giovedì, Aprile 18, 2024
NewsParole Crociate

PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / PARMA LETALE

(Luca Ampollini) – E’ un Parma che fa vivere 1.000 emozioni, una squadra che continua a vincere, a credere nei 3 punti sempre, fino all’ultimo secondo della partita. Una vera “zona Parma”, nella quale i Crociati sanno mantenere lucidità, carattere e che sta regalando punti pesantissimi.

Una gara, quella odierna, che si è presentata fin da subito complessa e difficile da leggere, con un Pisa che, forte di un centrocampo a 3, ha creato problemi ai pari reparto Crociati, non solo per la superiorità numerica, ma anche per l’abilità nel palleggio ad aggirare i due mediani ducali. Un reparto, quello del Parma, non ben assortito nel primo tempo: troppo solo Bernabè a creare gioco e a cercare di fare interdizione, con Sohm le cui caratteristiche di centrocampista “box to box” non si sposano perfettamente in un reparto a due, soprattutto contro formazioni che propongono mediani con spiccate abilità di palleggio. Ciò nonostante sono arrivate opportunità in una prima frazione caratterizzata da errori grossolani (il gol sciupato da Torregrossa a porta vuota è davvero incredibile) e da due reti, una per parte, che confermano il ritorno a protagonista di Benedyczak e le frequenti difficoltà della retroguardia Crociata nel leggere azioni “sporche” nella propria area.

Ma nella ripresa, le correzioni di Pecchia, sono provvidenziali: Hernani ed Estevez riequilibrano le cose in mediana e l’avvicinare Bernabè alla porta avversaria nel ruolo di trequartista riporta imprevedibilità alla manovra.

I ritmi calano, ma i Crociati continuano a spingere alla ricerca di un gol che arriva grazie ad una travolgente azione di Hernani e ad un tacco pregevole di Charpentier a liberare Man, bravo a liberarsi e a perforare Nicolas di destro, per la sua decima gemma personale in campionato.

Un’altra lettura poco felice consente al Pisa di pareggiare: affidare Canestrelli, forte sui palloni alti, a Estèvez sulla punizione del gol, è stata un’imprudenza che poteva essere evitata; ma il Parma di quest’anno ci crede sempre, riesce a trovare risorse inaspettate fino all’ultimo secondo e il gol di Delprato, al termine di un’azione avviata da Partipilo, lo conferma ancora una volta.

Charpentier, Hernani, Partipilo: subentranti incisivi e fondamentali, il mantra di Pecchia, su un gruppo da “tutti dentro” si rinnova e si rafforza. E’ un Parma letale che continua a vincere e allunga: il solco con le altre è evidente, nulla è raggiunto, ma siamo a -13, sottolineiamolo… Luca Ampollini

Luca Ampollini

Luca Ampollini, classe 1973, giornalista pubblicista dal 2005, ha cominciato a Radio Onda Emilia nel 1998, prima con il commento delle azioni più importanti delle partite di campionato sulle radiocronache di Gianluigi Calestani, poi con la conduzione della trasmissione post partita “Diretta Stadio”. Passa successivamente alla Tv, su Teleducato, commentando il posticipo della domenica sera di serie A a Calcio e Calcio, condotto da Fulvio Collovati. Passa, quindi, alla neonata Teleducato Piacenza come telecronista delle partite del Fiorenzuola in serie C2 e nel 2000-01 commenta, sempre per Teleducato Piacenza, le partite del Piacenza Primavera. L’anno successivo torna a Parma e diventa il telecronista del Parma calcio fino al 2008. Partecipa a Calcio e Calcio, prima come opinionista poi come conduttore in 3 edizioni dal 2005 al 2008. Nella stagione 2004-05 conduce Calcio e Calcio Speciale Coppe e i collegamenti esterni nell’edizione di Calcio e Calcio condotto da Fulvio Collovati. Dal 2005 al 2008, è responsabile della redazione sportiva di Teleducato e, oltre a Calcio e Calcio, conduce Calcio d’Estate prima di passare a Tv Parma dove partecipa come opinionista a Pronto chi Parma e come conduttore, con Carlo Chiesa, delle due trasmissioni “A tutta A“ e “A tutta B”. Dopo alcuni anni in cui collabora come opinionista fisso anche a "Bar Sport" torna a Teleducato dove partecipa come opinion leader a Calcio e Calcio fino al 2018. Con la fusione delle due televisioni continua la sua collaborazione, tuttora in corso, con 12 TV Parma e con Calcio e Calcio. Oltre alle centinaia di telecronache e conduzioni ha collaborato, commentando alcune partite del Parma con le emittenti radiofoniche Radio Bruno (Coppe Europee) e Lattemiele (Campionato). E’ lo speaker ufficiale del Parma calcio allo Stadio Tardini dal 2015

5 pensieri riguardo “PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / PARMA LETALE

  • Il mio idolo Partipilo anche oggi decisivo in 8 minuti. Cosa deve fare per giocare titolare?

    • Niente da fare, sempre a cercare il pelo nell’uovo. Il prossimo sarà chiedere Begic titolare?

      • No Begic sta bene dove sta

  • Pecchia for ever

    Il parma ha un punto in meno del mitico Frosinone l’anno scorso …che volete ancora????
    Di gran lunga il gioco più
    spettacolare (guardatevi le altre ) miglior attacco e seconda migliore difesa .. come diceva il baritono fischiate me
    ..sentirete il tenore!

  • Nonostante allo stadio ho sentito tanti criticoni sulla formazione iniziale giudicata troppo sbilanciata in realtà io l’ho preferita di gran lunga rispetto a quella del secondo tempo (che ci ha portato alla vittoria) ma la capacità di creare situazioni da rete che avevamo nel primo tempo nel secondo non l’ho vista. Peraltro ho avuto un momento di puro godimento quando durante un corner avversario nel primo tempo ben 4 giocatori del Parma si sono posizionati sulla linea di metà campo creando scompiglio negli avversari che non sapevano più cosa fare. Una cosa simile l’avevo vista fare un’altra volta da Apolloni in serie D…

I commenti sono chiusi.