lunedì, Luglio 22, 2024
News

BALOGH 2027

(Gmajo) – Tempo di rinnovi al Parma Calcio: ieri discettavamo su quello inatteso, dato che è il secondo in stagione (il primo era datato 2 luglio 2023) di Adrian Bernabé, la cui scadenza è stata rimodulata a giugno 2027, dopo che a principio dell’anno scolastico era stata fissata in dodici mesi prima, ossia giugno 2026: stamani, sempre abbastanza inatteso – agli occhi degli addetti ai lavori e dei tifosi sono tutti puntati sui soliti noti – ossia i big come li definisce chi ha impaginato sulla Gazzetta di Parma di oggi l’articolo di Giuseppe Milano, ossia Man, Benek e Mihaila – mentre ai miei sul cosiddetto “campo largo”, cioè tutti i sottoposti del belga Roel Vaeyens (Pederzoli, i due Notari ed Aurelio), i cui libretti di lavoro sarebbero “alla firma”, come scritto dagli espertoni due settimane fa, con l’autografo che, secondo le prime previsioni, avrebbe dovuto esser apposto appunto in questo lasso di tempo già trascorso, anche se poi corretto in a promozione avvenuta… (Nelle ultime due settimane aggiornamenti sulla gerenza venivano dati in pasto alla stampa nelle ore immediatamente precedenti importanti partite: era stato così prima dello Spezia e di Palermo, chissà non accada prima del Lecco…).

Mi scuso per l’ampio preambolo che non intende sminuire il prolungamento annunziato stamani dal club, e che riguarda un giovane che ho visto maturare quando prestavo indegnamente servizio per le giovanili e femminili del Parma Calcio, ossia Botond Balogh, appunto cresciuto nella cantera Crociata (va beh, si fa per dire, giacché in realtà, il classe 2002 era arrivato che era già abbastanza formato, dal momento che nel 2019, proveniente da MTK Budapest, venne aggregato alla Primavera, ossia l’ultimo gradino prima del professionismo attivo), pronto per il debutto in prima squadra avvenuto il 28 ottobre 2020 (dopo esser stato convocato, ma inutilizzato, alcune volte anche nella stagione precedente) in occasione dell’incontro di Coppa Italia Parma-Pescara 3-1, e tre giorni dopo anche in Serie A giocando da titolare la partita di San Siro con l’Inter terminata 2-2.

 

Il 5 maggio 2021 aveva esteso il proprio contratto con il sodalizio Crociati sino al 2025, ma da stamani la nuova scadenza è 30 giugno 2027: “Sono molto contento per questo rinnovo – si legge sul sito ufficiale che lo annovera, come ieri Bernabé, tra gli elementi di eccellenza – Made in Parma‘ , anche se in questo caso non troviamo virgolettati di Vaeyens Dopo 5 anni a Parma, mi sento parmigiano e mi godo la città e l’interazione con i nostri tifosi. Parma è come una seconda casa, perché sono arrivato qui che avevo appena 17 anni, ero giovanissimo, e qui sono diventato uomo. La mia intenzione è sempre stata quella di rimanere qua, per questo è stato facile trovare l’accordo. C’era la volontà di tutti, sia la mia sia del Club, che ringrazio per questo”.

parmacalcio1913.com, a proposito di quello di Balogh, scrive di un percorso che testimonia il forte legame con il nostro Club e con la città di Parma. Grazie alla dedizione e al lavoro di ogni giorno, ha già disputato 3 partite con la Nazionale ungherese, dopo aver superato tutte le selezioni dall’Under 15 fino alla Squadra A.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IN ATTESA DI PEDERZOLI E IL CAMPO LARGO, MAN E BENEK, A SORPRESA RINNOVA BERNABE’

BERNABÉ 2026

200 COMMENSALI ALLA CENA SOCIALE DEL PARMA CLUB COLLECCHIO AI PIFFERI (VIDEO)

IL BILANCIO DEL PARMA VISTO DA SCHIROLI: “CONTI INSOSTENIBILI SENZA LE INIEZIONI DI KRAUSE”

IL BILANCIO DEL PARMA: CON LA SUA GOLDEN RAIN, KRAUSE AZZERA IL DEBITO

Parma Calcio 1913, Bilancio d’esercizio al 31-12-2023

Gruppo Parma Calcio 1913, Bilancio consolidato al 31-12-2023

QUEL PASTICCIACCIO DELLA RISSA CHE MINA IL CAMPO LARGO

UNDER 16, RIFLESSIONI SULLA RISSA SUGLI SPALTI A NAPOLI

LA LOTTA PER LE INVESTITURE E IL CAMPO LARGO…, riflessioni di Gabriele Majo

LA LOTTA PER LE INVESTITURE E IL CAMPO LARGO, PARTE 2^ 

PECCHIA A TRUPO: “CI HAI BECCATO CON LA PENNA IN MANO…” (VIDEO)

DI MARZIO: “IL PARMA CORTEGGIA CHERUBINI”, AMPOLLINI: “NON E’ VERO”

PARMA, LA RIVOLUZIONE CHERUBINI

FIGARO PEDERZOLI: TUTTI LO VOGLIONO, TUTTI LO CERCANO…

IDEA LEGATI PER IL POST PEDERZOLI: “IO AL PARMA? MAGARI…”

SE PEDERZOLI FA CINQUINI…

POTERE CROCIATO: AL NOCE LO STAFF ANGLOAMERICANO DI KRAUSE TRA STADIO E MERCATO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

6 pensieri riguardo “BALOGH 2027

  • Altro rinnovo che avrei preferito non vedere augurandomi che sia solo il prologo per vedere Balord venduto nella prima finestra utile di mercato

  • Speriamo lo vendano

  • Ottimo rinnovo, può ancora migliorare, ma buon difensore ben dotato fisicamente.
    Anche Oosterwolde a Parma si diceva che col calcio non c’entrava niente, venduto a 6 milioni ed oggi ne vale 11.
    Tanto qui era balordo anche Crespo.

    • Contento te…vai all’Olimpico (se mai ci andremo) con Balogh e vedi come torni a casa

  • Rinnovo per venderlo si spera. In A sarebbe una sciagura uno del genere.

  • A Parma è arrivato da molto giovane per cui a noi tifosi sembra di vederlo da una vita, ma in realtà Balogh è giovanissimo ha appena 21 anni con spazi di miglioramento enormi. Normalmente i difensori cominciano a dare il loro meglio più tardi rispetto ad altri ruoli perchè l’esperienza ed il mestiere (doti essenziali per un difensore centrale) vengono acquisite giocando sul campo. Per cui ben venga il rinnovo, è sicuramente un giocatore su cui puntare e far crescere perchè sono convinto che tra non molto diventerà un perno per la difesa.

I commenti sono chiusi.