sabato, Giugno 15, 2024
NewsPapirus UltraVideogallery Amatoriale

VOGLIO DIANA ALLENATORE DEL PARMA (SE PECCHIA VA VIA…) – VIDEO PAPIRUS ULTRA

VOGLIO AIMO DIANA ALLENATORE DEL PARMA! (SE PECCHIA VA VIA…)

 (Video Papirus Ultra)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

12 pensieri riguardo “VOGLIO DIANA ALLENATORE DEL PARMA (SE PECCHIA VA VIA…) – VIDEO PAPIRUS ULTRA

  • Ma perché non va via Perder Sola o ancora meglio Craus?

  • La stagione che va ad iniziare tra meno di un mese nasce sotto i peggiori auspici. E purtroppo ci prendo sempre. Temo sia la pietra tombale di Craus, con il problema che nella tomba ci finiremo noi tra gli applausi di Brugnoli. Ne approfitto per evidenziare che oggi altri re sono stato denudati. Radrizzani ha salvato la Scansdoria in B, Scansdoria con un monte debiti peggio del nostro del 2015. Il tutto senza curastar, peana e caravan serragli. Questo dimostra che il teorema venduto al popolino (noi) ovvero che “la serie D era l’unica possibilità” e che anzi si doveva ringraziare e idolatrare Ferrari era l’ennesima cannella propinata al Territorio. Esattamente come che con Craus il futuro è roseo.

    • Infatti era meglio il cineasta senza un borro.

      • Che a Pisa ha fatto come quelli coi borri

        • Che comunque ci guarda da dietro. E che tutti gli anni rischia più la serie c di Como che la A. Ma se sei così fan del Pisa del cineasta gradiremmo tutti tu andassi a commentare sulle loro pagine e la smettessi di rompere gli zebedei su questi lidi. Facciamo senza tifosi come te.

          • Hai ragione il futuro è roseo e l’anno prossimo c’è il “derbi” di che ci lamentiamo

          • Stopaj (little cork)

            Sei ridicolo come il tuo capo

  • Riniziamo di nuovo da capo. Evvai! La società non imparerà mai.

  • Serie C arriviamo! (Però con un centro sportivo super con le docce ecologiche e i pannelli fotovoltaici)

  • Il presunto progetto Krause è già finito da un pezzo. Non appena avrà terminato gli obiettivi finanziari alla base del suo investimento a Parma (facili da comprendere in fin dei conti) tornerà a casa e a noi resterà il fallimento ed il definitivo ridimensionamento a cavallo tra serie c e bassa serie b.

    In fin dei conti è il livello che merita una città che non ha mai veramente amato il Parma, e che a parte il Cavalier Tanzi, non ha mai davvero creduto che il calcio possa essere un investimento per l’economia e la visibilità di una città e di una provincia che nonostante il benessere, continua ad avere una piccola mentalità provinciale fatta di logiche e litanie di compiacimento del signore venuto da lontano e di totale assenza di visione strategica.

    Se non fosse stato così, oggi il Parma sarebbe in mano all’industria di casa che in quanto a potenziale economico, non è certo da meno di molte grandi realtà europee.

    Ma tant’è purtroppo.

  • Il prossimo anno sarà un’impresa salvarci

  • Io mi aspetto un “coach” alla Blessin o quel tale croato che era al Venezia. Sarebbe lo zenit della parabola di Craus, Belga direttore, Perder sola a “fare il mercato”, belga allenatore, giovani stranieri di belle speranze in campo e serie C.

I commenti sono chiusi.