venerdì, Luglio 19, 2024
L'ìnsostenibile leggerezza del palloneNewsVideogallery Amatoriale

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL PALLONE di Luca Tegoni / I BUONI CI HANNO FATTO VINCERE ANCORA (HIGHLIGHTS)

(Luca Tegoni) – Quelli “buoni” ci hanno fatto vincere ancora. Vittoria raggiunta nella prima parte del primo tempo, poi partita controllata. Qualche “intemperanza” di Chichizola ci ha fatto soffrire, ma i recuperi di Coulibaly hanno contenuto le velleità bresciane.

Il primo goal del Parma segnato da Bernabè ci riporta alla mente i goal che abbiamo subito per pigra percezione del pericolo ovvero per non avere aggredito il possessore di palla già nei pressi dell’area. Poi il calcio di Bernabè è risultato molto forte e preciso.

Un doppio scambio di tacco tra Man e Bernabè, grazie anche ad un “blisgone” di un difensore avversario, consente a Man di entrare in area, palla al piede, e infilare sotto le gambe il portiere. Benek, a centro area, avrebbe gradito il regalo di Santo Stefano.

Finita la prima parte di campionato, ripartiremo, tra una ventina di giorni, con la memoria di un risultato mai conseguito dal Parma, primi al termine del girone di andata. Risultato ottenuto con pieno merito e, a bocce ferme, da miglior squadra del campionato.

Il girone di ritorno, però, non sarà una inutile riproposizione di quanto già accaduto, ma un divenire nuovo, un’incognita permanente. Non solo gli avversari potrebbero mutare pelle, ma anche il Parma potrebbe non mantenere la stessa continuità di prestazioni e risultati. Il lungo viaggio verso il ritorno in serie A è ancora denso di difficoltà. Vincere è cosa molto difficile in qualsiasi campionato si giochi, dalla D alla A.

L’augurio di un Felice Anno Nuovo ci possa accompagnare e valere soprattutto per coloro che avrebbero meritato di più, ma che invece si trovano senza posto di lavoro.

Con i venti di Nuove Leghe in stile yankee auspico un’interdizione verso l’A22.

Parma batte Brescia fuori casa con reti nel primo tempo di Bernabè e Man. Luca Tegoni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

15 pensieri riguardo “L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL PALLONE di Luca Tegoni / I BUONI CI HANNO FATTO VINCERE ANCORA (HIGHLIGHTS)

  • “I buoni ci hanno fatto vincere ancora”, è un titolo che fortunatamente non trova poi riscontro nel pezzo, perché sminuisce il valore del resto della truppa che poi così male non è, definire “i buoni”, i due delle ultime partite, che spaccano gli avversari in due dando continuità alle loro giocate, anche in questo caso li sminuisce, non ricordo in B giocatori con una classe così cristallina e giocate così determinanti, inoltre è riduttivo nei confronti dei tanti “buoni” giocatori da B che la popolano.

  • Cavilloso e supergasato…….🙌💪

  • I “buoni” brillano in una squadra che gira a memoria. L’individualità mica emerge se la squadra fa schifo.

  • Il Como di quel tizio orrendo del sud est asiatico investirà parecchio sul mercato di gennaio. E si sa che a Roma (come dichiarato da Caressa) vedono di buon occhio il Como in serie A perché il lago “piace agli americani”. Stessa cosa il Venezia. Evitiamo quindi di festeggiare come dopo le prime 3 giornate,ma stringiamo le chiappe e puntelliamo la squadra che gli altri sono tutti lì pronti a inchiappettarci. Pederzoli si spera sia libero a questo giro avendo già con i vari Zanimacchia, Meyer, Collocolo, Coda e Vazquez sistemato in estate la Cremerdese, ergo sistemare la difesa e carichi e tosti che si festeggia a maggio non ora. Magari una doppietta con la Scansdoria in C e fallita

  • Occorre un centrale di esperienza per sistemare la difesa, valenti non è all’altezza

    • Assolutamente hai ragione da vendere

  • Triple-sec

    Il nitore della vittoria.
    Vittoria ottenuta grazie all’intesa e ai guizzi dei 2 buoni con Pecchia e la squadra a far da sfondo. I 2 buoni si sono messi i compagni sulle spalle e hanno realizzato quegli assist e gol che sono valsi 3 punti “per tutti”. Chi vede solo quadri bianchi su sfondi bianchi deve avere partecipato a tante lodevoli marce ecologiste, di raccolta fondi o per i diritti ma credo che si sia dimenticato che anche gli sport professionistici di squadra sono sport agonistici e che perfino nelle orchestre vengono affidate ai primi violini quelle partiture che altri non suonerebbero con le stesse qualità. A metà campionato possiamo dire di essere senz’altro tra le squadre favorite alla vittoria del campionato perchè tecnicamente non siamo inferiori a nessuno perchè possiamo contare sui 4 moschettieri, siamo mentalmente forti ed abbiamo (come però altre squadre) una forte identità tattica. Solo gli infortuni, gli arbitri, le neo-formazioni Pecchiane e forse procuratori poco professionali, potrebbero rendere il traguardo della Promozione più complicato da raggiungere.
    Mi associo agli auguri di Buon Anno così come è stato qui espresso

    • Bisogna dare una sbarata nel culo preventiva a Becali. Se vuole masgabanare che piazzi Mihaila che ci fa anche un favore e magari prenda la procura di Balord e piazzi pure quel bidone lì. E se Inglese avesse la decenza di levarsi dal cazzo…

      • Inglese si leva dal cazzo in giugno

        • Però se sta bene….

      • Triple-sec

        I 2 fratelli Giovanni (proc. Di Man) e Victor Becali (ma il Becali più potente.. è loro cugino Gigi..che può vantare di essere stato sia europarlamentare che pregiudicato) si sono formati come procuratori in Italia. Si racconta che Gigi vendesse in tempi meno fortunati Rolex taroccati a Napoli…. Poi a Napoli però gestirono la vita professionale di Kroll. Insomma…nella trattativa (a fine campionato..) ci perderemo senz’altro. Cerchiamo solo di non rimetterci troppo. Anche De La Pena deve essere uno sgamato se assiste Gavi e Luis Enrique…
        Comunque sia possiamo cominciare a salutare i nostri 2 campioni già adesso.

      • Triple-sec

        Quello dei rolex era il nostro Giovanni…non Gigi il precursore

  • Basta vedere anche oggi le paginate della carta da culo rosa di quel miserabile nasone di Cairo dedicate al Como per capire dove tira il vento dei Palazzi. Da quello che so i filippini (o quello che sono) proprietari della squadretta lariana (famosa solo per avere un vespasiano di così detto stadio a bordo lago e senza alcuna storia sportiva alle spalle) sono molto vicini ai thailandesi (gente bruttissima per altro) proprietari della Rinascente di Milano e di altri palazzoni che generazioni di industriali lombardi avevano sputtanato tra ville al Forte e amenità varie ben note anche dalle nostre parti (anche se da noi gli industrialotti sono sempre molto attenti al Territorio). Ciò spiega la simpatia del “bel mondo” e di certi salotti buoni per la squadretta di quel nadaro di Cerri e ci deve far alzare le antenne e stringere le chiappe perché i nostri nemici (che sono tanti) nel girone di ritorno faranno di tutto per sabotarci. Evitiamo celebrazioni, statistiche e cazzate varie (Parma Bide e portali simili quando lo capiranno sarà un trionfo), mettiamo Pederzoli a sbarate a lavorare qui e non a Cremona e poi festeggiamo a maggio.

  • A me da molto fastidio che gazzetta e TV parma diano per scontato il parma in a, aspettiamo maggio…..

    • Stai sicuro che se c’è una merda che vola in Via Mantova sono a prenderla con il retino per le farfalle. Nei prossimi 3 mesi serve stare in trincea, alzare la tensione e cercare di colmare i buchi in difesa che abbiamo. Altro che celebrare. Quello nel caso si fa a maggio. Adesso è veramente da coglioni

I commenti sono chiusi.