giovedì, Luglio 25, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

PECCHIA: “IL VERO LEADER E’ IL COLLETTIVO” (VIDEO) / CURIOSITA’

(www.parmacalcio1913.com) – Le dichiarazioni dell’allenatore Fabio Pecchia, durante la presentazione del match contro il Cosenza, rilasciate nella sala stampa del Mutti Training Center di Collecchio.

OBIETTIVO VITTORIA, MA VA MERITATA SUL CAMPO

Il più complicato delle tre partite (Modena, Fiorentina, Spezia, ndc) sarà il Cosenza. La squadra deve giocare a calcio, deve volersi divertire e avere una propria identità con un atteggiamento positivo e propositivo su quello che succede in campo. Non facciamo calcoli su due pareggi e una vittoria, mi focalizzo sulla squadra. Noi siamo ancora in una fase di costruzione, manca ancora molto alla fine del campionato. Altra squadra, altro allenatore, l’ambiente è lo stesso a Cosenza. Per noi è un giorno particolare, sia per il nostro Club che per i nostri tifosi (110 anni di fondazione del Parma Calcio, ndc). Quale modo migliore per festeggiare questo giorno con una gran bella prestazione e condita da una vittoria. Questo è l’obiettivo e lavoriamo in quella direzione, pensando a fare un bel calcio. Perché le vittorie bisogna meritarsele sul campo. Cosenza? Molto dipenderà dal nostro atteggiamento, se riusciremo a dare un’impronta alla gara e un indirizzo, lo sviluppo lo determineremo noi. L’atteggiamento di una squadra che gioca in casa, partita molto bene in campionato, e ha nelle corde belle prestazioni e risultati importanti, al di là del momento attuale. Nella prima parte, fino al derby, aveva fatto un campionato di spessore”.

L’INTELLIGENZA DEL GRUPPO DEVE ESSERE UN PUNTO DI FORZA

“Il leader? Una rosa, con tanti giovani, tante individualità, tante potenzialità. Ma il vero leader è il collettivo. Un gruppo intelligente sarebbe la cosa migliore, avere un’intelligenza da collettivo. Questa è la cosa più importante, per mantenere una certa lucidità, il collettivo deve sempre sapere chi siamo e dove vogliamo andare, e soprattutto come vogliamo farlo con un’identità precisa. Ecco chi è il leader, il collettivo! Paura del Cosenza? Girerei la domanda e sposterei l’obiettivo su quello che dobbiamo fare noi e su cosa fare. Ritmo, su questo dobbiamo essere concentrati. Qualità nel palleggio, giocare in velocità, utilizzando la qualità che abbiamo. Tanto ritmo sia nella fase di possesso ma soprattutto in quella di non possesso”.

LE CONDIZIONI DELLA SQUADRA

Il gruppo come sta? Tutti bene, in questo gruppo chi è più indietro è solo Valenti, ma per una questione fisiologica. Ma gli altri stanno tutti bene. Charpentier? Al di là del gol sta dando continuità, non solo negli allenamenti ma anche nelle partite. Ed è pronto. Può essere anche un calciatore che può partire assolutamente in buone condizioni. Osorio? Il posto nazionale non è mai semplice, i viaggi sono lunghi e le partite intense, oltre ai 120 minuti di Firenze. E’ in ottime condizioni, per lui solo una gestione delle energie. Mihaila? I calciatori al di là della fiducia dell’ambiente e dell’allenatore, quando toccano con mano la via del gol è la massima espressione della fiducia e della consapevolezza che sta facendo un buon lavoro. Vale in questa parte finale di girone può essere un calciatore in più. E’ dentro!”.

COSA C’E’ DA MIGLIORARE

La difesa? Non mi preoccupa, ma danno fastidio i gol presi. Il dato straordinario di domenica contro il Palermo, è che una volta sola gli avversari sono entrati in area e abbiamo subito 3 gol. Questo aspetto lo dobbiamo correggere e dobbiamo lavorare. Su Palermo va valutata la prestazione su tutta la gara, non solo sulla parte finale. Quella rimane negli occhi, nel cuore e dell’anima, non solo dei calciatori, ma di tutto l’ambiente. Abbiamo lasciato delle sensazioni e delle grandi emozioni. La squadra deve continuare ad essere lucida sulla gara, questo è un aspetto che è venuto fuori nel momento più complicato della partita. Non abbiamo mai perso la testa, non ci siamo disuniti. Il punto lo teniamo stretto, ma questo aspetto è fondamentale e deve continuare ad esserci”.

LE CURIOSITA’ (MATCH PACK)

(www.parmacalcio1913.com) – Sarà il Cosenza a sfidare il Parma nel match in programma sabato 16 dicembre allo stadio “San Vito-Gigi Marulla” di Cosenza (ore 16:15, diretta su Sky Sport, Dazn e Now), il giorno del compleanno n.110 del nostro Club, per la diciassettesima giornata del campionato Serie BKT. Ecco le statistiche e i precedenti del match.

  • Il Cosenza ha vinto solo 4 delle 14 sfide contro il Parma in Serie B (3N, 7P), inclusa tuttavia la più recente contro i gialloblu nella competizione (1-0 interno firmato da Aldo Florenzi, lo scorso 28 gennaio); in generale, i calabresi potrebbero ottenere il successo in due sfide di fila contro il Parma nella competizione per la prima volta nella loro storia.
  • Il Cosenza ha tenuto la porta inviolata nel 71% degli incontri interni giocati contro il Parma in Serie B (5/7): solo contro il Messina (75%, 6/8) ha registrato una percentuale più alta di ‘clean sheet’ davanti ai propri tifosi tra le squadre affrontate almeno sei volte nella competizione.
  • Il Cosenza ha perso le ultime tre partite di Serie B subendo sempre almeno 2 reti (7 in totale); la squadra calabrese non registra più sconfitte di fila dal periodo tra ottobre e novembre 2022 (5 in quel caso, tutte con almeno 2 reti subite all’attivo – 15 reti in totale).
  • Il Cosenza ha segnato almeno un gol in ognuna delle ultime otto gare casalinghe in Serie B e non registra più incontri interni di fila con almeno un gol all’attivo dal periodo febbraio-settembre 2001 (12 in quel caso).
  • Il Parma, dopo il pareggio per 3-3 contro il Palermo nell’ultimo turno di Serie B, potrebbe inanellare due segni “X” consecutivi nella competizione per la prima volta da agosto 2022, ovvero dalle prime due gare sotto la gestione tecnica di Fabio Pecchia (vs Bari e Perugia).
  • Il Parma ha segnato almeno 2 reti in 12 delle 16 gare di questa Serie B; tra le squadre dei maggiori cinque campionati europei e relative seconde divisioni 2023/24, soltanto l’Ipswich (14) e il Leicester (13) contano più incontri di campionato con almeno due reti all’attivo rispetto alla squadra gialloblu (12).
  • Nessuna squadra ha segnato più del Parma negli ultimi 30 minuti di gioco del secondo tempo in questa Serie B (13 reti come il Palermo); al contrario, solo la Feralpisalò (11) ne ha subiti più del Cosenza in questo parziale di gara nel torneo in corso (10).
  • Tra i calciatori che hanno preso parte ad almeno 5 reti in questo campionato Ange-Yoan Bonny è il più giovane; per il giocatore nato il 25 ottobre 2003, 2 reti e 4 passaggi vincenti nella Serie B 2023/24.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

5 pensieri riguardo “PECCHIA: “IL VERO LEADER E’ IL COLLETTIVO” (VIDEO) / CURIOSITA’

  • Forza Parma! Domani torniamo alla vittoria 💪

  • Triple-sec

    Abbiamo 3 portieri, 3 terzini sinistri, almeno 4 centrali, diversi giocatori di fascia etc etc ma 1 solo allenatore. A gennaio propongo di acquistare un secondo mister. Pecchia manterrebbe la gestione della squadra durante la settimana… verrebbe affidato invece al nuovo stratega il compito di scegliere gli 11 della partita (viste le titubanze del nostro…) e di gestire le sostituzioni . Avremmo così finalmente, anche un collettivo… tecnico

  • Benepippa quando arriva il freddo inizia ad essere claudicante. Potrebbero mandarlo a Spotorno dove andava mia nonna con il centro anziani a svernare

    • Non ne sentiremo la mancanza, ma begic cos’ha che non è mai convocato?

      • Probabilmente starà facendo il nadaro.
        Benepippa serve solo per tirare i rigori fossi in Spalletti lo convocherei al posto di Jorgino nei rigori dei ammettere che è un campione. Per il resto dal mio punto di vista chi lo volesse venire a prendere gli farei un tappeto rosso

I commenti sono chiusi.