domenica, Luglio 21, 2024
Femminili Parma CalcioNewsVideogallery Amatoriale

PARMA FEMMINILE, OPERAZIONE AGGANCIO AL VERTICE RIUSCITA (VIDEO)

(Gmajo) – Battendo 4-1 il Pavia, nella gara valida per la 13^ Giornata di Serie B Femminile, andata in scena in anticipo alle 13:30 di oggi, domenica 14 gennaio 2024, sul campo 1 misto in erba naturale del Complesso Sportivo “Il Noce” a Noceto, il Parma Calcio aggancia al comando della classifica, a quota 34, la coppia di testa Ternana-Lazio che, nello scontro diretto cominciato, come da regolare cartellone, un’ora dopo, han pareggiato 1-1: alla rete della ex Crociata Valeria Pirone al 12′ risponde, al 19′ st, su calcio di rigore, Giuseppina Moraca.

La squadra di Mister Salvatore Colantuono, come da copione, passa immediatamente in vantaggio al 3′ con il nuovo acquisto Greta Di Luzio, ma si fa raggiungere, a sorpresa, al 23′ da Biancamaria Codecà. Squadre al riposo sul parziale 1-1.

Nella ripresa le ducali la ribaltano completamente grazie alle reti di Szandra Ploner, Kelly Odette Gago e Gaia DiStefano.

IL COMMENTO DI ERIKA MARTORANA

L’ANALISI DI MISTER SALVATORE COLANTUONO E GRETA DI LUZIO

(da Be.pi Tv)

PARMA-PAVIA 4-1 (13^ Giornata di andata Serie B Femminile)
Marcatrici: 3′ Di Luzio, 22′ Codeca, 4′ st Ploner, 35′ st Gago st, 40′ st DiStefano

PARMA – 1. Alessia Capelletti; 7. Antoinette Jewel Williams, 16. Federica Rizza (V. Cap.), 19. Elena Nichele, 25. Caterina Ambrosi (Cap.), 46. Veronica Benedetti; 91. Di Luzio (23′ st 27. Gaia DiStefano), 8. Azzurra Corazzi (41′ st 17. Laura Perin), 24. Caterina Fracaros (46′ st Marta Sicuri), 9. Kelly Odette Gago (46′ st 14. Melissa Nozzi), 91. Szandra Ploner (46′ st Alessia Marchetti). Allenatore: Salvatore Colantuono
A disposizione: 12. Gloria Ciccioli, 55. Eveljn Frigotto; 22. Vivien Beil, 23. Aurora Pantano

PAVIA – 77. Federica Francesca Migliazza; 7. Serena Accoliti, 9. Biancamaria Codeca (Cap.), 22. Marta Longoni (V. Cap.), 29. Elisa Crevacore, 66. Joyce Asamoah; 5. Sofia Aurora Lepera (19′ pt 20. Giulia Semplici), 14. Giulia Grumelli (intervallo Serena Contena), 18. Cecilia Cavallin (32′ st 99. Giulia Avallone), 10. Federica Cavicchia (42′ st 2. Sharon Zangrandi), 35. Ilaria Dugo (42′ st Giulia Zecchino). Allenatore: Roberto Salterio
A disposizione: 16. Elisa Terni; 4. Ilaria Dubini, 6. Matilde Ottina, 30. Noemi Polillo

Arbitro: Sig. Leonardo Falleni della Sezione A.I.A. di Livorno

Assistenti: Sigg. Alex Scaldaferro e Vincenzo Pallone di Vicenza

Ammonite: Ploner; Semplici, Contena

Recupero: 5’+3′

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

6 pensieri riguardo “PARMA FEMMINILE, OPERAZIONE AGGANCIO AL VERTICE RIUSCITA (VIDEO)

  • Luca Ermacora

    Ottimo ragazze! Brave!

  • Il tabellino non è disponibile? Sul sito del Parma non c’è neanche la notizia della partita…

    • Salve Tom, nel corso del pomeriggio il tabellino della gara in questione è stato poi pubblicato dal sito del Parma. (E in serata, sistemandolo un po’, lo abbiamo ripreso anche su StadioTardini.it, facendo, così, un percorso inverso rispetto alla gara precedente, quando fummo onorati di vedere la nostra opera spigolata e riproposta sull’organo ufficiale). Diciamo che la tempestività non è il massimo e, la tempestività, su un sito di qualità, non dovrebbe essere un dettaglio trascurabile…
      Cordialmente

      • Grazie, ho l’impressione che al di là delle buone intenzioni del presidente, l’attenzione per la squadra femminile sia calata ulteriormente all’interno del club, soprattutto sul sito… Di certo la parità di cui si parlava l’anno scorso, quest’anno è ancora più lontana, eppure basterebbe poco per dare alle ragazze non dico la parità effettiva ma almeno l’attenzione che meritano indossando la maglia crociata come i maschi. Poi servirebbe anche qualche iniziativa o campagna per portare i tifosi e qualche bandiera gialloblù al Noce, il totale disinteresse del tifo organizzato è desolante…

        • Caro Tom, lo scorso anno, nel finale di stagione, mi ero personalmente adoprato per cercare di portare qualche “giovane ultras” a sostenere la femminile in lotta per salvarsi: in occasione di una festa al Bar Gianni, al quale erano invitate anche alcune calciatrici, approfittando del clima allegro, riuscii a convincere sette ragazzi che, in cambio di una birra cadauno, vennero prima a Sassuolo e poi al Tardini a fare un po’ di tifo colorato e rumoroso. Purtroppo, però, si stancarono presto e, ad esempio, nella decisiva Sampdoria-Parma – che sancì la retrocessione, benché invitati e nonostante la posta in palio, mi diedero il due di picche.
          In quella occasione, a proposito di bevute, il presidente si propose di offrire un giro a chi sarebbe venuto a Genoca, ma di proseliti non ne fece (viceversa raccolse qualche critica da perbenisti proibizionisti), così come Angelo Manfredini, presidente CCPC, che confermò il pullman messo a disposizione, nonostante la risposta fosse stata piuttosto scarsa.
          Come argomentavo anche in un altro articolo dedicato alla Femminile (in particolare quello in cui suggerivo il ritorno al Tardini almeno per il big match con la Lazio di domenica 28 gennaio), forse il bacino d’utenza per il Parma Rosa dovrebbe essere differente rispetto a quello Azzurro. Ossia: travasare tifosi dal maschile al femminile non mi pare semplice, forse sarebbe meglio trovare appassionati “puri” del calcio femminile. In questo senso anche cambiare gli orari della femminile (e perché non della maschile?) per consentire la maratona di due gare non so quanto sia in effetti funzionale, poiché, a parte KK, il suo entourage, qualche socio PPC non so in quanti, domenica scorsa, finita Parma-Pavia Academy al Noce siano poi corsi al Tardini per Parma-Ascoli…
          La migrazione a Noceto – per certi versi un ritorno alle origini, visto che il calcio femminile nel nostro territorio nacque proprio lì, e lì giocò il Parma Femminile vera espressione del territorio, ossia quello delle due vittorie nei Campionati di Eccellenza e delle due Coppa Emilia – non so quanto possa aver giovato nell’interesse degli sportivi parmigiani del capoluogo, che già a fatica venivano al Tardini (pur con tutte le facilitazioni del caso, tra cui prezzo basso del biglietto, accesso gratuito per gli abbonati, eccetera): il miraggio dei 1.000 spettatori (su una capienza “ridotta” a 7.500, e con il bacino d’utenza potenziale di tutti gli abbonati al maschile) non è mai stato raggiunto…
          E, dopo la visita personale privata di ieri, a Noceto, del presidente Kyle Krause, oggi ci sarà l’inaugurazione ufficiale del tendone che ospita gli uffici del Parma Femminile, alla presenza dei massimi vertici societari (i due managing director) e dei due mister (Pecchia e Colantuono).
          Cordialmente

          • Non so se il bacino può essere lo stesso oppure no, in ogni caso la media di circa 400 spettatori dell’anno scorso farebbe già tutto un altro effetto, peccato averli persi, soprattutto vedendo il confronto con altre tifoserie di B… Forse servirebbe una miglior opera di promozione da parte del club, sempre che ci si ponga il problema (neanche in Serie A se lo pongono più di tanto), perché l’atteggiamento dei tifosi non sembra molto distante da quello della società… (vediamo che copertura avrà l’evento di oggi)
            Da altre parti il pubblico per la squadra femminile comunque c’è, forse si può fare anche a Parma se almeno ci si prova

            Questo è solo un esempio, però è interessante:
            https://www.adforum.com/creative-work/ad/player/34630068/half-fans/aguila

I commenti sono chiusi.