martedì, Luglio 23, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

COPPA ITALIA: BARI-PARMA 0-3 / I COMMENTI DI MISTER PECCHIA ED EDOARDO CORVI (VIDEO)

(www.parmacalcio1913.com) – Prima partita ufficiale della stagione e i Crociati vincono al San Nicola contro il Bari. Apre le marcature Benedyczak dopo 8 minuti con un bel tiro nell’angolo basso alla sinistra di Frattali, raddoppio di Bonny su assist di Sohm e chiude i conti nella ripresa uno straordinario colpo di tacco di sinistro di Man (75′), dopo un cross preciso di Ansaldi. E’ un Parma formato Coppa Italia che comincia bene nei 32esimi di finale contro una squadra forte come quella biancorossa. Da segnalare anche un palo di Bernabé al 71′ con un gran sinistro dopo una punizione calciata corta sul versante destro. Nel prossimo turno i Crociati sfideranno la vincente fra Lecce e Como.

BARI-PARMA 0-3
Marcatori: 8′ Benedyczak, 34′ Bonny, 75′ Man

BARI (4-3-1-2)
Frattali; Dorval, Di Cesare, Vicari, Ricci (63′ Pucino); Bellomo (63′ Faggi), Benali, Maita (88′ Lops); Scheidler (63′ Sibilli); Nasti, Morachioli (71′ D’Errico).
A disposizione: Polverino, Pellegrini, Perrotta, Matino, Zuzek, Akpa-Chukwu, Celiento.
Allenatore: Michele Mignani

PARMA (4-2-3-1)
Corvi; Coulibaly, Osorio, Circati, Zagaritis (46′ Ansaldi); Estévez, Hernani (60′ Bernabé); Man, Sohm (69′ Partipilo), Benedyczak (72′ Begić); Bonny (72′ Mihaila).
A disposizione: Chichizola, Rinaldi, Balogh, Delprato, Čolak, Haj Mohamed, Motti, Sits.
Allenatore: Fabio Pecchia

Arbitro: Fourneau di Roma 1
Assistenti: Barone, Severino
Quarto Uomo: Arena
VAR: Pezzuto AVAR: Muto

Ammoniti: Zagaritis, Bellomo, Estévez, Morachioli

Angoli: 8-4
Recupero: 1′ – 3′

I COMMENTI POST GARA

MISTER FABIO PECCHIA

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, rilasciate al termine della partita Bari-Parma, valida i 32esimi di finale della Coppa Italia Frecciarossa.

La stagione scorsa non è passata, oggi era un’altra partita, un’altra competizione, un’altra stagione. Le stesse società ma due squadre diverse, perché anche cambiando un solo giocatore cambiano le dinamiche. Contento per i ragazzi, perché la prestazione è stata bella, vittoria che fa sempre bene. Queste partite ci danno la possibilità di aggiustare le cose che dobbiamo migliorare. Un primo tempo subito in vantaggio, era un palleggio non fluido da parte nostra. Cosa che sappiamo fare molto meglio. Nella seconda parte si è sviluppato il gioco e si è concluso con un gol di fattura corale. Contento per tutti, c’è lavoro e poi trovano la soddisfazione con il gol. Noi ora dobbiamo pensare alla prossima e pensare in questo modo, testa bassa e lavorare. Ma voglio una leggerezza migliore da parte dei miei, più siamo sereni più le qualità vengono fuori. E abbiamo lavorato bene in queste amichevoli contro squadre che ci hanno fatto allenare molto. Oggi il test non era semplice ma siamo usciti soddisfatti. L’obiettivo? Si riparte da zero, ci sono due neopromosse nelle semifinali playoff. Il campionato va giocato di partita in partita e quello che si dice fuori, i pronostici, non hanno alcun valore. Il finale di stagione ci ha lasciato disarmati, per quello che è successo. So quello che ci è capitato e lo teniamo stretto“.

EDOARDO CORVI

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni del portiere crociato Edoardo Corvi, rilasciate al termine della partita Bari-Parma, valida i 32esimi di finale della Coppa Italia Frecciarossa.

Siamo una squadra giovane, che ogni giorno in allenamento deve imparare sempre di più. Ci stiamo compattando come gruppo, lavoriamo bene e cerchiamo di fare quello che ci chiede il mister. Siamo una squadra ambiziosa, ma guardiamo partita per partita. Il Bari l’anno scorso è arrivato a un passo dalla Serie A, è una grande squadra e rimane una grande squadra. Siamo stati bravi a gestire certi momenti e dovremo migliorare in altri. Però è andata bene oggi. La condizione fisica del Parma? E’ vero, sono d’accordo sulla nostra condizione fisica, ma è un risultato che va preso con le pinze. Siamo sempre ad agosto, la stagione è ancora lunga. Magari oggi siamo più avanti noi, domani loro. Sarà una corsa fino alla fine. Titolare oggi? Diciamo che in allenamento il mister l’aveva preparata con me, avevo capito che avrei potuto giocare. L’attacco del Bari? Oggi non ha giocato un calciatore importante come Cheddira, potrebbe essere un cantiere aperto. Siamo stati bravi a chiuderli, hanno avuto delle occasioni e abbiamo anche rischiato. Il mio sogno è giocare in Serie A, io e Leo siamo una coppia affiatata. Lui è più grande di me, ma ogni giorno cerca di aiutarmi in tutti i dettagli e io cerco di imparare da lui“.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

6 pensieri riguardo “COPPA ITALIA: BARI-PARMA 0-3 / I COMMENTI DI MISTER PECCHIA ED EDOARDO CORVI (VIDEO)

  • Un bel Parma che ha giocato di squadra, stando corti, concentrati e facendo male con ripartenze veloci.
    Al momento Coulibaly e Bonny titolari fissi, prestazione sontuosa.
    Avanti così che la strada è quella giusta

  • Siberianhusky

    La squadra sta crescendo e si è imposta con autorità, deludendo le cornacchie.
    Va messo sotto contratto un difensore centrale forte per essere quasi a posto

  • forza parma

    spiace dirlo ma forse il problema era vasquez che rallentava la manovra non permettendo le ripartenza !! e poi non faceva filtro o correva come un ventenne

    • Probabilmente Vazquez non era l’unico problema, ma una parte del problema sicuramente.
      Come già detto in precedenti commenti è tecnicamente bravo, ma avulso da qualsiasi schema di gioco, rallenta tutte le azioni, dribbling insistiti ed inutili, non dava possibilità di movimento ai compagni, rendendo tutte le azioni prevedibili, creando anche malumori tra i compagni.
      Poi tirava fuori una magia ogni tanto e questo bastava a renderlo intoccabile, per la stampa ed alcuni tifosi.
      Un giocoliere, non un giocatore.

  • Una partita perfetta che conferma che i risultati del pre-campionato non erano casuali.

  • Mi allineo ai commenti nella pagina dei non denigratori seriali, buon Parma corto compatto e letale con la qualità che abbiamo dalla cintola insù, finalmente grazie alla mano di Pecchia vediamo la crescita dei talenti di cui siamo dotati, difficile riscontrare dei deficit, le occasioni da gol per il Bari, un paio in tutto l’incontro su cross dalla ns destra con pallone a scavalcare una volta Osorio, una volta Circati, il secondo troppo alto per essere colpito con efficacia, avvenute nel secondo tempo dopo vari cambi e sul 2 3 a 0, con la partita in pieno controllo, i nostri due centrocampisti ottimi soprattutto in fase difensiva, ma d’altronde è quello che gli si chiede con quel popò di roba che abbiamo davanti, non d’accordo con Agostinelli che lo scorso campionato ci metteva in pole position, sicuramente la squadra ora è più completa, ma un terzino sinistro che si alterni con Zagaritis, e un centrocampista che faccia tirare il fiato a Estevez ci vuole come il pane. Capitolo centrattacco, onestamente più che comprare io venderei o manderei a giocare Charpentier, la maturazione fisica, tecnica e tattica di Bonny è sotto gli occhi di tutti, è un giocatore totale che può giocare in tutti e due i ruoli centrali dell’attacco, senza dargli particolari compiti difensivi e lasciandolo libero di spaziare su tutto il fronte d’attacco può diventare un giocatore memorabile, con Colak, e Benek che all’occorrenza può ricoprire il ruolo siamo a posto. Comunque piedi per terra, il campionato ci dirà la ns esatta dimensione.

I commenti sono chiusi.