sabato, Febbraio 24, 2024
BagolozoomNewsVideogallery Amatoriale

BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / SOFFERENZA RIPAGATA

Il Parma vince di misura al Tombolato, ma quanta sofferenza nei minuti finali!

(Claudio Mastellari) – Sembrava una giornata tranquilla dopo lo 0 a 2 segnato da Hernani Jr. nel primo tempo, invece va dato atto al Cittadella di averci fatto venire i capelli dritti fino al fischio finale.

I padroni di casa, a segno prima dell’intervallo in posizione che continua a lasciarmi qualche dubbio, hanno messo l’armatura da vera squadra tosta di serie B nel secondo tempo, prendendo campo e mettendo in seria difficoltà il Parma che, dal canto suo, ha sprecato malamente un paio di occasioni da rete che avrebbero di fatto chiuso il match.

Panico e sgomento nei tifosi gialloblù e anche un po’ in panchina nei minuti finali, quando per ben 3 volte di fila Del Prato ha dovuto (ottimamente) rifugiarsi in calcio d’angolo per arginare le scorribande nella sua zona di competenza. L’attenzione della difesa e di Chichizola, coadiuvate dalla poca precisione nel tiro degli attaccanti veneti hanno alla fine dato i 3 punti al Parma, ma in tutta onestà, per ciò che si è visto in campo, il pareggio sarebbe stato il risultato più equo.

Una vittoria strappata con le unghie e la compattezza di gruppo, una vittoria propedeutica perché ci fa capire che non bisogna neanche lontanamente pensare di mollare un centimetro, gli avversari sono pronti a sfruttare ogni minimo passo falso della capolista.

Ci tengo a ringraziare anche i cugini che oggi, loro malgrado, ci hanno fatto un discreto regalo, fermando la “gemellata”. Del resto entrambe non potevano perdere, quindi bene così.

Sabato arriverà al Tardini il Pisa di Torregrossa & C., avversario da non sottovalutare, nonostante la classifica non certo brillante. Claudio Mastellari

Stadio Tardini

Stadio Tardini

Un pensiero su “BAGOLOZOOM di Claudio Mastellari / SOFFERENZA RIPAGATA

  • Ma come il pari sarebbe stato meritato? Ci siamo mangiati l’impossibile! Il Cittadella tanta pressione, ma poche occasioni chiare.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *