERGONO GLI OGGETTIVI VALORI TECNICI DI QUESTA SQUADRA

  • Come ho scritto nel precedente topic, le due vittorie di fila sono avvenute con Cobbaut titolare. Sarà un caso?

  • Gent.mo ma questa orrenda partita l’ha vista o l’articolessa è scritta sulla base di un risultato per altro casuale?

    • al bar del corpus ho visto partite di ciapano’ piu’ avvincenti

  • at ghe un bel corag ve ,mo mama

  • eh chi in serie B ha gente come Man, Mihaila, Inglese e Sciarpentié (vera perla del mercato di Perder sola, dopo un anno non si regge nemmeno in piedi #perderzolioutsubito)

  • veh Ampolè, sta mighe porter sfighe: tes

  • Il Sig. A. è quello che spesso ha da dire su Vazquez. Ovviamente il Sig. A per non essere polemico … ma proprio per polemizzare, anticipa che il Mudo è un giocatore fenomenale … tuttavia il Sig. A sostiene che in questo Parma Vazquez non è l’uomo adatto … anzi è un peso per la manovra rapida, come disse l’allenatore del Sudtirol (altro personaggio che gioca un calcio che per assistervi dovrebbero pagarti). A confronto ricordiamo al Sig. A che la famosa manovra rapida di Man ha fatto si che puoi andare in bagno (a fare la grossa) tornare che sai già che cosa è successo, cioè la pers la bala. ….Tornando al nostro tanto vituperato Mudo, con i suoi otto goal e 5 assist al momento è l’uomo più produttivo della squadra, della sua lentezza e caparbietà ce ne faremo una ragione.

  • Buongiorno Luca, intanto ti saluta il tuo primo vecchio allenatore di baseball e di tuo cugino. Ho mandato diversi SMS durante le trasmissioni ma mai letti. Sono d accordo con le tue osservazioni e mai con le pagelle di grossi che a mio avviso guarda altre partite. Io farei giocare due punte sempre sfruttando charpentier che non sarà un campione ma farlo giocare poco e
    O mai e quando gioca nessuno lo serve…mah.un saluto al papà e un ricordo della dolce mamma Cesare

I commenti sono chiusi.