domenica, Luglio 21, 2024
Il Gallo di CastioneNews

IL GALLO DI CASTIONE / MANCA LA RABBIA DI CHI DEVE ANCORA ARRIVARE

(Il Gallo di Castione) – Scrivere tette un sesso articolonzo che culo venga letto? Basta, figa, usare le parole escort giuste: lascia pensare agli asini che loro han la testa grossa, io nel frattempo insegno ad una farfalla a disegnare, così mi fa vedere come si vola in alto, anche se la felicità non è sulla cima della montagna, ma nel percorso per arrivarci. E nel tirare pietre a quelli dietro di noi.
Le statistiche ci dicono, inoltre, che la maggior parte delle persone muore in un letto, probabilmente anche tu morirai a letto: almeno inganna il tempo trombando, ricordando il momento di maggior splendore di un uomo è quando i suoi anni combaciano con i centimetri del suo pene.
Nostalgie di tempi passati, ma se siete tutti d’accordo, direi di ritornare ai ruoli di partenza: gli uomini corteggiano e le donne si depilano.
Si diceva di morire dopo aver fatto sesso: la fine migliore che un uomo possa desiderare; sarebbe meglio, tuttavia, non durare appena 5 secondi, poi se ti batte forte il cuore è amore. Se ti fa anche male il braccio sinistro, è infarto.
E fattela una risata, che magari domani ti sollevano in mezzo alla folla tra musica e luci soffuse, ma non sei ad un concerto.
Ora ci vorrebbe una battuta idiota. Penso: “è così idiota che qualcuno l’avrà già scritta”. Controllo. L’ho già scritta io, un paio si volte.

Allora ricorro ai temi più consoni a un tifoso Crociato, quasi biblici: in verità, in verità vi dico che è più facile andare d’accordo con un testimone di Geova che con un tifoso Reggiano.
Poi penso che la parte più difficile da affrontare con il passare degli anni, con l’invecchiare, sia imparare a convivere con il fatto che a questo mondo ci siano tanto dolore e tanta bellezza, uno di fianco all’altra. Così qualcuno ha smesso di tifare Juventus: dopo 5 ore guarisce la vista, dopo 8 ore torna a contare correttamente, dopo 1 settimana il cervello torna a funzionare, dopo 84 giorni impara cosa è veramente un fuorigioco, dopo 3 mesi grida allo scandalo, dopo 1 anno la Juve gli ha rubato qualcosa.

Ma veniamo agli argomenti più consoni al contesto: la partita è cominciata quando l’arbitro ha iniziato ad ammonire i fabbriferrai golosi di olive in campo. Prima è stata una lotta dove Bernabè l’han preso per il collo e per la maglietta e l’arbitro ci ha preso per il culo. Ora il discorso mi pare semplice, permettere il non gioco fa male allo spettacolo, fischiare un fallo fa dietro antisportivo senza cartellino vuol dire che la giacchetta nera ha visto tutto, ma è contento se la consorte visita un convento di frati per trovare sollievo spirituale… Di conseguenza Fornaciaio, arbitro di Roma 1, non sta mica bene: nel pomeriggio è andato sotto i ferri per un delicato intervento di rimozione delle corna…

Ci sono mancati, comunque, un finalizzatore e la voglia di vincere, la rabbia di chi deve ancora arrivare e magari sta già vivendo la sua gloria effimera, complici coloro che già li vanno celebrando.
Benek ha fatto cilecca nella più facile delle occasioni, nella quale ha avuto tempo di stoppare il pallone, aggiustarselo e fare un tiro del cazzo, poi l’ha messa ma non era un gol valido.
Man ha colpito una traversa a tempo scaduto e in campo già non c’era più il suo compare spagnolo un po’ annebbiato dagli attentati ai garletti.
Bene la difesa, trafitta solo da un invenzione estemporanea del solito ignoto, sto giro ascolano.
Il centrocampo in cerca di autori non ha beneficiato di un Hernani poco gladiatore e quindi un po’ avulso dalla battaglia.

E veniamo alle notizie di calciomercato, trovate sui social: Ancelotti torna a Parma e si porta mezzo Real… Sarà il vice di Pecchia. Ansaldi e Chichizola al Real: le grandi tremano, lo scudetto non è più una chimera…
Bernabè nonostante la corte del Fidenza rimane a Parma, niente Colorno per Dennis Man.
Ma forse il web social non da notizie attendibili: certe persone sono più false di un incontro di wrestling. Anche se tutti, a nostro modo, siamo stati falsi in alcuni momenti della nostra vita: a volte per educazione, a volte per paura e istinto di sopravvivenza, a volte per un sentimento di smarrimento, a volte perché non sapevano che cosa dire. Tuttavia i bugiardi mi attraggono, perchè loro la verità la sanno, ma poi ci sono le persone “autenticamente false”, quelle che mettono in atto, talora in modo inconsapevole, la loro finzione. Colpa della natura dell’uomo, anche dopo che Galileo lo ha rimosso dal centro del mondo, Darwin lo ha spodestato dal vertice della creazione, Freud gli ha sgretolato l’io, ma l’uomo conserva intatta la sua megalomania.

Le mie parole sono nate dai pensieri e rimpiango il tempo in cui scaturivano dal mio respiro come per uno scrittore surrenale e patatafisico quale Antonio Tacete che ha presentato al Petitot il suo tredicesimo lavoro, approfittando dell’inizio ore 16,15 della partita con l’Ascoli. Così Villa il nano è entrato nella famiglia Crociata, coi tifosi che osannavano il grande Tacete, i cui personaggi paradossali cercano spazio nel mondo impazzito e caotico da lui creato, ma al contempo specchio di una realtà ancestrale che sfugge a ogni logica.
Come diceva Charlie Brown: – “Certi cani son nati per andare a caccia, altri per far la guardia.” – Snoopy: “E’ matto, i cani sono nati per dormire al sole.” Il Gallo di Castione

Stadio Tardini

Stadio Tardini

Un pensiero su “IL GALLO DI CASTIONE / MANCA LA RABBIA DI CHI DEVE ANCORA ARRIVARE

  • Mihaila invece non lo vuole nessuno 🙁

I commenti sono chiusi.