lunedì, Aprile 15, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

PECCHIA: “AD ASCOLI PARTITA IMPEGNATIVA, VOGLIO 24 LEADER” (VIDEO) / CONVOCATI / CURIOSITA’

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, durante la presentazione del match contro l’Ascoli, rilasciate nella sala stampa del Mutti Training Center di Collecchio.

ASCOLI, L’AMBIENTE SPINGERA’ LA SQUADRA

Le scelte vengono fatte per la partita di domani, la partita importante è domani. E’ importante per tanti motivi e perché è un match spigolosissimo in un ambiente caldissimo. L’Ascoli? Teniamo conto di una squadra che in mezzo al campo ha tanti calciatori ben assemblati, un allenatore che ha idee e ha fatto un grande lavoro a Cosenza l’anno scorso e si sta ripetendo anche qui. Nelle ultime 5 partite ha fatto una serie importanti con risultati ma soprattutto ha evidenziato una buona organizzazione di gioco. E quello che fanno davanti si adegua al tipo di avversario. Noi teniamo conto del loro modo di giocare, ma vogliamo fare le nostre con più forze e più vigore. Sarà un ambiente che spingerà la squadra, noi dobbiamo essere prontissimi per affrontare un match molto impegnativo. Si può fare gol in tanti modi, ma sicuramente chi avrà un impatto violento sulla gara da un punto di vista nervoso, di energie e mentali potrà trovare il gol. Noi, sotto il profilo delle energie mentali, dobbiamo prenderla subito, perché è una partita, dal punto di vista sportivo, carica di tensione. La stanno preparando e se noi dobbiamo mantenere la nostra posizione di classifica, dobbiamo giocare per vincere”.

VOGLIO 24 LEADER

Le condizioni della squadra? Hernani non verrà con noi, ha avuto la febbre e non parte. Balogh oggi nella rifinitura ha avuto un problema alla caviglia, nel gruppo partiranno Amoran Cyprien. Willy lavora con noi, sta col gruppo, è un calciatore dei 24 che partiranno oggi e deve continuare a lavorare, perché rispetto al gruppo è leggermente in ritardo ma si è integrato molto bene. E noi domani abbiamo bisogno di 24 leader in grado di poter affrontare questa partita”.

I CONVOCATI

(www.parmacalcio1913.com) – Dopo la rifinitura di questa mattina al Mutti Training Center di Collecchio, l’allenatore Fabio Pecchia ha convocato 24 calciatori crociati per la partita contro l’Ascoli, valida per l’undicesima giornata del campionato Serie BKT:

Portieri: 1 Chichizola, 40 Corvi, 22 Turk.

Difensori: 14 Ansaldi, 60 Amoran, 39 Circati, 26 Coulibaly, 15 Delprato, 77 Di Chiara, 3 Osorio, 47 Zagaritis.

Centrocampisti: 10 Bernabé, 23 Camara, 64 Cyprien, 8 Estévez, 20 Hainaut, 19 Sohm.

Attaccanti: 11 Begić, 7 Benedyczak, 13 Bonny, 9 Charpentier, 17 Čolak, 98 Man, 28 Mihaila.

CURIOSITA’ (MATCH PACK)

(www.parmacalcio1913.com) – Sarà l’Ascoli l’avversario dei Crociati nella sfida in programma sabato 28 ottobre allo stadio “Cino e Lillo Del Duca” di Ascoli (ore 16:15, diretta su Sky Sport e Dazn) per l’undicesima giornata del campionato Serie BKT. Ecco le statistiche e i precedenti del match.

  • L’Ascoli ha vinto due delle ultime tre gare contro il Parma in Serie B (1P), dopo che nelle prime sette gare contro i Crociati non aveva mai trovato la vittoria (3N, 4P).
  • Il Parma non ha mai perso nei cinque precedenti in Serie B in casa dell’Ascoli (3V, 2N), tenendo per tre volte la porta inviolata; tra le squadre contro cui i Crociati non hanno mai perso in trasferta nella competizione, quella marchigiana è l’avversaria affrontata più volte (cinque).
  • L’Ascoli ha vinto l’ultima partita di Serie B, contro il Lecco, e in generale è rimasto imbattuto nelle cinque più recenti (2V, 3N); la squadra marchigiana non arriva a sei gare di fila senza sconfitte in una singola stagione nella competizione da dicembre 2021, con Andrea Sottil in panchina.
  • L’Ascoli ha vinto cinque delle ultime otto partite casalinghe di Serie B (2N, 1P), tanti successi quanti quelli ottenuti nelle precedenti 18 gare interne nella competizione (6N, 7P).
  • Il Parma ha conquistato 23 punti nelle prime 10 partite di questo campionato, una media di 2.3 a partita; la media punti più alta, a fine stagione, nell’era dei tre punti a vittoria in Serie B, è stata quella del Benevento 2019/20 (2.26, 86 punti in 38 gare).
  • Dopo una serie di quattro vittorie esterne il Parma ha perso l’ultima trasferta di Serie B, 2-3 contro il Venezia; i Crociati hanno realizzato almeno due reti in tutte le ultime quattro gare esterne nella competizione e l’unica volta in cui hanno fatto meglio è stata nel 2009, quando arrivarono a nove trasferte di fila con almeno due gol segnati.
  • Si affrontano due delle tre squadre che hanno realizzato più gol nei primi tempi di questo campionato (otto, alla pari del Catanzaro); in aggiunta, i marchigiani vantano la più alta percentuale di reti siglate nel periodo in questa Serie B (67%).
  • Il Parma ha segnato 20 gol con un valore di Expected Goals di 13.5, la differenza di 6.5 è la più alta tra le squadre di questa Serie B – per quanto riguarda invece le prestazioni difensive, la squadra di Pecchia ha subito otto reti a fronte di un valore di xG contro di 11.4, solo il Brescia ha una differenza maggiore (5 v 3.4).
  • Nei maggiori cinque campionati europei e rispettive seconde divisioni, Adrian Benedyczak è uno dei cinque attaccanti nati dal 2000 in avanti ad aver già segnato più di cinque gol e fornito almeno un assist vincente in questa stagione; in generale, tra Serie A e Serie B è il più giovane giocatore con questo score.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

8 pensieri riguardo “PECCHIA: “AD ASCOLI PARTITA IMPEGNATIVA, VOGLIO 24 LEADER” (VIDEO) / CONVOCATI / CURIOSITA’

  • Cyprien reintegrato ci darà una grossa mano. Il centrocampista in più l’avevamo in casa, lo penso già da prima del reintegro; Pecchia bravo e senza pregiudizi. Chapeau a lui e allo staff tecnico.

    • Adesso mancano solo Busí e Brunetta

      • Già venduti, manca inglese, ma penso sia irrecuperabile, se lo recupera pecchia santo subito

  • Forza crociati! Altra vittoria!

  • Triple-sec

    Siamo primi non grazie a Pecchia ma perchè, con buona pace di Pecchia e Durkheim (quello della società che plasma l’individuo), nessun’altra squadra ha un tris d’assi come Bernabè, Man e Circati che potrebbero giocare da subito in serie A e un connettivo (ndr non collettivo..) in cui emergono per continuità di rendimento DelPrato, Estevez, Partipilo, Ansaldi e Chichizola (quando con umiltà si ricorda di essere un 1 e non un 10). Inoltre c’è Bonny a cui manca solo un po’ d’esperienza e forse un ruolo più adatto e Sohm che ha grandi qualità fisiche ma non è un giocatore alfa né lo diventerà entro la fine della stagione. Questo per dire che il compito di Pecchia e Porta dovrebbe essere facile. Dovrebbero infatti scegliere un solo uomo (verosimilmente Osorio..) da aggiungere ai 10 nominati, (che giocherebbero ovunque in serie B) e gestire i cambi. Per fare questo il mister è pagato mezzo milione di euro a stagione. C’è però un problema…ovvero succede regolarmente che quando si è prossimi alla sintesi Pecchia si acconcia e ricomincia tutto da capo. E così oggi propone di riaprire i casting a 24 aspiranti. Tra questi c’è Benek (che mi sembra implacabile solo dal dischetto viste le 2 reti in 10 partite), Mihaila (che in tre anni è stato determinante 3 volte), Colak (su cui si potrebbe anche puntare ma avrebbe bisogno di giocare partite intere e non sempre frazioni di partite), Charpentier (che a parte il recente miracolo, da come si muoveva in campo Venerdì non mi sembra ancora pronto fisicamente e chissà se lo sarà presto) etc etc . Il pericolo che vedo io è quello di ritornare alle formazioni ondulanti e vaghe schierate in particolare da Agosto a Marzo l’anno scorso. Io le ricordo bene. Ma la cosa più bizzarra è che moriamo dalla voglia di attribuirgli proprietà magiche. Quest’estate era considerato un maturatore…(eppure aveva lasciato i maturandi in panchina tutto l’anno). Adesso è un taumaturgo. Tocca Charpentier e segna, promette di palpare il Cipriota e siamo pronti a credere che anche questo possa fare altrettanto. Boh… a me pare che Charpentier sia riuscito a fare gol perché appena entrato i difensori del Como non si erano ancora posizionati (per non dire non credevano ai loro occhi) e così mentre si stropicciavano gli occhi il Carpentiere è stato libero di tirare ma il ragazzo è davvero in forma?… Il Guadalupo invece lo abbiamo perso di vista..Fino a ieri lo facevano allenare coi bambini, perché giustamente non voleva rinunciare al suo stipendio. Adesso non può essere il salvatore della Patria…Se lo fosse, la credibilità dei responsabili tecnici, andrebbe automaticamente e definitivamente a zero.

    • Totalmente d’accordo con te

    • Certo, i giocatori sono improvvisamente diventati bravi da soli, il mister non c’entra niente.

      I cornacchioni non si arrendono mai.

      • Triple-sec

        Cornacchione?? Scusa veh ma tu tifi il Parma o tifi Pecchia? Ritieni davvero che sia la stessa cosa? Pensi davvero che Man, Circati e Bernabè siano diventati bravi grazie all’allenatore? Circati ad es è così forte che Pecchia neanche si accorge di chi ha per le mani. Ti sei forse smarrito nel bosco magico?

I commenti sono chiusi.