giovedì, Aprile 18, 2024
Gossip WriterL'OpinioneNews

FULL IMMERSION PARMIGIANA PER KYLE KRAUSE, PRIMA A LEZIONE DA MALETTI E POI LE LEGENDS

(Gmajo) – Non credete a tutte quelle voci, false e tendenziose, che vi parlano di un Kyle Krause poco attento alla territorialità: il proprietario americano del Parma Calcio, oggi, 25 febbraio 2024, ha vissuto una domenica piuttosto intensa in tema di parmigianità.

Di buon mattino, stando a quanto postato sui social dall’interessato, avrebbe chiesto lezioni di dialetto al luminare della materia, Enrico Maletti, il traduttore delle pagelle in vernacolo di Crociato 63 sulla Gazzetta di Parma. Secondo quanto riportato dal prof., KK gli avrebbe chiesto cosa significhi CAMP NOV. A noi risulta che sia l’attuale campo sportivo di Sorbolo, a fianco del quale, se lui e il suo staff lo vorranno, potrebbe nascere l’arena provvisoria in attesa del nuovo Tardini.

Tra l’altro sempre oggi, l’attivissimo sui social sindaco Nicola Cesari, nel postare altre foto dell’impianto provvisorio in funzione a Cagliari, ha segnalato l’interessante dettaglio che Sorbolo è un Centro Federale e sarebbe un bel gesto anche nei confronti della FIGC se venisse scelto il suo comune, dando così anche un campo in erba naturale a fianco di quello in sintetico su cui ad oggi oltre alla Sorbolo Biancazzurra gioca anche il Lentigione.

In serata poi, carrambata al ristorante Malaspina, di fronte all’Hotel de La Ville, dove, in tavoli differenti, stavano cenando il Presidente Krause con alcuni conoscenti e le Legends dell’AD di PPC Paolo Benecchi, con Sandro Melli (che ha subito diffuso lo scatto che il tycoon ha accettato di fare), il Sindaco Marco Osio (chissà che non gli abbia anche lui parlato di stadio…), Fausto Pizzi, Gigi Apolloni, Marco Giandebiaggi e gli altri che han scritto, negli anni 90, la storia del Parma… Gabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DENTRO L’IDEA “STADIO PROVVISORIO” A SORBOLO: INTERVISTA ESCLUSIVA DI MAJO AL SINDACO CESARI (VIDEO)

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

13 pensieri riguardo “FULL IMMERSION PARMIGIANA PER KYLE KRAUSE, PRIMA A LEZIONE DA MALETTI E POI LE LEGENDS

  • Il Nostrissimo

    E vaccamao Direttore,
    questo è un colpo basso per il Baffo nella eterna lotta tra Manfredini, il vecchio che strenuo resiste e Benecchi, il nuovo che avanza rampante.
    Un’immagine vale più di mille parole e come e’ costruita l’immagine? Con Benecchi al centro della scena, addirittura abbracciato a Kyle Krause. I due Presidenti al centro, avra’ esortato l’autore dello scatto. E le Leggende, vere e tarocche tipo Giandebiaggi, a fare da contorno ai due dioscuri. Poteva esserci immagine più icastica a rappresentare la forza penetrante del nuovo che avanza? E proprio a chiudere la settimana in cui la rudarola dedicava l’ennesima ampia intervista al nostrissimo, in cui Benecchi ribadiva l’obiettivo dei 1.000 iscritti per PPC. i maligni diranno che sono 9 anni che c’è quell’obiettivo, ma tanto e’.
    2-0 e palla al centro nei piedi del Baffo.

    • Amico mio, concordo in toto, tra l’altro Giandebiaggi è si una bandiera, ma della Cremerdese. Evidentemente si mangia meglio qui che nella bassa padana dove lo spusso di sissi chimico è pernicioso e preferisce “colorarsi” di giallo blu. A fianco del sosia di Kad Merad futuro satrapo del tifo organizzato mancava però Lauro Edi Rama Riani. E’ un segnale di allontanamento, oppure la serata era troppo informale per un serissimo rappresentante di Ponte Caprazucca?

      • Quella di ieri sera era una cena informale delle Legends che sono coordinate da Benecchi. L’incontro con KK che era lì per i cavoli suoi, è stato fortuito e non voluto. In tutto questo PPC mon c’entra se non per il fatto che Benecchi, tra le sue cariche, vanta quella di AD di PPC, ma PPC con la serata non c’entra, di qui l’assenza di Riani

      • Ale Pongonazzo

        …Davide … purtroppo sono spesso d’accordo con te … su Kad Merad invece punterei più sulla versione anoressica di Bombur cugino di Bifur e fratello di Bofur … (Lo Hobbit)

    • Solo per precisare che il nensile spazio a PPC sulla Gazzetta è frutto di un accordo immagino di natura commerciale. Credo si tratti di redazionali. Detto questo in effetti è dalla fondazione che si insiste con la retorica dei 1000 iscritti, ma dal 2015 sono quasi passati nove anni ed il fatto di non averli raggiunti presta il fianco a riflessioni se non aa critiche…

  • Ma Cèsàri ha un “social midia menager” o sta incollato a feisbuc dalla mattina alla sera? Fossi un cittadino di Sorbolo Mezzani (che come ha ricordato l’onnipresente sindaco ha 110 anni di storia mica balle) mi preoccuperei del concreto impegno nella quotidianità dei doveri del primo cittadino. Siamo in presenza di un presenzialismo ormai patologico, superato solo da Alba Parietti (presente ovunque) e dall’epico sosia di Kad Merad, vice capo del PPC Benecchi (a cui se fossi Craus darei una sbarata nel culo e li caserei fuori da tutto), nonchè Bruto del Cesare Manfredini, ovvero pronto a fare le scarpe al baffo per sedersi del trono del CCPPC (lo strapuntino del PPC non gli basta più). Osio (va dal barbèr) si staglia sullo sfondo con la sua inconfondibile testa plèda con capello lungo di dietro.
    #stadioafidenza #stadioanoceto
    Foza Feccione, forza Massari!!!!!!

    • il puntiglioso

      Un po’ come te che sei incollato a Stadiotardini h24 e commenti tutto lo scibile umano.

      • Sono in baby pensió

  • Chiudo facendo notare a Cèsàri che Sorbolo è al confine con il 25 aprile, Reggio m…a, etc.. Che ci faccia quello della Rsana li, noi vogliamo Noceto o Fidenza, nel cuore della provincia. A Sorbolo c’è anche gente che tifa la Rsana come il servizio di Tv Upi aveva svelato a settembre.

  • Bravo Krause, magari immergendoti di più nella realtà locale impari un paio di cose.

  • Chi ha pagato la cena?

    • Non saprei ma più facile alla romana che all’americana…

  • Se ci fosse stato Dallara alla Pieraccioni ne I Laureati

I commenti sono chiusi.