martedì, Aprile 23, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

PECCHIA: “LECCE E LA COPPA, UN ULTERIORE ESAME DI MATURITA’” (VIDEO)

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni dell’allenatore crociato Fabio Pecchia, durante la presentazione del match contro il Lecce, rilasciate nella sala stampa del Mutti Training Center di Collecchio.

LA COPPA ITALIA 

Effettivamente in questa competizione, si vedono squadre che mandano in campo calciatori finora meno utilizzati. Per conto nostro, anche l’anno scorso quando siamo andati avanti in coppa oppure quando ci sono partite infrasettimanali di campionato, c’è stata una gestione della rosa, non mi piace chiamarlo turnover. Penso alla partita di Ascoli, molto impegnativa. Ora affrontiamo la Coppa Italia, devo pensare a mettere in campo i migliori calciatori per vincere la partita. La prestazione di Ascoli? Intanto grande felicità per la vittoria, perché vincere è sempre complicato. E farlo su un campo così impegnativo, come avevamo detto, contro una squadra in salute. Ci sono tanti aspetti positivi per una squadra che ha fatto 3 gol fuori casa. Abbiamo commesso anche diversi errori, però in questi attimi molto complicati durante la gara, perché l’Ascoli ci ha messo un po’ alle corde dopo l’1-1, ho visto una certa maturità di gruppo che ha saputo soffrire e poi di spingere sull’acceleratore”.

ESAME-LECCE PER LA NOSTRA MATURITA’

C’è voglia di confrontarsi contro una squadra e un Club di Serie A, che a mio avviso nella prima parte del campionato ha fatto molto bene. E’ una squadra molto agile, veloce, con calciatori di qualità ed è molto dinamica. C’è una certa curiosità da parte mia di vedere a che punto siamo, quale è il nostro livello e confrontarsi con una squadra di Serie A. La mentalità vincente? Lo dico quotidianamente ai ragazzi, siamo degli atleti professionisti e la voglia di competere ci deve essere sempre. Avere quest’animo con adrenalina vera per confrontarsi e giocare più partite possibili. Questo è un obiettivo diverso rispetto a quello che viviamo quotidianamente ma la voglia di costruire una mentalità vincente, andando su un campo e dimostrare il proprio valore, per confrontarsi e accettare il risultato senza alcun rimorso. E anche questo passaggio, come la partita di domani, può essere un ulteriore esame di maturità. Che Lecce mi aspetto? Una squadra che mi è piaciuta fin dall’inizio, ci sono tanti calciatori nuovi con bellissimi prospetti e di qualità. E’ un Lecce dinamico proprio perché ha tanti calciatori così, in grado di attaccare lo spazio ed essere molto verticali con gli esterni. Sanno chiudere e attaccare l’area. Dovremo viverla, spingeremo sull’acceleratore perché è una partita che ci porterà a ritmi alti per le caratteristiche e il tipo di gioco di una squadra molto brava nell’essere verticale e nell’uno contro uno”.

LA GESTIONE DELLA LEADERSHIP

“Parma da record sotto i riflettori? Un aspetto sul quale lavorare, tenerne conto, saperlo gestire e vivere. Ti richiede ulteriori energie, tanti parlano di pressione ma è bello viverla, perché uno lavora per fare questo. E anche questo è allenamento. Chiedo ancora di più energia, ancora più concentrazione, ancora più voglia di curare ogni dettaglio. Come ho sempre detto il Parma in B è una squadra che vuole essere battuta da chiunque. Come sta la squadra? Il gruppo sta bene, abbiamo lavorato. C’è voglia di giocare, Hernani, dopo l’influenza, è con il gruppo. Ci siamo dentro tutti. Un Parma divertente, leggero, consapevole? Vorrei che il mio Parma avesse tutte e 3 le cose. Calciatori che si divertano a giocare a calcio e facciano divertire i tifosi. E questo per farlo serve la giusta leggerezza mentale ma anche la consapevolezza che per fare le cose bisogna sudare e lavorare molto. Tutti questi aggettivi sono adatti per vedere il Parma in campo domani sera”.

ROBERTO D’AVERSA NELLA STORIA DEL CLUB

Grandissimo rispetto per il lavoro che ha fatto, perché vincere due campionati e ottenere due salvezze in A, significa che è un allenatore che rimane nella storia del Club e lo dimostrano i fatti. Di lui si può solo che parlare bene, è un confronto bello anche per me per la partita di domani. Lui resta nella storia di questo Club”.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

9 pensieri riguardo “PECCHIA: “LECCE E LA COPPA, UN ULTERIORE ESAME DI MATURITA’” (VIDEO)

  • #usciamodallacoppaitalia
    Senza Coppa Italia e Errea aumentiamo le possibilità di una stagione con meno sfiga

  • Domani mi piacerebbe passare perchè come dice il mister, è un bell’esame contro una squadra di bassa A che ha iniziato bene il campionato. In ottica promozione servono anche partite del genere per acquisire consapevolezza nei propri mezzi.

    • Anch’io Luca ,
      Forza Parma

  • È sempre comico leggere sulla Rudarola le articolesse a tema PPC, Piocioni Parmigiani Confindustriali, emanazione dell’UPI che crepi l’avarizia con l’1 per cento diviso in quote da 500 borrì hanno anche il coraggio di pontificare, salire in cattedra e fare dei pistolotti. Fossi in Craus proporrei ai pipiccini (per la maggior parte per altro di fede strisciata, sia bianco, rosso o azzurro e nera) in vista del nuovo (si spera Conferenza dei Servizi e comitati pro platani e pensionati permettendo) stadio di acquistare spazi pubblicitari per n anni. Si assisterebbe a una fuga dei topi dalla nave in stile vecchia proprietà nel 2020. Altro che cene con la squadra femminile che con 50 borri te la cavi…

    • PPC C’E’ E CI SARA’

      Ma come Davide, non la godi la lenzuolata mensile di PPC sulla Rudarola? Non ti interessa sentire l’avvocato Paolo Piva che ti racconta da 5 anni che stanno per raggiungere i mille soci? Non ti piace quel genio di Paolino Benecchi che si organizza a macca dei tour della provincia con partite di calcio e beccate con le sue personalissime Parma Legends un pelo tarocche? Non ti esaltano le live su feisbuc del guapissimo Franco Bardiani che intervista nomenklatura minore PPC e qualche tessato del Femminile al grido PPC C’E’ E CI SARÀ ? Non ti appassiona l’elenco delle cariche interne, più lungo del catalogo delle navi di Omero nel secondo libro dell’Iliade, con il Presidente Onorario Squeri, il Presidente Naturale Lauro Riani, il Presidente Eterno Cavazzini? Non ti emozionano le visite dell’ex ministro leghista Centinaio nella launge, avamposto pipicino allo stadio Tardini, difeso negli anni con le unghie e con i denti insieme ai posti auto interni riservati per il consiglio di PPC? Sei proprio un ingrato caro Davide e io pensare che tu stesso sei socio PPC!

      • Ok… E il prolasso? E Coda? E la coppa Italia che porta sfiga? E Hinault? E Doria alè alè? E Pirla
        va dal barber??? Con cosa ci scasserai gli zebedei ad arrivare a sabato? Dai Davide che Nostradamus ti fa un baffo!

  • Ok… E il prolasso? E Coda? E la coppa Italia che porta sfiga? E Hinault? E Doria alè alè? E Pirla
    va dal barber??? Con cosa ci scasserai gli zebedei ad arrivare a sabato? Dai Davide che Nostradamus ti fa un baffo!

    • Ormai ha imboccato il viale del tramonto non ne becca una.

  • Il mio idolo è Lauro Riani. Che con le onge e i denti difende al limite del bruxismo lo strapuntino. Benecchi con le legends è stato geniale. Fossi in Craus o cacciano pila o li caccerei io a sbarate nel deretano altro che organigrammi da Politburo sovietico

I commenti sono chiusi.