venerdì, Maggio 24, 2024
News

PRESENTATO DAL PARMA CALCIO IL PROGETTO DEFINITIVO DEL NUOVO TARDINI

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio ha presentato oggi all’Amministrazione Comunale locale il progetto definitivo per un un impianto sportivo dai più elevati standard internazionali che sorgerà nell’area dell’attuale Tardini.

“Il deposito odierno parte di un percorso iniziato nel 2021, rappresenta una tappa fondamentale per consegnare alla comunità, alla quale il club è legato da identità e senso di appartenenza, uno stadio contemporaneo, rispettoso della vocazione storica del Tardini, sostenibile e inclusivo.

Il Club coglie l’occasione per ringraziare il sindaco e il Comune di Parma, l’Istituto del Credito Sportivo, lo Studio Zoppini Architetti per averne curato l’aspetto architettonico, PwC Italia per la asseverazione, gli studi ADVANT NCTM e Rutigliano per gli aspetti legali”.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

8 pensieri riguardo “PRESENTATO DAL PARMA CALCIO IL PROGETTO DEFINITIVO DEL NUOVO TARDINI

  • Nel frattempo dove si va a giocare?

    • IPSE DIXIT

      A casa di Stopaj o in alternativa a quella di Davide.

      • 😆🤣

      • IPSE DIXIT 2

        o se no a casa tua … dai che ci divertiamo …

  • Enzo Dallai

    Senza entrare nel merito del nuovo progetto…. Una riflessione mi viene spontanea :Con la copertura “striminzita”e molte zone non “protette” alle spalle del pubblico….un minimo controvento di pioggia e molti paganti, anche quelli di tribuna Centrale saranno “inzuppati”…..
    Mah…..

  • E’ curioso (ma come cercherò di spiegare nemmeno più di tanto) notare come la macchina da guerra della stampa locale di Ponte Caprazucca abbia dato poco o scarso rilievo alla notizia dello stadio rispetto, ad esempio, al bombardamento mediatico riservato al derby dell’Enza. Il fracassamento di balle sulla Reggiana era iniziato fin dal giorno dopo l’ eliminazione dai play off, per trabordare al sorteggio dei calendari, fino agli allucinanti 10 giorni precedenti la partita, con i sondaggi a Sorbolo e le telefonate a D’Aversa con Ferrari in sala a fare il capo popolo e Barbuti sullo sfondo che segna. Si sa che a Palazzo Soragna ed ai salotti buoni frequentati dai poteri forti locali fa sempre comodo spostare l’attenzione del popolino dalla Serie A (una chimera con Craus alla luce anche degli ultimi non mercati) a obiettivi provincialotti e micragnosi come il derby per dare l’illusione che le scelte degli ex 7 eroi di fuggire dal baraccone erano state buone e che il futuro è roseo, però la cosa mi ha stupito. Lo stadio sarà infatti la sola cosa buona che farà Craus (dobbiamo anche sperare che lo faccia veloce, in modo che la società possa essere appetibile per altri e che ci possano quindi liberare da questa iattura), oltre al fatto che magari i vari Buia & C. due borri dal cantiere magari riusciranno anche a tirarli su. Mi spettavo quindi un battage e can can mediatico per lo meno simile a quello messo su per la partitucola di sabato scorso, invece al Tg Upi di ieri sera è stato più lo spazio dedicato a Ferraguti che anticipava Parma Europa ed al classico incidente sulla massese o a Pieve Ottoville rispetto al tema stadio. Due paginette copia e incolla sulla Rudarola e un intervento del Professorino di 1 minuto (più spazio era stato dato alla visita dei rappresentanti del Gabon in Comune).Tutto molto strano. Ma siccome a Pèerma le cose non accadono mai per caso e non abbiamo l’anello al naso (anche se il Re con la pipa di Palazzo Soragna lo pensa da decenni) occorre riflettere, mettere insieme un pò di pezzi e rileggere con occhiali diversi un pò di fatti.
    1) Le voci sulla mancata iscrizione alla serie B (calunniose e molto gravi) da chi sono arrivate?Qual’è la manina che ha scritto al Corriere della sera il whapp con questa fake news ripeto gravissima?
    2) L’enfasi grottesca fin ridicola data al derby dell’Enza dall’informazione locale (ovviamente su indicazione di chi di dovere) nel solco di un “ritorno alle origini”, al pane e salame e cazzate varie
    3) Il silenzio prima e la freddezza poi della stessa stampa locale rispetto allo stadio
    4) La presenza sempre più forte nella stessa stampa locale dei ridicolo comitati anti stadio, anti abbattimento platani e pro cancello del Petitot
    5) L’assenza nei soggetti coinvolti nel progetto stadio di Avvocatoni, Dottoroni, Studioni associati e Mamma santissima parmigiani.
    Mettiamo insieme tutto e cosa emerge? Molto probabilmente i comitati vari hanno smosso nei mesi un pò di merda (e quando la smuovi si sa puzza), inducendo qualcuno nei vari palazzi da Piazza Garibaldi al Ponte Caprazucca a prendere un pò le loro parti e a iniziare a guardare con meno simpatia a Craus. Magari da lì viene anche la famosa manina che ha dato false news al Corrire della Sera. Craus che ha poi un’altra grave colpa. Non ha poi pagato la classica marchetta in città, non facendosi supportare (come facevano i seven) da nessun mammasantissima locale, dottorone o avvocatone o notaione del Territorio attirandosi quindi le alzate di labbro di quelli che sono storicamente i tirapiedi degli industrialotti dell’UPI. Se a questo aggiungiamo i complimenti fatti dallo stesso Craus alla (devo dire in effetti molto brava) sindaca di Collecchio ed alla direi probabile assenza di aziende del Territorio a tirar su il nuovo Tardini al di là di qualche lavoretto il quadro è chiaro. Il derby celebrato come ritorno al calcio antico..alla bellezza del calcio di provincia da giocare in uno stadio vetusto ma “genuino”, in contrasto cono le brutture degli stadi moderni e confortevoli.
    Meditate gente, meditate

  • Markness

    Una domanda interessante da porsi a seguito delle notizie legate al nuovo stadio sarebbe la seguente:

    “Considerando l’obiettivo primario dichiarato della promozione, come si fa a giocare la Serie A a Fidenza nel mentre dei lavori al Tardini” ?

    N.B. Il limite minimo per la massima serie è un impianto da 12000 posti con una serie di standard di sicurezza di un certo livello. Al momento mi risulta esserci una tribunetta e basta.

    Da qui nascerebbe come minimo una seconda domanda interessante:

    “Come funziona il progetto, facciamo prima lo Stadio a Fidenza e poi iniziamo i lavori al Tardini, oppure rinunciamo alla serie A per i prossimi 3 anni in attesa di avere lo stadio pronto” ?

  • Triple-sec

    Krause e la sua corte anche quest’anno hanno realizzato 100M di passivo. Il progetto stadio è passato da 80 a 140M (ed è destinato a lievitare ulteriormente). Il costo del successivo “impianto commerciale” non è stato reso pubblico. Ma il presidente in città è ancora figlio unico e dovrà contare esclusivamente sulle sue forze. Dovrà stare attento come tutti noi alle spese per il riscaldamento, per l’albergo, ai rincari dei prodotti alimentari, ai costi dei giocatori e delle giocatrici e della cancelleria per gli uffici, alle risme di carta, alla parcella del giardiniere….. Da qualche giorno appoggiate sullo scrittoio di finto noce posto nella segreteria del Mutti center sono ben visibili 2 nuove cartelle nominate MdM e P (mediano di mischia e punta). Esse recano una vistosa linea trasversale rossa e una timbratura con la scritta rejected …. Entrambe sono marchiate soccer-man con ceralacca americana.

I commenti sono chiusi.