domenica, Aprile 21, 2024
NewsParole CrociateVideogallery Amatoriale

PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / IL PARMA VINCE SEMPRE, NONOSTANTE TUTTO

(Luca Ampollini) – Non è stato il solito Parma: manovra piuttosto lenta, secondo tempo decisamente poco brillante dopo una prima frazione di totale gestione del match, ma la regolarità, nonostante tutto, sono i 3 punti, che arrivano con straordinaria e puntuale costanza. E sebbene sia prematuro festeggiare è, però, piuttosto lampante che la vittoria odierna, concomitante alla pesante sconfitta della Cremonese a Bolzano, ha dato un innegabile scossone al campionato.

Il prevedibile ritorno al 4-2-3-1 ha offerto le abituali sorprese nella scelta degli interpreti: Zagaritis sulla sinistra (che ha fatto rimpiangere Coulibaly e Di Chiara), Cyprien ed Hernani in mediana, con Estèvez lasciato inizialmente in panchina. La differenza tecnica con gli avversari è subito lampante: la Feralpi si difende compatta, facendo tanta densità davanti alla propria area di rigore e gli spazi per penetrare sono pochi.

Ci vuole, perciò, ciò che mancava l’anno passato contro squadre chiuse e arroccate: l’azione in velocità, tutta di prima, a creare imprevedibilità e soluzioni, che puntualmente arriva al 29’ col gol di Mihaila, frutto di un’azione corale strepitosa con l’assist di tacco di Bonny per il rumeno a disorientare la difesa lombarda. Un’azione prestigiosa, pregevole, degna di una compagine di buon livello di serie A, che conferma quanto le guardinghe difese avversarie, tanto temute l’anno passato, non siano più un problema per questo Parma.

I Crociati, però, non riescono a dare continuità a un buon primo tempo: la ripresa viene affrontata con un calo di tensione che rimette in gioco avversari chiaramente meno qualitativi, ma assai volenterosi: il pareggio, frutto di una fatale esitazione di Circati, molto incerto quest’oggi, rimette in equilibrio una partita decisamente alla portata.

Un gol che scuote i ragazzi di Pecchia, subito protesi in avanti alla ricerca del vantaggio, che arriva dopo soli 3 minuti grazie ad un tiro velenoso, dalla distanza, del nuovo entrato Estèvez.
Il Parma del 2’ tempo, però, è tutto qui: da segnalare il nuovo buon approccio di Charpentier, molto positivo il suo spezzone di gara e la discutibile scelta di Pecchia di rinunciare anzitempo a Mihaila, vista la bella prestazione del rumeno, che sembrava poter ancora incidere nel match.

Il finale è una sofferenza, col colpo di testa di Pilati, uscito di poco alla destra di Chichizola, ma in generale con un Parma poco convinto in avanti nella ricerca del gol che avrebbe chiuso la gara. Non è stata una partita indimenticabile, ma la vittoria è pesantissima: a 8 partite dalla fine il gap con le altre aumenta in modo sensibile, anzi… sensibilissimo… Luca Ampollini

Luca Ampollini

Luca Ampollini, classe 1973, giornalista pubblicista dal 2005, ha cominciato a Radio Onda Emilia nel 1998, prima con il commento delle azioni più importanti delle partite di campionato sulle radiocronache di Gianluigi Calestani, poi con la conduzione della trasmissione post partita “Diretta Stadio”. Passa successivamente alla Tv, su Teleducato, commentando il posticipo della domenica sera di serie A a Calcio e Calcio, condotto da Fulvio Collovati. Passa, quindi, alla neonata Teleducato Piacenza come telecronista delle partite del Fiorenzuola in serie C2 e nel 2000-01 commenta, sempre per Teleducato Piacenza, le partite del Piacenza Primavera. L’anno successivo torna a Parma e diventa il telecronista del Parma calcio fino al 2008. Partecipa a Calcio e Calcio, prima come opinionista poi come conduttore in 3 edizioni dal 2005 al 2008. Nella stagione 2004-05 conduce Calcio e Calcio Speciale Coppe e i collegamenti esterni nell’edizione di Calcio e Calcio condotto da Fulvio Collovati. Dal 2005 al 2008, è responsabile della redazione sportiva di Teleducato e, oltre a Calcio e Calcio, conduce Calcio d’Estate prima di passare a Tv Parma dove partecipa come opinionista a Pronto chi Parma e come conduttore, con Carlo Chiesa, delle due trasmissioni “A tutta A“ e “A tutta B”. Dopo alcuni anni in cui collabora come opinionista fisso anche a "Bar Sport" torna a Teleducato dove partecipa come opinion leader a Calcio e Calcio fino al 2018. Con la fusione delle due televisioni continua la sua collaborazione, tuttora in corso, con 12 TV Parma e con Calcio e Calcio. Oltre alle centinaia di telecronache e conduzioni ha collaborato, commentando alcune partite del Parma con le emittenti radiofoniche Radio Bruno (Coppe Europee) e Lattemiele (Campionato). E’ lo speaker ufficiale del Parma calcio allo Stadio Tardini dal 2015

5 pensieri riguardo “PAROLE CROCIATE, di Luca Ampollini / IL PARMA VINCE SEMPRE, NONOSTANTE TUTTO

  • nicolò gazzi

    Concordo su tutto ,ho notato un bernabe meno brillante per dire un eufemismo ,ma la sosta farà bene anche a lui sicuramente per le 8 finali che ci attendono …..bonny segnerà anche poco ma fa un lavoro per la squadra encomiabile ,il miglior attaccante che Pecchia potesse avere in rosa

    • Spero Adrian non fosse ancora in forma dopo l’infortunio.

  • Alla difesa è assolutamente inadeguata. In prospettiva Del Prato a parte fa rifondata completamente anche dando un calcio nel culo a Circati. Un reparto che va in sofferenza anche con il penultimo attacco della B in una eventuale A non è proponibile.

  • pecchia for ever salvaci tu...

    Sarà anche una difesa inguardabile ma che dire delle altre 17 difese visto che solo la Cremonese ha subito meno reti del Parma in 30 partite…si deve anche guardare alla fase difensiva e non solo ai difensori stessi , Circati che è un centrale destro con un buon centrale sinistro può fare la serie A direi che manca un centrale sx ed un terzino / esterno sx per la serie A e forse anche un portiere diverso ma qui dipende da cosa si vuole che faccia un portiere….
    Comunque grasso che cola …forza Parma

  • 23MARKBRESCIANO

    A mio avviso i limiti tecnici degli avversari di categoria continuano ad oscurare le evidenti discontinuità che stanno caratterizzando il girone di ritorno del Parma: Benediczak è discontinuo nel rendimento, Bernabe è “in calo” da 5/6 settimane, la difesa subisce goal da 9 partite consecutive se non erro. Ho parlato soltanto di alcuni dei nostri giocatori migliori… ma quello che emerge sempre e comunque è la compattezza e la sicurezza del gruppo di fronte a qualsiasi difficoltà. Forza Parma, statua a Delprato e complimenti al mister ed al collettivo unito. Pronti per la prossima…

I commenti sono chiusi.